WWE Raw Report 10-01-2011

Lettrici e lettori di Tuttowrestling.com, benvenuti ad un nuova puntata di Monday Night Raw. La scorsa settimana lo show rosso si è rivelato ricco di emozioni e spettacolo sul ring. The Miz ha difeso ancora una volta il WWE Title in un Fall Count Anywhere Match contro John Morrison. Ora, l'Awesome One dovrà di nuovo fare i conti con colui a cui ha strappato la cintura: Randy Orton non vede l'ora di riprendersi il mal tolto in quel della Royal Rumble. Quali li sviluppi di questa intensa rivalità titolata? Inoltre, CM Punk ha legittimato il suo status di nuovo leader di The Nexus impedendo a Wade Barrett (passato a Smackdown) di ottenere il ruolo di primo sfidante al titolo WWE ed estromettendolo dalla stable. Quale la prossima mossa di Punk? John Cena sarà presente a Raw o l'infortunio lo costringerà ancora a marcare visita dallo show del lunedì sera? Come potete vedere sono tanti gli interrogativi in apertura di puntata. Scopriamo tutti gli sviluppi in questa nuovo episodio dello show rosso che va in onda da Nashville, Tennessee. Alla tastiera, come sempre, c'è Adriano Paduano.

La sigla di Raw apre la puntata. Non c'è tempo per i pyros perché la musica di Santino Marella ci indica che è subito il momento per un match come ci dicono anche Michael Cole ed il rientrante Jerry “The King” Lawler. Il nostro connazionale e Vladimir Kozlov, accompagnati da Tamina, difenderanno i loro titoli. Ma attenzione! The Nexus al completo fa il suo ingresso sul ring attaccando i campioni di coppia. Arriva anche CM Punk. Marella e Kozlov vengono spediti fuori dal ring. Punk, che come il resto del gruppo indossa una nuova t-shirt (nera con il disegno giallo della sua fasciatura al braccio con, al pugno, un fulmine) prende il microfono e dice che gli dispiace ma il match per i titoli di coppia deve essere rinviato. The Nexus è la forza più dominante mai vista in WWE ed ora che c'è lui alla sua guida è diventata ancora più forte. Tutti i membri del gruppo hanno le qualità per brillare più di ogni altra Superstar del business. Lui ha tutte le carte in tavola e può dargli tutti i suggerimenti adatti per avere successo. Al contrario del loro precedente leader. Basti pensare che, due settimane fa, con le sue sole mani ha messo fuori gioco John Cena. L'eroe della gente John Cena, comunque, sarà qui stasera e potrà ancora una volta fare un discorso d'addio perché la sua era è finita. Perché tutte le menate di Cena su “Hustle, Loyality & Respect” sono finite. Ora è arrivato il suo momento. Il colpo di grazia verrà dato stasera quando, in un disinteressato atto da leader, inizierà sé stesso come nuovo leader sacrificandosi letteralmente. Ma non sarà il solo. Stasera ognuno degli elementi del gruppo dovrà provare a lui, al gruppo ed alla gente di meritare di essere parte di questo nuovo Nexus. Se vinceranno le loro prove allora potranno essere parte del gruppo nell'apice del suo potere. Loro avranno la meglio sull'intera WWE. David Otunga dice che loro sono onorati di poter essere “iniziati” in questa nuova versione di The Nexus. Punk apprezza e poi si rivolge a Michael McGillicutty. Tutti sanno quello che è in grado di fare The Nexus come gruppo visto che hanno fatto fuori Hall Of Famers ed anche il WWE Chairman oltre John Cena ovviamente (rispondendo al pubblico che inneggiava al nome del bostoniano). Michael dovrà ricevere uno dei proverbiali attacchi di gruppo da parte di The Nexus. CM Punk si rivolge ad Husky Harris e lo invita a colpire il suo amico della seconda stagione di NXT. Harris tentenna e David Otunga colpisce McGillicutty con la sua Uranage. Attimo di perplessità e poi anche Heath Slater fa lo stesso con la sua Sweetness. Husky sembra convinto e mette a segno la sua Running Back Senton. L'iniziazione di chiude con Justin Gabriel e la sua 450 Splash. CM Punk si inginocchia al centro del ring ed il resto del gruppo gli porge sulle spalle il figlio di Mr.Perfect che subisce anche la GTS del leader di The Nexus. Punk si allontana dal ring seguito dal resto del gruppo che, però, prima di andare nel backstage recuperano McGillicutty e lo trasportano in spalla come si fa con le bare ai funerali. Il nuovo corso di The Nexus si prospetta molto duro per il suoi componenti! Prima pausa pubblicitaria.

Torniamo con la grafica del sito ufficiale della federazione che propone, come sempre, un mini sito dedicato alla Royal Rumble. Nel frattempo, nell'arena, fa il suo ingresso (canterino come sempre) R-Truth. Suo avversario, in un rematch della scorsa settimana, sarà Alberto Del Rio presentato come sempre da Ricardo Rodriguez e che fa capolino sul ring a bordo di una bella Rolls Royce d'epoca. Charles Robinson arbitrerà questo incontro. Si parte con Truth che colpisce al volto ed all'addome Del Rio. Splash del rapper ai danni di Del Rio all'angolo e poi serie di colpi dalla seconda corda. Del Rio ribatte con un Atomic Drop per un primo pinfall che non ha successo. Lancio sulle corde del messicano ma Truth ribatte con un Headscissors. Truth spedisce sé stesso e l'avversario fuori dal ring con una Clothesline. La battaglia si sposta fuori dal quadrato. Ricardo Rodriguez distrae Truth ripetendo più volte “What's up?”. Il rapper colpisce l'annunciatore personale del messicano che, nel frattempo, è rientrato sul ring. L'arbitro conta il dieci ed il match finisce per count-out. Vince Alberto Del Rio che prende il microfono e dice che il suo destino è di vincere la Royal Rumble ed andare a Wrestlemania. Stasera siamo a Nashville, Tennessee quella che molti chiamano la “Citta della musica”. La gente non sa niente circa la musica o la cultura. La gente conosce solo i Justin Biebers, gli American Idols, l'hip hop oppure l'orribile musica country. In Messico la gente capisce di musica e di cultura. Il pubblico urla contro il messicano. Del Rio chiede di poter eseguire un po' di musica della sua terra, la musica dei mariachi. Alberto sembra voler cantare ma poi lascia l'incombenza a Ricardo Rodriguez che si cimenta in una versione (decisamente mal riuscita) de “La Cucaracha”, con anche un imbarazzante balletto. Del Rio applaude divertito mentre la grafica ci ricorda che John Cena sarà presente a Raw stasera e che più tardi vedremo un nuovo scontro tra John Morrison e King Sheamus. Il tutto dopo una nuovo stacco pubblicitario.

Torniamo live con il Raw Rewind: due settimane fa, The Miz attacca brutalmente Jerry “The King” Lawler dopo che questo lo aveva umiliato in un match poco prima. L'Hall Of Famer commenta amareggiato l'episodio e Michael Cole aggiunge che anche Randy Orton è ancora amareggiato per aver perso il titolo. I due discutono quando arriva una mail dal GM anonimo di Raw. Michael Cole va sul podio e legge: recentemente Michael Cole è stato molto criticato per il suoi atteggiamento, tuttavia lui supporta il commentatore in qualche modo. Anche se certe volte è presuntuoso, pomposo, arrogante, egocentrico ed un pretenzioso idiota. Cole dice che in realtà il GM sta scherzando. La realtà è che Cole sta facendo un lavoro fenomenale e che è la personificazione della mascolinità. Lui spera che molta altra gente abbia gli attributi per andare contro il parere popolare. Michael è un giornalista di grande successo e vincitore di due Slammys. Inoltre è anche è un bell'uomo. È un grande onore essere chiamato “lo scopritore” di Cole. Jerry Lawler interrompe la manfrina e dice di aver ricevuto un messaggio dall'intero WWE Universe: per favore, chiudi il becco. Nessuno pensa o anche solo si avvicina a pensare che Cole sia un bell'uomo. Quello che la gente pensa e che il commentatore sia un codardo. Michael ricorda a Lawler che potrebbe essere licenziato e questi chiude lo schermo del portatile. Ma arriva un'altra mail: il GM dice che Cole non è un codardo così come non lo è lo stesso Lawler. Sebbene non si sia ripreso del tutto dopo l'attacco di The Miz, sa bene che Lawler vuole la sua vendetta. Stasera il WWE Champion The Miz ed Alex Riley affronteranno la coppia composta da Jerry “The King” Lawler e Randy Orton.

CM Punk è nel backstage con il resto di The Nexus (eccetto Michael McGillicutty). Il leader di The Nexus conferma che Mike ha passato la prova a pieni voti. Ora è il momento di Husky Harris. Il ragazzo dovrà subire tre frustate con una cinghia di pelle da ognuno dei membri di The Nexus ancora disponibili. Harris è pronto ad effettuare la prova ma Punk gli dice di togliersi la maglietta prima di cominciare. Otunga parte con le frustate. È il turno di Justin Gabriel ma Husky ha una resistenza impressionante e si rialza. Slater non sembra molto convinto ma anche lui colpisce il suo collega con colpi ogni volta sempre più forti. CM invita Gabriel e Slater a rialzare Harris ed è lui stesso ad infliggere una serie di frustate al figlio di Mike Rotunda. Che lezione da parte di CM Punk! Quali nuove prove attendono gli altri membri di The Nexus?

Torniamo live con la musica di Daniel Bryan che risuona nell'arena. Lo U.S. Champion farà coppia con Mark Henry contro Ted DiBiase e Tyson Kidd. Parte forte il campione con un Front Dropkick ed una serie di calci all'addome all'angolo. Ted fa cadere Daniel fuori dal ring dove viene colpito da Tyson Kidd, non visto dall'arbitro Mike Chioda. Si rientra sul ring. Cambio tra i due heel. Serie di calci all'angolo amico per il canadese e nuovo cambio per DiBiase che colpisce con un calcio il suo rivale. Headlock del figlio del Million Dollar Man con Maryse che approva dall'esterno del quadrato. Bryan si libera della presa e poi, facendosi leva sulle corde, colpisce con una Clothesline l'avversario. Entrano Henry e Kidd con il primo che fa valere la sua prestanza fisica rispetto all'ex Hart Dynasty. Va a vuoto uno Splash del World's Strongest Man che poi subisce un Double Dropkick dai due avversari. Kidd e Ted provano una nuova manovra combinata ma Mark seppellisce con una Clothesline DiBiase. Kidd è in balia di Mark Henry che lo abbranca e connette con la World's Strongest Slam 1… 2… 3! Vittoria per il team di Mark Henry e Daniel Bryan che festeggia con le Bella Twins.

Big Show saluta un paio di addetti ai lavori nel backstage. Il gigante sarà sul ring subito dopo una nuova pausa pubblicitaria.

Un video ci riporta all'ultima puntata di WWE NXT con la prima eliminazione della quarta stagione: a tornare a casa è stato Jacob Novak che viene umiliato dal suo ex Pro Dolph Ziggler. Lo show dei Rookies tornerà domani in vista della nuova eliminazione. Nel frattempo, entra in scena Big Show, direttamente da Smackdown. Il gigante saluta un gruppo di militari a bordoring e poi prende il microfono. Show ringrazia il pubblico e dice che è bello tornare a Raw e deve parlare di due cose. Il primo punto è: Wade Barrett. Ha trovato divertente quando, la scorsa settimana, CM Punk lo ha colpito estromettendolo da The Nexus. E troverà divertente colpirlo anche nella prossima puntata di Smackdown. Il secondo punto riguarda la Royal Rumble: lui si sbarazzerà degli altri ventinove avversari e volerà nel main event di Wrestlemania. Risuona la musica di The Nexus. CM Punk entra in scena accompagnato da David Otunga, Justin Gabriel ed Heath Slater. Il wrestler di Chicago rivolge lo sguardo su Otunga quasi invitandolo ad entrare nel ring. A-List non è molto convinto ma alla fine entra nel quadrato e schiaffeggia Big Show. Il gigante non la prende bene ed inizia a colpire il membro di The Nexus facendolo poi volare all'esterno del ring. Impatto contro il tavolo dei commentatori per lui che poi subisce una Chop e un colpo contro i gradoni d'acciaio. Otunga è completamente in balia del gigante che lo riporta sul ring. Chokeslam da parte del wrestler di Smackdown che completa l'opera con il suo pugno. Sguardo perplesso di Big Show verso CM Punk e soci che, a loro volta, alzano i braccio destro come al debutto dello Straight Edge come leader di The Nexus. Anche per David Otunga la prova di iniziazione non è stata per nulla piacevole.

UP NEXT: Ultimo atto della rivalità tra John Morrison e Sheamus che si affronteranno in un one on one match.

Torniamo dal break con l'ingresso dello Shaman Of Sexy, John Morrison. Il suo match contro Sheamus, come detto, è il prossimo in programma. Prima di assistere all'incontro un bel video ci mostra quanto successo nel Falls Count Anywhere Match della scorsa settimana dove Morrison non è riuscito a strappare il WWE Title dalle grinfie di The Miz nonostante una prova eccezionale. Entra in scena l'ultimo King Of The Ring e finalmente si può partire con il match. Arbitra Jack Doan. Si parte con un Clinch vinto da Sheamus che porta al tappeto l'avversario. I due finiscono poi all'angolo ma Morrison reagisce salvo poi subire una ginocchiata in corsa dall'irlandese. Gutbuster da parte di Sheamus che poi prova, senza successo, il pinfall. Ancora il Celtic Warrior in controllo del match con una manovra irregolare nei pressi delle corde. Tenta la reazione ancora Morrison ma Sheamus lo stende con una gomitata 1… 2… Niente da fare. Abdominal Stretch applicato molto bene dall'ex WWE Champion. Dropkick dell'ex primo sfidante al titolo WWE che rinviene bene. Tentativo di Backslide fallito ma poi serie di manovre in corsa per lo Shaman Of Sexy con un Dropkick finale. La contesa si sposta all'angolo dove Sheamus, però reagisce ancora e colpisce l'avversario con una Clothesline. John improvvisa un Pelè Kick nei pressi dell'angolo. Morrison tenta la Starship Pain ma il King Of The Ring rinviene e spedisce l'avversario fuori dal ring. Con lo sguardo concentrato dell'irlandese noi andiamo ancora in pubblicità.

Rientriamo in diretta con il match che continua. Hammerlock da parte di Sheamus. Morrison si libera a fatica ma poi colpisce al volto l'avversario. Il Celtic Warrior connette con una Powerslam 1… 2… Ancora niente. Morrison si trascina alle corde ma Sheamus lo recupera e va fuori ring per colpirlo con una serie di gomitate al volto ed al petto. Si rientra sul quadrato e l'irlandese fallisce ancora una volta il pinfall. Sempre il King Of The Ring in controllo del match che evita una serie di calci dell'avversario e poi applica una Chinlock. John si riprende e colpisce con una serie di ginocchiate l'ex WWE Champion. La contesa si sposta all'angolo con Morrison scatenato con una serie di colpi. Irish Whip ribaltato da parte dell'irlandese che poi fallisce lo Splash. Manovra in corsa di King Sheamus con Morrison che abbassa le corde e lo spedisce fuori dal ring. Manovra aerea tentata dell'ex ECW Champion ma Sheamus risponde con una ginocchiata in volto. Breve frangente fuori ring per il match con l'impatto sui gradoni d'acciaio per lo Shaman Of Sexy. Si rientra sul ring. L'ex WWE Champion tenta il Brough Kick ma Morrison cade malamente e l'irlandese “si accontenta” di una Running Knee. Il Celtic Warrior porta l'avversario sulla terza corda ma questi reagisce con un calcio rovesciato. Sheamus è al tappeto e subisce lo Shining Wizard dell'ex Intercontinental Champion 1… 2… 3! Vittoria per John Morrison! Affermazione importante per lui dopo la sconfitta della scorsa settimana.

Michael Cole e Jerry “The King” Lawler commentano il fatto che John Cena tornerà questa sera a Raw dopo l'attacco subito due settimane fa. I commentatori mostrano poi il video delle “prove” al quale CM Punk ha sottoposto prima Michael McGillicutty, poi Husky Harris ed infine David Otunga. Lo steso Punk è nel backstage con due Kendo Sticks in mano e dice che i tre sono dentro il nuovo The Nexus. Ma adesso è il turno di Justin Gabriel ed Heath Slater. I due dovranno scontrarsi con queste Kendo Sticks. I due tentennano ma Punk ricorda che se non lo fanno saranno fuori dal gruppo. Gabriel e Slater sono ancora perplessi e poi, guardandosi, si rendono conto che, volendo, potrebbero colpire Punk. Gli ex Tag Team Champions ci pensano e Punk, accortosi di quanto sta accadendo, invita i membri di The Nexus a colpirlo. I due tentennano ma poi abbassano i bastoni e se ne vanno. Potrebbe essere finita la loro avventura all'interno di The Nexus. Punk sorride e sembra comunque soddisfatto.

UP NEXT: Scopriremo di sarà il primo, prestigioso, personaggio che verrà introdotto nella Hall Of Fame 2011.

Una bella panoramica di Nashville ci riaccoglie dopo la pausa pubblicitaria. Jerry “The King” Laweler è sul ring e dice che la più grande emozione della sua vita è stata quella di essere introdotto nella Hall Of Fame. Molti hanno avuto il sogno di combattere su questo ring e di coloro che ci sono riusciti, poco meno di cento sono entrati nella Hall Of Fame. Gli Hall Of Famers devono avere delle qualità imprescindibili come tecnica, passione, determinazione, carisma ed il rispetto per il WWE Universe. Questo individuo si è guadagnato il rispetto della gente e merita più di ogni altro di essere nell'Arca della Gloria e quest'uomo è… SHAWN MICHAELS! Lo Showstopper entrerà ufficialmente nella leggenda del business! Meritatissimo riconoscimento ad uno dei migliori, forse il migliore, wrestler della storia del business. Un bel video ne ricorda i momenti migliori. Il 2 aprile, ad Atlanta, il grande momento dell'Heartbreak Kid! Ma attenzione! Risuona la musica di HBK! SHAWN MICHAELS IS BACK ON RAW! A quasi un anno dal suo addio, HBK torna a Raw! Tutto il pubblico è in piedi ed anche Michael Cole e Jerry Lawler. Nashville è ai piedi dello Showstopper nel giorno del suo ritorno. Michaels prende il microfono ed il pubblico urla “one more match”. Ma arriva Alberto Del Rio! Il messicano ricorda il suo nome e dice che la gente già lo sa. Del Rio si rivolge a Michaels rievocando tutti i suoi soprannomi e dice che la gente gli ha rivolto sempre dei cori di approvazione nella sua carriera, ma ora questi cori sono rivolti a lui. Questo è logico: lui è il presente ed il futuro della WWE mentre Shawn è storia. Quando lui vincerà la Royal Rumble, vincerà il WWE Title a Wrestlemania e la gente chiamerà lui come il nuovo Mr. Wrestlemania! Il wrestler di Smackdown se la ride… SWEET CHIN MUSIC! Alberto Del Rio viene messo KO dal colpo migliore di HBK! Michaels esulta agli angoli andando poi a sbeffeggiare il messicano dopo avergli rubato la preziosa sciarpa. Il futuro Hall Of Famer abbraccia alcuni bambini tra il pubblico che esulta festante per il ritorno, one night only (speriamo di no…) di Shawn Michaels!

The Miz accarezza la cintura mentre Alex Riley si esalta per la possibilità di poter dare una lezione sia a Randy Orton che Jerry “The King” Lawler nello stesso tempo. Mizanin si lamenta del fatto che, nonostante abbia vinto un match che verrà ricordato per anni. Eppure la gente parla di Randy Orton che ha vinto lo Steel Cage Match ed ha ottenuto la possibilità di sfidarlo per il titolo. La gente dovrebbe parlare di lui e non di Randy Orton. La gente pensa che The Viper vincerà il titolo alla Royal Rumble. Nessuno gli dimostra il rispetto che merita. Lui vuole demoralizzare ed imbarazzare Randy Orton e Jerry Lawler questa sera e dimostrare a tutti che sarà campione del mondo per molto tempo ancora. Alex Riley dà la carica al suo mentore ricordandogli che lui è The Miz ed è magnifico. Il campione ribatte che le catchphrase sono per i perdenti. Loro, invece, devono vincere questa sera.

Michael Cole è sul ring e dice che stiamo per ascoltare le parole di John Cena (il pubblico approva). CM Punk lo interrompe. Il wrestler di Chicago è in piedi sul titantron ad un'altezza incredibile e dice che non bisogna parlare del bostoniano perché questo è il suo show. Lui vuole parlare di The Nexus. Stasera Michael McGillicutty, Husky Harris e David Otunga hanno superato la prova di iniziazione sacrificando sé stessi. Adesso è il suo turno. Tra poco lui sarà protagonista dell'ultimo sacrificio che proverà non solo la sua appartenenza a The Nexus ma anche il fatto che lui ne è leader incontrastato. Punk sembra volersi buttare e chiede anche il supporto del pubblico. Dovrebbe rischiare di frantumare tutte le sue ossa ed i suoi muscoli? Lo Straight Edhe allarga le braccia e dice di avere un'altra domanda: esattamente quanto è credulona la gente? Ovviamente ha delle protezioni e ci sono due persone che lo sorreggono alle spalle. Nessuno è così stupido da buttarsi da un'altezza del genere. La gente di Nashville è il branco di gente senza cervello più stupido che abbia mai incontrato nella sua vita. Punk se la ride mentre entrano in scena i tre sopravvissuti alla prova del nuovo Nexus. I tre salgono sul ring e vengono raggiunti dallo Straight Edge che prende nuovamente il microfono. Se qualcuno al di fuori di questa arena ha realmente pensato che lui si sarebbe buttato, è uno stupido. Lui aveva delle protezioni. Chiunque possa pensare di fare una cosa del genere è mentalmente disturbato. Lui, invece, è mentalmente superiore. Non gli è mai passato per la testa di buttarsi da quell'altezza perché lui non ha nulla da provare per essere considerato il nuovo leader di The Nexus. Il pubblico inneggia a John Cena. Punk dice che Cena non è qui ma il bostoniano lo interrompe in collegamento via satellite. Il bostoniano dice che quella a cui abbiamo assistito è una nuova prova della falsità di CM Punk. Il leader di The Nexus sta sprecando il tempo di tutti stasera. Perché Punk ha voluto infliggere una prova fisica ai nuovi membri di The Nexus? Lo aveva già fatto lui con le sue mani. C'è comunque un altro membro di The Nexus che ha bisogno della sua “iniziazione” e questo è proprio Punk. CM ribatte che non ha paura e che lui è qui sul suo ring. John chiede a Punk di provarlo in un match contro di lui la prossima settimana. Punk accetta. Cena dice che quello che Punk dice su di lui è vero: se viene provocato lui diviene un animale, brutale e senza scrupoli. La settimana prossima non si tratterà di t-shirt o fascette per il braccio, la settimana prossima si tratterà di prenderlo a calci nel sedere. Pubblicità.

IT'S TIME FOR THE MAIN EVENT! Entrano in scena The Miz ed Alex Riley. Nel frattempo Josh Mathews sostituisce Jerry “The King” Lawler al tavolo di commento insieme a Michael Cole. Ed è proprio l'Hall Of Famer a fare il suo ingresso seguito da Randy Orton, accolto come sempre dal boato del pubblico. Sotto gli ordini dell'arbitro Mike Chioda si parte con il match. Iniziano Lawler e Riley. Due generazioni a confronto. The King prova a colpire The Miz fuori dal ring ma Riley dalle spalle lo coglie di sorpresa e gli infligge una serie di colpi alla schiena. Cambio per Mizanin che però subisce la furia di Lawler. I due finiscono fuori dal ring. Jerry schianta il volto del WWE Champion contro il tavolo dei commentatori e poi lo scaraventa contro l'apron ring ed i gradoni d'acciaio. Si rientra sul ring. Entra Alex Riley che subisce il Back Body Drop da Lawler. Cambio per Orton. Serie di calci e pugni all'angolo. Lancio sulle corde ma l'ex Rookie reagisce con un calcio all'addome. Entra The Miz che viene però accolto da una Clothesline. Knee Drop e serie di Stomp ai danni del WWE Champion. Entra l'Hall Of Famer che colpisce ripetutamente al volto The Miz. La contesa si sposta all'angolo. Lawler è scatenato ma l'ex U.S. Champion lo colpisce con un Big Boot. Inizia l'assalto dell'Awesome One. Ancora un calcio all'addome poi Jerry viene portato al tappeto da The Miz e chiuso in una Headlock. Lawler reagisce. Irish Whip di Mizanin che poi connette con successo col suo Discus Punch. Ultima pausa pubblicitaria per noi.

Torniamo con gli ultimi minuti di questa puntata di Raw (la WWE ha calcolato decisamente male il momento in cui mandare questo spot…). Al centro del ring ci sono Alex Riley e Jerry Lawler. Il primo tenta uno Splash all'angolo ma si schianta contro il paletto di sostegno del ring. Spallata di Lawler che manda al tappeto il ragazzo. I due cercano il cambio. The Miz distrae l'arbitro che non vede il cambio per Randy Orton. The Miz entra e colpisce Jerry portandolo al suo angolo. L'arbitro si distrae ancora per controllare le condizioni di Riley. RKO di Randy Orton sul campione. Lawler tenta il pinfall 1… 2… No! Interviene Riley a salvare il suo mentore! Cambio per il ragazzo ex NXT. Cambio anche per Orton che è scatenato. Serie di Clothesline e Dropkick a cui segue il suo Backbreaker. Silver Spoon DDT connessa con successo da The Viper che poi rivolge il suo sguardo a The Miz. RKO su Alex Riley! The Miz non sembra voler intervenire. Orton dà il cambio a Lawler e tiene sotto controllo il WWE Champion. L'Hall Of Famer sale sulla seconda corda e connette con il suo Diving Fist Drop 1… 2… 3! Vittoria per The Viper e Jerry Lawler. Sguardi di fuoco tra il campione e lo sfidante.

Con la grafica che ci ricorda il match tra John Cena e CM Punk la prossima settimana si chiude questa puntata. Con Raw (e con il sottoscritto) ci si rivede lunedì prossimo.

Adriano Paduano
Appassionato di wrestling dagli inizi del 2000, negli ultimi anni ho vissuto a Londra dove ho coltivato la passione per il wrestling indipendente e la scena UK. Collaboro con Tuttowrestling da oltre dieci anni dove ho ricoperto il ruolo di Raw Reporter (occasionalmente anche ppv), redattore del WWE Planet ed attualmente scrivo il bi-settimanale Bet On Him con qualche comparsata nei vari podcast del sito.
14,815FansLike
2,610FollowersFollow

Ultime Notizie

Rinnovo pluriennale con Impact Wrestling per Rohit Raju

Il campione X-Division rinnova con Impact Wrestling.

Jim Ross parla dell’eccessiva durata dei match

Secondo Jim Ross, i match nel wrestling attuale tendono ad essere troppo lunghi.

Risultati delle registrazioni della prossima puntata di Dynamite

Sono emersi online i risultati dei tapings del prossimo episodio di Dynamite, registrato dalla AEW due giorni fa a Jacksonville.

Shorty G torna ufficialmente al suo vecchio ring name

Ritorno al passato per Shorty G, che nell'ultima puntata di SmackDown ha deciso di tornare a riutilizzare il suo vecchio ring name.

Articoli Correlati