Wrestlemania Blog #18

Buon pomeriggio a tutti dall'aeroporto internazionale di Miami.

Si sta per concludere il nostro viaggio a Miami per Wrestlemania XXVIII, un'esperienza che ci porteremo tutti nel cuore a lungo.

Purtroppo a causa di problemi di tipo logistico (Alitalia ha cambiato nuovamente il volo di ritorno) non siamo riusciti a registrare un podcast post-Raw, ma ecco comunque le nostre impressioni sullo show.

Ovviamente la notizia principale del giorno è il ritorno alla WWE dell'ex WWE Champion e ex campione del mondo dei pesi massimi UFC Brock Lesnar. Avete probabilmente visto le immagini e la risposta incredibile del pubblico ma live, vi assicuro, è stato qualcosa di pazzesco.

Personalmente ho capito che sarebbe uscito Lesnar quando Cena ha lasciato passare i “We want Lesnar” in onda stando zitto per ben due volte. Se la WWE non avesse voluto quel coro in onda non ci entrava, garantito. Ho ripreso con la macchina fotografica il momento dell'ingresso di Lesnar e stavo tremando. Vero “mark out” moment.

E adesso? Cena vs Lesnar a Wrestlemania 29 con Rock vs Punk per il titolo WWE? Non male direi, no?

Da sottolineare almeno 100 volte l'enorme amore dei fan presenti per Daniel Bryan. “Yes! Yes! Yes!” è il nuovo “What?”, il pubblico lo ama alla follia a tal punto che abbiamo sentito quel coro per tutto il weekend e anche oltre. Dopo Raw siamo andati al vicino rione commerciale di Bayside e, anche quasi due ore dopo la fine di Raw, partiva ogni tanto un “Yes! Yes! Yes!”. Incredibile.

La bellezza di un weekend come questo è stato anche e soprattutto poter girare liberamente con magliette di wrestling di ogni tipo, da quelle WWE a quelle ROH, da quelle di barbershopwindow.com a quelle anche di cattivo gusto, ma con la costante di non essere considerato un totale idiota ma anzi di far parte di una confraternita quasi. Un gruppo largo, che non fa domande e ti accetta senza problemi unendosi a te anche nelle cose in apparenza più sciocche, come un “Yes! Yes! Yes!” fatto partire in un albergo, in un bar, da Hooters o in aeroporto.

Weekend come questi ti rendono veramente orgoglioso di seguire e fare parte di questo bellissimo mondo e spero sinceramente che quanto provato da me, Giovanni, Fabio e tutti gli altri italiani presenti a Miami in questi giorni lo stiate provando anche voi, lo abbiate provato in passato o lo proverete presto.

Miami ci resterà nel cuore per molto tempo, senza dubbio.

Dubito personalmente di andare a New York il prossimo anno, ma mi riprometto di ripetere l'esperienza in futuro.

Ci scusiamo ancora per i problemi delle foto della Hall of Fame, abbiamo ancora un po'di materiale da mettere su ma lo faremo dalla calma dei nostri fidati PC desktop 🙂

Vi dó sin d'ora appuntamento a mercoledì e giovedi sera in radio per Punte di 100 (mercoledì dalle 20.35) e un TW Radio Show speciale (giovedì dalle 21.30 circa) dove, tra Raw da Italia 2 e Ring Ka King, parleremo in dettaglio della nostra esperienza a Wrestlemania. www.twradioshow.net/picostreamer per ascoltarci.

Vi salutiamo per l'ultima volta da Miami, speriamo di avervi fatto quantomeno annusare un po' il profumo di questa esperienza davvero “once in a lifetime”. Se avete la possibilità, davvero, fatela. Non ve ne pentirete nemmeno per un nanosecondo.

Vi ringraziamo per i numeri fatti dal sito in questi giorni, ci diamo idealmente una pacca sulla spalla perchè ci piace pensare, nel nostro piccolo, di aver dato il nostro contributo.

Salutiamo ancora tutti gli italiani che abbiamo incontrato e che hanno avuto anche belle parole per noi e per il nostro impegno. La mia memoria è pessima quindi se ci avete incontrato mandatemi un messaggio su Facebook, Twitter o Skype, di modo che io possa ricordarmi di voi e ringraziarvi ulteriormente.

Non credo che ci sia altro da aggiungere. Da Miami, anche per Giovanni Pantalone e Fabio De Nardi vi saluta Erik Ganzerli dicendo, per un'ultima volta…

YES! YES! YES! YES! YES! YES! YES! YES! YES! YEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEESSSSSS!

15,941FansLike
2,598FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati