Ex Superstar WWE fa causa alla compagnia

L'ex wrestler WWE Billy Jack Haynes farà causa alla WWE presso la Corte Federale, portando come capo di imputazione “un maltrattamento dei suoi lottatori per il proprio benessere, e per l'occultamento ed il diniego di ricerche mediche e prove riguardanti infortuni gravi al cervello patiti dai lottatori stessi”.

La faccenda è documentata dal Portland Tribune, che dichiara che Haynes ha esibito un elaborato di 42 pagine contro i suoi ex datori di lavoro nella giornata del 23 ottobre scorso. L'ex lottatore vorrebbe che la Corte Federale considerasse il suo caso come causa collettiva, poichè circa 500 persone potrebbero essere coinvolte. Tutte e 500 infatti, avrebbero subito un infortunio di quel tipo mentre erano sotto contratto con la WWE.

Ecco cosa hanno dichiarato gli avvocati di Haynes:

“Per gran parte della sua storia, la WWE ha intrapreso una campagna di disinformazione e inganno per fare in modo che i propri lottatori non comprendessero la vera natura e le conseguenze degli infortuni che avessero subito. Il comportamento della WWE ha fatto sì che i suoi lottatori morissero, soffrissero di infortuni debilitanti, perdessero profitti economici, si ritirassero prematuramente ed effettuassero spese mediche salate.”

Nei giorni scorsi, la WWE ha rilasciato il seguente comunicato al riguardo:

“Billy Jack Haynes è stato in WWE tra il 1986 ed il 1988. La sua accusa è che la WWE abbia nascosto informazioni e prove sulle commozioni cerebrali subite dai lottatori in quel periodo. La cosa è impossibile poichè la condizione ora nota come encefalopatia traumatica cronica (ETC) non era stata ancora scoperta. La WWE ha anticipato di molto le altre organizzazioni sportive nell'istituire misure di prevenzione delle commozioni cerebrali, a mano a mano che si effettuavano nuove scoperte su di esse. Le attuali procedure in WWE comprendono gli “impact testing” per il cervello, seminari annuali informativi e assoluto divieto di colpi diretti alla testa. Inoltre, la WWE ha sovvenzionato ampiamente la ricerca sulla commozione cerebrale condotta dallo Sports Legacy Institute (SLI), leader nel settore, ed il Vice Presidente Esecutivo WWE Paul Levesque è tra i suoi dirigenti.”

Al momento, non esiste nessuna data in aula e il caso potrebbe anche venire archiviato.

Dario Rondanini
Grandissimo appassionato di wrestling che segue dal 2003, grazie a Tuttowrestling ha avuto la possibilità di vedere dal vivo diversi show WWE e non. Si occupa dei report di Impact Wrestling, ma dà una mano un po' ovunque, anche con editoriali, podcast e news.
14,815FansLike
2,614FollowersFollow

Ultime Notizie

Lo split del New Day servirà per pushare Big E

Secondo le parole di Dave Meltzer, la WWE ha operato per concedere a Big E un push come lottatore in singolo.

Stabilito il primo finalista del G1 Climax 30

Con la conclusione della diciassettesima giornata del torneo, la trentesima edizione del G1 Climax ha conosciuto il suo primo finalista.

Alberto Del Rio incriminato per rapimento aggravato

Josè Alberto Rodriguez Chucuan (a.k.a. Alberto Del Rio/Albert El Patron) è stato inciriminato con l'accusa di rapimento aggravato.

Voci sul perché non ci sarà un match tra Roman Reigns e The Rock

Alcune voci riportate da Dave Meltzer escludono un match tra Roman Reigns e The Rock a causa degli impegni nel cinema di quest'ultimo.

Articoli Correlati