Bret Hart Appreciation Night – Report completo

Subito dopo la conclusione dell'ultima edizione di Raw, è iniziata la “Bret Hart appreciation night”, che purtroppo non è stata trasmessa in TV dalla WWE ma si è rivelata molto interessante soprattutto per gli appassionati di vecchia data del wrestling.

Si apre con un bel video dedicato alla carriera di Bret, poi Jerry Lawler prende il microfono e invita The Hitman a salire sul ring. Bret viene premiato con una targa, mentre il sindaco di Calgary dichiara ufficialmente il 27 maggio come “Bret Hart's day”. Bret, emozionato, dice di essere molto contento e di sentire suo padre Stu, Owen e Davey Boy Smith (The British Bulldog) che lo guardano dall'alto. Il pubblico subito intona cori per Owen. Bret dice di sentirsi orgoglioso e felice, perchè per lui quando si tratta di Calgary, non ci sono titoli o riconoscimenti che tengano.
Bret prosegue con un breve discorso per ringraziare la sua famiglia, e poi dice di essere particolarmente contento della sua carriera nella Stampede prima e nella WWE poi, rimarcando il fatto che prima di entrare a far parte della WWE nessuno sapeva dove fosse Calgary, e che invece qualche anno dopo la musica era decisamente cambiata. Hart poi cita Mr Perfect e British Bulldog come due lottatori che hanno avuto una straordinaria influenza sulla sua carriera, ringraziandoli per tutto quello che hanno fatto e dato sul ring insieme a lui. Poi ringrazia anche Jerry Lawler, nominando The King come uno dei migliori cattivi nella storia del wrestling. Hart chiude dicendo che gli sarebbe piaciuto disputare ancora più incontri a Calgary, e ripassa il microfono a Jerry Lawler.

The King introduce allora Pat Patterson, che arriva sul ring. Il primo campione intercontinentale della storia dice che Bret è probabilmente il miglior wrestler canadese della storia, e Hart – ironicamente – risponde che diventa nervoso quando Pat si inginocchia (con esplicito riferimento alle note preferenze sessuali di Patterson, ndr). Tra una risata e l'altra, Lawler taglia corto e annuncia l'arrivo di Chris Jericho.

Y2J arriva sul quadrato, dicendo che anche se non ha mai lottato contro Bret, lo ha fatto migliaia di volte nella sua mente. Aggiunge che ha sempre desiderato essere come i suoi due eroi da piccolo, Bret e Owen Hart. Jericho racconta brevemente un episodio in cui, nel 1995, durante uno show per il compleanno di Stu Hart, Bret aveva dimostrato di avere grande classe nell'imparare da un novellino (Jericho, appunto) una mossa da utilizzare poi nel corso di un incontro con British Bulldog. Jericho aggiunge di avere grande ammirazione per Bret e dice che pensa che lui sia uno dei due wrestler più grandi di tutti i tempi, e che per questo merita questa serata a lui dedicata!

Jerry Lawler riprende il controllo delle operazioni, raccontando che la carriera di Bret Hart resterà sempre indissolubilmente legata a Survivor Series, e che in ogni caso sarà sempre collegata a due uomini in particolare. Ed ecco che The King, dunque, invita Shawn Michaels a salire sul ring. HBK non si fa attendere, raggiunge gli altri sul quadrato e non perde l'occasione per ringraziare il pubblico di Montreal per l'accoglienza, sottolineando che pensava di essere ricevuto in maniera decisamente peggiore. Michaels dice che ogni super eroe ha bisogno nella sua vita di un grande rivale e nemico, e HBK è felicissimo di essere stato il rivale per eccellenza di Bret Hart. Shawn e Bret quindi si danno la mano, HBK aggiunge che Bret merita tutto questo tra gli applausi del pubblico di Calgary.

Jerry Lawler a questo punto annuncia l'arrivo di Vince McMahon. Il Chairman arriva sul ring e stringe la mano di The Hitman. Vince dice che Hart è stato fondamentale per la WWE e per la credibilità della federazione, in più ricorda come Bret è diventato campione della WWE alla “vecchia maniera”, ovvero guadagnandoselo sul ring solo con meriti propri. Ecco perchè questa sera è giusto che Bret venga ricordato come “the best there is, the best there was and the best there ever will be”. Vince torna subito nel personaggio chiedendosi quanto ancora debba rimanere in questa Calgary che puzza di escrementi di mucca, ma immediatamente si corregge e ricorda come stia scherzando, ovviamente! Il pubblico ride e Vince non perde occasione di ricordare che comunque tra 30 minuti dovrà andarsene sul suo jet privato! McMahon dice che non si tratta solo di Calgary perchè comunque sono in tantissimi a guardare il tutto questa sera (presumibilmente tramite WWE App) e per questo motivo loro tutti hanno solo due parole per Bret – THANK YOU!

Bret a questo punto prende il microfono e dice di voler riconoscere che, nonostante il finale della storia tra Bret e Vince sia stato quanto meno poco entusiasmante, allo stesso tempo sa che nessuno avrebbe conosciuto il nome di Bret Hart se non fosse stato per la WWE. Bret dice di essere molto contento della sua vita e di quello che ha avuto, e per questo motivo vuole ringraziare Vince di cuore. Il fatto che McMahon e Shawn Michaels siano qui questa sera, per lui vuol dire molto, e che rinforza la pace che ha fatto con HBK un paio di anni fa. Bret aggiunge che questi sono bei momenti che una persona porta con sè per sempre in maniera orgogliosa, come il fatto di essere canadese e di Calgary.

Lawler chiede al pubblico di applaudire Bret per un'ultima volta, mentre The Hitman abbraccia Michaels, McMahon e gli altri sul ring. Dal backstage, arrivano praticamente tutti i lottatori a dare il tributo a Bret Hart, inclusi John Cena, Fandango e molti altri (assenti solo The Shield, in pratica). Natalya e Tyson Kidd salgono sul quadrato e si abbracciano con Bret, mentre il pubblico applaude e si chiude la serata

Carlo Di Bella
Direttore e Proprietario di Tuttowrestling.com, è stato anche uno dei primissimi staffer del sito, nel lontano 1999 ad appena 15 anni! E' riuscito nell'impresa di mostrare il nostro logo durante la Royal Rumble del 2001.
15,655FansLike
2,633FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati