Bret Hart intervistato da Sports Illustrated

Sports Illustrated ha intervistato di recente il WWE Hall of Famer Bret “The Hitman” Hart. Ecco alcuni highlight:

Sul fatto che la WWE stia correndo con Roman Reigns
“Reign è come Kevin Nash. Se guardate il passato di Reigns, il suo personaggio è salito alla ribalta in totale autonomia. Poi lo hanno turnato babyface e hanno provato a farlo piacere al pubblico in questo stato; e il pubblico lo ha rifiutato. Non è stata colpa sua. Così è stato anche per Kevin Nash. Lentamente è venuto fuori e io ho lottato con lui a King of The Ring nel 1994 ed è stato un ottimo match. All'improvviso, in agosto, erano pronti per farlo diventare campione. E io: 'Non è ancora pronto. Dategli ancora un pò di tempo per essere più over con il pubblico.' Perchè c'e questa corsa? Reign non ha in mano delle ottime carte. Non ha niente a che vedere con quanto lavora: è un ottimo lavoratore e il suo stile è molto buono. Deve solo essere se stesso.
Tendono a pushare i ragazzi troppo velocemente e questo mi fa pensare a Steve Austin. Vince lo ha voluto turnare face prima di quando lo era effettivamente. Mi ricordo che Steve lo bloccò. Austin disse:'No, lasciami andare ancora over.' E questo essere un pò furbi, e non avere fretta, ha pagato. Molti degli errori sono frutto delle scelte sbagliate dei booker e non dei wrestler attuali. Reigns è una vittima di scelte sbagliate.”

Sul fatto che la WWE abbia usato la morte di Reid Flair per l'angle Charlotte – Paige a Raw:
“Perché hanno superato il limite qua? Sono stati insensibili con Ric e la sua famiglia e io sono totalmente dalla parte di Ric. Non avete visto un angle del genere quanto Jerry Lawler ha perso il fratello, Probabilmente qualcuno ha fatto una chiamata con poco giudizio ma io sono stato sbalordito da quello che ho visto.E' stato totalmente sbagliato.”

15,657FansLike
2,631FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati