Rivelate le cause della morte di Zeus

Tommy “Tiny” Lister, noto come Zeus nel suo periodo in WWE all’inizio degli anni 90, durante il quale ha partecipato anche al film No Holds Barred, è morto lo scorso novembre. Nuove informazioni dalla sua autopsia hanno rivelato la vera causa della morte della star. Lister è stato trovato morto nella sua casa il 10 dicembre 2020. Aveva 62 anni.

Anche il Covid tra le cause del decesso

Il suo manager ha chiesto un controllo dello stato di salute quando Tiny si era perso il primo giorno di riprese di un nuovo film per il quale era stato ingaggiato. Una cosa considerata decisamente inusuale.


Nei documenti ottenuti da TMZ, viene rivelato che Tiny Lister è morto per malattie cardiache. Al momento della sua morte soffriva anche di COVID-19. Era anche risultato positivo al virus ad agosto, ma all’epoca vinse la malattia.

La causa ufficiale della morte riferita nell’autopsia riferisce di malattie cardiovascolari ipertensive e aterosclerotiche. Anche un tampone nasale è risultato positivo al COVID-19; infine è stato rinvenuto del liquido nel petto al momento della sua morte. Aveva anche un cuore ingrossato e ipertensione, con cattiva circolazione alle gambe e problemi coronarici.

Il manager di Tiny Lister ha detto di aver mostrato “sintomi simili al coronavirus negli ultimi giorni”, prima della sua morte. Soffriva anche di diabete di tipo 2. Conosciuto per il suo periodo in WWE e ad Hollywood, Tony Lister è mancato a molti nel mondo dello spettacolo. Era un uomo enorme e minaccioso, ma era sempre una gioia lavorare con lui.

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore
15,691FansLike
2,636FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati