WWE Raw Report 11-10-2010

John Cena e The Nexus: è questa la storyline più interessante di questo periodo per Monday Night Raw. La scorsa settimana il bostoniano, complice anche un ultimatum del GM anonimo che ha minacciato di licenziarlo, ha consegnato la vittoria nella Battle Royal a Wade Barrett che ora è il nuovo Number One Contender al titolo WWE di Randy Orton per Bragging Rights. Cosa sarà costretto a fare oggi il leader della Cenation per compiacere il gruppo di ribelli? Inoltre, in vista del prossimo ppv, lo show del lunedì sera dovrà costituire un team per fronteggiare Smackdown ed il team capitanato da Big Show. Chi ne farà parte oltre al già annunciato The Miz. Scopriamo tutto in questa puntata che va in onda da Seattle, Washington ed in compagnia di Adriano Paduano.

Non c'è nemmeno il tempo per la sigla ed i pyros di rito: si parte con la theme song di John Cena. Il bostoniano sembra decisamente in forma e sorridente. Tutto un altro sguardo rispetto a quello con cui lo avevamo lasciato la scorsa settimana. Cena prende il microfono e dice di apprezzare il supporto che il pubblico gli sta dimostrando in questo momento. La scorsa settimana lui ha sentito i cori del WWE Universe rivolti verso di lui. I cori dicevano di non mollare “never give up”. Lui è qui per dire che non mollerà mai. Lui ha bisogno di tutto il sostegno possibile in questo momento in cui si sente praticamente solo. Prima di continuare si vuole prendere un secondo per spiegare la situazione: tutti sanno come ha perso ad Hell In A Cell ma lui aveva un accordo e, a malincuore, deve rispettarlo. Deve stare con The Nexus e seguire le direttive di Wade Barrett altrimenti sarà licenziato. Non solo da Raw ma dall'intera WWE. Lui sente i cori di approvazione e quelli contrari, ed ogni settimana lui viene sul ring e cerca di dare il meglio per il pubblico. Questa volta, però, non si tratta di soldi o di vincere qualche titolo. Qui si tratta della sua vita. Non saprebbe cosa fare senza la WWE. Si trova fra l'incudine ed il martello. Lui non è come Wade Barrett e non vuole fare cose che normalmente non farebbe… AWEEEEEEESOOOOME! The Miz fa il suo ingresso in scena con tanto di completo da sera grigio ed accompagnato dal fido Alex Riley. Mizanin scimmiotta Cena che si lamenta di aver perso il supporto del pubblico. Miz aggiunge che al contrario suo lui costruirà il Team Raw giudicando personalmente parte del roster di Raw nella sfida del prossimo ppv contro il team di Smackdown capitanato da The Big Show. Lui è qui per dargli la possibilità di contribuire alla causa dello show e far parte del Team Raw e vincere a Bragging Rights. Cena dice che questa è una buona idea ma a lui non piace che The Miz sia il capitano: sarebbe come se Betty White (vecchia attrice e conduttrice americana, ndr) fosse il top delle Playmates! Se The Nexus gli permette di farlo, lui non solo farà parte del Team Raw, ma ne sarà il capitano. Miz non approva ma risuona la musica di The Nexus. Wade Barrett fa il suo ingresso e dice che a lui non interessa nulla di Raw né di Smackdown. Tutto quello che gli interessa è The Nexus ed il titolo WWE. Quello che Cena dovrà fare a Bragging Rights è stare al suo angolo nel match contro Randy Orton. Il resto non conta e niente deve distrarlo da questo obiettivo. Cena dice che potrebbe fare entrambe le cose ma Barrett dice che Cena dovrà solo stare al suo angolo e se disobbedisce al suo ordine sa cosa potrebbe succedere. Interviene Alex Riley e dice che Cena dovrà essere all'angolo di Barrett perché lui sa che il suo mentore potrebbe intervenire ed incassare la sua valigetta contro di lui. The Miz, pur essendo contrariato dall'iniziativa del suo Rookie, dice che comunque ha ragione e lui potrebbe incassare la sua valigetta dopo il match di Bragging Rights. Arriva una mail del GM e Michael Cole col suo “… And I quote”: la mail dice che il GM vuole vincere la sfida contro Smackdown per Bragging Rights e per farlo vuole che il Team migliore possibile scenda in campo in quella occasione. Lui ha stipulato una serie di match che determineranno i componenti del gruppo. Alla fine ci sarà un solo, unico capitano e per fare questo, stasera, ci sarà una sfida tra The Miz e John Cena! The Miz promette di battere Cena stasera, di essere il capitano del Team Raw e poi, dopo il match per il titolo WWE, incasserà la sua valigetta e quello che potrà fare Barrett per evitare questo è assolutamente, positivamente niente! L'inglese attacca The Miz che però viene presto spalleggiato da Alex Riley ed i due hanno la meglio sul leader di The Nexus. Cena, dopo un attimo di tentennamento, interviene ad aiutare Barrett spedendo The Miz fuori dal ring e rifilando a Riley la sua Attitude Adjustment. Wade rientra nel ring ed inizia ad inveire su John colpevole di non essere accorso subito in suo aiuto. Cena accetta malvolentieri il rimprovero mentre noi andiamo per la prima volta in pubblicità.

Torniamo sul ring con Ted DiBiase e Maryse che sono già sul ring mentre un video ci ripropone quanto successo la scorsa settimana con Goldust che si impossessa della Million Dollar Belt dopo aver messo fuori gioco DiBiase e spaventato Maryse. Il match che sta per seguire determinerà il primo membro del Team Raw a Bragging Rights. Avversario di Ted sarà R-Truth che, come sempre, si fa accompagnare da una danzerina Eve Torres. Si parte con un colpo alla schiena di Ted ma c'è subito la reazione del rapper. Truth evita un Irish Whip e poi colpisce con un Dropkick l'avversario 1… 2… Nulla da fare. DiBiase parte con la controffensiva con una Clothesline ed un Knee Drop 1… 2… Tentativo di pinfall senza successo. Il figlio del Million Dollar Man è in controllo della situazione ma Truth prova a reagire con dei colpi al volto ma il primo lo sorprende con un Backbreaker 1… 2… Ancora niente da fare. Truth, dopo un attimo di smarrimento di riprende, prima evitando uno Splash all'angolo e poi connettendo con una Powerslam prima di eseguire un Facebuster 1… 2… Anche Truth non chiude. Quest'ultimo prova una manovra in corsa ma DiBiase lo colpisce con una Spinebuster! 1… 2… Truth evita la sconfitta. Risuona la musica di Goldust che si fa vedere sullo stage con la Rookie di NXT Aksana e la sua cintura. DiBiase si distrae ed R-Truth prova un roll-up 1… 2… DiBiase esce in tempo dal conteggio. Ma per lui è solo una ripresa temporanea perché Truth connette con il Lie Detector 1… 2… 3! Vittoria per R-Truth che sarà il primo membro del Team Raw per Bragging Rights. Il tutto mentre Goldust guarda compiaciuto con Aksana la sconfitta dell'ex proprietario della Million Dollar Belt.

STILL TO COME: John Cena vs The Miz per determinare chi sarà il capitano del Team Raw in vista di Bragging Rights. Pubblicità.

Torniamo con una panoramica dell'esterno dell'arena e del mercato generale di Seattle. Ma siamo giunti al momento di un nuovo match si selezione per il Team Raw a Bragging Right. Ad affrontarsi saranno John Morrison e Tyson Kidd. Si preannuncia un match molto spettacolare. Si parte con un Clinch vinto da Morrison che porta al tappeto l'avversario con una presa al corpo. Kidd sfugge fuori ring e Morrison prova una manovra aerea ma Kidd é pronto e lo colpisce con un calcio in rovesciata. Si rientra un scena con il canadese che chiude l'avversario in una Headlock molto incisiva. John, con fatica, si libera. Morrison colpisce l'avversario con un Dropkick. All'angolo Tyson evita uno Splash ma l'ex ECW Champion comunque riesce a colpire con una serie di pugni. Corcscrew Dropkick da parte dello Shaman Of Sexy 1… 2… Niente da fare. Il match è molto veloce. Morrison prova una manovra in modalità Springboard ma il membro della Hart Dynasty sale sulla seconda corda e connette con un Russian Legsweep. Kidd imposta la Sharpshooter ma John riesce ad evitare e mandare l'avversario fuori dal ring. I due tentano di chiudere con una serie velocissima di roll-up ma senza successo. All'improvviso Morrison evita una Clothesline e connette con una C-4! 1… 2… 3! Incredibile manovra di John Morrison che festeggia l'ingresso nel Team Raw di Bragging Rights dopo un match molto piacevole.

Siamo nello spogliatoio di The Nexus con David Otunga, Heath Slater e Justin Gabriel che parlano con Husky Harris e Michael McGillicutty ed Otunga che chiede ai due cosa Barrett gli abbia promesso in cambio dei loro servigi. Harris risponde che non gli diranno se fanno parte o meno di The Nexus. Interviene Wade Barrett che manda fuori dal camerino i due Rookies della seconda stagione di NXT. Wade chiede ad Otunga cosa volesse dire a Cena quando gli diceva che può parlare con lui quando vuole. L'unica cosa che loro devono fare è essere pronti ad aiutarlo a Bragging Rights. Otunga dice che lui potrebbe benissimo battere Randy Orton ma Justin Gabriel ha anch'egli possibilità e la sua manovra finale è molto pericolosa. Barrett approva la scelta e sceglie Juastin Gabriel come avversario di Randy Orton mentre Otunga e Slater saranno impegnati all'angolo del ragazzo sudafricano. Il leader di allontana mentre i tre si caricano a vicenda in vista del match. Noi, per il momento, andiamo ancora in pubblicità.

Torniamo live con un match per determinare un nuovo membro del Team Raw per il prossimo ppv. Ad affrontarsi saranno Santino Marella (accompagnato da Vladimir Kozlov) e Zack Ryder. L'italiano come al solito cerca di distrarre l'avversario poi si parte con un Armdrag del nostro connazionale. Ryder di riprende ben presto e connette con un Irish Whip ed un Knee Drop. Serie di manovre irregolari vicino alle corde ed all'angolo. Ryder colpisce Santino seduto all'angolo con un Running Kick 1… 2… Niente da fare. Ci riprova dopo una serie di colpi il ragazzo Woo Woo Woo ma senza successo. Santino evita il Leg Lariat di Ryder ed è decisamente on-fire! L'italiano prepara il suo The Cobra e poi connette con l'Headbutt! 1… 2… 3! Vittoria a sorpresa per Santino Marella che entra nel Team Raw. Fa il suo ingresso in scena Tamina che con fare tra il minaccioso ed il voglioso salta addosso al nostro connazionale con una Lou Thesz Press. Santino pare parecchio turbato ma Tamina poi lo aiuta a rialzarsi e lo abbraccia vigorosamente prima di lasciare il ring. Santino non crede ai suoi occhi per la vittoria e la reazione della ragazza samoana.

Randy Orton si avvicina al ring. Il suo match contro Justin Gabriel è il prossimo in programma dopo la pausa pubblicitaria.

DID YOU KNOW? Più di 60000 teenager stanno per partecipare alla Wrestlemania Reading Challenge.

L'ingresso di Justin Gabriel (accompagnato da David Otunga ed Heath Slater) ci riaccoglie dopo il break. Fa il suo ingresso anche Randy Orton ed il match può avere inizio. Grande reazione come sempre del pubblico per The Viper. Parte il match con l'ex Rookie che cerca di intimidire l'avversario con i suoi calci. Orton è tutt'altro che intimidito e colpisce l'avversario con una Clothesline facendolo finire fuori dal ring. Otunga, all'esterno del quadrato, prova a colpire Orton che però evita. Ma tanto basta all'arbitro per cacciare sia lui che Slater dal match con Randy Orton che sorride soddisfatto per l'accaduto. Pubblicità.

Torniamo al match con un Dropkick di Orton su Gabriel 1… 2… Niente da fare. Orton con le sue Stomp aiutandosi con le corde e l'arbitro deve interrompere l'azione. Randy connette con una Rocket Launcher tra le corde 1… 2… Ancora niente. Gabriel è all'angolo e tenta la reazione ma poi fallisce uno Splash all'angolo opposto. Irish Whip di The Viper ma l'avversario evita una serie di manovre e connette con uno Spinning Kick. A questa segue una Senton dalla terza corda molto ben eseguita 1… 2… Nulla da fare anche per lui. Justin prova ad agire all'angolo con una serie di calci e colpi irregolari. Randy si riprende e colpisce con un Uppercut. Jawbreaker da parte di Gabriel che poi connette anche con un Dropkick 1… 2… Randy esce dal pinfall. Headlock del ragazzo sudafricano con The Viper che, a fatica, prova ad uscire dalla presa. Randy si lancia sulle corde ma Justin lo sorprende con un Running Knee 1… 2… Ancora niente. Nuova Headlock da parte del membro di The Nexus. Il WWE Champion rinviene e si libera della presa con un Back Suplex. I due si rialzano a fatica. Gabriel connette con dei calci ma Orton lo sorprende con il suo Backbreaker 1… 2… Niente da fare. Lancio sulle corde per Orton ma Gabriel evita salvo poi subire due Clothesline e la Powerslam. Randy sembra carico e pronto per la sua manovra finale me Gabriel non ci sta e costringe Orton ad una sorta di Spinebuster per mandarlo al tappeto 1… 2… Justin evita e riesce a stendere The Viper con dei calci e prova la 450 Splash! Connessa, ma il colpo non è stato perfetto perché il campione riesce in qualche modo a girarsi di fianco recando un danno anche al suo avversario. I due si rialzano e Randy Orton, dal nulla, connette con la RKO! 1… 2… 3! Vittoria per il WWE Champion che lancia un messaggio chiaro a Wade Barrett in vista di Bragging Rights. Mentre ci viene ricordato ancora una volta il main event, ed Orton festeggia sul ring, Sheamus si avvicina al ring. Il suo match è il prossimo in programma, subito dopo la pubblicità.

Dopo il break è il momento del promo del nuovo film (esclusivamente in DVD) con protagonista Big Show “Knucklehead”, con il gigante che si cimenta in un ruolo decisamente comico.

Torniamo nell'arena con un nuovo match per determinare un nuovo componente del Team Raw per Bragging Right. Sulle note di Wagner entra in scena lo U.S. Champion Daniel Bryan (accolto molto bene visto che è di casa da queste parti) ed il suo avversario sarà Sheamus, come visto prima dello spot pubblicitario. Un video ci ripropone come, la scorsa settimana, il Celtic Warrior abbia letteralmente distrutto Bryan nel match che li vedeva opposti. Si parte con Bryan che non si lascia intimidire e parte con un High Knee ed una serie di colpi all'angolo. Sheamus reagisce e poi prova la LeBell Lock con Sheamus che si rifugia alle corde. L'ex WWE Champion viene colpito da una Baseball Slide che lo manda fuori ring. Tentativo di manovra aerea di Daniel ma Sheamus abbranca l'avversario al volo. Bryan sguscia via e fa impattare l'avversario al paletto di sostegno del ring. Si rientra sul quadrato 1… 2… Nulla da fare per The American Dragon. Il campione degli Stati Uniti prova a continuare la sua azione ma Sheamus connette con la Irish Curse ed una serie di colpi all'angolo. Sheamus insiste al tappeto con una serie di colpi al volto ed all'addome. Headlock dell'irlandese con Bryan che si libera e colpisce con dei calci l'avversario. Il campione degli Stati Uniti riesce ad evitare una Clothesline e connette con un Dropkick prima ed una serie di calci all'addome poi, concludendo l'azione con uno Spinning Kick al volto. Sheamus è all'angolo ed evita una manovra in corsa. Daniel è però sulla terza corda e connette con un Missile Dropkick 1… 2… Niente da fare. Sheamus reagisce colpendo l'avversario con un colpo a pugni chiusi. Serie di colpi al volto per l'ex WWE Champion, mentre è vicino alle corde. Sheamus sembra voler colpire con il suo Pale Justice ma l'ex NXT sguscia via e tenta il roll-up 1… 2… L'irlandese esce appena in tempo dal conteggio. Bryan è spaesato ed il Celtic Warrior lo colpisce con il Brough Kick 1… 2… 3! Vittoria ed ingresso nel Team Raw per Sheamus ma Daniel Bryan ha venduto cara la pelle questa volta.

John Cena è nel backstage e viene raggiunto da R-Truth. Questi si siede vicino al suo amico dicendo che lui ha una reputazione da mantenere e che è un bravo ragazzo. Loro si conoscono da molto e non riesce a credere che si sia unito a The Nexus ed anche il backstage lo vede di cattivo occhio per questo. L'ex U.S. Champion chiede a Cena cosa pensa di fare se Barrett gli chiedesse di mettere fuori gioco tutti quanti nel locker room. Truth sa che Cena deve rispettare tutto quello che dice Barrett per non essere licenziato e che questo significherebbe perdere ciò che ama. Ma c'è un altro modo per chiamarsi fuori prima di commettere un errore. Tutti sanno quello che deve fare: “Just quit!”. Il rapper si allontana mentre Cena cade ancora più nello sconforto.

Jerry “The King” Lawler e Michael Cole commentano la situazione di John Cena e The Nexus. Successivamente ci viene presentato “Notbroken” dei Goo Goo Dolls, la colonna sonora del video che raggruppa le immagini del rapporto della WWE con l'esercito americano nelle varie esibizioni che questa fa per i militari sul fronte di guerra nel corso degli anni.

Dopo il video è arrivato il momento di un nuovo match in vista di Bragging Rights. Si giocano un posto in squadra Evan Bourne e, appena ingaggiato da Raw, CM Punk! CM PUNK PASSA A RAW! È lui la contropartita per il passaggio di Edge e Samckdown! Si parte con Punk che viene colpito da una serie di calci ed un High Knee da parte di Bourne. Il ragazzo di Chicago finisce fuori ring. Bourne prova a connettere con un Headscissors ma Punk evita e fa sbattere l'avversario contro le transenne. Si rientra sul ring 1… 2… Niente da fare per l'ex World Champion. Quest'ultimo continua la sua azione con una Headlock. Bourne si libera ed evita anche un Suplex. Punk prova il Running Knee all'angolo ma Bourne evita ancora e parte con la sua serie di calci ed uno Spinning Kick. Punk è al tappeto ed Evan tenta la Air Bourne. CM rinviene e fa cadere l'avversario dalla corda. Per lui è un gioco da ragazzi prendere in spalla Bourne e connettere con la GTS! 1… 2… 3! Vittoria per CM Punk. Lo Straight Edge però non ne ha abbastanza e porta l'avversario fuori dal ring facendolo scaraventare prima due volte contro le transenne e poi facendolo impattare contro il paletto di sostegno al ring. Punk prosegue l'assalto rispolverando l'Anaconda Vise fuori dal ring. Ci vogliono più arbitri per far fermare la presa dell'ex World Heavyweight Champion. Punk si allontana soddisfatto e, alla sua prima apparizione, ha già fatto capire le sue intenzioni. Anche lui sarà del Team Raw per Bragging Rights. Pubblicità.

Torniamo live con il video che ci ripropone quanto successo qualche istante fa con l'assalto violentissimo del nuovo acquisto di Raw CM Punk ai danni di Evan Bourne che, durante il break, è uscito parecchio dolorante dal ring. Nel quadrato c'è Natalya che dice alle Divas che si fanno chiamare Flawless che Layla vale tanto quanto le scarpe che indossa, cioè molto poco. La cosa che le hanno insegnato, specialmente suo zio Bret, è a fare sempre tutto da sola. A Bragging Rights l'unica cosa che riusciranno a fare saranno dei capricci visto che alla fine sarà lei a vincere il Divas Championship. Arrivano le Laycool e dicono che quello che ha detto per il pubblico possono essere belle parole ma per loro è solo un bla, bla bla… Natalya ha molto più coraggio delle altre Divas. Ogni settimana, nonostante lo show vada in onda in HD lei si presenta sul ring mostrando tutte le sue imperfezioni. Layla aggiunge che Natalya ha ereditato dal padre tutti i geni legati al viso, persino la barba che è costretta a farsi ogni giorno perché altrimenti sarebbe esattamente come lui (c'è anche una foto che ci dà una dimostrazione). La ragazza della famiglia Hart risponde ironicamente facendo i complimenti alle Laycool per il fiasco fatto la scorsa settimana quando si sono presentate con le cuffie in scena dimostrando di essere le Divas più irritanti della federazione. Dopo stasera saranno felici di sapere che il loro quoziente intellettivo è più basso della misura della loro vita. Le Laycool non comprendono lo sfottò in prima battuta ma poi rispondono dicendo che loro sono le Divas migliori della storia della WWE e sono le migliori che c'erano, ci sono e ci saranno mai. La McCool aggiunge che tutte le altre Divas le adorano e le rispettano e, tra due settimane, anche lei le amerà e questo è parlare sul serio. Parte la musica delle Co-Divas Champion che si ritirano nel backstage ma all'altezza del Titantron ci sono il resto delle Divas di Raw che vanno poi ad attaccare le Laycool con Layla che subisce la sorte peggiore e finisce sul ring dove Natalya la colpisce con un colpo al volto e prova la Sharpshooter. Michelle riesce a liberare l'amica e, vedendo l'arrivo di Gail Kim ed Eve Torres, le due fuggono tra il pubblico. La sfida è lanciata. Natalya, fra a Bragging Rights, proverà a strappare la cintura femminile dalle grinfie del team Flawless. Noi, per il momento, andiamo ancora in pubblicità mentre The Miz (con Alex Riley) si avvicina al ring per il suo match. Il main event è next!

Torniamo live con l'annuncio del match tra Randy Orton e Wade Barrett per il titolo WWE con John Cena all'angolo del leader di The Nexus. Ma ora: IT'S TIME FOR THE MAIN EVENT! Justin Roberts ci ricorda la stipulazione speciale del match: il vincitore non solo sarà l'ultimo membro del team Raw ma anche il capitano della squadra in vista di Bragging Rights. Il ring announcer dice anche che questo match sarà senza squalifiche. Entrano The Miz, con Alex Riley, seguito da John Cena. Si parte con i due che si studiano e poi un Clinch che vede prevalere The Miz che porta al tappeto l'avversario. Cena si libera e The Miz lo lancia sulle corde ma John poi ad evita un colpo al volto, connettendo con un Armdrag. Mizanin esce dal ring ma Cena lo insegue. Mr. Money In The Bank rientra sul quadrato mentre Cena viene fermato da Alex Riley che, fuori dal ring, lo colpisce con una Clothesline. The Miz osserva soddisfatto e noi ci prendiamo l'ultima pausa pubblicitaria della serata.

Si torna al match con un Irish Whip di The Miz che viene ribaltato da cena che connette anche con un Bulldog 1… 2… Niente da fare. L'ex ECW evita all'angolo una manovra dell'avversario e poi parte con una serie di colpi al volto al tappeto. Mizanin lancia fuori dal ring Cena che viene presto raggiunto da Alex Riley che continua a colpire John con un pungo. The Miz continua l'azione fuori ring facendo impattare il volto del bostoniano sul tavolo dei commentatori e andando poi a provare la Skull Crushing Finale sempre sul tavolo. Cena evita e prova a sua volta la Attitude Adjustment. The Miz sguscia via e spedisce John contro le transenne nei pressi. Cena evita un colpo contro i gradoni d'acciaio e colpisce Mizanin con la stessa manovra. Interviene Riley che però viene messo fuori gioco dall'ex WWE Champion. Questi prova una manovra in corsa su The Miz che però ha scoperto una transenna e Cena impatta violentemente con l'acciaio. Si rientra nel ring 1… 2… Niente da fare. The Miz fallisce il Discus Punch e John parte con le sue manovre migliori. Serie di Shoulder Block, Proto Bomb e 5-Knuckle Shuffle. Tentativo di Attitude Adjustment ma The Miz esce dalla presa e connette con un Big Boot. Cena tenta la STF dal nulla ma The Miz lo abbranca alle spalle e connette con la Reality Check. Alex Riley cede la valigetta al suo Pro ai tempi di NXT e quest'ultimo prova a colpire Cena che però evita e chiude l'avversario nella STF. The Miz tenta di raggiungere le corde. Riley interviene a salvare il suo mentore ma Cena lo stordisce con la STF! Cena riparte con un assalto all'avversario ma viene attaccato da Michael McGillicutty ed Husky Harris! Nuova interferenza dei due Rookies della seconda stagione di NXT! McGillicutty va per il suo Swinging Neckbreaker ed Harris chiude il conto con la Running Senton. The Miz ne approfitta mentre i due escono dal ring 1… 2… 3! Vittoria per The Miz che sarà il capitano del Team Raw a Bragging Rights! Cena è arrabbiato ed attacca i due ex Rookies. Interviene Wade Barrett e Cena per poco non lo colpisce. I due finiscono muso a muso. Arriva una mail del GM anonimo: la mail dice che visto che i due Rookies della seconda stagione di NXT sono intervenuti per la seconda volta, ora potranno farlo in maniera ufficiale. La settimana prossima Husky Harris e Michael McGillicutty affronteranno in un match di coppia John Cena ed il WWE Champion Randy Orton! Wade Barrett prende il microfono e dice che tutto questo è molto interessante e che lui vuole aggiungere un po' di pepe alla situazione. La prossima settimana, se Harris e McGillicutty vinceranno entreranno ufficialmente a far parte di The Nexus. Quindi a Cena converrà fare la cosa giusta in quella occasione. Barrett va poi a provocare il bostoniano dicendogli di colpirlo se pensa che questo possa far felice il WWE Universe. Ma ciò non riguarda il GM ovviamente. L'inglese continua ad insultare Cena chiamandolo codardo. Lui può imbarazzare Cena come e quando vuole adesso, proprio come ha fatto ad Hell In A Cell. Potrebbe anche mettersi di spalle con la consapevolezza che questi non gli faccia nulla e deludendo ancora una volta il pubblico ed i suoi fan. Per Wade, Cena è patetico. Il bostoniano urla e fronteggia a muso duro il suo “leader” ma Barrett gli dice che in questo caso non può evocare i poteri di SuperCena perché lui ha la kryptonite giusta, una kryptonite chiamata The Nexus. Barrett conclude che Cena ha nuovamente deluso il pubblico e che per loro è un'assoluta e completa disgrazia. L'ex WWE Champion lascia il ring ma l'inglese lo ferma e gli fa il verso con il suo “You can't see me!”. Il leader di The Nexus se la ride mentre Cena abbandona, ancora una volta, mestamente la scena chiudendo lo show.

Adriano Paduano
Appassionato di wrestling dagli inizi del 2000, negli ultimi anni ho vissuto a Londra dove ho coltivato la passione per il wrestling indipendente e la scena UK. Collaboro con Tuttowrestling da oltre dieci anni dove ho ricoperto il ruolo di Raw Reporter (occasionalmente anche ppv), redattore del WWE Planet ed attualmente scrivo il bi-settimanale Bet On Him con qualche comparsata nei vari podcast del sito.
14,815FansLike
2,611FollowersFollow

Ultime Notizie

Daga ha lasciato Impact Wrestling

Dopo sua moglie Tessa Blanchard, anche Daga ha deciso di lasciare Impact Wrestling, ottenendo il rilascio dalla compagnia.

La WWE potrebbe essere sotto investigazione per problemi relativi al COVID-19

Come parte di un'indagine più ampia sugli hotspot COVID-19, tre location utilizzate negli ultimi mesi dalla WWE sono attualmente sotto la lente d'ingrandimento.

Nuovo match annunciato dalla WWE per NXT

Terzo match annunciato dalla WWE per l'odierna puntata di NXT, che vedrà in azione i Legado del Fantasma in un six-man tag team match.

Sheamus: “Big E dovrebbe essere campione del mondo”

L'atleta irlandese ha elogiato in un'intervista Big E, atleta con il quale ha avuto la sua ultima faida a SmackDown prima di passare a Raw.

Articoli Correlati