WWE Planet #747

Dopo aver stilato l'Orlando Report durante il mio viaggio di ritorno da Londra, eccomi pronto per scrivere un altro editoriale con modalità decisamente rilassanti, U2, “The Troubles” (Tratto dall'album “Songs of Innocence”) in cuffia ed il mondo sembra quasi migliore, o forse migliore lo è davvero.

Il regno di Jinder Mahal è giunto alla sua conclusione e, anche se molto probabilmente per poco, AJ Styles è il nuovo leader di SmackDown Live. FINALMENTE!
Potrei tranquillamente concludere tutto scrivendo un GRAZIE grande quanto la dimora di Donald Trump (Non la Casa Bianca), ma scelgo di non soffermarmi, c'è davvero tanto di cui parlare e allora ben ritrovati cari lettori di Tuttowrestling.com con un nuovo numero del WWE Planet.

MONDAY NIGHT RAW
Lo show rosso di casa WWE continua ad impostare il suo spettacolo attorno a continui faccia a faccia tra The Miz e Kurt Angle; non so per quanto la cosa andrà avanti, ma spero che il tutto non porti ad un eventuale match tra i due in quel di WrestleMania.
La gestione di Kurt Angle dal suo ritorno in WWE non è stata delle migliori, viene nominato General Manager di RAW e dopo poche settimane si ritrova a fronteggiare un fardello pesante come la presenza di un figlio illegittimo nella sua vita. Peccato che tale soggetto si riveli essere Jason Jordan ed è facile comprendere la delusione di gran parte dei fan.
Trascurando questa storyline, a TLC abbiamo visto un Angle gettato nella faida tra Miz e Shield dal nulla e grazie ad un paio di tweet ed alla vittoria del team dell'Olympic Gold Medalist (Usato da schifo durante l'evento) sta proseguendo questo alterco con il campione Intercontinentale.
Ad aggiungere pioggia sull'asfalto bagnato ci pensa il booking team WWE che reincarna Bragging Rights nei panni di Survivor Series e Stephanie McMahon sceglie di mettere a repentaglio il lavoro del suo GM pur di “caricare” il suo roster per la vittoria nel prossimo PPV.
Ok, Angle avrà un altro match che questa volta sarà sicuramente più interessante del precedente, ma (e mi ripeto) non è questo a spaventare i fan di wrestling, molti hanno la memoria corta, specie i fan esclusivi WWE, ma se Angle continuerà ad esser gestito in questo modo si commetterà un grande spreco. Una figura come la sua va protetta e non sacrificata per un Jason Jordan qualunque. Capisco il voler lanciare un giovane, ma parliamo di Kurt Angle, una leggenda di questo business e sono davvero pochi i giovani avversari che meritano di poter essere suoi rivali o, in questo caso, suoi figli illegittimi.
Il futuro è vicino ed ogni giorno è buono per avere dei piani decisamente migliori, in molti vociferano da mesi e mesi la possibilità di vedere il GM di RAW fronteggiare Triple H nello Showcase of Immortals. Questa risulterebbe già di per se qualcosa di buono e, sempre nel dubbio, una discreta possibilità per cancellare la storyline con Jason Jordan.
Nella speranza che il futuro sia migliore, viene da invidiare tutti i fan che hanno avuto di assistere una prestazione in ring di Angle negli ultimi live events WWE nelle tappe europee. È vero, Kurt non è più quello di un tempo sul ring, ma è stato e sarà sempre il migliore al mondo e vederlo su quel quadrato sarà ogni volta un emozione indescrivibile.

Archiviando Kurt e compagnia, ritengo curiosa la rivalità tra Strowman vs Miztourage e Kane, Meltzer afferma che Il “Monster Among Man” potrebbe divenire il prossimo campione Intercontinentale e allo stesso tempo ritirare il “Big Red Monster” definitivamente.
Può venir fuori qualcosa di buono, spero però che la fine della carriera di Kane avvenga in modo dignitoso e magari in quel di WrestleMania, un worker come pochi e che merita un infinità di rispetto oltre che ai numerosi titoli da lui vinti (Uno dei pochi ad aver detenuto titolo WWE, ECW e World Heavyweight ndr).

La gestione della Divas Division ha sempre e solo Alexa Bliss come unica cosa positiva e penso che fino a fine anno non si smuoverà una foglia.
PS. Ringrazio Edge & Christian per essere gli unici ad aver condiviso quella che “Since Day One” è la mia teoria su Asuka. Non la sopporto e credo che più passi il tempo e più rischia di divenire un elemento insipido per la WWE. RAW non ha bisogno di una Diva che sconfigge tutti e non perde mai, RAW ha bisogno di donne che facciano innalzare il livello della categoria anche per la gestione dei loro personaggi. Gente buona sul ring la hanno già, le sfruttino meglio piuttosto.

SMACKDOWN LIVE
Come abbondantemente anticipato ad inizio editoriale, il regno di Jinder Mahal è giunto alla sua conclusione e adesso è AJ Styles il nuovo campione del roster blu.
Anche se probabilmente per poco (Mahal è pubblicizzato due volte campione per il tour in India che si terrà a dicembre 2017 ndr) il “Phenomenal One” avrà la possibilità di affrontare Brock Lesnar in quel di Survivor Series 2017.
Se quattro anni fa, nel bel mezzo del suo ultimo stint nell'allora TNA, qualcuno mi avesse riferito la possibilità di assistere ad un match simile o ad AJ Styles vs John Cena (Probabilmente il mio secondo dream match dopo Sting vs The Undertaker) non gli avrei minimamente creduto.
Ho sempre pensato che AJ Styles avrebbe dominato come volto della TNA o, successivamente, nel territorio indipendente e considerando la mancanza di stima e fiducia che Vince McMahon ha sempre avuto per gli atleti della federazione di Toronto (Impact Wrestling ndr) era anche logico pensarla così.
Sono stato “costretto” a ricredermi ed in questo caso ne sono piacevolmente consapevole. AJ Styles vs Brock Lesnar ha la possibilità di superare il già otitmo match visto tra “The Beast” e CM Punk a SummerSlam 2013.
L'unica vera pecca di questo regno? Il match titolato è stato annunciato dal nulla attraverso la app WWE, nonostante Shane McMahon sancì AJ Styles vs Rusev per decretare l'ultimo partecipante del team di SmackDown Live epr Survivor Series. Capisco la memoria corta di gran parte dei fan, ma non credo duri meno di quarantotto ore!
Lesnar con molta probabilità vincerà il suo match e non escluso la possiblità di vedere un interferenza firmata Jinder Mahal. La vittoria sporca andrebbe a proteggere entrambi e se il booking team ha ancora una mente sana, si ricorderà di dover proteggere a tutti i costi quello che adesso è il miglior atleta sulla faccia della terra.
PS. La vittoria di AJ Styles rappresenta il primo cambio di titolo per il WWE Championship in quel di Londra. Oltre che a dare vita al suo secondo regno, AJ Styles stabilisce anche un record importantissimo per la storia della compagnia e per la sua carriera.

La faida tra Natalya e Charlotte Flair continua e trovo piacevole il fatto che siano proprio queste due lottatrici a contendersi la cintura femminile. Nonostante Carmella risulti una minaccia con la sua valigetta, la Divas Division dello show blu aveva necessariamente bisogno di una vera campionessa e non una danzatrice di musica house come leader.
Mettendo da parte il feud tra Becky Lynch e il cagnolino.. Emh, James Ellsworth, spero che una tra Natalya e Charlotte possano riportare interesse verso una divisone che, dopo i buonissimi regni di Alexa Bliss, ha avuto un calo enorme.

La Tag Team divison mi è sempre di poco interesse, non sopporto il New Day e solo di recente ho apprezzato gli Usos per il loro lavoro delle ultime settimane, ma c'è ancora molto da fare per poter acquisire la mia stima completa. Mi dispiace solo vedere team del calibro di Gallows & Anderson marcire in quel di RAW quando a SDL avrebbero potuto mostrare di meglio e magari portato interesse con AJ Styles nello stesso show.

Le chiacchiere stanno a zero, dopo Survivor Series ci sarà molto da fare ed entro la Royal Rumble bisognerà creare delle certezze credibili e solide per quella che poi sarà la nuova “Road to WrestleMania”.

Anche per questo editoriale è tutto, ringrazio come sempre voi lettori augurandovi buon divertimento per le tappe del tour WWE in Italia e, qualora vogliate restare sintonizzati con il sottoscritto, vi segnalo l'Orlando Report con la pagella di Bound For Glory 2017, l'Impact Planet, il WWE Planet che sarà online tra due settimane ed infine uno speciale molto particolare che vedrete online sulle nostre pagine la prossima settimana.

Have A Nice Day 🙂

Aldo Fiadone
Newser ed editorialista per Tuttowrestling.com dal 2015; Founder e conduttore del podcast Pro Wrestling Culture; Dal 1999 amante di Sting e le sue gesta.
14,981FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati