La WWE ha licenziato Mandy Rose

Decisamente una storia curiosa quella che sta coinvolgendo la ormai ex NXT Women’s Champion Mandy Rose, che ha perso il titolo contro Roxanne Perez ieri notte durante l’episodio settimanale dello show giallo per poi essere licenziata dalla WWE qualche ora fa. Secondo quanto riportato da Sean Ross Sapp, il primo a riportare la notizia su Fightful Select, la compagnia si è trovata costretta a licenziare la wrestler dopo che i dirigenti si sono trovati “in una situazione difficile” a causa di alcuni contenuti che Mandy Rose avrebbe postato e che sarebbero al di fuori dei parametri definiti dal contratto con la WWE.

Nell’agosto di quest’anno Mandy Rose ha aperto una propria pagina su FanTime, una piattaforma su sottoscrizione che permette ai propri utenti di avere degli introiti in base ai contenuti a pagamento da loro pubblicati (come accade già per OnlyFans o Patreon, piattaforme molto più popolari in Italia – ndr). Qualche settimana dopo la ex NXT Women’s Champion ha iniziato a pubblicare contenuti, che con il tempo sarebbero diventati sempre più provocanti, rischiosi e, recentemente, espliciti. Sembra dunque sia questa la causa della rottura con la WWE, secondo la quale i contenuti sarebbero ben al di fuori dei parametri stabiliti dal loro contratto.

La wrestler 32enne era nel bel mezzo di uno dei regni titolati più dominanti della storia di NXT prima di perdere l’NXT Women’s Title in modo scioccante contro Roxanne Perez durante la puntata di martedì dello show giallo. Il regno di Mandy Rose, interrotto dopo 413 giorni, è il terzo più lungo della storia del titolo, alle spalle solo di quello di Asuka durato 522 giorni e del secondo regno di Shayna Baszler, durato 416 giorni.

Sabato scorso, a NXT Deadline, Roxanne Perez era riuscita a battere Cora Jade, Zoey Stark, Kiana James e Indi Hartwell e a uscire vittoriosa dalla prima Iron Survivor Challenge, diventando la nuova #1 contender all’NXT Women’s Championship. Molti presumevano che la sfida tra Perez e Rose si tenesse a NXT New Year’s Evil di gennaio o a NXT Vengeance Day di febbraio. Tuttavia, martedì a NXT Mandy Rose ha attaccato Roxanne Perez alle spalle con la cintura e quest’ultima ha sfidato la prima a mettere la cintura in palio la sera stessa.

Mandy Rose ha accettato la sfida e Roxanne Perez l’ha battuta con la Pop Rocks nel main event dello show, aggiungendo l’NXT Women’s Championship ad un curriculum già particolarmente impegnativo a soli 21 anni, che include anche il Ring of Honor Women’s World Championship. I fan sono rimasti piuttosto sorpresi dalla sconfitta improvvisa di Mandy Rose e si chiedevano se questa avrebbe portato a un periodo di pausa o a una chiamata nel main roster. Era invece il preludio al licenziamento della wrestler, avvenuto meno di 24 ore dopo.

Mandy Rose era sotto contratto con la WWE dal 2015, quando esordì come partecipante all’edizione di quell’anno di Tough Enough. Non aveva alcuna esperienza pregressa nel wrestling, poiché fino a quel momento aveva partecipato esclusivamente a competizioni di fitness. Riuscì però a guadagnarsi un contratto con la WWE e passò qualche tempo a NXT prima di essere chiamata nel main roster come parte delle Absolution, una fazione che comprese lei, Paige e Sonya Deville. Un infortunio al collo mise Paige fuori gioco poco dopo, ma Mandy continuò a fare coppia con Sonya per diversi anni.

Dopo la fine del loro tag team, Rose e Deville iniziarono un feud l’una contro l’altra prima che Rose formasse un nuovo tag team con Dana Brooke, senza trovare molto successo. Il tag team venne quindi rotto e Mandy Rose fu rispedita a NXT l’anno successivo. Nel suo secondo periodo di permanenza a NXT Mandy Rose sembrava aver trovato la sua dimensione nelle Toxic Attraction, una nuova fazione insieme a Gigi Dolin e Jacy Jayne, all’interno delle quali ha vinto l’NXT Women’s Championship dopo poco tempo.

Mandy Rose aveva dato segnali di miglioramento sul ring, al microfono e in termini di lavoro sul proprio personaggio, motivo per il quale l’improvvisa perdita del titolo aveva fatto pensare a una nuova chiamata nel main roster. Il suo futuro immediato sarà invece lontano dalla compagnia, almeno per il momento. Non è da escludere un ritorno in futuro, come già accaduto per diverse wrestler licenziate dalla compagnia in passato, anche se in questo caso la situazione sembra leggermente diversa.

Lorenzo Pierleoni
Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
15,941FansLike
2,681FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati