Undertaker fu scambiato per un corriere della droga

The Undertaker sarà ricordato per sempre come uno dei più grandi wrestler professionisti che abbia mai messo piede all’interno del ring. Ha dedicato più di tre decenni della sua vita al business ed il suo contributo al business non sarà mai dimenticato.

Prima di abbracciare il suo personaggio del becchino, The Undertaker era un grande nome nella Continental Wrestling Association. Egli era conosciuto come il Master of Pain ed aveva Dutch Mantell come manager.

Parlando a Smack Talk, Dutch Mantell ha ricordato la volta in cui lui e The Undertaker sono stati ammanettati e quasi arrestati da degli agenti di polizia, con tanto di armi puntate contro, durante un viaggio da Louisville a Nashville.

“Cercavano un corriere della droga”

“Stavamo tornando, avevamo lottato a Louisville, nel Kentucky. Stavamo tornando a Nashville, sono circa 160 miglia, e stavamo guidando lungo la strada, avevamo un altro ragazzo in macchina con noi. All’improvviso eravamo quasi al confine del Tenessee e le luci si accendono… e un poliziotto del Kentucky ci ha fermato. Taker stava guidando, gli ho chiesto: “Stai andando troppo veloce?”, E lui ha detto: “No!”. Quindi, quando ci ha fermato, ci siamo accostati e ci hanno puntato le torce contro.”

Di solito non te lo aspetti, e poi all’altoparlante ha detto: “Conducente del veicolo, con la mano sinistra allunga la mano, estrai la chiave dall’accensione e lasciale cadere sul marciapiede!”. Così lui (Taker) ha fatto, e poi ha detto: “Conducente del veicolo, esci dal veicolo con la schiena rivolta da questa parte e cammina all’indietro”, e io ho detto: “Che diavolo! Questo non è un normale controllo degli agenti della stradale! Cosa stanno cercando?”, E mi guardo indietro e c’è Mark, con un poliziotto che gli puntava contro un’arma!”

Mantell ha continuato il racconto, ricordando che entrambi sono stati ammanettati, con la presenza sia della polizia locale che da agenti statali. The Undertaker e Dutch Mantell furono rilasciati solo dopo che la loro auto fu fatta letteralmente a pezzi per effettuare dei controlli. Mantell ha proseguito dicendo di aver scoperto solo dopo che la polizia era alla ricerca di una pistola, dopo che era arrivata una chiamata che identificava la loro auto come possibile mezzo di trasporto di un corriere della droga.

Terminati i controlli, ovviamente con esito negativo, i due sono stati rilasciati senza nessuna accusa nei loro confronti. Non prima, come abbiamo letto, di alcuni minuti certamente poco piacevoli.

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore
15,941FansLike
2,591FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati