Jon Moxley ricorda Brodie Lee

Anche Jon Moxley ha voluto ricordare Brodie Lee, che lo sfidò per il titolo mondiale AEW a Double Or Nothing, e ne ha parlato in un’intervista con Justin Barrasso di SI.com.

“Non sembra vero” ha esordito Mox “Mi sento come se fossi in uno di quei sogni e stessi aspettando di svegliarmi all’improvviso. Devo ancora processarlo.”
Non solo Double Or Nothing e WrestleMania nel loro passato, ma anche una serie di match nel circuito indipendente ben prima di arrivare in WWE.

“La prima volta che lottavamo contro, oltre un decennio fa, stavamo condividendo una stanza d’albergo. Era una persona incredibile, riusciva sempre a trovare un lato positivo a tutto e ci siamo affrontati tantissime volte. Indies, la guerra tra Shield e Wyatt Family, house show e tour in Europa, sembrava che fossimo destinati a lottare ogni sera. Quando Tony Khan mi ha proposto il match per il titolo ho subito accettato. Era dannatamente bravo.”

Moxley non ha potuto non ricordare il primo WrestleMania moment di Brodie Lee, che avvenne proprio a sue spese quando l’allora Luke Harper lo colpì con una spaventosa powerbomb su una scala da dentro a fuori il ring: “Volevamo qualcosa che stesse nei filmati degli highlights, e pensammo che l’unico modo era rischiare grosso. Quindi abbiamo messo su questo spot, estremamente pericoloso. Vince volle sincerarsi delle mie condizioni, significava che era stato fatto bene. E continuerò a dirlo, non c’è nessun altro al quale avrei affidato il mio corpo per un bump del genere.”

Anche Moxley ha elogiato il rivale di mille battaglie affermando che “non era interessato ad essere famoso. Non era il tipo che trovavi ad un after party a mettersi in mostra. Appena aveva finito col lavoro, tornava immediatamente a casa dalla famiglia. Amava il wrestling ed era fortissimo, ma quello era il lavoro, la priorità era essere un padre e marito.”

14,945FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati