Shane Helms difende la scelta di Vince di far allenare alcune star

Recentemente vi abbiamo riferito di come Vince McMahon, scontento dell’operato di alcuni atleti, avesse imposto loro due sessioni di allenamento ogni settimana al Performance Center. Ha in particolare destato molte reazioni l’elenco degli atleti ai quali la WWE ha imposto tutto questo; l’elenco, infatti, include anche superstars a dir poco già abituate a principali palcoscenici della WWE, come l’ex Money in the Bank Otis e Keith Lee, nomi sui quali la Federazione ha più volte dimostrato di voler puntare.

E’ in particolare sul nome di Keith Lee che si sono sollevate in rete le principali critiche, ritenendo l’atleta già assolutamente pronto al salto di qualità senza bisogno di alcun allenamento particolare. In difesa di questa scelta della WWE è intervenuto Shane Helms, recentemente reintegrato dalla Federazione come Producer. L’ex Hurricane ha difeso quanto deciso da Vince McMahon, motivando la propria opinione sui social network:

Le parole di Shane Helms

I giocatori della NBA, della NFL, della NHL ecc. non smettono certo di allenarsi e perfezionarsi solo perchè sono arrivati alla massima lega. Essere ingaggiati una Federazione top non significa che tu debba smettere di provare a migliorare le tue abilità. Anzi, è proprio quando devi lavorare ancora più duramente per migliorarti!

Shane Helms ha poi voluto precisare come le sue parole siano un incoraggiamento, e non una critica verso chiunque possa sentirsi il destinatario del suo messaggio:

Non prendete questo tweet come uno schiaffo verso qualcuno. Prendetelo come un incoraggiamento. Mettetevi al lavoro, sarete felici di averlo fatto! Ve lo prometto

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore, inclusi i commentatori televisivi prima su Sky e poi su Discovery.
14,920FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati