Summerslam 2020 Report

Welcome to the Biggest Party of the Summer! Siamo finalmente a Summerslam, con molte rivalità che troveranno qui il loro culmine, sicuramente questa sarà una serata che lascerà delle conseguenze! A partire da chi perderà il proprio lavoro dato che Sonya Deville e Mandy Rose si affrontano in uno Disqualification, Loser Leaves WWE match! Sarà però anche una serata di debutti, con Dominik Mysterio, con suo padre Rey all’angolo, che esordirà in WWE contro Seth Rollins, accompagnato dal fedele Murphy. Il resto dei match saranno tutti titolati: Apollo Crews difende lo United States Title da un MVP privo dell’Hurt Business mentre gli Street Profits dovranno affrontare Andrade & Angel Garza con i Raw Tag Team Titles in palio. Entrambi i titoli femminili sono in palio contro la stessa contendente: Sasha Banks e Bayley difendono rispettivamente il Raw Women’s Title e lo SmackDown Women’s Title dall’assalto di Asuka! E poi i due titoli mondiali saranno in palio, con Braun Strowman impegnato in un Falls Count Anywhere match contro “The Fiend” Bray Wyatt e Drew McIntyre che difende il WWE Title dal più velenoso Randy Orton di sempre. E allora che aspettiamo? Andiamo! Grazie per aver scelto ancora una volta Tuttowrestling.com, io sono Lorenzo “I Need a Vacation… Again” Pierleoni e questo è il Summerslam report!

Il Kick Off si apre dal WWE Thunderdome di Orlando, dal panel condotto da Charly Caruso con i suoi ospiti: Booker T, Renee Young, Peter Rosenberg e JBL. Renee Young, nel salutare, conferma che sarà il suo suoi ultimo impegno con la WWE e si dice contenta di essere presente a questa edizione di Summerslam e di vedere da vicino il Thunderdome.

Caruso e i suoi ospiti cominciano riepilogando la card. L’ultimo match chiamato in causa è quello per il Titolo Universale, confermando indirettamente che potrebbe essere proprio questo il main event dello show (come da indiscrezioni). Parte dunque un video-package che ripercorre l’intreccio tra Wyatt, Strowman e Alexa Bliss. Il panel comincia a commentare la storyline e i fatti che hanno portato all’escalation delle ultime settimane. Booker T sottolinea che non c’è nessuno che conosca meglio Wyatt di Braun Strowman, visti i loro trascorsi. JBL dice che Strowman ha cambiato il verso della rivalità, portando The Fiend a giocare secondo le sue regole e dando alla rivalità connotati più fisici.

Nel backstage, Sarah Schreiber è in compagnia di Andrade, Angel Garza e Zelina Vega. Garza chiede subito a Schreiber dove sia Charly Caruso, al che la giornalista risponde che sta conducendo il panel. Angel allora offre la rosa all’intervistatrice, in modo che non vada sprecata. Zelina, stizzita, invita Schreiber a farle la domanda che voleva porre. Schreiber ritrova la concentrazione e chiede alla manager della coppia cosa voglia rispondere alle accuse mosse nei suoi confronti a Raw, che la vorrebbero come l’avvelenatrice di Montez Ford. Zelina dice che l’importante stasera è il match per i Titoli di Coppia di Raw che sosterranno i suoi protetti, aggiungendo di non aver avvelenato Ford. E anche l’avesse fatto ora non importerebbe, perché Ford in questo momento è in perfetta forma (sarebbe perfetta come “avvocato dell’accusa”). Le persone si sono scaldate eccessivamente, Ford è al 100% e l’ha dimostrato a Raw imbrogliando come suo solito. Se si vuole puntare il dito, dice Vega, si deve parlare anche di Bianca Belair, che l’ha attaccata senza motivo. Lei si reputa innocente fino a prova contraria. Gli Street Profits sono il veleno e Andrade e Garza sono l’antidoto. “E i prossimi Tag Team Champions”, conclude Andrade.

Il panel commenta le parole di Vega, con Caruso che ricorda come Zelina sia sempre stata scontrosa con lei. E parlano dell’avvelenamento di Ford. L’attenzione poi si sposta su Jeff Hardy e la sua vittoria del Titolo Intercontinentale ottenuta a SmackDown contro AJ Styles. Partono quindi gli highlights dell’incontro. JBL ricorda anche che Jeff ha vinto il suo primo Titolo in WWE (di Coppia) contro gli APA, il team che lui formava con Ron Simmons.

Vengono mostrati i momenti salienti dell’ultima puntata di The Bump, con i pronostici di Mark Henry. A seguire, una rassegna delle reazioni dei principali quotidiani all’esordio del Thunderdome. E il panel commenta questa innovazione tecnologica.
Capitolo Mandy Rose-Sonya Deville. Parte un altro video di riepilogo sulla rivalità tra le due. Si parla, rientrati live, di come la stipulazione sia particolarmente drastica per come era cominciata questa rivalità. Ora la storia è diventata ancora più personale rispetto al precedente Hair vs Hair Match. Il panel si divide nei pronostici, due per Mandy e due per Sonya, con Caruso astenuta.

Prima del break pubblicitario, le telecamere mostrano l’arrivo al Thunderdome della famiglia Mysterio: Dominik, accompagnato dai genitori.

Di nuovo live, è tempo della power couple della divisione femminile. E altro video che presenta i due match che vedranno coinvolte le due con Asuka. Il panel ne discute, ricordando anche la vittoria ottenuta da Naomi nella Beat The Clock Challenge di SmackDown che costringerà Bayley a lottare per prima contro la giapponese. Mentre Caruso media il dibattito si intromette Shayna Baszler, armata di microfono. Shayna prende in giro tutte e tre le contendenti e dice che a lei interessa solo cosa accadrà con il Raw Women’s Championship, perché poi chiunque vincerà se la dovrà vedere proprio con la Queen of Spades. Caruso ribatte che anche Nia Jax si considera la prossima Number One Contender, Shayna dice invece che a Nia non interessa il titolo ma che è invece ossessionata da lei. Baszler dice che Nia blatera di sapere come trovarla, ma che a lei pare che in realtà tutta questa insistenza è dovuta al fatto che Nia abbia dei problemi a… dormire. Quindi, quando la sua sospensione sarà terminata, Shayna sarà molto onorata di darle una mano a farle fare un sonnellino. Al che lascia il microfono e se ne torna nel backstage.

Charly Caruso dice che, per quanto sia stata brusca l’ultima interruzione, ha preferito che sia arrivata Shayna Baszler piuttosto che il gruppo della Retribution. E via di video-recap sulla nuova stable. Al rientro, si parla di invasioni di questo tipo e JBL e Booker T si scambiano battute sul periodo dell’Invasion, con le incursioni dei membri WCW in WWE e di quella storica della DX.

Esaurito questo argomento, si passa ad un recap sulla rivalità tra Seth Rollins e Dominik Mysterio. Il panel discute delle azioni di Rollins durante l’ultimo periodo, richiamando in causa l’Eye for an Eye Match di Extreme Rules. E dicono che, sebbene manchi ovviamente di esperienza, Dominik potrebbe avere dalla sua le maggiori motivazioni per vincere la contesa.

Caruso passa poi la parola al trio di commento formato da Tom Phillps, Samoa Joe e Byron Saxton che commenteranno il match del Kick Off valido per l’US Championship.

UNITED STATES CHAMPIONSHIP MATCH:
APOLLO CREWS © VS MVP

In virtù della vittoria di Crews su Shelton Benjamin ottenuta a Raw, la Hurt Business non potrà essere all’angolo di MVP durante la contesa. Si accendono anche i volti virtuali sugli spalti e il match può partire. Clinch tentato a centro ring, MVP va subito in Takedown provando a chiudere una Knee Bar ma Crews abbranca subito le corde. Altro scambio di posizione tra i due, MVP cerca una Sleeper Hold da terra, Crews tenta un ponte per chiudere lo schienamento ed MVP, alza subito la spalla, ma subisce un rapido Sunset Flip 1…NO! MVP batte in ritirata fuori dal ring per prendere tempo e riprendere fiato. Al suo rientro, distrae l’arbitro millantando un problema allo stivale. Crews si innervosisce e MVP lo sorprende con un colpo al volto, poi serie di pugni che costringono il Campione all’angolo. Irish Whip, Crews evita la carica all’angolo dello sfidante con grande agilità e lo colpisce con un Dropkick. Poi Arm Drag, seguita da un Arm Bar. MVP si rialza piano piano e porta l’avversario alle corde, costringendolo a mollare la presa. Altro scambio di pugni tra i due, Irish Whip di Crews che prova a sua volta lo Splash ma MVP lo fa volare oltre la terza corda e il Campione impatta contro le transenne fuori dal quadrato. MVP prova a prendersi un vantaggio, schianta Crews di faccia contro il tavolo di commento e poi lo riporta sul ring, dove lo lavora all’angolo. Irish Whip, va a vuoto con il Big Boot e subisce l’Enziguri Kick di Crews. Il Campione sale sul paletto, MVP fa leva sulla terza corda e Crews finisce a cavalcioni all’angolo. MVP lo raggiunge in quota e connette con un Superplex dalla seconda corda! 1…2…NO! Altra Irish Whip alle corde, Crews la ribalta e poi manda fuori ring il rivale, prende la rincorsa e connette con una Running Senton! I due, stremati, riescono a rientrare solo al conto di 9 dell’arbitro. Entrambi sulle ginocchia si scambiano colpi al volto, Crews ha la meglio e porta MVP all’angolo, continua il suo assalto e subisce diversi richiami dell’arbitro. Poi prende la rincorsa e mette a segno uno Stinger Splash, poi un secondo e chiude la combo con una Double-A Spinebuster. E poi Stanting Moonsault! 1…2…NO! Crews chiama la Toss Powerbomb, MVP evita e prova ad eseguire la Playmaker. Troppo lento, Crews rovescia e connette la Toss Powerbomb! 1…2…3! A fine match fanno la loro apparizione Shelton Benjamin e Bobby Lashley, che però, in due, riescono a farsi sfuggire Apollo Crews che riesce a fuggire e festeggiare con la cintura in spalla.
VINCITORE PER SCHIENAMENTO E ANCORA UNITED STATES CHAMPION: APOLLO CREWS

Sempre più vicini all’inizio dello show, l’attenzione si sposta sul match per il WWE Championship tra Drew McIntyre e Randy Orton. Parte il video package sulla sfida. Il panel esalta Randy Orton come Legend Killer e come Superstar tra le più in forma del roster e che non sarà facile per McIntyre mantenere la cintura.

Caruso poi coglie l’occasione per ringraziare, da parte di tutta la WWE, Renee Young per l’incredibile lavoro svolto in questi anni. Lei ricambia ringraziando tutti in WWE e il WWE Universe per averle cambiato la vita.
Le telecamere si spostano infine nel backstage dove vediamo Asuka già pronta per la prima delle due sfide titolate che la vedranno impegnata stasera. Sarà proprio il suo match contro Bayley a dare il via alla main card, mentre il Kick Off va off air.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
15,041FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati