WWE Raw Report 20-09-2010

C'è aria di novità su Monday Night Raw dopo l'ultimo ppv, Night Of Champions. Randy Orton ha conquistato il suo settimo titolo mondiale WWE uscendo vincitore dal Six Pack Challenge e confermando uno strepitoso momento di forma e popolarità. Di contro, però, ci sono quattro grandi delusi pronti a prendersi la loro rivincita: quale sarà la loro reazione dopo i fatti di domenica? Sheamus invocherà già oggi la clausola di rematch che gli spetta? Inoltre, Daniel Bryan ha ribaltato letteralmente le sorti della sua carriera: da licenziato a campione degli Stati Uniti a spese di The Miz, il suo ex mentore ai tempi di NXT. Quale sarà la risposta alla sconfitta di Mr. Money In The Bank? Scopriamo tutto questo e molto altro in una nuova puntata dello show del lunedì sera, in diretta da Indianapolis. Alla tastiera, come sempre, Adriano Paduano.

Sigla e pyros aprono ufficialmente lo show, accompagnati ovviamente dal boato del pubblico. Justin Roberts introduce il neo-WWE Champion Randy Orton accolto dalla grande ovazione del pubblico. Un Orton sorridente e comunicativo con il pubblico, come di rado lo abbiamo visto, fa il suo ingresso sul ring. La musica di Sheamus interrompe le celebrazioni ed il Celtic Warrior dice che non può permettere che tutto questo succeda nonostante il disappunto della gente. Lui è stato due volte campione del mondo e tutte e due le volte è stato Orton a privarlo del titolo. Randy non merita di festeggiare. Lo ha fatto nell'Elimination Chamber la prima volta e la seconda la scorsa domenica con altri quattro contendenti. Tutti sono contenti che Orton abbia vinto ed abbia delegittimato il suo ruolo di campione ma la realtà è che Orton non lo ha mai battuto in un match uno contro uno. Le vittorie di The Viper sono patetiche. Randy risponde che considerando il fatto che lui ha vinto il titolo WWE in un Fatal Four Way con l'interferenza decisiva di The Nexus e che tutte le volte che lo ha affrontato uno contro uno si è fatto squalificare, quello patetico è Sheamus e non lui. In ogni caso The Viper suppone che Sheamus sia qui per esercitare la sua clausola di reamtch perciò è meglio che lo faccia subito perché se vede ancora la sua faccia gli verrà, prima o poi, la voglia di colpirlo con il suo Punt Kick. Il Celtic Warrior dice di non avere paura di Orton e del suo sguardo da serpente pronto a colpire in qualsiasi momento né tanto meno quando sembra che abbia uno scatto d'ira. Sheamus promette di prendere Orton a calci ed il campione lo prega di provare a farlo. Arriva una mail dal GM anonimo: Michael Cole riferisce che i due avranno il loro match che proverà una volta per tutte chi merita di essere il campione. Questo avverrà in una sfida senza squalifiche, senza vie di fuga né conteggi fuori e senza scusanti. Sheamus e Randy Orton si affronteranno in un Hell In A Cell tra due settimane in ppv! L'irlandese dice che sebbene lui non ha mai affrontato questo tipo di match, lui ha fatto fuori un esperto come Triple H con le sue mani. Sheamus vuole indietro ciò che è suo, vuole indietro il WWE Championship in questo momento. E se Orton vincerà ad HIAC allora lui sarà ben lieto di restituirglielo. Orton osserva divertito il suo rivale e dice che Sheamus non è un uomo d'onore. Lui ha mandato in ospedale molte persone: alcune perché lo meritavano, altre solo perché si sono frapposte sulla sua strada. Lui colpirebbe con una RKO sua nonna se questo servisse a vincere il titolo e farebbe lo stesso con la nonna di Sheamus ma solo per vedere il suo sguardo dopo questa azione. Lui è il campione nonché l'unico a poter portare alla vita questa cintura. Se veramente il Celtic Warrior vuole la cintura dovrà prendersela da sé. Randy butta il microfono a terra e sorprende Sheamus con la RKO! The Viper alza la cintura al cielo e torna a festeggiare con il pubblico posando con il titolo ai quattro angoli del ring. Orton fa per allontanarsi ma poi vede Sheamus in posizione ideale per il Punt Kick e rientra per provare a mettere ko il Celtic Warrior. L'irlandese si toglie dalla traiettoria giusto in tempo per evitare la terribile manovra di Randy Orton. Il campione mostra la cintura al suo sfidante. La sua prossima difesa del titolo, comunque, è già scritta: tra due settimane, Hell In A Cell!

Una grafica ci ricorda quale sarà il main event della serata: John Cena affronterà Wade Barrett in un one on one match! Pubblicità.

Torniamo con la home page del sito WWE che celebra la vittoria di questa domenica da parte di Randy Orton. Nel frattempo, al tavolo di commento, insieme a Michael Cole e Jerry “The King” Lawler c'è la Hart Dynasty pronta a commentare il prossimo match che vedrà coinvolti coloro che gli hanno strappato le cinture di coppia a Night Of Champions ovvero Drew McIntyre e “Dashing” Cody Rhodes. Loro avversari saranno “la strana coppia” composta da Santino Marella e Vladimir Kozlov. Il match non vede i titoli in palio. Si parte con l'italiano e “Dashing”. Solite mosse “intimidatorie” di Santino che però viene subito colpito e scalciato da Rhodes. Tag per McIntyre. Lo scozzese scaraventa Santino verso il suo angolo ed invoca l'ingresso del russo mentre Smith imita la voce di McIntyre al commento. Front Headlock da parte di Drew che viene ribaltato da un Arm Drag da parte di Valdimir. I due cercano la prova di forza ma Kozlov ha la meglio e trova un nuovo cambio per Marella. L'italiano colpisce Drew con un colpo al volto ed un Arm Drag. Lo scozzese reagisce con un Big Boot 1… 2… Niente da fare. Cambio per Cody che colpisce al volto il nostro connazionale e lo stende con un Faceslam. Knee drop e nuovo cambio per McIntyre. Serie di colpi al volto ai danni di Marella ed ancora un cambio per Cody. Santino sfugge alla presa e c'è l'ingresso di Kozlov che colpisce ripetutamente con calci McIntyre entrato al posto di Rhodes. Powreslam di Valdimir su Drew e tentativo di pinfall che però viene fermato subito a Cody. Santino prova a scacciare via “Dashing” ma alla fine è quest'ultimo ad avere la meglio. Kozlov riesce a mandare Cody fuori dal ring ma questa distrazione gli è fatale perché Drew lo colpisce alla gamba sinistra e riesce a connettere con il Future Shock! 1… 2… 3! Vittoria per i neo-WWE Tag Team Champions che mostrano le cinture alla Hart Dynasty. La sfida tra i due team è tutt'altro che conclusa. Kidd, al commento, dice che loro eserciteranno la loro clausola di rematch la prossima settimana a Raw.

Dopo aver mostrato il DVD di “Legendary”, il film di John Cena presto nei negozi, Cole e Lawler mostrano un video dell'ottima prestazione di John Morrison contro Sheamus la scorsa settimana. Proprio lo Shaman Of Sexy, nel backstage, si prepara con il suo solito atletismo. Il suo match è il prossimo, dopo la pubblicità.

DID YOU KNOW? Da 25 anni la WWE esaudisce desideri per la fondazione “Make-A-Wish”.

Edge è nello spogliatoio e viene avvicinato da Zack Ryder. Ryder dice che loro dovrebbero continuare a frequentarsi e rilassarsi insieme andando in qualche club fare baldoria. Come al solito Zack fa il minchione ballando come un idiota ed Edge lo ferma dicendo che lui non vuole avere a che fare con un clown come lui e che dovrebbe essere campione WWE in questo momento ma il GM glielo nega fregandolo ogni volta. Interviene Daniel Bryan che chiede ai due di fare silenzio visto che sta leggendo. Edge chiede a Bryan se il fatto che abbia fortunosamente vinto il titolo degli Stati Uniti gli dia il diritto di dargli degli ordini. Il canadese dice a Daniel di averlo pescato in una serata storta e che se ha gli attributo potrebbe sfidarlo ad un match stasera. Bryan accetta la sfida mentre Ryder continua a dargli del perdente facendo il segno della L sulla fronte. Il canadese lo guarda impietosito e si allontana lasciando Zack solo nello spogliatoio.

Nell'arena risuona ma entry music di Chris Jericho (alla faccia delle dichiarazioni su Twitter). Il canadese fa il suo ingresso sul ring e sarà lui l'avversario di John Morrison in un match che promette spettacolo. Sguardo di fuoco tra i due e si parte con un Morrison in vena e che colpisce ripetutamente Jericho, lancio sulle corde con Y2J che sguscia fuori dal ring. John lo insegue e, al rientro, lo sorprende con un Dropkick. Jericho tenta la reazione con un Irish Whip che viene, però, ribaltato. Chris cade malamente finisce fuori dal ring ma ben presto viene raggiunto da Morrison grazie ad uno spettacolare Suicide Dive da oltre la terza corda. Su questa splendida manovra andiamo in pausa.

Torniamo live con Jericho che colpisce Morrison con un Enzeguiri Kick. Lo Shaman Of Sexy è sul ring apron e Chris lo scaraventa fuori dal ring con John che impatta sulle transenne divisorie dal pubblico. Y2J raggiunge Morrison fuori dal ring e colpisce il volto ancora contro le transenne. L'arbitro inizia il conteggio fuori ma John rientra in tempo. L'ex World Champion lo riaccoglie con un Suplex. Calci al volto ed al corpo da parte del canadese e poi un bel Back Suplex che provoca un conto di due. L'ex ECW Champion reagisce con un colpo al volto molto violento ma Chris rinviene con un Dropkick e poi applica una manovra di sottomissione irregolare con l'aiuto delle corde. Bodyslam tentato dal canadese ma Morrison tramuta in roll-up e prova il pinfall 1… 2… Niente da fare. Prova a chiudere anche Jericho dopo una Clothesline ma anche per lui non c'è gloria. Headlock da parte del canadese ma Morrison ne esce bene salvo poi subire il ritorno di Jericho. Reazione di John con un Flying Forearm ed un Dropkick. Serie di colpi all'angolo ed Irish Whip per Morrison. Jericho reagisce con un Big Boot ed un Bulldog. Chris tenta il Lionsault ma Morrison evita e prova a sua volta una manovra volante dalla terza corda. Jericho abbranca al volo l'avversario e lo chiude nella Walls Of Jericho! Morrison, con fatica raggiunge le corde. I due si cimentano in una velocissima e spettacolare serie di roll-up che non porta la vittoria a nessuno dei due però. Chris tenta ancora una volta la sua manovra di sottomissione ma Morrison si libera e riesce a colpire l'avversario con uno Shining Wizard. Il canadese è in posizione ideale per la Starship Pain! Connessa! 1… 2… 3! John Morrison batte di nuovo Chris Jericho la cui faccia è l'emblema della disperazione. Il pubblico urla “Y2J” ma il canadese, sconsolato, rientra nel backstage.

Siamo nei pressi del camerino di John Cena. Dopo la pausa pubblicitaria il bostoniano commenterà quanto successo a Night Of Champions e sul match di stasera contro Wade Barrett.

Josh Mathews intervista John Cena circa quanto successo domenica. Il bostoniano dice che le cose vanno alla grande per quel che lo riguarda. Ha avuto il suo week-end fantastico nel football e la recessione è ormai alle spalle. Randy Orton è il nuovo campione WWE: è contento di aver visto The Viper rifilare una bella RKO a Wade Barrett. Ma stasera è il suo turno: lui si prenderà cura di The Nexus. John aggiunge che questi erano partiti in otto ed ora sono cinque. Ma se lui mette fuori gioco il leader del gruppo, il resto del gruppo non è per nulla pericoloso. Il vento di cambiamento di cui parlavano quelli di The Nexus sta per fermarsi.

Nell'arena risuona la musica di The Miz che valigetta e microfono alla mano si ferma all'ingresso dello stage. Mizanin dice che, per le statistiche, a Night Of Champions lui non ha ceduto e Daniel Bryan non lo ha battuto. Lui era infortunato ad un legamento collaterale ed i dottori gli avevano ordinato di non combattere ma lui lo ha fatto ugualmente. Ma alla gente non importa nulla di questo. Non gli importa che il suo infortunio si sia aggravato durante il match e che lui potrebbe subire un intervento per questo. Lui ha voluto preservare il suo fisico da ulteriori problemi che avrebbero peggiorato la sua situazione. In ogni caso lui tornerà a conquistare il titolo degli Stati Uniti. Perché lui è The Miz… E non viene sottomesso da nessuno! Mr. Money In The Bank si accomoda al tavolo di commento mentre noi andiamo, ancora una volta, in pausa pubblicitaria.

Michael Cole stringe calorosamente la mano di The Miz e dice che neanche lui lo ha visto perdere la scorsa notte al ppv. Nel frattempo fa il suo ingresso in scena Edge. Il suo match contro il neo-U.S. Champion è il prossimo. Intanto Michael Cole si fa anche firmare una copia del WWE Magazine da The Miz. Bryan entra in scena sulle solenni note de “La cavalcata delle valchirie” di Wagner e mostra la cintura a Mizanin facendogli anche il segno del tap-out. Si parte con il match ed un Edge scatenato all'angolo con una serie di colpi e calci al corpo. Bryan reagisce con dei colpi all'addome ma la Rated R Superstar riprende il controllo e posiziona Daniel sulla seconda corda colpendolo poi con un Crossbody. Si va fuori dal ring con il canadese che spedisce lo U.S. Champion contro le transenne. Si rientra nel ring con Edge che si atteggia a vincitore ma Daniel reagisce con una serie di Superkick salvo poi venir steso dalla Edge-O-Matic. 1… 2… Niente da fare per l'ex World Champion. Presa al corpo da parte di Edge con Bryan che si allontana e poi, in corsa, colpisce con un calcio l'avversario. Spettacolare manovra all'angolo di Daniel per evitare uno Splash e poi l'ex NXT continua il suo lavoro con dei Flying Kick. 1… 2… Anche per lui non arriva la vittoria. Bryan prova una manovra dalla terza corda ma Edge risponde con un Big Boot al volo. Il canadese prepara la Spear ma Bryan abbranca in corsa l'avversario e prova a chiuderlo nella LeBell Lock. Arriva Alex Riley che distrae l'arbitro. The Miz ne approfitta e colpisce a tradimento Daniel Bryan che, subito dopo, viene travolto dalla Spear di Edge! 1… 2… 3! Vittoria del canadese con il decisivo apporto di The Miz. Ma arriva una mail del GM anonimo: Michael Cole dice che, visto quanto è successo, non può far altro che ribaltare la decisone dell'arbitro e dare la vittoria, per squalifica, allo U.S. Champion Daniel Bryan (il tono di Cole è decisamente deluso). Edge prende il microfono e dice di essere stanco di questa storia e di sentire gli interventi del GM. Presto tutto questo finirà. Il canadese rientra nel backstage mentre nel ring The Miz ed Alex Riley attaccano all'unisono il campione degli Stati Uniti. Serie di calci e poi tipico pestaggio all'americana dei due su un Bryan che non può nulla in inferiorità numerica. Miz minaccia Daniel e lo schiaffeggia chiudendo poi il conto con un Big Boot. Il pubblico intona “You tapped out!” ma Mizanin non smette di umiliare verbalmente il suo avversario. Alla fine arriva, inesorabile come una sentenza, la Skull Crushing Finale a chiudere il massacro. The Miz ed Alex Riley sono soddisfatti del loro operato e rientrano nel backstage mentre il pubblico insiste sul coro. Alcuni arbitri soccorrono Daniel Bryan mentre la grafica ci ricorda il main event della serata: John Cena contro Wade Barrett. Nuova pausa pubblicitaria.

“Sacrifice” degli Atoms Smash è la colonna sonora di Hell in a Cell, prossimo ppv della WWE. Nel frattempo fanno il loro ingresso nell'arena Micelle McCool e Layla per un match valido per il neonato Unified Divas Championship (che poi è lo stesso Divas Championship di sempre). A combattere in questo match sarà Layla e la sua avversaria, ancora una volta, sarà Melina mentre la McCool si accomoda al tavolo di commento. Melina parte forte con una serie di colpi all'angolo e poi scaraventando al tappeto Layla. La co-campionessa scaraventa fuori dal ring la ragazza di Los Angeles che però reagisce colpendo al volto l'ex vincitrice del Diva Search. La ragazza di origini portoricane va poi a puntare Michelle che però scappa tra il pubblico. Layla rinviene ma, al rientro del ring, Melina evita un colpo in stile Matrix e colpisce con un Dropkick l'avversaria. Layla è in difficoltà e viene portata sulla terza corda dove però reagisce con un calcio ad allontanare l'avversaria. Lay abbranca, sempre dalla terza corda, Melina e la colpisce con una sorta di Stunner in giravolta. 1… 2… 3! Vittoria per Layla con una spettacolare manovra conclusiva e le Laycool rimangono co-Unified Divas Champions.

DID YOU KNOW? I video di wwe.com dedicati ai vari show della federazione sono guardati da oltre 10 milioni di persone in tutto il mondo ogni mese.

The Nexus, nel backstage, si consulta al gran completo in vista del suo match. Nel frattempo Josh Mathews intervista Chris Jericho dicendo che il canadese ha un annuncio da fare. Chris prende la parola presentando un DVD in tre parti che racconta tutta la sua carriera e spiega perché lui è il migliore in quello che fa. Ma lui non è uno di quelli che dorme sugli allori. Così come è stato grande in passato continuerà ad esserlo anche nei prossimi anni. Lui possiede l'indirizzo IP del computer di Michael Cole quindi sarà meglio che il GM gli dia un match per il titolo se non vuole che la sua identità venga spiattellata a tutto il mondo. Arriva in scena Randy Orton. The Viper dice di aver ricevuto il messaggio forte e chiaro. Orton sfida Jericho ad un match: se il canadese vince avrà il suo match titolato in qualsiasi momento. Il canadese chiede al campione dove sia il trucco. Randy dice che lui è stanco di sentire la voce di Y2J e di vedere la sua faccia. Se il match prenderà la piega che lui pensa prenderà, allora non rivedremo più la faccia di Chris per molto tempo. Jericho dice che ha passato una carriera a chiudere la bocca a gente come lui. Il canadese rimanda l'appuntamento con The Viper alla prossima settimana.

Nell'arena fa il suo ingresso R-Truth sulle note della sua nuova entry music ed accompagnato da Eve Torres in versione ballerina. Dopo la pubblicità vedremo con chi dovrà vedersela il rapper di Raw.

Torniamo live. Il match sarà un Mixed Tag Team Match e vedrà R-Truth ed Eve impegnati contro Ted DiBiase e Maryse, anche loro accompagnati da una nuova entry music. Si parte con Truth e Ted. Il wrestler di colore chiama a raccolta il pubblico con i suoi “Whass'up?” ma poi il match parte con Truth che parte forte con una serie di colpi al volto ed un Corcscrew Dropkick. Il figlio del Million Dollar Man si rifugia in Maryse che, prima di concedere il cambio a Truth, lo schiaffeggia. Entra Eve e parte il catfight. Maryse ha la meglio e colpisce la Torres con una manovra irregolare alle corde. Le due si scambiano colpi ma la portoricana si prende un vantaggio con un Legsweep e, successivamente, una Senton. DiBiase evita che il conteggi arrivi a tre. Scatta la rissa tra lui ed R-Truth con quest'ultimo che riesce a mandare DiBiase fuori ring e poi lo raggiunge con un Suicide Dive. Nel ring Eve prende in mano la situazione e colpisce la canadese con uno Swinging Neckbreaker. 1… 2… 3! Vittoria per il team face che festeggia ballando e sbeffeggiando i rivali. Nel frattempo Maryse e Ted discutono animatamente fuori ring quando parte una musica molto sensuale ed un messaggio sul Titantron con scritto “I will have you” con tanto di cuoricino al posto della o. I due rimangono interdetti ma poi si ritirano nel backstage continuando a discutere.

John Cena e Wade Barrett si avvicinano al ring. Il loro match è il prossimo in programma ma subito dopo la pausa per un nuovo spot pubblicitario.

Una panoramica di Indianapolis ci riaccoglie in diretta mentre, a bordoring vengono inquadrati alcuni giocatori degli Indianapolis Colts, compagine della NFL. Nel frattempo risuona la musica di John Cena nell'arena. IT'S TIME FOR THE MAIN EVENT! Entra in scena anche Wade Barrett, accompagnato (come da programma) dal resto del team che, però, rimane nei pressi del Titantron. Barrett prende il microfono e sale sul tavolo dei commentatori. L'inglese dice che c'è stato un piccolo cambio di programma perché Cena non affronterà più lui. Come Cena aveva promesso avrà la possibilità di battere uno ad uno i membri di The Nexus e lo farà in un Gauntlet Match contro Slater, Tarver, Gabriel ed Otunga e, se riuscirà a batterli, allora potrà dedicarsi al lui. L'alternativa è che lui combatta contro tutti loro messi insieme con la certezza di perdere tutti i denti per le botte. Barrett concede a Cena di scegliere il suo primo avversario. Inizierà Heath Slater. Si parte con Slater che prova una Clothesline ma va a vuoto. Cena è on fire e stende l'avversario con una sorta di Powerslam. Tentativo di pinfall non va a segno. Slater di prende un vantaggio con una serie di colpi al volto a cui segue un Low Dropkick all'angolo. Atomic Drop da parte del rosso membro di The Nexus. 1… 2… Niente da fare. Slater insiste dopo una prima reazione di cena e lo fa con un Faceslam 1… 2… Ancora niente. Heath prova una manovra dalla terza corda ma Cena lo abbranca al volo, lo porta in posizione Attitude Adjustment e colpisce 1… 2… 3! Primo avversario eliminato per John. Il secondo in programma è David Otunga. A-List si avvicina al ring mentre noi andiamo in pubblicità.

Torniamo in diretta con Cena che subisce l'iniziativa all'angolo di Otunga con una serie di calci. Forearm da parte del marito di Jennifer Hudson che poi colpisce con un Suplex. Il pubblico incita Cena che però subisce un nuovo Suplex 1… 2… Cena esce dal pinfall. Otunga prova un nuovo Suplex ma Cena lo sorprende con uno Small Package! 1… 2… 3! Cena ne elimina un altro. Entra Michael Tarver che aggredisce subito Cena all'angolo con una serie di calci e pugni all'addome. Ancora colpi alla schiena con Tarver che sembra infermabile. Ma all'improvviso Big Boot e STF da parte di John. Tarver cede subito! Terzo eliminato in rapida successione per il bostoniano! Entra di gran carriera Justin Gabriel che inizia colpendo con i suoi proverbiali calci Cena. 1… 2… Niente da fare per lui. Flying Senton dalla terza corda da parte di Justin 1… 2 Ancora niente. Gabriel colpisce al volto ripetutamente Cena che tenta una reazione e colpisce con un Dropkick l'avversario 1… 2… Il bostoniano non riesce a chiudere. John sale sulla terza corda o almeno ci prova visto che viene raggiunto dal membro di The Nexus che riesce a connettere con un Superplex. Barrett osserva il tutto dal tavolo di commento. L'ex NXT prova ancora il pinfall ma senza successo. Justin posizione ancora Cena vicino alle corde ed esegue un magnifico Springboard Moonsault. 1… 2… Cena evita la sconfitta! Il leader della Cenation barcolla ai piedi di Gabriel ma poi lo sorprende con un Suplex. I due sono al tappeto. L'ex WWE Champion prova il pinfall ma non riesce a chiudere. Scambio di colpi tra i due avversari. Gabriel connette con una Clothesline 1… 2… Non si chiude questo match. Cena è all'angolo ed esegue un Crossbody. John barcolla e Justin tenta una manovra dalla terza corda. Va a vuoto, e Cena parte con la combinazione di Shoulder Block, Proto Bomb e 5-Knuckle Shuffle (con tanto di “You can't see me verso Barrett). The Nexus al completo decide di intervenire nel match ad attaccare Cena. Scatta la squalifica per il gruppo. Cena, dopo un momento di difficoltà si impossessa di una sedia e spinge i cinque alla fuga. Cena prende il microfono tra le mani e chiede a Wade Barrett un match uno contro uno e finire subito questa storia. Barrett sembra interessato all'offerta ma dice di voler rendere il tutto un po' più stuzzicante ovvero mettendo qualcosa in palio. Cena approva. L'inglese dice che in passato lui ha provato a reclutare Cena nel suo team ma lui ha sempre rifiutato. Loro due si sfideranno tra due settimane ad Hell In A Cell in ppv ma ad una condizione: se vincerà Cena dovrà unirsi a The Nexus! Niente scuse, niente se e niente ma, nessuna via di scampo. Cena dice che lui non si tira mai indietro da una sfida ed accetta. Barrett è soddisfatto ma John lo ferma e dice che è arrivato il momento delle sue condizioni: se lui vincerà il match, The Nexus sarà storia passata. Tutti torneranno alla vita che facevano prima che tutto questo accadesse: Tarver a fare il modello per i profumi di Macy's, Gabriel a fare il contadino nella usa fattoria in Sudafrica, Otunga a chiedere un lavoro alla sua famosa moglie (esattamente quello che sta facendo ora) e Slater potrà tornare a lavorare da Wendy's come una delle sue galline. Per finire, Barrett passerà alla storia come il primo vincitore di NXT ma che ha buttato la sua grande possibilità nella toilette. Cena chiede a Barrett se accetta la condizione o verranno considerati da tutti un bluff colossale. L'inglese accetta la condizione posta da John Cena! Grande match in vista per Hell In A Cell: se vince Barrett, Cena farà parte di The Nexus se vice Cena allora The Nexus cesserà di esistere. Il bostoniano festeggia con il pubblico mentre su questa puntata di Raw scorrono i titoli di coda.

Adriano Paduano
Appassionato di wrestling dagli inizi del 2000, negli ultimi anni ho vissuto a Londra dove ho coltivato la passione per il wrestling indipendente e la scena UK. Collaboro con Tuttowrestling da oltre dieci anni dove ho ricoperto il ruolo di Raw Reporter (occasionalmente anche ppv), redattore del WWE Planet ed attualmente scrivo il bi-settimanale Bet On Him con qualche comparsata nei vari podcast del sito.
14,815FansLike
2,614FollowersFollow

Ultime Notizie

Decretato il vincitore del G1 Climax 30

Il G1 Climax 30 è agli archivi: scopriamo chi si è aggiudicato il torneo assicurandosi un posto nel main event di Wrestle Kingdom 15.

Wrestle Kingdom 15 si svolgerà in due serate

Decidendo di ripetere quanto fatto quest'anno, la NJPW ha annunciato che anche Wrestle Kingdom 15 si svolgerà il 4 e 5 gennaio 2021 al Tokyo Dome.

I 10 programmi più visti in settimana sul WWE Network

Nuova classifica dei programmi più visti sul WWE Network, guidata da uno speciale sull'edizione 2016 del Draft.

Gli Young Bucks parlano del primo anno di Dynamite e dell’impatto del COVID-19 sulla AEW

In un'intervista rilasciata a 411 Mania, i fratelli Jackson hanno parlato del lancio della AEW e di come hanno dovuto affrontare il COVID-19.

Articoli Correlati