WWE Raw Report 18-10-2010

Prosegue la marcia di avvicinamento verso il prossimo ppv WWE, Bragging Rights. John Cena, anche la scorsa settimana, ha dovuto rispettare l'autorità del leader di The Nexus Wade Barrett e stasera, in conseguenza ai fatti della scorsa settimana, dovrà affrontare Michael McGillicutty e Husky Harris in coppia con il WWE Champion Randy Orton. Quale sarà la linea di condotta che Barrett imporrà al bostoniano? Inoltre il team Raw per il prossimo ppv, capitanato da The Miz, è alla ricerca del settimo componente per fronteggiare la temibile squadra di Smackdown capitanata da Big Show. Siamo ad Calgary, Alberta, Canada e siamo pronti a seguire questa nuova puntata di Monday Night Raw. Alla tastiera, come sempre, c'è Adriano Paduano.

Sigla e pyros aprono, come da rito, questa nuova puntata dello show del lunedì sera. A fare il suo ingresso in scena è Theodore Long che entra presentandosi e dicendo che lui è qui per prendere il controllo dello show perché lui può farlo. Arriva subito una mail del GM di Raw e Michael Cole cita: “Esci fuori dal mio ring, ora!”. Long invita alla calma il GM ricordando che domenica ci sarà la sfida di Bragging Rights. Arriva un arbitro con in mano il trofeo che verrà consegnato al team vincitore dopo il ppv. Il GM di Smackdown dice al suo collega del roster avverso di mettersi il cuore in pace perché quel trofeo appartiene al suo roster. Un'altra mail invita ancora una volta Long ad andarsene e questi chiede se per caso questa sia una minaccia. Arriva anche una terza ed una quarta ma Teddy la ignora (con un Cole decisamente arrabbiato per la cosa) e dice di avere una notizia per il pubblico: da ora il GM sarà disconnesso dallo show. Dopo aver disconnesso il computer si passa poi alla presentazione del Team Smackdown: il capitano Big Show, Edge, Alberto Del Rio, Kofi Kingston, Jack Swagger, Tyler Reks e Rey Mysterio. Un team davvero di altissimo livello. I sette sono al centro del ring ed esultano mentre vengono interrotti dall'ingresso dal capitano del Team Raw The Miz. Mizanin si chiede se questo è il team che pensa di battere Raw in ppv. Sembra il villaggio dei Puffi che si è trasferito vicino ad una centrale nucleare. L'ex U.S. Champion inizia a denigrare ad uno ad uno i suoi rivali. Miz ricorda a tutti che lui è l'unico ad aver vinto tra loro lo scorso anno e che quest'anno lui sarà addirittura il capitano del team. Grazie a lui Raw tornerà ad essere uno show di serie A e questo è il suo gruppo: CM Punk, John Morrison, Santino Marella, Ezekiel Jackson (che fa dunque il suo ritorno in WWE direttamente da protagonista), Sheamus. The Miz invita i wrestler di Smackdown ad uscire dal ring altrimenti lo faranno con la forza. I sette però non sembrano voler rispettare l'ordine ed allora parte la rissa al centro del ring. Grande confusione fra i componenti dei vari team. The Miz quasi subito osserva la situazione da fuori ma ben presto sono le Superstar di Raw a prevalere con il capitano che invita tutti alla ritirata. Big Show prende il microfono e dice che non c'è bisogno che The Miz torni nel backstage e provi a scatenare il putiferio. Loro lasceranno il ring ad un'unica condizione: solo se loro due si affrontano ad un match one on one. The Miz tentenna all'esterno del ring ma i suoi compagni quasi lo forzano ed alla fine accetta di buon grado. Il gigante esulta per quanto ottenuto mentre fuori dal ring Michael Cole, in compagnia di un divertito Jerry Lawler, invita Teddy Long ad allontanarsi dalla scena. Nel frattempo i due commentatori introducono un video che ricapitola quanto successo la scorsa settimana sia durante che dopo il match contro The Miz per determinare il capitano del Team Raw a Bragging Rights con l'umiliazione verbale ricevuta dal bostoniano da parte del leader di The Nexus Wade Barrett.

STILL TO COME: John Cena ed il WWE Champion Randy Orton, affrontano Michael McGillicutty ed Husky Harris.

Al ritorno dalla prima pausa pubblicitaria ci accolgono i WWE Tag Team Champions Drew McIntyre e “Dashing” Cody Rhodes. I due affronteranno gli idoli di casa: The Hart Dynasty! Kidd e Smith non sembrano proprio in sintonia ma il match inizia con Kidd che attacca McIntyre che, però, non è il suo rivale ufficiale. Rhodes sorprende l'avversario con un Bulldog andando poi a colpire Kidd ripetutamente al volto. Tag per Drew che riserva lo stesso trattamento a Tyson che poi viene anche scaraventato contro le transenne fuori dal ring. Ancora serie di colpi dal ring apron e poi manovra combinata nei pressi delle corde con cambio per Cody 1… 2… Niente da fare. I due campioni scambiano molte volte il posto sul ring. McIntyre prova ancora ad imporre la sua potenza ma Kidd riesce a raggiungere Smith. Dropkick del canadese sull'ex Intercontinental Champion e poi due Clothesline. Big Boot per Rhodes fuori dal ring. Stesso trattamento per lo scozzeze 1… 2… Ancora nulla di fatto grazie all'intervento di Cody. I due provano a lavorare in coppia contro il figlio del British Bulldog ma Kidd interviene e colpisce “Dashing” facendolo atterrare fuori dal ring. I due canadesi si preparano alla Hart Attack ma Smith ci ripensa ed imposta la Sharpshooter. Tyson è molto risentito ed i due iniziano a discutere animatamente. McIntyre ne approfitta e colpisce l'avversario con la Future Shock 1… 2… 3! Vittoria per i campioni mentre la storia della Hart Dynasty sembra conclusa visto che Tyson Kidd abbandona sorridente Natalya e DH Smith nei pressi del ring.

Nel backstage John Cena si prepara psicologicamente al suo match nel main event quando viene raggiunto dal suo compagno di tag di questa sera, Randy Orton. The Viper vuol mettere subito le cose in chiaro: sa che John Cena non sta vivendo bene questo suo ingresso nel Nexus e sa che potrebbe aiutare Barrett a batterlo a Bragging Rights. Ma se Cena sceglierà questa strada lui non avrà alcun problema a colpirlo al cranio con il calcio e porre fine alla sua sofferenza. John risponde che Orton può anche provare a colpirlo con il suo calcio, ma lui a quel punto gli romperebbe la gamba. Il bostoniano si allontana lasciando il campione perplesso. Pubblicità.

Torniamo live con lo speciale che wwe.com dedica ai migliori intrattenitori della storia all'interno del suo sito ed un video/promo dedicato ad R-Truth. Nel frattempo fa il suo ingresso in scena, accompagnato dalla sua Rookie e futura moglie Aksana, Goldust. Il suo avversario in questo match sarà Zack Ryder. Ted DiBiase e Maryse si presentano sullo stage per osservare. Parte forte Ryder con una serie di colpi alla schiena ma Goldust evita a suo modo una manovra dell'avversario dopo un lancio alle corde e va a colpirlo all'angolo. Goldie sorprende, immediatamente Ryder con la sua Final Cut 1… 2… 3! Rapida vittoria per Goldust che va poi da Aksana che gli consegna la Million Dollar Belt. Almeno ci prova perché Ted DiBiase lo attacca alle spalle. L'assalto continua e, nel frattempo, Maryse punta Aksana per recuperare la cintura. La ragazza lituana fugge con la cintura inseguita dalla canadese. DiBiase si distrae nel seguire la scena e Goldust lo mette al tappeto con la Final Cut. Ancora una volta ad avere ragione è stato l'ex Intercontinental Champion. Pubblicità.

Un video sulla Wrestlemania Reading Challenge che la WWE ha proposto nelle scuole americane ed una bella panoramica di Calgary ci accolgono al ritorno in diretta. Wade Barrett, nel backstage, è circondato da The Nexus compreso John Cena e gli chiede di dare del suo meglio per testare McGillicutty ed Harris e vedere se meritano di unirsi al gruppo. John chiede a Barrett se può davvero fare quello che vuole ai due ragazzi, se è un ordine che deve eseguire. L'inglese ribatte che è giusto che la WWE torni a vedere il John Cena che conoscono. Barrett chiede poi al bostoniano di andargli a prendere un bicchiere d'acqua. Cena si allontana riluttante e Wade se la ride.

La Guest Star della serata Bobb'e J. Thompson è nel backstage e si cimenta nel nuovo videogame della WWE dove, con Big Show, sta facilmente battendo The Miz. Proprio il capitano del Team Raw appare alle spalle dell'attore di “Knucklehead” (il nuovo film con il gigante) e gli dice che quanto succede nel gioco non rispecchia quanto invece avverrà sul ring domenica. Mizanin abbranca il piccolo attore e gli dice che ha in serbo, per il gigante, una bella sorpresa. Interviene in soccorso di Bobb'e proprio Big Show e l'attore invita The Miz ad andarsene dal camerino. Quando questi se ne va, Thompson ringrazia Show chiedendogli di dargli una bella lezione.

John Cena torna nel camerino e porta il bicchiere d'acqua a Barrett che gli dice che non era difficile come compito. Barrett beve un sorso e poi butta il resto dell'acqua addosso al bostoniano scatenando l'ilarità generale. Cena non è per nulla contento ma si allontana senza proferir parola. I quattro invece se la ridono di gusto mentre noi andiamo, ancora una volta, in pubblicità.

WWE Rewind: John Cena, durante il suo match contro The Miz, viene attaccato da michael McGillicutty ed Husky Harris consegnando la vittoria a Mr. Money In The Bank.

Torniamo nell'arena dove John Cena fa il suo ingresso in scena. Il bostoniano guarda la maglietta ancora bagnata dall'acqua poco fa da Wade Barrett ma poi fa il suo ingresso come se nulla fosse pronto per il match che lo vede in coppia con Randy Orton contro Michael McGillicutty ed Husky Harris. Dopo gli ingressi di rito (i due Rookies della seconda stagione di NXT entrano con la theme song dello show del martedì), si parte con il match. Non prima, però, dell'ingresso di Wade Barrett e soci che rimangono nei pressi del Titantron per osservare la situazione. Inizia il match. Cena e McGillicutty partono con il bostoniano che parte fortissimo e porta all'angolo l'avversario colpendolo poi con una Clothesline. Serie di Irish Whip del bostoniano che connette poi con un Suplex rivolgendo in seguito le sue attenzioni si suoi “compagni” di The Nexus mentre il figlio di Mr. Perfect si rifugia fuori dal ring. Sguardi di fuoco tra loro e per noi c'è una pausa pubblicitaria.

Torniamo live con un Dropkick di Randy Orton su McGillicutty. Entra Cena che colpisce l'avversario al volto e poi prova a rivolgere le attenzioni su Harris salvo poi venire colpito da un Dropkick 1… 2… Ninete da fare. Entra Harris che colpisce ripetutamente l'ex WWE Champion all'angolo, attende che questi poi si rialzi per travolgerlo con un violento Splash 1… 2… John esce dal pinfall. Cambio per McGillicutty che va subito a colpire Cena con un Knee Drop 1… 2… Ancora niente. Nuovo cambio per Harris, nuova manovra in corsa e nuovo conteggio, anche stavolta senza successo. Headlock da parte di Husky con Cena che si libera non senza problemi. Colpo alla schiena di Harris che poi stende l'avversario con un Bodyslam. Harris tenta un Big Splash ma Cena evita la manovra e, con fatica, raggiunge Orton. Entra anche Michael ma The Viper è on fire con le sue Clothesline ed un Dropkick. DDT tra le corde da parte del campione WWE che va poi a prepararsi per la RKO. Husky prova ad interferire ma Cena salva Orton colpendolo con la Attitude Adjustment. The Viper ha campo libero ed esegue la RKO su McGillicutty 1… 2… 3! Vittoria per il team composto da John Cena e Randy Orton con il primo che chiede la stretta di mano al secondo. Wade Barrett interrompe tutto ed invita Cena a non farlo se non vuol venire licenziato. Subito dopo, l'inglese, ordina a Cena di uscire dal ring e stare a guardare vicino al tavolo dei commentatori mentre lui si prende un bel vantaggio sul suo rivale al prossimo ppv. Il bostoniano esegue gli ordini con disapprovazione. Nel frattempo The Nexus ha accerchiato il ring con il solo Randy Orton. The Viper riesce a colpire Heath Slater ma alla fine ha la peggio a causa della netta inferiorità numerica. Sia fuori che dentro il ring i quattro di The Nexus infieriscono sul campione. Cena rimane a guardare disperato per non poter intervenire. Heath Slater colpisce Orton con il suo Jumping Neckbreaker. Stessa cosa fa Otunga che colpisce The Viper con la sua Uranage. Conclude la festa Justin Gabriel che connette con successo la 450 Splash. Il pubblico invoca il nome di John Cena che, però, rimane attonito a guardare il massacro di Orton finché Wade Barrett non gli impone di salire sul quadrato. L'inglese ordina a Cena di colpire Randy Orton con la Attitude Adjustment. Il bostoniano è contrario ma alla fine è costretto ad eseguire. Proprio mentre John porta in spalle l'avversario Barrett lo ferma e gli dice che non vuole che lui gli rubi la scena. Wade prende Orton e lo stende con la Wasteland. John Cena si allontana atterrito dal ring mentre Wade Barrett ed il resto di The Nexus guardano compiaciuti un Randy Ortono dolorante al tappeto.

DID YOU KNOW? Lo scorso venerdì Smackdown è stato lo show più seguito sulla tv via cavo oltre ad essere il programma di SyFy con più telespettatori negli ultimi 5 anni.

Al ritorno dalla pausa pubblicitaria ci viene riproposto quanto successo poco fa tra The Nexus, John Cena e Randy Orton, vittima dell'assalto del team di ribelli di Raw. Mentre Michael Cole e Jerry Lawler commentano il tutto entra in scena Vickie Guerrero con il suo “Excuse Me” ed aggiunge che lei è la consulente esecutiva di Smackdown ed è qui per prendersi il merito di quanto stanno facendo le Superstar dello show blu oggi. Ma c'è una Superstar in particolare con un particolare scintillio nei suoi occhi: l'Intercontinental Champion Dolph Ziggler. Quest'ultimo fa il suo ingresso e dice che qualcuno scambia la sua sfrontatezza con la fiducia nei suoi mezzi. Dolph aggiunge che lui ha tutto: il bell'aspetto, il fisico, i capelli e la donna più bella ed intelligente del mondo al suo fianco. Lei è il suo unico raggio di solo, il suo cuore e… Ma arriva Daniel Bryan ad interrompere l'idillio e dice, con tutto il rispetto, che lui non è proprio l'idolo delle donne ma che potrebbe fare sicuramente meglio di Vickie. Bryan torna serio ed aggiunge che lui non ha lo stile di Ziggler e nemmeno un orribile tinta di capelli ma ha qualcosa che sopperisce a tutto questo: la capacità di capitalizzare gli errori dei suoi avversari sul ring e quando vuole lui può farlo cedere! Per questo ha una proposta per lui: domenica il suo titolo contro quello di Ziggler, uno contro uno, e chi vince prende tutto. Ziggler se la ride ed accetta. Ma poi chiede all'avversario, perché farlo domenica quando si può fare adesso. Dolph schiaffeggia Bryan che prova a reagire ma Vickie si pone tra i due. Ziggler se la ride e si distrae e Daniel, con uno scatto felino, lo raggiunge e lo colpisce mandandolo fuori dal ring. All'esterno del quadrato il campione degli Stati Uniti chiude l'avversario nella LeBell Lock. Nel frattempo risuona la musica di Eve Torres. L'ex Divas Champion fa il suo ingresso sul ring insieme a Melina, le bella Twins e Gail Kim e queste si concentrano su Vickie versandole sul capo un secchio con dei coriandoli. L'assistente al GM di Smackdown non la prende bene e si allontana urlando. Nel frattempo nel ring Daniel Bryan è rientrato ma fa subito per andarsene. Le Divas lo fermano e lo invitano a ballare con loro. Daniel, dopo un primo imbarazzo, si cimenta in un improbabile balletto anche facendo sfoggio delle sue abilità tecniche. La spaccata, però, non ha molto successo visto che pare faccia parecchio male al buon Bryan. The American Dragon si riprende immediatamente e la festa continua mentre noi andiamo in pubblicità

Torniamo nell'arena con Natalya già sul ring per il suo match contro Alicia Fox. Entra anche la pantera dalla WWE e si parte con la contesa. Clinch tra le due che finiscono vicino alle corde. Colpo al volto di Alicia che poi colpisce con un Big Boot l'avversaria scimmiottando poi il pubblico. Natalya reagisce portando all'angolo l'avversaria. Butterfly Suplex da parte della ragazza della famiglia Hart. Alicia è al tappeto e per Natalya è un gioco da ragazzi chiuderla nella Sharpshooter. Alicia cede immediatamente. Nattie festeggia con il pubblico di casa ma viene interrotta dalle Laycool che dicono che questo dev'essere proprio un bel momento per lei e la sua città. Tuttavia loro non sono fan di Calgary perché è una città un po' troppo fredda per il loro gusti. Layla aggiunge che anche la loro birra è annacquata e poi non capiscono perché ad ogni discorso devono aggiungere “eh”. Le due dicono che la famiglia Hart non appartengono alla Hall Of Fame ma ad un manicomio. Michelle fa finta di entrare nel ring ma è solo un diversivo per far entrare Layla che blocca le gambe della sfidante al titolo. Natalya riesce ad abbrancare Layla e prova la sua manovra di sottomissione. Interviene la McCool con un Big Boot. Michelle ripaga Natalya con la stessa moneta ovvero la Sharpshooter con Layla che immortala la scena con il suo telefonino. La ragazza della Hart Dynasty si riprende e ribalta la situazione a suo vantaggio. Layla salva in tempo l'amica e le due riescono ad uscire dal ring. La figlia di Jim Neidhart esulta mentre le Laycool la guardano intimorite in vista del match di questa domenica a Bragging Rights.

Un video ci ripropone quanto successo la scorsa settimana con CM Punk che si qualifica per il Team Raw a Bragging Rights nel suo debutto nello show e manda in lista infortunati Evan Bourne.

Big Show è con Teddy Long ed Hornswoggle nel backstage ed il GM si raccomanda per questa domenica in quanto vuole una vittoria. Josh Mathews interviene e chiede a Teddy se per caso non è un po' sfacciato venire a Raw con il suo team stasera. Il GM risponde che forse è sfacciato che lui vada a fargli questo genere di domande. Long dice ad Hornswoggle di fare il suo lavoro. Il leprecauno prende la bandiera di Smackdown e l'intero roster dello show blu sfila vicino al gruppo. Teddy dice che tutto ciò è Vintage (come direbbe Michael Cole!). Evidentemente Long ha provveduto a coprire le spalle al gigante in caso di attacco di Raw. Lo scopriremo subito dopo la pubblicità.

Al ritorno dalla pubblicità c'è prima il promo del film di Big Show “Knucklehead” e, in seguito, un video già visto su wwe.com in cui si descrive tutto quanto realizza la WWE a livello di show, iniziative benefiche, grandi ospiti, film, apparizioni in diversi show in tutto il mondo, il coinvolgimento anche nella corsa alle ultime presidenziali e il tutto nel rispetto della norma PG con gli show adesso adatti anche ad un pubblico di bambini. Michael Cole e Jerry Lawler invitano il pubblico ad aderire all'iniziativa “Stand up for WWE” (una sorta di petizione contro i detrattore della federazione, a quanto ho capito dal video su wwe.com).

John Cena cammina nel backstage quando viene intercettato da Wade Barrett. L'inglese gli chiede di andare con lui perché con Orton non hanno finito. I due si allontanano insieme mentre The Miz e Big Show si avvicinano al ring pronti per il loro match nonché main event della serata.

Pubblicità di Smackdown con l'annuncio di un Champion vs Champion Match: Randy Orton affronterà Kane in un match uno contro uno.

IT'S TIME FOR THE MAIN EVENT! Justin Roberts introduce l'attore di “Knucklehead” nonchè Guest Stare della serata Bobb'e J. Thompson accolto non proprio bene dal pubblico canadese e lui dice di amare i boati di disapprovazione. Lui è sul ring per presentare il suo amico nonché colui che porterà alla vittoria il roster del venerdì sera a Bragging Rights: Big Show. Entra il gigante accompagnato dall'intero Team Smackdown per Bragging Rights e dal roster blu al completo con la mascotte Hornswoggle. Entra The Miz che, però, dice ad Alex Riley di aspettare nei pressi dello stage. Ma è solo un attesa temporanea perché il resto del Team Raw e del roster intero fa, anche in questo caso, capolino nei pressi del ring. Si parte con il match e Big Show che abbranca Miz all'angolo colpendolo con una Chop. Ancora un colpo al petto nei pressi delle corde e poi Irish Whip. The Miz evita con un colpo a piedi uniti. Miz prova un'offensiva ma il gigante lo abbranca e prova la Chokeslam. L'ex U.S. Champion esce dal ring ed i wrestler dello show blu sembrano volerlo attaccare salvo poi ripensarci. Big Show raggiunge Mizanin fuori dal ring ma viene colpito da alcuni membri del roster di Raw. Show rientra nel ring ma arriva Teddy Long. Il GM di Smackdown dice che, visto che siamo a pochi giorni da Bragging Rights e tutti i componenti dei due roster sono presenti, il match si trasforma in un Smackdown vs Raw Battle Royal da disputare immediatamente. Questo dopoi l'ultima pausa pubblicitaria.

Torniamo live con la Battler Royal che inizia immediatamente. Ovviamente la confusione regna sovrana. Escono Chris Masters e JTG. Fuori anche Alex Riley. Big Show si libera di Ezekiel Jackson. Gran confusione ancora mentre Hornswoggle infastidisce Michael Cole al tavolo di commento addirittura spodestandolo dalla sua posizione. Nel frattempo credo abbiamo perso qualche elemento. Tyler Reks viene eliminato da Mark Henry. Sheamus prova ad eliminare Chavo Guerrero. Big Show, con l'aiuto di Cody Rhodes e Luke Gallows elimina Mark Henry. Stessa sorte per Chavo e per William Regal. Il roster di Raw sembra, ad occhio, in vantaggio di uomini anche se Primo esce dal match. Fuori anche Vladimir Kozlov ed anche Santino subisce la stessa sorte per mano di Drew McIntyre. Big Show colpisce con una Chop Sheamus che, poco prima, aveva eliminato Luke Gallows. Del Rio e Morrison combattono sulla seconda corda e nel ring apron. I due si eliminano a vicenda! Jack Swagger e CM Punk sono sicuramente fuori. L'All-American American se la prende con Edge che viene portato fuori ring e chiuso nella Ankle Lock. Il numero di partecipanti è ridotto adesso. Sheamus elimina Kofi Kingston. Ezekiel Jackson è scatenato ed elimina Rey Mysterio, ed i campioni di coppia McIntyre e Rhodes. Sono rimasti in scena Daniel Bryan, Sheamus, Ezekiel Jackson e Big Shjow. Il gigante elimina subito il campione degli Stati Uniti. I due di Raw colpiscono insieme Show con un Suplex. Continua il lavoro di squadra dei due. Il gigante elimina Jackson ma all'improvviso The Miz, che era uscito da solo dal ring in attesa del momento propizio, riappare sul ring e prova ad eliminare Big Show con l'aiuto dei Sheamus. I due non riescono anche perché rinviene Edge dall'esterno. Spear ai danni del Celtic Warrior! Il capitano del Team Smackdown elimina The Miz che è quello del Team Raw. Edge chiude i conti facendo uscire dal ring Sheamus. Il Team Smackdown vince questa Battle Royal lanciando un segnale forte al roster rivale in vista di Bragging Rights.

Nel backstage The Nexus osserva il tutto da un monitor. Wade Barrett dice che loro, compreso John Cena (che appare alle loro spalle), saranno testimoni di quando lui vincerà il titolo WWE questa domenica. Tutti devono avere un'unica reazione alla vittoria di The Nexus: alzargli il braccio al cielo in segno di vittoria. L'inglese invita Cena a compiere il gesto. Cena sembra volersene andare, ma poi ripensa al rischio licenziamento ed alza, con rammarico, il braccio del leader prima di andarsene. Su un primo piano di un Barrett ancora con il braccio alzato e sorridente per quanto succederà in ppv, si chiude questa puntata di Monday Night Raw.

Adriano Paduano
Appassionato di wrestling dagli inizi del 2000, negli ultimi anni ho vissuto a Londra dove ho coltivato la passione per il wrestling indipendente e la scena UK. Collaboro con Tuttowrestling da oltre dieci anni dove ho ricoperto il ruolo di Raw Reporter (occasionalmente anche ppv), redattore del WWE Planet ed attualmente scrivo il bi-settimanale Bet On Him con qualche comparsata nei vari podcast del sito.
14,815FansLike
2,615FollowersFollow

Ultime Notizie

Annunciato un segmento con Bray Wyatt per la Season Premiere di Raw

Ad una settimana dal suo passaggio ufficiale a Raw, Bray Wyatt ospiterà una nuova edizione della sua Firefly Fun House.

Calo di ascolti per la Season Premiere di SmackDown

La puntata di SmackDown successiva al draft non è riuscita ad evitare un calo negli ascolti, tornati leggermente sotto i due milioni di telespettatori.

Sedici match annunciati per il prossimo episodio di Dark

Anche la card del 57° episodio di Dark sarà molto ricca, con ben sedici match annunciati dalla AEW per lo show.

Stabilita la finale del G1 Climax 30

La finale della trentesima edizione del G1 Climax è ora nota: chi vincerà il torneo guadagnandosi il match titolato a Wrestle Kingdom 15?

Articoli Correlati