WWE Planet #802

Ciao a tutti amici di Tuttowrestling e benvenuti al WWE Planet di oggi. Nelle settimane post Survivor Series i due roster son tornati a separare le loro strade, dopo quella sorta di freeze avutosi per preparare l'ultimo big four dell'anno. Tuttavia, i percorsi dei due show erano cambiati in maniera abbastanza radicale nelle settimane prima: oggi ci concentriamo su quello, cioè su come i titoli e le storyline principali siano cambiati improvvisamente e su come la WWE abbia preparato o reagito agli eventi.

Partiamo da Smackdown… Bryan si prende fra la meraviglia di tutti il titolo mondiale. Devo dire che il colpo di scena è stato forte: non mi aspettavo che AJ perdesse così il titolo, dopo averlo pronosticato sconfitto con Samoa Joe pensavo che la corona potesse rettare sua ancora per un po', in particolare fino ad un feud con un Randy Orton in grandissimo spolvero.. Invece la scelta di dare subito al titolo a Daniel Bryan, scelta che può anche funzionare sotto certi punti di vista. Per prima cosa, AJ Styles aveva sconfitto praticamente tutti i migliori a Smackdown, nei suoi 371 giorni da campione, per cui stava diventando difficile trovargli un vero avversario, qualcuno che lo mettesse in difficoltà seriamente. Di conseguenza il suo regno rischiava di perdere appeal e di perdere qualcosa in termini di importanza.. Senza avversari validi tutto ciò sarebbe diventato prima o poi un problema.
D'altro canto però, la preparazione ed il turn di Bryan non mi hanno convinto. Sul primo tema mi riferisco al fatto che davvero non ci sia stato alcun tipo di marcia di avvicinamento alla vittoria di Daniel; lo stesso match è stato sancito all'ultimo e non c'è neanche stato il modo per caricare a dovere l'incontro fra i due. Questo però potrebbe essere anche un punto a favore, se vogliamo, visto il grande effetto sorpresa causato… peccato però che abbiamo avuto Survivor Series immediatamente dopo, con un match previsto contro l'altro campione, completamente stravolto, ma non solo.. nelle settimane subito successive comunque non ho amato il modo in cui si sta costruendo il feud.. dico costruendo perché è una faida che praticamente sta venendo su ora visto che prima non c'è stato il tempo. Ho comunque molte aspettative sulla capacità dei due di lavorare insieme, voglio dire parliamo di due atleti con grandissime capacità in-ring e con straordinarie doti di trascinatori della folla, quindi non possiamo che vederne delle belle.

Sul turn di Daniel, sarà stata una sua precisa richiesta? Essere migliore dell'attuale campione usando le stesse armi non era forse possibile, per cui si è scelto di andare in questa direzione. Si ripete un po' la storia avuta con Nakamura.. far turnare un wrestler molto molto amato, per provare a tirar fuori grandi cose dal feud con un AJ che obiettivamente non deve cambiare nulla del suo personaggio in questo momento. La cosa di cui c'era bisogno era proprio un avversario credibile e Daniel lo è, la WWE lavora tentando di far crescere hype sul match turnando uno dei due. Questo mi convince? Non completamente, perché Daniel Bryan turnato così all'improvviso non è credibile fino in fondo, mi sarei aspettato, ricollegandomi al discorso precedente, una maggiore preparazione.
Non per mancanza di fiducia nelle doti di Daniel Bryan di essere credibile anche con cattiveria, con un personaggio diverso (il che può solo far bene alla sua continua crescita), ma per il fatto che manca come detto una base su cui appoggiare le motivazioni di questo turn e perchè gli avversari heel c'erano. Randy Orton su tuttie poi con un Daniel Bryan potenzialmente inserito più avanti. Torno sul capitolo Randy Orton: pur non avendo mai completamente amato il suo personaggio, credo che la sua evoluzione dell'ultimo periodo possa essere quella definitiva. Il Legend Killer è stato leggermente incompiuto negli ultimi anni in termini di cattiveria; forse per i suoi continui cambi di rotta non era mai davvero tornato sui livelli di intensità di inizio carriera. Parlo proprio di coinvolgere i fans, il suo personaggio non si era mai fondamentalmente evoluto e non è mai stato un “cattivo” fino in fondo, cosa che oggi sta avendo e che secondo me lo legittima alla grande.

A dirla tutta, credo che questo scenario sia solo spostato in avanti di qualche mese,. La WWE si è trovata a dover l'emergenza capitata a Raw con il titolo lasciato vacante da Roman Reigns e probabilmente è stato fatto un ragionamento molto più ampio, che riguarda sia i titoli sia l'uomo copertina. Senza Roman, sarà stato AJ l'avversario designato per affrontare Brock Lesnar nel prossimo futuro? E da qui magari con Randy Orton – Daniel Bryan. Del resto ad oggi, nonostante la bellissima figura fatta da Daniel Bryan, rimane proprio forse AJ l'unico papabile per togliere la cintura a Lesnar.. ed allora in WWE sarà stata fatta questo tipo di valutazione. Lasciare il titolo a Daniel Bryan, magari costruire bene la scalata al titolo di Randy Orton e poi permettere ai due di affrontarsi, mentre AJ portrebbe diventare avversario di Lesnar.

Campo delle ipotesi eh, il tutto per sottolineare comunque come secondo me la scelta di avere un nuovo campione a Smackdown non sia stata presa per dare un colpo di scena, ma sia stata causata da un colpo di scena. Una sorta di piccola inversione rispetto a dei piani un po' diversi, anche se comunque Daniel Bryan in forte crescita avrebbe affrontato AJ in ogni caso.

A Raw invece siamo nuovamente senza un campione, siamo nella situazione di un anno fa.. Anzi, in una situazione peggiore.. Brock Lesnar non ha avversari, non va agli show, quando ci va asfalta tutti (ora con ancor più facilità) e a Raw stavolta non c'è davvero secondo me uno in grado di presentarsi contro Brock nel breve. Uno dei due dello Shield, così come detto per AJ, potrebbe essere credibile, ma oltre loro ad oggi faccio davvero fatica… Beh, con questo sto dicendo che è stato giusto che Brock Lesnar vinceresse il titolo, perché avere qualcun altro come campione e poi tenere lui sempre lì in agguato non sarebbe stato adatto secondo me. Perlomeno in questo modo approfittiamo dei momenti in cui lui c'è, amiamo il personaggio, il wrestler ed i suoi promo, sempre ricchi di qualcosa di grandioso, per poi tornare ad aspettare “la prossima volta”.

Devo dire che c'è stata emergenza con la malattia di Roman, ma questo è secondo me frutto della mancanza di inventiva nello scorso biennio, probabilmente.. aver puntato su pochissimi lottatori senza premiare la crescita di altri, ora sta diventando un problema. Aver reso per esempio Braun Strowman un incompiuto oggi ti priva di un validissimo campione… Perché no, aver avuto uno Shield così dominante, sia come team che come singoli una volta splittati, ha fatto si che ci si cullasse sul fatto che gli uomini ci sono.. adesso però, con Seth e Dean impegnati fra loro e sperando che non subiscano alcun tipo di “interferenza” ma che continuino a darsele e che proseguano sulla strada che hanno intrapreso, non rimane molto altro a fronteggiare Brock Lesnar. Il main event nelle ultime settimane è abitualmente presenziato dai vari Drew McIntyre, Baron Corbin, Dolph Ziggler, con risultati anche di molto oltre le aspettative devo dire, però non credo sia una soluzione che possa andare avanti molto a lungo. Per lo meno finchè non si andrà ad isolare uno di loro (chiaramente l'eletto è Drew McIntyre) e lanciarlo, anche al costo di commettere degli errori.
Credo che si, mai come questa volta possa essere saggio lanciare qualcuno velocemente, perché se prima la WWE era rapida nel portare qualcuno nel main event, oggi sta rischiando di far l'opposto… parliamo di Braun, tenuto per lungo tempo ad altissimi livelli ma mai campione, parliamo di un Elias che ha il uo momento massimo da mesi ma che continua a non avere un vero feude del solito Finn Balor. Drew è in gran spolvero e credo che ora vada lanciato, perché ne ha bisogno Raw e perché lui sta mostrando di poter tenere testa a chiunque.
Anche perché se non viene lanciato lui, se Bobby Lashley continua a rimanere sparring partner di qualcun altro (anche su di lui vorrei capire meglio che gestione ci sarà post TLC e verso la Rumble), con Seth e Dean lontani dal titolo mondiale, non solo Brock non si presenta a Raw, ma se proprio deve farlo, lo fa per dimostrare ancora di più che non ha rivali.

Per cui chiudo semplicemente dicendo che come la WWE ha osato a Smackdown, ora dovrebbe farlo a Raw.. è lo show rosso ad aver bisogno di uno scossone perché seguendo questa direzione si rischia davvero di avere uno spettacolo molto piatto e senza grande trasporto.

Primo Planet di dicembre, cari lettori.. Vi invito a rimanere ovviamente con noi, sempre su queste righe, anche nelle prossime settimane! Da parte di Gioacchino Cimino anche per oggi è tutto, ringraziandovi per l'attenzione, auguro a tutti voi un buon proseguimento con i programmi WWE e con la lettura sulle pagine di Tuttowrestling.com!!

15,656FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati