Chi c'è dietro la catchphrase di Elias?

Stando alle parole di Elias, sembra che la sua catchphrase secondo cui WWE starebbe per “Walk With Elias” non sia tutta farina del suo sacco. Dietro alla catchphrase, che si è dimostrata molto over con i fan, sembra che ci sia addirittura John Cena.

“Tutto è iniziato con il Drifter a NXT e il personaggio si è evoluto, no?”, ha detto Elias durante l'E&C Pod of Awesomeness, il podcast con Edge e Christian al quale è stato ospite. “Il personaggio del Drifter era questo personaggio, questo tipo che si metteva una chitarra sulla spalla e andava di città in città in qualche modo, che fosse facendo l'autostop, su un pullman o in qualsiasi altro modo. Per cui ho dato il via a questa domanda, a questa richiesta per cui ho iniziato a chiedere 'chi vuole camminare con il Drifter?'. Chi vuole far parte di questo viaggio?

“E quando sono salito nel main roster Vince ha detto 'eliminiamo questa cosa del Drifter, tu sarai Elias e basta'. Walk With Elias era la prossima domanda giusto? È successo per caso che mi accorgessi che coincidesse esattamente con la sigla della WWE. L'ho detto una volta, mi ricordo che lo dissi nel backstage a John Cena. Stava parlando del WWE Universe, della WWE e non mi ricordo di che altro. Io gli dissi 'Ehi John, sai per cosa sta la sigla WWE? Sta per Walk With Elias' e lui mi disse “La mia testa è appena esplosa in dieci modi diversi amico – è geniale!'”

“[Cena] disse 'devi creare qualcosa da questo', dunque la settimana successiva o giù di lì lo dissi contro John in un promo che feci il giorno di Natale se non mi sbaglio. E sembra che fosse la cosa giusta da dire visto che i fan reagirono. E la settimana successiva iniziai a chiedere 'Per cosa sta WWE?' e loro risposero immediatamente”.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
15,045FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati