WWE Raw Report 27-09-2010

Continua la marcia verso Hell In A Cell per il roster di Raw. Due i match sanciti per l'imminente ppv, e che match. Randy Orton difenderà il titolo WWE all'interno del Devil's Playground contro Sheamus che eserciterà la sua clausola di rematch in una contesa, per lui, inedita. Nel frattempo The Viper, questa sera, dovrà affrontare Chris Jericho con quest'ultimo che potrebbe guadagnarsi una title shot futura battendo il campione. Riuscirà il canadese nell'impresa? Inoltre, John Cena e Wade Barrett si avvicinano al match che potrebbe cambiare radicalmente il loro destino: quali saranno gli sviluppi di questa lunga ed intensa rivalità? C'è tanta carne al fuoco insomma in questa puntata che va in onda, ancora una volta, da Indianapolis. A fare da occhio ed orecchie per voi, come sempre, Adriano Paduano.

Si parte con un video che riassume gli ultimi sette giorni tra The Miz e Daniel Bryan che, a Night Of Champions, gli ha tolto la cintura degli Stati Uniti. Nella successiva puntata di Raw Mizanin, con la collaborazione di Alex Riley, si è preso la sua piccola rivincita lasciando Bryan esanime al tappeto.

Sigla e pyros ci accolgono all'interno dell'arena che ospita lo show rosso. La grafica ci ricorda il main event tra Randy Orton e Chris Jericho mentre risuona nell'etere la theme song di The Miz. Mr. Money In The Bank dice che Daniel Bryan ha sfidato lui ed Alex Riley in un match di coppia stasera. Bryan non ha imparato la lezione della scorsa settimana. Bryan è il tipico esempio di colui che vince alla lotteria e poi pensa di potersi ripetere ogni volta. È palese: qui siamo nel lunedì sera ed ogni lunedì sera Daniel Bryan viene imbarazzato da The Miz. Ed è anche quello che succederà oggi perché lui è The Miz ed è… Ma le note di Wagner interrompono ancora il promo di Mizanin. Daniel Bryan entra in scena e si ferma a ridosso del ring con il suo avversario che continua a provocarlo verbalmente chiedendo chi sia il suo partner e, mentre sta per dire la sua catchphrase viene interrotto dalla musica di John Morrison. L'ex tag team partner di The Miz sarà il compagno di Daniel Bryan stasera. Si parte con Daniel Bryan che prova ad attaccare Miz che era sull'apron ring ma poi evita l'attacco di Riley e lo stende con una Clothesline 1… 2… Niente da fare. Entra Morrison ed Alex prova una prima serie di colpi agli addominali ma lo Shaman Of Sexy ribatte con un Dropkick 1… 2… Ancora niente. John sembra in vantaggio ma Riley lo fa volare sulla terza corda facendo poi entrare The Miz. Quest'ultimo colpisce ripetutamente Morrison all'angolo favorendo poi una manovra irregolare di Riley con l'arbitro distratto. Rocket Launcher tra le corde e poi un Back Suplex molto ben eseguito da The Miz 1… 2… Anche per lui non c'è la chiusura del match. Entra Riley che colpisce ripetutamente all'angolo l'avversario e poi prova a chiudere, ma senza successo, con un Suplex. Entra ancora Mr. Money In The Bank che, con l'aiuto di Riley riesce ad eseguire il Discus Punch. Miz prova un Abdominal Stretch ma dopo qualche minuto John si libera non riuscendo, però, a trovare il tag per Daniel Bryan. Con un Enzeguiri Kick Morrison evita la presa dell'avversario e dà il cambio a Bryan. Serie di calci e poi ottimo German Suplex a cui segue un Dropkick con Mizanin all'angolo 1… 2… Ancora niente. Bryan sembra in controllo e prova ad impostare la LeBell Lock. The Miz sfugge bene al tentativo ed abbranca l'avversario per la Skull Crushing Finale 1… 2… 3! Vittoria per The Miz ed Alex Riley. Dopo il match The Miz attacca Daniel Bryan che però viene subito salvato da John Morrison che risponde all'ex compagno di tag e lo porta fuori dal ring. I due si scambiano colpi fuori dal ring e lo U.S. Champion vola addosso ad entrambi con un Suicide Dive! Inizia una rissa tra Bryan e Mizanin ed interviene anche Morrison che però viene colpito anche da Daniel. Scatta un parapiglia generale ed un tutti contro tutti tra i tre. Bryan manda lo Shaman Of Sexy tra il pubblico nei pressi del timekeeper salvo poi venire attaccato ancora da Mizanin. John rinviene e travolge entrambi con una manovra aerea. Arriva una mail del GM anonimo di Raw: Michael Cole riporta che, questa domenica, Daniel Bryan difenderà per la prima volta il titolo degli Stati Uniti contro The Miz e John Morrison in un match appena inventato. Si tratta di un Triple Threat Submission Count Anywhhere Match! I tre sembrano sorpresi dalla stipulazione ma ormai il match è deciso e domenica ci aspetta un altro grande spettacolo.

Alcune delle Divas di Raw, capeggiate da Natalya, si avvicinano al ring. Dopo la pubblicità ci sarà una Battle Royal per determinare la nuova sfidante al titolo femminile.

Siamo pronti per la Battle Royal tra Divas con in palio una title shot allo Unified Divas Championship. Coinvolte tutte le wrestler di Raw. Fanno il loro ingresso Micelle McCool e Layla che assisteranno al match dal tavolo di commento. Tamina e Natalya combattono l'una contro l'altra ed anche Melina interviene contro la samoana venendo, però, eliminata per prima. Maryse se la vede con Gail Kim che viene a sua volta attaccata sul ring apron da Tamina. La canadese riesce ad evitare l'eliminazione. Gail prova anche un Headscissors ma Tamina porta Gail in posizione di Powerbomb e la scaraventa sulla terza corda andandola ad eliminare. La partner degli Usos va poi su Eve che riesce, dal ring apron, con un Headscissors a fare fuori la samoana nonostante questa si fosse aggrappata alle corde in un primo momento. Alicia Fox e Jillian si occupano delle Bella Twins e, nonostante un primo svantaggio, riescono ad eliminarle evitando un doppio Baseball Slide. Maryse viene eliminata da Natalya che evita una manovra in corsa. Anche Eve subisce la stessa sorte per mano di Alicia che scalcia via la ragazza portoricana dopo un primo attacco di quest'ultima. Jillian ed Alicia iniziano a collaborare contro Natalya e le due credono di eliminare la canadese che però rimane aggrappata alle corde. Jillian attacca poi Alicia che però ha la meglio ed elimina la bionda con la passione del canto. La Fox crede di aver vinto ma Natalya la sorprende e la scaraventa fuori dal ring dalla seconda corda! Natalya vince il match e conquista una title shot per lo Unified Divas Championship! Sguardi di fuoco tra la canadese ed il team Laycool che però ironizzano sulla figlia di Jim “The Anvil” Neidhart.

Video su alcune apparizioni di John Cena per promuovere “Legendary”. Subito dopo la grafica ci annuncia che ci sarà un'edizione speciale del Cuttin' Edge con ospite il GM anonimo di Raw!

Slam of the week: R-Truth ed Eve vincono un Mixed Tag Team Match contro Ted DiBiase e Maryse che, dopo il match, ricevono un messaggio sul Titantron “I will have you”. L'incertezza regna sovrana ed i due finiscono col discutere.

Maryse e Ted DiBiase sono nel camerino e discutono. La ragazza si lamenta del fatto che Eve le sia costata la title shot stasera mentre Ted è ancora deluso della sconfitta patita insieme la scorsa settimana contro la Torres ed R-Truth. I due continuano la discussione quando qualcuno bussa alla porta del camerino. C'è una lettera per terra e Ted apre la porta cercando di individuare qualcuno all'esterno ma senza risultato. Maryse apre la lettera leggendola in francese. Ted le chiede di parlare in inglese e la ragazza legge “la prossima settimana, sarai mio/a”. La canadese si allontana decisamente arrabbiata.

Nell'arena fa il suo ingresso in scena Sheamus. Il Celtic Warrior prende il microfono e dice che c'è una storia che la gente deve ascoltare ovvero quella dell'Ardente Mano Rossa dell'Irlanda. Si tratta di due persone che si dovevano contendere il regno d'Irlanda. Il primo che avesse toccato la corona, sarebbe diventato il re di tutto il regno. Il più giovane dei due, sapendo che avrebbe perso si tagliò le mani e le lancio contro la cintura divenendo il padrone del regno. Sheamus è pronto a fare lo stesso pur di vincere il titolo WWE ancora una volta. Questa storia è per Randy Orton che lo sottovaluta. Dovrebbe parlare con Triple H, il maestro dell'Hell In A Cell visto che lui ha terminato la sua carriera come testimonianza della sua forza. Ora lui vuole che chiunque nel backstage abbia il coraggio esca allo scoperto e lo sfidi ad un match così lui, futuro tre volte campione WWE, potrà dimostrare di essere l'Ardente Mano Rossa della WWE. Sheamus attende mentre noi andiamo in pausa pubblicitaria.

Sheamus è ancora sul ring e dice che nessuno ha il coraggio di affrontarlo nel backstage. Dopo qualche secondo risuona, però, la musica di The Great Khali. Il gigante indiano, accompagnato da Runjin Singh, fa il suo ingresso sul ring. Evidentemente lui un po' di coraggio ce l'ha. Sheamus non è contento ma il match comincia. Il Celtic Warrior spinge l'indiano che però abbranca l'avversario, lo porta all'angolo e lo colpisce con una Chop. Sheamus è aggressivo e, senza paura della differenza di peso, va a colpire il gigante ad una gamba per poi far partire una vera e propria rissa a furia di pugni e calci. Il primo sfidante al titolo WWE porta fuori ring l'avversario e lo scaraventa contro il tavolo di commento. L'irlandese sparecchia il tavolo di commento sul gigante andando poi a colpirlo con una delle sedie dei commentatori. Scatta la squalifica. Khali prova a reagire portando Sheamus contro uno dei paletti di sostegno al ring. L'indiano manca una Chop colpendo il paletto con il pugno e questo favorisce l'avversario che colpisce Khali due volte con il suo Bicycle Kick! Sheamus esulta sul gigante esanime al tappeto fuori dal ring. Grande prova di forza del Celtic Warrior in vista di Hell In A Cell!

DID YOU KNOW? Più di 60.000 persone si apprestano a partecipare al Wrestlemania Reading Challenge, una nuova iniziativa della WWE in vista dello Showcase Of The Immortals.

Torniamo in onda dopo la pausa pubblicitaria con l'ingresso di Edge pronto per una nuova edizione del Cuttin' Edge. Una versione speciale visto che, con tanto di computer sul ring, il canadese proverà ad intervistare il GM anonimo di Raw. Edge dice che oggi c'è una novità assoluta, lui che intervista il GM anonimo di Raw. Loro non hanno un gran rapporto ma apprezza molto che ci sia il computer sul ring. Il GM ha deciso di mantenere ancora segreta la usa identità. Edge chiede, per prima cosa, perché lui è così codardo. Il GM, con una voce elettronica di dubbio valore, risponde che lui vuole preservare la sua identità e le sue decisioni che possono cambiare la federazione intera. Il canadese sottolinea il fatto che la voce scelta dal GM è orribile e che lui pensava che il GM fosse qualcuno tipo Stone Cold, The Rock, Shwan Michaels o qualcuno dei personaggi che avevano già intrapreso questo ruolo come Bob Barker. Forse il GM è Lindsay Lohan dopo una sbronza viste le decisioni assurde che prende ad ogni show. La voce chiede ad Edge il perché di tanta ostilità: lui voleva la pace ma il canadese ha cercato questo confronto. Secondo Edge lui è solo un bugiardo e farà come Stone Cold fece con Vince McMahon quando lo colpì per la prima volta con la Stunner. Lui chiederà a Jericho tutte le informazioni di cui è in possesso per scoprirlo. Il GM dice che Jericho bluffa su quello che crede di sapere. Il GM invece sa molte cose, come ad esempi il suo avversario questa sera. Edge dice di non avere nessun avversario per questa sera ma la voce elettronica ribatte che il canadese ha, eccome, un avversario per questa sera anzi immediatamente. Risuona la musica di John Cena! Sarà lui l'avversario del canadese! Edge è allibito vicino al ring mentre il bostoniano fa il suo ingresso in scena. Il loro match sarà subito dopo la pubblicità.

Si parte con il match mentre The Nexus osserva nel backstage. Cena porta Edge al tappeto per una Headlock ma il canadese il libera e porta all'angolo l'avversario. Serie di calci da parte della Rated R Superstar. Cena rinviene dopo la difficoltà iniziale provando la STF ma il canadese evita con un calcio scaraventa John fuori dal ring. Il bostoniano prova a rientrare prima che scada il conteggio fuori ma Edge lo rispedisce al tappeto. Il canadese manda Cena contro i gradoni d'acciaio all'esterno del quadrato. Tentativo di pinfall fallito per Edge. Cena d'improvviso prova la Attitude Adjustment ma il canadese sfugge e connette con la Edge-O-Matic 1… 2… Niente da fare. Ancora Edge con una serie di colpi al volto e ginocchiate nei pressi delle corde. Cena tenta la reazione, evita una Clothesline e connette con una Shoulder Block ma ne fallisce una seconda con Edge che evita e tenta il pinfall 1… 2… Ancora nulla di fatto. La Rated R Superstar con una serie di colpi all'angolo e poi un Irish Whip. John si rialza a fatica ed Edge prova un Suplex che, però, viene ribaltato. I due sono entrambi al tappeto. Si rialzano in contemporanea ed il bostoniano tenta ancora la sua manovra finale salvo venir colto di sorpresa dalla Edgecution 1… 2… Cena evita la sconfitta. Edge insiste mentre il pubblico si divide nel tifo. L'ex WWE Champion reagisce con dei colpi al volto e poi con il suo Throwback. I due finiscono sulla seconda corda dove Cena tenta di impostare la Attitude Adjustment ma Edge sguscia via corre sul ring e travolge Cena con la Spear 1… 2… 3! Vittoria incredibile per Edge ma il piede di Cena era oltre la corda al tappeto. C'è una mail del GM anonimo di Raw che fa notare questa cosa e dice che il match non è concluso ma deve riprendere immediatamente. Il canadese non la prende bene ma attacca Cena. Nuovo tentativo di Spear, a vuoto! John chiude Edge nella STF! Dopo qualche secondo di resistenza il canadese non può che cedere alla manovra del bostoniano! Alla fine vince John Cena in un match nel quale Edge, per qualche istante, ha assaporato la vittoria. Il canadese guarda malissimo il computer nei pressi del tavolo di commento. Poi vi si avvicina ed il GM anonimo, attraverso la voce elettronica gli intima di allontanarsi se non vuole che ci siano provvedimenti. Il canadese in un primo momento sembra rinunciare ma poi distrugge letteralmente il computer (nonostante le suppliche della voce elettronica). Edge ha l'ultima parola e riesce a sfogarsi contro il GM. Chissà che questi, adesso, non abbia un buon motivo per mostrarsi al mondo.

Dopo un promo del nuovo DVD dedicato a Chris Jericho (in uscita domani in America), noi andiamo ancora una volta in pubblicità.

Torniamo dal break con un video che mostra quanto fatto da Edge poco fa. Subito dopo fa capolino nell'arena The Nexus al completo. Due dei membri del team affronteranno la coppia composta da evan Bourne e Mark Henry. I due prescelti sono Heath Slater e Justin Gabriel. Si parte con Slater e Bourne con un Clinch che vede prevalere Slater che fa entrare in scena il suo compagno di tag che colpisce l'avversario con un calcio all'addome 1… 2… Niente da fare. Entra Heath che colpisce l'avversario con un Knee Drop andando poi a provare la sottomissione con una Chinlock. Bourne rinviene con dei calci ma Slater va poi a colpire con un Irish Whip. Evan reagisce con High Kick e riesce, con fatica a dare il cambio ad Henry. Stessa cosa fa Slater con il suo compagno. Il World's Strongest Man fa valere il suo maggior peso e si sbarazza agevolmente dei due portando Gabriel in posizione Air Bourne. Ma interviene Slater a mettere fuori gioco e fuori ring l'ex ECW Champion. Justin fa cadere Evan dalla terza corda e prova a sua volta la 450 Splash. Evan Bourne evita e, di gran carriera, connette con la sua manovra finale 1… 2… Heath Slater, dall'esterno del ring, ribalta il pinfall in favore del suo compagno 1… 2… 3! Vittoria per i rappresentanti di The Nexus. Ma il team non ne ha abbastanza. Tarver, Otunga e Barrett colpiscono Mark Henry e lo fanno impattare contro i gradoni d'acciaio all'esterno del ring. I cinque vanno poi ad accerchiare Evan Bourne che subisce un vero e proprio pestaggio con dei pugni di Tarver e la Sweetness di Slater. Barrett continua il massacro con la sua Fireman's Carry Slam e Justin Gabriel conclude l'opera con la 450 Splash. Il leader del team prende il microfono e dice che fin dall'inizio lui ha detto che si poteva essere con o contro The Nexus. Dopo il ppv, John Cena sicuramente non sarà più contro di loro. Cena in realtà non gli serve nel gruppo, ma serve per raggiungere il loro scopo. Il passo successivo per demoralizzare l'intera WWE. In ogni caso loro stanno per intraprendere un piccolo viaggio per far capire a Cena quali sono le loro intenzioni. David Otunga continua dicendo che questo venerdì saranno a Smackdown e questo è solo un avvertimento, così i membri del roster blu potranno fare attenzione al loro arrivo. Tarver aggiunge che la cattiva notizia è… Loro sono la cattiva notizia per tutti e nessuno può fermarli! I cinque esultano sul ring mentre scorrono le immagini del massacro perpetrato ai danni del povero Evan Bourne. Slater e Gabriel con un cenno di intesa a Barrett chiudono il segmento mentre, nel backstage, Drew McIntyre e “Dashing” Cody Rhodes si preparano per un match. Subito dopo la pubblicità.

Torniamo dalla pubblicità con l'annuncio che Johnny Knoxville, dei Jackass, sarà il Guest Host di Raw la prossima settimana.

Nell'arena entrano sul ring la Hart Dynasty. I canadesi proveranno a riconquistare le cinture contro i campioni Cody Rhodes e Drew McIntyre in questo match valido per i WWE Tag Team Championship. Ci viene mostrato il modo scorretto con cui, a Smackdown, Drew McIntyre ha battuto Tyson Kidd nel match di coppia disputato lo scorso venerdì. Si parte con Kidd e “Dashing”. Prova di forza tra i due che viene vinta da Rhodes che colpisce al volto l'avversario che poi sguscia via da una manovra aerea. Tyson evita un Back Body Drop cadendo sul ring apron e poi, al volo, tenta un pinfall 1… 2… Niente da fare. Cody stende l'avversario con un Big Boot e poi dà il cambio al compagno che però, dopo una sola manovra al tappeto ricambia il tag. Scambi veloci tra i due mentre McIntyre stende Kidd con una Clothesline provando il pinfall 1… 2… Ancora niente. Tyson reagisce allo svantaggio colpendo l'avversario con un Dropkick. Entrano Smith e Rhodes. Il figlio del British Bulldog è on fire riesce ad avere la meglio grazie alla sua potenza ed un High Knee. Smith prova la Running Powerslam ma il figlio di Dusty Rhodes si libera dalla presa. Il canadese connette con un Back Suplex e tenta il pinfall 1… 2… Interviene lo scozzese. Smith manda fuori ring Drew ed imposta la Hart Hattack. Tyson sale sulla terza corda ma viene fatto rovinosamente cadere da McIntyre. Rhodes approfitta della distrazione di Smith e connette con la Cross Rhodes 1… 2… 3! “Dashing” Cody Rhodes e Drew McIntyre rimangono campioni di coppia! Tyson Kidd viene consolato da Natalya salvo poi iniziare una discussione con David Hart Smith che si allontana da solo e polemico con i compagni. Sarà la fine della Hart Dynasty?

Chris Jericho e Randy Orton si avvicinano al ring. Il main event è next!

Torniamo in onda con la the song ufficiale di Hell In A Cell ovvero “Sacrifice” degli Atomsmash. John Cena è concentrato nel backstage quando viene raggiunto da R-Truth. Quest'ultimo, dopo un breve rap insieme, dice che non importa cosa succederà questa domenica. Tutti sanno che Cena è ok. John dice che lui è quel tipo di persona che quando c'è da mettersi in gioco non si tira indietro. Lui non sarà mai parte di The Nexus. Lui si prenderà cura di loro, uno ad uno. Truth dice che lui è tra le più imprudenti ed avventate persone che conosca. Cena annuisce e poi aggiunge che The Nexus hanno detto che saranno a Smackdown questo venerdì, perciò anche lui potrebbe raggiungerli. Magari avremo un piccolo antipasto di quanto succederà ad Hell In A Cell… Truth dice a Cena di fare attenzione a quanto succederà questo venerdì e si salutano con Cena che torna ad essere concentrato. Nel frattempo Michael Cole e Jerry “The King” Lawler riassumono la card di Hell In A Cell: i due titoli mondiali verranno contesi all'interno del Devil's Playground con le sfide tra Randy Orton e Sheamus e quella tra Kane e The Undertaker per il titolo di Smackdown; Daniel Bryan difenderà il titolo U.S. dall'assalto di John Morrison e The Miz nel primo Triple Threat Falls Count Anywhere Submission Match; John Cena e Wade Barrett si affronteranno in un match in cui o Cena entrerà in The Nexus oppure la stable cesserà di esistere.

IT'S TIME FOR THE MAIN EVENT! Jericho, prima del match, dice che quando e sottolinea quando vincerà il match di questa sera sarà il primo passo verso la riconquista del titolo WWE. Randy Orton è un avversario davvero difficile. The Viper è cambiata da quando ha cominciato la sua avventura in WWE diventando un lunatico demente con l'unico scopo di essere campione. Orton si muove, pensa e ti guarda come fosse un serpente. Lui non ha paura di Randy Orton. Tutto ciò che desidera è colpirti con una RKO. Ma così come Randy Orton ama chiamarsi Legend Killer lui sarà allo stesso modo chiamato Viper Killer. The Viper si aggiungerà alla lunga lista di persone che ha battuto nella sua carriera: Stone Cold, The Rock, Triple H, Kane, Shawn Michaels, Eddie Guerrero, Rey Mysterio, JBL, Big Show, The Undertaker (che ha battuto due volte), Edge, MVP, CM Punk… La lista continua mentre lo show si prende una pausa per la pubblicità.

Torniamo dalla pausa pubblicitaria con il canadese che continua a fare la lista di tutti i wrestler che ha battuto in tutta la sua carriera Invaders, Villanos, Juventud Guerriera, Apollo Xantes, Ringo Mendoza Junior, The Great Muta, Masahiro Chono, Funaki, Fuyuki, Jado, Gedo, Yoshi Tatsu, Perry Saturn, Dean Malenko, Ric Flair, Lex Luger, Sting, Goldberg, Booker T, Stevie Ray, Scott Norton, Buff Bagwell, Flash Flanningan, Flash Funk, Kevin Nash, Diesel, Oz, Scott Hall, Razor Ramon, American Starship Eagle… Randy Orton, fortunatamente, interrompe la “lista della spesa” del canadese. Si parte con il match. Calcio di Jericho che colpisce poi Orton contro il turnbackle e poi con una serie di calci. Tentativo di Irish Whip ma Randy evita e colpisce Y2J con un calcio all'addome. I due si spostano sul ring apron prima e ad un angolo poi con il campione sempre in vantaggio. Chris riesce a riprendersi e colpisce con un calcio ed una serie di copi al volto, al tappeto, Randy Orton. The Viper reagisce con dei calci e dei colpi al volto e poi lancia l'avversario contro le corde. Jericho si blocca ma Randy lo manda fuori dal ring con una Clothesline. La contesa si sposta fuori dal ring e Chris riesce a ribaltare una Irish Whip a suo favore e scaraventa Orton contro le transenne che dividono il pubblico dal ring. Con il canadese in vantaggio ed The Viper dolorante al tappeto noi ci fermiamo ancora per un break.

Di ritorno ci accoglie una Clothesline di Randy Orton a cui seguono le classiche Stomp del campione su Jericho. Nel frattempo Sheamus fa capolino sullo stage distraendo Orton. Y2J ne approfitta colpendo a tradimento l'avversario. Rocket Launcher tra le corde e poi manovra irregolare sempre con l'uso della corda più bassa. Il canadese prende una rincorsa per saltare addosso ad Orton ma questi evita e ribalta la situazione a suo vantaggio. Tentativo di RKO evitato da Chris che tenta il pinfall con una Backslide 1… 2… Niente da fare. Dropkick da parte del canadese ed ancora un tentativo di pinfall fallito. Headlock di Jericho ma Orton reagisce con una serie di colpi al volto salvo poi subire un nuovo Dropkick in corsa da parte del leader dei Fozzy 1… 2… Ancora niente. Knee Drop da parte di Jericho che poi chiude l'avversario in una Chinlock mentre il Celtic Warrior osserva la situazione dall'esterno. Nuova reazione di The Viper che connette con un Back Suplex. Orton va per una Clothesline e poi, dopo aver evitato una manovra dell'avversario, connette con la Powerslam. Randy va a vuoto all'angolo e Jericho colpisce con un Running Bulldog. Tentativo di Lionsault da parte di Y2J evitato da Randy che prova a prendersi un vantaggi ma a alla fine Jericho riesce ad eseguire la sua manovra 1… 2… Niente da fare. Fase concitata della contesa. Orton prova la sua DDT tra le corde ma Chris evita e, con straordinaria agilità, ribalta la situazione nella Walls Of Jericho. Orton soffre ma alla fine si libera mandando l'avversario fuori ring. Jericho rientra ma solo per subire, questa volta efficacemente, la DDT tra le corde dell'avversario. Entra Sheamus che prova ad attaccare Orton che, però, riesce ad evitare la manovra. DDT tra le corde anche per l'irlandese. Nel frattempo l'arbitro ha chiamato già la squalifica per Jericho. Orton osserva la situazione e vede il suo sfidante al titolo di questa domenica in posizione ideale per il Punt Kick. Orton prende la rincorsa ma viene sorpreso da Jericho e la Codebreaker. Jericho esce dal ring e si impossessa di una sedia cercando poi di colpire Randy. The Viper evita e connette con la RKO! Jericho è al tappeto ma in ottima posizione, anche lui per il Punt Kick. Orton prende la rincorsa e colpisce! Chris Jericho è letteralmente ko sotto lo sguardo impietrito di Sheamus. La musica di Randy Orton risuona nell'arena. I due sfidanti al titolo WWE al prossimo ppv di guardano in cagnesco mentre le immagini ripropongono il tremendo Punt Kick di Orton su Jericho che viene soccorso da alcuni membri dello staff medico della WWE. Orton se la ride mentre il canadese viene portato via in barella. Ce la farà The Viper a mantenere il titolo? Lo scopriremo questa domenica in ppv e lunedì prossimo nella puntata post-ppv di Monday Night Raw.

Adriano Paduano
Appassionato di wrestling dagli inizi del 2000, negli ultimi anni ho vissuto a Londra dove ho coltivato la passione per il wrestling indipendente e la scena UK. Collaboro con Tuttowrestling da oltre dieci anni dove ho ricoperto il ruolo di Raw Reporter (occasionalmente anche ppv), redattore del WWE Planet ed attualmente scrivo il bi-settimanale Bet On Him con qualche comparsata nei vari podcast del sito.
14,815FansLike
2,610FollowersFollow

Ultime Notizie

Aggiunto un match alla card di Hell In A Cell

Durante l'ultimo episodio di SmackDown è stato ufficialmente aggiunto un quinto incontro alla card di Hell In A Cell.

Svelata la card di NJPW Strong con il ritorno di Jay White

Svelata in toto la card della seconda serata di NEVER, ovvero lo speciale targato NJPW Strong!

Arrestato l’ex atleta MLW Teddy Hart

Un avvenimento non nuovo che continua a ripetersi per lui. L'ex MLW Middleweight Champion Teddy Hart è stato nuovamente arrestato.

Un importante conferenza attende gli atleti WWE

Gli atleti WWE sono pronti a prendere parte a un importante conferenza in lotta per il movimento #SpeakingOut

Articoli Correlati