Sonya Deville sta ricevendo minacce anonime dopo il tentato rapimento

Sonya Deville ha ricevuto ulteriori minacce anonime in seguito al recente tentativo di rapimento nella sua casa, per il quale il 24enne Phillip A. Thomas II è stato arrestato.

Secondo quanto riportato da HeelByNature, la Deville ha recentemente chiesto al distretto giudiziario di Hillsborough County di secretare alcune parti delle prove nel caso contro Thomas. La mozione per secretare le prove, che comprendono delle fotografie che accertano l’indirizzo di casa di Sonya (nome reale Daria Berenato) e alcune caratteristiche della sua casa e identificano alcuni membri della sua famiglia, è stata approvata dalla corte.

I documenti presentati rivelano che la Deville e la sua ex fidanzata Ariana Johnson si presentano entrambe come “vittime o testimoni a rischio” nel caso. Anche la Johnson ha subito delle minacce da Thomas per la sua relazione con la Deville.

La corte ha accettato la mozione presentata il 24 agosto poiché la Deville ha ricevuto ulteriori minacce anonime.

I messaggi anonimi comprendono minacce piuttosto esplicite come “Finirò il lavoro cominciato da Phillip” e “Il mio coltello è più affilato di quello di Phillip”.

Un’udienza di ingiunzione temporanea è programmata per oggi 27 agosto, cosa che renderebbe permanente l’ingiunzione precedentemente presentata dalla Deville.

A Thomas è stata recentemente negata la cauzione, nel timore per la sicurezza della Deville e degli altri membri della sua famiglia. L’avvocato di Thomas ha proposto una cauzione di due milioni di dollari, ma il giudice Catherine Catlin ha negato la richiesta, affermando che sarebbe stata una minaccia per la sicurezza della comunità in seguito alla testimonianza della Deville.

Thomas rimane incarcerato nella prigione di Hillsborough County sotto le seguenti accuse – stalking aggravato (reato di terzo grado), rapina a mano armata in un’abitazione (reato passibile di ergastolo), rapina a mano armata a scopo di riscatto, di ricompensa o di presa in ostaggio (altro reato passibile di ergastolo) e comportamento criminale per meno di 200$ (reato minore di secondo grado).

La Deville ha perso un Loser Leaves WWE match contro Mandy Rose a Summerslam domenica scorsa. Si pensa che la stipulazione sia stata scelta per permettere alla Deville di prendersi del tempo lontano dalla compagnia, tuttavia non è al momento chiaro quanto questo tempo possa essere lungo. Il match era originariamente previsto come un Hair vs Hair match, ma i colleghi del Wrestling Observer hanno riportato che gli avvocati della Deville non volevano che quest’ultima si presentasse in tribunale con un look differente o con segni evidenti di cambiamento.

Rimanete su Tuttowrestling.com per tutti gli aggiornamenti sul caso di Sonya Deville.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
15,040FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati