WWE Planet #746

Ciao a tutti amici di Tuttowrestling. Benvenuti anche questo fine settimana, puntuali come sempre, all'appuntamento con il WWE Planet! Benvenuti da Gioacchino Cimino, prendo il testimone da Aldo e mi lancio velocemente nell'analisi di quanto sta accadendo ed accadrà a Raw e Smackdown in queste settimane.

La strada è quella che porta alle Survivor Series, ultimo big four dell'anno, per il quale la card che sta prendendo forma mette in scena un colossale scontro Raw vs Smackdown, con questa faida pronta a monopolizzare (o quas) l'intero show. I temi caldi però non sono solo legati ai due show, ma la settimana è stata anche abbastanza ricca di sorprese e notizie. Partiamo!

You are Fired
Summer Rae, Darren Young, Emma. Tre licenziamenti / rilasci più o meno annunciati, che può fare il bene dei tre, in realtà. Su tutti Emma, che come dicevamo nelle scorse settimane, avrebbe avuto davanti a sé un futuro da jobber, contro Asuka o chiunque altra, non essendo mai realmente stata considerata per i piani alti della categoria femminile. Avrebbe sicuramente preso parte al 5 contro 5 di Survivor Series, ma la sua presenza non sarebbe comunque stata centrale. Pare sia stata lei a chiedere il rilascio e sono convinto che sia stata la scelta migliore per la sua carriera, dato che ha delle buone capacità per potersi imporre in altre federazioni. In bocca al lupo a lei! Discorso un po' diverso per gli altri due, la Rae non ha capacità degne di nota sul ring e la nuova strada che la categoria femminile ha preso le ha un po' chiuso le porte in faccia, mentre Young non ha mai visto decollare la sua carriera in WWE ed il ruolo che ha avuto in questi pochi anni è sempre stato più che marginale. In bocca al lupo ad entrambi!

The Shield? Selezioni aperte
Leggevo l'ultimo Planet di Aldo Fiadone e non poso che esser d'accordo con la sua frase “tanto vale far perdere lo Shield, per far sembrare la stable distruttibile senza Roman Reigns” e invece non solo Seth Rollins e Dean Ambrose hanno avuto in Kurt Angle un compagno che li ha aiutati a trovare la vittoria (anche se la storia del match è tutt'altro che sensata, ma questa è acqua passata), ma durante lo show di Brighton, in Inghilterra, è stato addirittura Triple H ad unirsi ai due. Ora, capisco che fosse annunciato Roman Reigns e che il suo stato di salute lo abbia impossibilitato a partecipare, ma la mossa non mi convince. Da un lato sicuramente in fan presenti hanno apprezzato, come negarlo, però questa è una delle mosse che la WWE a parere nostro sbaglia. Vi spiego la mia: Seth Rollins è Kingslayer, a Wrestlemania (sette mesi fa) lo ha battuto dopo un feud molto intenso, che non ha portato verso uno dei match dell'anno solo perché Rollins era in pessime condizioni fisiche; punto due lo Shield è stato splittato per mano proprio di Hunter; in terzo luogo, c'erano tanti possibili wrestler che avrebbero potuto sostituire Roman. Queste motivazioni mi portano a pensare che il tutto sia poco credibile, perchè con i social ogni show può avere risalto ed il tutto fa perdere proprio credibilità alle faide: un vantaggio nel breve che non porta, secondo me, molti frutti nel lungo termine. Detto questo, rimango della mia idea che il rientro dello Shield non sia molto sensato.

Roster contro Roster
Survivor Series è alle porte, la costruzione soffre clamorosamente, ma il dato più preoccupante è la quasi totale assenza di programmi che possano portarci a Wrestlemania. Poche settimane fa ero ababstanza entusiasta di cosa ci venisse offerto, ma i difetti negli show continuano ad esserci e ciò sembra essere ancora più pesante adesso, che si cerca di tirare avanti. Tirare avanti è proprio quello che si sta facendo con i due regni titolati: Brock Lesnar deve arrivare alla Royal Rumble col titolo, difenderà positivamente e poi a Wrestlemania si vedrà se davvero Roman Reigns si riprenderà la cintura, ora come ora non è così chiaor. Dall'altra parte il buon Jinder Mahal arriverà in India da campione, forte di un match di assoluto profilo contro l'ex UFC. Ma scherziamo? Jinder Mahal è improponibile, mi dispiace dirlo perché sono convinto che abbia delle buone carte in regola per dire la sua, ma lanciarlo così al titolo non ha avuto senso. Ora, la logica di tenerlo campione e metterlo contro Brock non c'è, perché se quest'ultimo ha distrutto chiunque, come può mai affrontare Mahal in maniera credibile? Bah… Tutto per “tirare avanti” senza cambi di titolo e perché non si hanno reali idee su come rendere interessanti feud per i titoli contro l'indiano poco amato ed il grande campione part-timer!

È molto più credibile un Alexa Bliss contro Natalya, due ottime campionesse, con la Bliss che sta davvero brillando per le sue abilità al microfono, non mi aspettavo una crescita così imponente e rapida. Forte sul ring, brava al microfono, capace di rendere over chiunque lotti con lei. Complimenti!

Il piatto sembra essere ricco di match imprevedibili comunque; i 5 contro 5 non ha ancora le squadre completamente definite, non so che aspettarmi per quel che riguarda quelli che ad oggi sono tra i migliori lì dentro: AJ Styles, Kevin Owens, Finn Balor. I tre potrebbero rientrare nei match a cinque o meno, ma nel caso in cui ci siano piani diversi, spero di divertirmi! Non mi soffermo a parlarne perchè mi aspetto sviluppi più significativi, a meno che AJ non prenda il titolo martedì a Smackdown, magari! Ma non succederà.
I tre comunque possono solo alzare il livello dello show, così come il livello dello show lo alzerà decisamente il match di coppia fra gli Usos e i due dello Shield. La categoria tag vive, continuo a dirlo, uno dei momenti più alti degli ultimi anni e questi due team sono di altissimo livello. Chissà che non ci sia qualche sorpresa con un ingresso/ritorno di Roman Reigns in favore di uno o dell'altro team? È effettivamente in mezzo alla faida e potrebbe rientrare utile.. Ma nemmeno questo succederà!

L'ultima parte dell'editoriale la vorrei dedicare al sempre presente Enzo Amore ed alla sua riconquistata corona dei pesi leggeri, dopo un breve spot per Kalisto, che poco ha da recriminare a sé stesso, ma che in realtà non è mai stato veramente ritenuto veramente adatto per portare la cintura. Il punto è che dopo il regno Neville, che sul lottato è nettamente superiore agli altri, solo lo shock poteva portare un po' di attenzione alla cintura: lo shock è stato Enzo, ma dopo, una volta che si è avuta la possibilità di portare un secondo cambio di titolo, a Stamford non ci hanno pensato su due volte e Kalisto ha regnato per qualche settimana. Questa rimane una nota lieta, a mio modo di vedere, dato che Enzo crea comunque hype intorno a sé, anche grazie alla capacità di sfruttare i social. Credo che Enzo non possa comunque avere un regno molto lungo, ma nel frattempo bravi in WWE per la gestione controversa della storia che ha attirato, me e voi.

Edizione del Planet un po' polemica, signori! Non sono soddisfatto delle ultime settimane e di come si sta costruendo un prodotto che per gli interpreti a disposizione potrebbe essere più ricco, ma ho voluto chiudere con una delle note positive, visto che comunque non è tutto da buttare. Ad ogni modo, spero di sbagliarmi e che nel giro delle prossime settimane gli show possano avere un'inversione di tendenza, ma l'edizione di Survivor Series che sta nascendo non mi sembra possa rimanere nella storia. D'altra parte gli alibi stavolta non mancano, con quei problemi di salute ad alcuni degli atleti di punta che hanno portato un po' di ostacoli nel prodotto.

Per oggi questo è quanto, Gioacchino Cimino vi augura una buona settimana con gli show targati WWE e con Tuttowrestling.com. Vi invito a seguirci e rimanere sintonizzati sul nostro sito, mentre per quanto mi riguarda l'appuntamento è a tra due settimane, sempre qui, sulle colonne del WWE Planet!!!!

14,935FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati