WWE Smackdown Report 18-09-2009

Un'enorme controversia ha caratterizzato Breaking Point per il roster di SmackDown. CM Punk ha conservato il World Heavyweight Championship battendo The Undertaker grazie a una chiamata arbitrale estremamente discutibile da parte di Scott Armstrong. Dopo questo “Montreal Screwjob” quali saranno le conseguenze per i coinvolti? Dal Copps Coliseum di Hamilton, Ontario, Canada, io sono Erik “Grape is indeed the greatest fruit in the world” Ganzerli e questo è il WWE Friday Night SmackDown Report in HD!

SmackDown si apre con un ampio recap di quanto avvenuto a Breaking Point tra CM Punk e The Undertaker, seguito dall'arrivo all'arena a bordo di una limousine del General Manager di SmackDown Theodore Long, che sceso dalla macchina si circonda di security per evitare problemi…

Dopo la sigla andiamo subito al centro dell'azione perchè “The Animal” BATISTA fa il suo ritorno a SmackDown!!! Batista dà parecchi cinque al pubblico e anche a Todd Grisham e Jim Ross al tavolo di commento salendo poi sul quadrato e armandosi di microfono mentre noi rivediamo quanto accaduto lunedì a Raw tra Batista e Randy Orton. Batista dice che il suo contratto con Raw è scaduto e per la prima volta nella sua carriera ha avuto la possibilità di scegliere dove andare. Nessuna trade, solo la sua volontà. E Batista ha scelto SmackDown, lo show di serie A come sottolinea “The Animal”, ed è felicissimo di essere qui non vedendo l'ora di ricominciare. Chris Jericho però raggiunge Batista sul quadrato e commenta sarcasticamente che è bello rivederlo e che questo è un momento davvero commovente…il cielo è blu, gli uccellini cinguettano e i bambini sorridono perchè Batista è tornato a SmackDown. Chris Jericho invece dice che Batista gli dà il voltastomaco perchè è come Edge, propenso agli infortuni allo stesso modo, l'idolo degli ipocriti e dei parassiti del pubblico. Chris Jericho chiarisce a Batista che è lui, non “The Animal”, la vera faccia di SmackDown. Nel tempo che è passato dalla sua ultima apparizione a SmackDown le cose sono molto cambiate e Batista farà bene a ricordare che è lui “The Man”. Batista risponde “To be the man, you gotta beat the man” e sa che molto è cambiato ma ha un avviso per Jericho: stasera ha un match…e ce l'avrà contro Batista!!! SPINEBUSTER da parte di “The Animal” e Jericho è al tappeto!!! Batista si allontana e abbiamo il nostro main event!!!

Chris Jericho torna nello spogliatoio dove c'è anche The Big Show e si lamenta di quanto appena accaduto chiedendo a The Big Show dove fosse. Il gigante gli risponde che era nello spogliatoio, come aveva detto Jericho. Jericho aveva detto che avrebbe fatto da solo e effettivamente così è stato e sarà nel main event…Jericho è pur sempre il primo campione indiscusso WWE e The Big Show potrà vederlo all'opera più tardi…

STILL TO COME: Intervista esclusiva con Scott Armstrong!!!

Dolph Ziggler si unisce al tavolo di commento insieme a Jim Ross e Todd Grisham per commentare la contesa che mette di fronte il campione Intercontinentale John Morrison (che affronterà proprio Ziggler a Hell in a Cell difendendo la cintura) a Mike Knox (che parla nel suo ormai abituale promo pre-match della Restless Leg Syndrome, promettendo di farla venire a Morrison)!!! Chad Patton arbitra questo match e si parte, lancio alle corde…shoulder block di Mike Knox che fa valere l'evidente vantaggio di stazza. Pestoni all'angolo dopo un pugno per Mike Knox che si prende un breakdance kick da John Morrison che gli scivola poi alle spalle e lo colpisce con un Pelè Kick!!! Knox carica l'avversario ma Morrison abbassa la terza corda e Knox finisce fuori ring venendo poi steso da un Asai Moonsault mentre noi andiamo in pubblicità!!! Si ritorna in onda con John Morrison bloccato in una presa al collo dall'avversario che ha preso il controllo del match durante il break. Lancio alle corde, bycicle kick alla nuca di Morrison da parte di Knox!!! 1…2…no!!! Splash alla schiena da parte di Knox…1…2…no!!! Backbreaker di Knox con Morrison che viene bloccato in quella posizione in una presa di sottomissione. Knox continua poi il suo assalto, va per una powerslam ma Morrison rovescia la mossa in un DDT!!! 1…2…no!!! Pugni ora da parte di Morrison, dropkick basso alle gambe e poi un corkscrew dropkick a cui segue il running knee al volto e lo Standing Shooting Star Press!!! 1…2…no!!! Morrison va per il Moonlight Drive ma Knox evita e lo stende con un gran running crossbody!!! 1…2…no!!! Knox va per finire il match ma Morrison lo stende con il Flying Chuck Kick e il campione Intercontinentale chiude l'opera con lo Starship Pain!!! 1…2…3!!! John Morrison vince il match!!! Mentre Ziggler parla al tavolo di commento Morrison si arma di microfono e irride il suo avversario ricordandogli il suo soprannome di “Mr.Ziggles”, con Ziggler che se ne va dopo poco promettendo la vittoria a Hell in a Cell.

Rivediamo ancora quanto accaduto nel main event di Breaking Point e poi Josh Mathews intervista Scott Armstrong che dice che si è chiesto molte volte perchè abbia fatto quello che ha fatto a Breaking Point. Quello che gli è stato chiesto a Breaking Point è un qualcosa che gli è stato chiesto di fare per la prima volta in 30 anni nel business. Qualcuno molto più in alto di lui gli ha chiesto di fare questa cosa, mettiamola così…ma ha una famiglia da mantenere e nonostante questo non è qui per inventarsi delle scuse: ha fatto quello che ha fatto per salvare il suo lavoro.

STILL TO COME: Batista vs Chris Jericho!!!

Si ritorna a bordo ring per un non-title match che mette di fronte Melina a Michelle McCool. Noah Wilson è l'arbitro del match e si può iniziare. Michelle McCool zoppica ancora piuttosto visivamente ma è comunque in azione stasera. Dopo un break chiamato dalla McCool che era alle corde la campionessa femminile colpisce Melina con dei pugni subendo poi però un calcio all'addome e riparando fuori ring per un time out…Melina insegue Michelle McCool fuori ring ma la campionessa femminile WWE torna per prima nel ring iniziando poi a colpire l'avversaria con dei pugni e dei pestoni. Ginocchiata al volto da parte di Michelle McCool che poi blocca l'avversaria in una Dragon Sleeper. Melina tenta di uscirne con un calcio ma alla fine Michelle McCool mantiene il controllo del match. Michelle McCool lavora sull'avversaria all'angolo ma manca una baseball slide e subisce una Lou Thesz Press dall'apron di Melina che poi la riporta nel ring. Drop Toe Hold di Melina che poi stende Michelle con una doppia ginocchiata alla schiena mentre l'avversaria era sulla seconda corda. 1…2…no!!! Pugni da parte di Melina, Michelle Mccool evita un assalto con un reverse elbow, tenta un calcio, evita Melina con una manovra alla Matrix ma subisce un gran calcio al volto dall'avversaria. Michelle tenta di chiudere il match con una powerbomb ma Melina la stende con la Last Call!!! 1…2…3!!! Melina sconfigge la campionessa femminile WWE!!!

Theodore Long chiede alla security di continuare a stargli vicino ma Mr.McMahon entra nella stanza e chiede di poter parlare in privato con il GM di SmackDown. McMahon prima se la prende con Long per il fatto che la sua foto non sia ancora presente nel suo ufficio, poi loda Long per il ritorno di Batista…poi però dice a Long che è un pazzo ad aver fregato a The Undertaker…aveva chiesto a Long di divertire il pubblico, non di arrivare a questo…Long tenta di spiegarsi ma McMahon lo interrompe e gli dice che gli deve una spiegazione…meglio, deve una spiegazione al WWE Universe e lui rimarrà nel suo ufficio a sentirla…Long fa per andarsene ma prima di farlo McMahon gli chiede se abbia una vaga idea di quello che lo attende per mano di The Undertaker..

Theodore Long fa il suo ingresso nel ring circondato dalla security e prende la parola dicendo che prima di tutto è contento del ritorno di Batista a SmackDown. Passando poi al nocciolo della questione Long ammette che quanto accaduto a Breaking Point è stato pianificato in precedenza di modo da impedire a The Undertaker di ritornare campione. Non ne è orgoglioso e non dirà che non ha paura del “Deadman” perchè ha molta paura di The Undertaker. Ecco perchè Long si è circondato di security. Long non è l'unica persona coinvolta in questa cospirazione: c'è anche Scott Armstrong e ovviamente CM Punk. Long ha una famiglia di cui prendersi cura, i tempi sono duri e non può deludere la sua famiglia…non può permettersi di essere disoccupato ed è troppo vecchio per imparare a fare qualcosa di nuovo. Long vuole scusarsi per quanto fatto e porge le sue scuse al WWE Universe e ai fan presenti…in particolare modo vuole scusarsi con The Undertaker, sperando che possa trovare nel suo cuore la forza di perdonarlo. Long ringrazia il pubblico e se ne va circondato dalla security…Todd Grisham e Jim Ross commentano quanto accaduto mentre noi vediamo il GM di SmackDown dirigersi verso la sua macchina e salirci a bordo per allontanarsi…Long prega l'autista di partire ma vengono bloccate le porte e alla guida della limousine c'è THE UNDERTAKER!!! Il “Deadman” invita Long ad allacciarsi le cinture e la macchina si riempie immediatamente di fumo e fulmini mentre Long chiede aiuto!!! La macchina si allontana dall'arena piena di fumo…quale sarà la sorte di Theodore Long?

CM Punk fa il suo ingresso ora nell'arena armandosi di microfono e dicendo, quasi a cantilena bambinesca, “I told you so”, ve l'avevo detto. Punk riconosce che è una frase che dice molto spesso ultimamente, ma guardiamo i fatti: aveva promesso di battere Jeff Hardy e l'ha fatto, aveva promesso di liberarsi di Jeff Hardy per sempre e l'ha fatto e ha detto che avrebbe fatto cedere The Undertaker a Breaking Point, cosa che è accaduta. Non è però qui Punk per vantarsi più di tanto, è qui per confrontarsi con The Undertaker…però non è convenientemente all'arena il “Deadman” in questo momento quindi CM Punk vuole confrontarsi con il pubblico. E'stato accusato di aver quasi predicato ultimamente e la verità è che si, ciò è avvenuto. La gente ne ha bisogno secondo CM Punk e ha bisogno di un leader moralmente ineccepibile e nel giusto. Ora, continua Punk, guardando gli sguardi della gente, vede che almeno la metà dei presenti si è già arresa…Punk chiede che razza di vita facciano, magari prendono una pillola già al mattino solo per alzarsi dal letto, bevendo birra e inventandosi scuse come “il veleno che respiro” culminando poi la patetica e triste giornata in un sonnifero per dormire…la gente è solo una massa di patetici zombie in attesa del nuovo antidepressivo illudendosi che ciò possa salvarli dalle loro inadeguatezze…e ce ne sono tante, sottolinea CM Punk. La loro vita è fatta di menzogne e ciò è un insulto perchè in questo modo stanno mentendo a CM Punk, la scelta di una nuova generazione, l'unico World Heavyweight Champion straight-edge nella storia del business…e se non siete straight-edge come CM Punk la verità è che CM Punk è migliore di voi.

STILL TO COME: Batista vs Chris Jericho e The Great Khali vs Kane!!!

I Cryme Tyme giungono al ring accompagnati da Eve Torres per un match che li mette di fronte alla Hart Dynasty, accompagnata da Natalya. John Cone è l'arbitro del match e iniziano la contesa Shad Gaspard e David Hart Smith. Side headlock, lancio alle corde e gran shoulder block di Shad. Ginocchiata all'addome da parte di Smith ora che lavora all'angolo sull'avversario con dei pestoni. Smith irride le movenze di JTG ma poi torna al lavoro sull'avversario subendo due clothesline e una facebuster da posizione di atomic drop. 1…2…no!!! Tag per JTG, splash assistito da Shad per JTG che spedisce fuori ring l'avversario con un dropkick. Gorilla Press Slam di Shad su Tyson Kidd che tentava di interferire e l'Hart Dynasty si prende un time out mentre noi andiamo in pubblicità!!! Si torna in onda con David Hart Smith e Shad uomini legali e con Smith che è in controllo della situazione. Shad tenta di uscire da una headlock con dei pugni ma Smith dà il tag a Tyson Kidd mantenendo il controllo con un'ottima manovra combinata: drop toe hold di Smith e poi dropkick di Tyson Kidd al volto di Shad a terra. 1…2…no!!! Serie di pestoni da parte di Tyson Kidd che poi lavora sull'avversario con una presa al collo. Tag ancora poi per David Hart Smith che connette con un throwback. 1…2…no!!! Chinlock applicata ora da David Hart Smith che si lancia alle corde poi ma subisce un big boot dall'avversario. Smith si aggrappa alla caviglia di Shad e gli impedisce il tag proseguendo poi il lavoro sull'avversario con dei pestoni. Tag per Tyson Kidd che colpisce con dei gran calci l'avversario…1…2…no!!! Crossface da parte di Kidd che poi diventa una side headlock…lancio alle corde, evita Kidd un assalto ma poi subisce un gran lariat da parte di Shad Gaspard. Entrambi i contendenti a terra…tag per JTG!!! Running shoulder block e dropkick da parte di JTG…steso Kidd, colpo anche per Smith e poi un gran flying Lou Thesz Press di JTG!!! 1…2…no!!! Rollup di Tyson Kidd, rovescia JTG…1…2…no!!! Gran mossa ancora da parte di JTG…1…interrompe lo schienamento Smith e Shad se la prende con lui finendo però fuori ring. Natalya distrae l'arbitro, Eve Torres interviene ma nel marasma JTG viene steso da un big boot di David Hart Smith finendo poi vittima di una variante del Blockbuster da parte di Tyson Kidd!!! 1…2…3!!! La Hart Dynasty vince il match!!!

Melina entra nello spogliatoio delle divas che è interamente tappezzato delle foto di Dolph Ziggler con Michelle McCool…Melina tenta di toglierle di mezzo ma Maria irrompe nella stanza e equivoca il tutto arrivando a pensare che sia Melina ad aver fatto tutto quanto…Melina tenta di spiegarsi ma Maria non vuole sentire ulteriori spiegazioni e si allontana dicendo che non vuole più avere a che fare con lei…

STILL TO COME: Batista vs Chris Jericho!!!

UP NEXT: The Great Khali vs Kane!!!

Rivediamo la card provvisoria di Hell in a Cell (in diretta domenica 4 ottobre dalle 2.00 su Sky Calcio 15):

-Hell in a Cell match for the WWE Championship: John Cena vs Randy Orton
-Hell in a Cell tag team match: D-Generation X vs Legacy
-WWE Intercontinental Championship: John Morrison vs Dolph Ziggler

The Great Khali giunge al ring accompagnato da Ranjin Singh per affrontare Kane in un rematch da Breaking Point. Noah Wilson arbitra il match e si comincia con Khali che colpisce Kane con una gran chop all'angolo. Kane evita la chop al cranio e si rifugia fuori dal ring dove viene raggiunto da Khali…Kane viene sbattuto contro il tavolo di commento ma prende una sedia e colpisce violentemente al capo l'avversario!!! Scatta la squalifica ma Kane prosegue l'assalto trascinando un Khali esanime e posizionando la sua gamba sugli scalini…Kane abbranca l'altra parte degli scalini e con essi colpisce più volte violentemente la gamba sinistra di The Great Khali!!! Un assalto violentissimo di Kane che lascia Khali a terra dolorante a tenersi la gamba mentre arrivano i medici e mentre Kane osserva il tutto sghignazzando dalla rampa…

WWE Smack of the Night: R-Truth viene attaccato più volte da Drew McIntyre nelle ultime settimane a SmackDown, incluso un assalto subito durante un'intervista con Josh Mathews.

Charlie Haas è nel ring al rientro dalla pubblicità per affrontare R-Truth…Drew McIntyre fa però il suo ingresso in scena in abiti civili salendo sul ring per dire al microfono che a quanto pare R-Truth è stato coinvolto in un “incidente” nel backstage venendo impossibilitato a lottare stasera…di conseguenza Charlie Haas è il vincitore di questo match per forfait. Drew McIntyre va per stringere la mano a Charlie Haas che però viene poi steso da un double-armed DDT da parte di Drew McIntyre!!! Prosegue la serie di assalti da parte di Drew McIntyre, chi riuscirà a fermarlo?

UP NEXT: Batista vs Chris Jericho!!!

E ci siamo…è ora…it's time for our MAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAIN EVENT!!! Batista, al rientro a SmackDown, affronta uno dei campioni di coppia unificati WWE, Chris Jericho!!! Mike Chioda è l'arbitro di questo match e si parte. Schiaffo da parte di Jericho che però si prende una serie di shoulder block all'angolo…lancio alle corde, manca una clothesline Batista ma evita un crossbody di Jericho stendendolo con una powerslam!!! 1…2…no!!! Ancora Batista all'attacco…evita Jericho un assalto aggrappandosi alle corde e connettendo con un dropkick basso alle gambe dell'avversario. Baseball slide di Jericho e Batista finisce fuori ring mentre The Big Show osserva dal backstage quanto sta accadendo. Jericho sbatte Batista contro il tavolo di commento e poi lo riporta nel ring lavorando sulla gamba sinistra dell'avversario. Pugni a terra per Jericho che continua il suo assalto sull'avversario bloccandolo poi in una headlock. Batista riesce però a rialzarsi e ad andare di schiena all'angolo costringendo Jericho a mollare la presa. Jericho mantiene però il controllo della situazione con dei pugni ma subisce una spinning sidewalk slam da parte di Batista, molto simile alla Black Hole Slam. Batista riparte all'attacco con dei shoulder block all'angolo…alza le gambe Jericho per evitare uno splash e connette con un bulldog. Manca il Lionsault però Jericho e Batista lo stende con una Spinebuster!!! Batista va per la Batista Bomb…evita Jericho e connette con un enziguiri kick!!! 1…2…no!!! Jericho sale sulla terza corda, invita Batista ad alzarsi…si lancia su di lui ma Batista lo stende al volo con una clothesline!!! Batista è pronto a caricare…manca però il bersaglio e finisce con le spalle contro il paletto!!! Jericho lo schiena coi piedi sulle corde…1…2…no!!! Batista colpisce Jericho con un calcio alle gambe e va per la Batista Bomb ma Jericho rovescia la manovra stendendo Batista e bloccandolo nella Walls of Jericho!!! Batista riesce però a uscirne presto…Jericho va per il Codebreaker ma Batista lo abbranca al volo e lo posiziona per la Batista Bomb che va a segno!!! 1…2…3!!! Batista si aggiudica questo match!!! Batista, seppur dolorante, festeggia la vittoria mentre Josh Mathews chiede a The Big Show commenti su quanto appena visto…il gigante risponde che Batista ha avuto fortuna…e la prossima settimana se Batista accetterà di affrontarlo non sarà così fortunato. La sfida è lanciata: vedremo Batista vs The Big Show la prossima settimana?

15,685FansLike
2,632FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati