Il cervello di Chris Benoit era gravemente danneggiato

ABC News ha divulgato la notizia che i test svolti da Julian Bailes dello Sport Legacy Institute di Atlanta, in Georgia, sul cranio di Chris Benoit dopo l'omicidio/suicidio hanno rivelato gravi danni al cervello del lottatore, che sembrava quello di un ottantacinquenne malato di Alzheimer.

Bailes ha detto che i danni erano il risultato di varie commozioni cerebrali e traumi subiti. Ovviamente tutto ciò è riconducibile alla carriera del Canadian Crippler, che tra l'altro aveva fatto di una mossa come il Flying Headbutt, una testata dal paletto, uno dei suoi marchi di fabbrica.

Source: Prowrestling.com

15,677FansLike
2,633FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati