WWE Planet #812

Ciao a tutti amici di Tuttowrestling.com, un grande saluto da Gioacchino Cimino e benvenuti al WWE Planet di oggi! Royal Rumble agli archivi, Wrestlemania inizia a delinearsi, il percorso è il classico di ogni anno.. Si va verso un ppv transitorio come Elimination chamber che potrà e dovrà però dirci molto sulle sorti di un roster di Smackdown che per ora non ha nulla di definito per il Gran Daddy of them All.

Raw invece ha invertito la rotta: marcia in più, vincitori delle Rumble che scelgono i campioni di Raw e quindi strada nettamente in discesa e lanciata verso WM. Ragazzi però il momento della vera revolution femminile è forse davvero arrivato. Parlavo qualche mese fa di un feud Becky Lynch – Charlotte come del migliore feud in quel momento in casa WWE; oggi, a qualche mese di distanza e con un titolo ed una Rumble in tasca, Becky Lynch sta stradominando la piazza. Non mi aspettavo davvero tutto questo: sono clamorosamente e positivamente sorpreso da quanto sia forte, espressiva, grintosa l'irlandese! Non vi dico nulla che non sappiate già, però non posso non fare un passaggio su Becky e su come sia in grado di portare sulle spalle non uno, ma due show. Poco importa se si tratti di affrontare Ronda, Charlotte, Asuka.. lei è super. Collegandomi a ciò, vorrei fosse confermato il single match fra lei e Ronda a Wrestlemania; non vorrei terzi incomodi quali Charlotte. Non perché la Queen non abbia i gradi per stare in questo match, ma non c'entra. Non è una questione di quanto possa essere bello un match a tre fra le migliori del roster, ma si tratta di quanto Ronda e Becky, donne dominanti in questo momento, possano portare in alto la divisione. Ronda nelle ultime due settimane ha avuto dei modi che non aveva mai avuto.. ha tolto dalla faccia quel sorrisino che non le si addiceva, è tornata ad essere “bad” e sta affrontando Becky a viso aperto, come sa e deve fare. Parlo di rivoluzione finalmente compiuta perché siamo davvero ad un punto in cui questa faida sta attraendo come e più di quelle maschili per i rispettivi titoli, merito assoluto secondo me di come sia stato costruito il personaggio di Becky Lynch.

Se però la rivoluzione deve passare per un donna che lotta in una Rumble di uomini e si becca 619, RKO e quant'altro, allora siamo alla frutta.. Non spendo altre parole su questo se non che vincerebbe per no contest una gara per il segmento più brutto e di peggior gusto degli ultimi vent'anni.

Parto da qui per arrivare al discorso sull'altra Rumble e sull'altro main event di Wrestlemania. La linea WWE di quest'anno è stata leggermente diversa da quella degli ultimi anni: ci hanno sostanzialmente dato i due vincitori che avremmo voluto; o meglio, quelli che la maggior parte dei fan chiedeva a gran voce. Eppure sono sicuro che arriveremo a Wrestlemania con molti pronti a discutere su quanto sia “scontata” la road to WM, su quanto sia stata “telefonata” la Royal Rumble, come ppv e come match, mentre solo dodici mesi fa ci si lamentava di aver dato un main event a WM a Roman Reigns, facendogli vincere l'Elimination Chamber, contro il parere di tutti. O come dimenticare la fortissima pressione avuta per dare a Daniel Bryan il titolo a WM qualche anno fa; praticamente una crociata, a cui hanno partecipato anche personaggi come Mick Foley. Con questo voglio dire ancora una volta che può anche essere giusto criticare la WWE ed io per prima l'ho fatto dieci righe sopra, però alle volte tutto è criticabile, a prescindere dal momento storico. Negli ultimi mesi, di fronte a situazioni molto complicate, la WWE si sta dimostrando in grado di gestire molto molto bene proprio il momento. Oggi siamo su un buon livello di spettacolo e l'utilizzo delle superstar sta secondo me raggiungendo il massimo possibile. L'inserimento di HHH, sia nelle scelte che nella presenza, in ogni accadimento importante nel 2019 ha un peso specifico decisivo a mio parere nella crescita del livello degli show.

Il supporto dato a Seth Rollins ha portato l'Architetto al main event di Wrestlemania. Da lui ci aspettiamo che continui su questi livelli, ma.. c'è un ma… Brock Lesnar porta chiunque su un altro livello.. qui non è un discorso di kayfabe o di quanto sia televisivo. Quante superstar sono state in grado di mantenere il loro livello anche quando hanno affrontato Brock Lesnar? La bestia da quando è tornata ha affrontato tutti i migliori: HHH, John Cena, Roman Reigns e Braun Strowman varie volte, Goldberg, per citare quelli più in vista. E quasi tutti hanno mostrato una leggera involuzione contro la bestia, rispetto a quanto fatto prima. Ha una capacità di mettere in difficoltà gli avversari forse dal punto di vista mentale oltre che fisico, perché come dicevo ho sempre la sensazione che chi si trovi davanti Lesnar soffra, si senta di non riuscire ad arrivare all'obiettivo.. di andare vicino, anche molto vicino a tener testa a Brock, ma che quest'ultimo resti sempre un po' più avanti. Il caso più eclatante secondo me è Braun Strowman: stradominante nei mesi precedenti, da quando ha affrontato Brock Lesnar non è stato più lo stesso.
Merito o pregio del sindaco di suplex city? Le letture secondo me possono essere entrambe valide. Da un lato è evidente la sua forza, il suo essere inarrivabile, indistruttibile e grazie alla compagnia di Paul Heyman, mai banale.
Se però prendiamo Triple H stesso per esempio, il Cerebral Assassin riesce a tirare fuori il meglio da chiunque lotti con lui… Brock tira fuori il peggio!?
Sono più per la prima lettura: vedo Brock davvero forte e difficile da affrontare.. anche per questo mi spiace vederlo così poco negli show settimanali.

Prova del nove dunque secondo me per Seth Rollins. Faccio fatica a due mesi da WM a farmi un'idea su chi possa uscire campione dal match: le varianti sono tante e inaspettate. Quello che è certo è proprio che Seth debba tirare fuori più del 110% se vuole imporsi davvero fra i grandi: è questo il momento! Ma voglio godermi lo spettacolo e spero che Seth tiri fuori ancora una volta quel qualcosa in più che lo rende così forte!

L'altro tema della settimana è ovviamente Dean Ambrose.. il Lunatic Fringe ha deciso di non rinnovare il suo contratto con la WWE in scadenza a Wrestlemania. È un brutto colpo per Stamford: Dean è stato sempre nel main event negli ultimi anni, ma se va via per non essere completamente felice di come è stato gestito ha le sue buone ragioni. Se partiamo dal periodo dello Shield e dallo splitting della stable, lui ha sempre avuto meno opportunità dei suoi compagni, ha sempre gravitato intorno ai titoli intercontinentale, US e tag team ma senza essere realmente tenuto nelle lotte al titolo mondiale né a Raw e né a Smackdown, se non per brevi periodi. Tenderei a condividere la sua scelta per questo, però non sappiamo quale futuro si prospetta per lui; osserveremo interessati. Credo che da parte della WWE invece la scelta di rendere pubblica la notizia sia orientata sia al fatto di evitare speculazioni, ma anche perché le negoziazioni non siano andate a buon fine e forse non siano neanche finite benissimo, dunque ci sta anche questo.

Dean chiude con la WWE, noi chiudiamo con il Planet di oggi. Vi ringrazio come sempre per l'attenzione e vi auguro un buon fine settimana! Con il Planet l'appuntamento è alla prossima settimana, pre Elimination Chamber, mentre per quanto mi riguarda ci ritroveremo fra due settimane, proprio per commentare insieme quanto accadrà nel secondo pay-per-view dell'anno. A presto!!

14,800FansLike
2,614FollowersFollow

Ultime Notizie

Damian Priest impressionato da Pat McAfee a TakeOver XXX

Damian Priest ha rilasciato alcune opinioni molto positive riguardo al debutto in-ring di Pat McAfee, avvenuto a TakeOver XXX.

Joey Ryan intenta una causa multimilionaria contro le sue accusatrici

Joey Ryan intenta una causa multimilionaria contro le sue tre accusatrici, a seguito dello scoppio del movimento #SpeakingOut.

Piano attuale per il main event di WWE Hell in a Cell

Secondo i primi rumors, il main event di Hell in a Cell vedrà Bayley e Sasha Banks affrontarsi all'interno della gabbia infernale.

Importante cambio al vertice della NJPW

La NJPW, con un comunicato ufficiale, ha annunciato che Harold Meij ha rassegnato le sue dimissioni dal ruolo di Presidente della compagnia.

Articoli Correlati