WWE Planet #614

Benvenuti amiche ed amici di TuttoWrestling.com ad una nuova edizione del WWE Planet!!! Una settimana molto interessante quella appena trascorsa in seno alla Compagnia di Stamford. La rivalità principale che vede opposti Roman Reigns e Daniel Bryan ha preso definitivamente il volo; sembra che l'ex WWE Champion sia l'anello forte dei due e il mastino patisce questo status. John Cena e Rusev si avvicinano all'appuntamento di Fastlane su binari prefissati, con una rivalità simile a quella avuta con Bray Wyatt. Lo split tra Stardust e Goldust è ormai palese e, l'intervento del prossimo lunedì da parte di Dusty Rhodes sarà solamente la goccia che farà traboccare il vaso. LET'S GO!!!

RIVAL. La rivalità che questa settimana si è accesa tra Roman Reigns e Daniel Bryan ha reso ancor più interessante il match che vedremo presto in quel di Fastlane. L'ex WWE Champion, dopo una Rumble disastrosa, in chiave mark ha scalato le gerarchie del roster e si è ripreso un posto tra i main eventer. I booker stanno gestendo nel migliore dei modi questo feud, rendendolo interessante e incerto nel suo esito finale. Infatti, se qualche settimana fa credevo sicura una vittoria di Roman Reigns, questa sicurezza ha cominciato a vacillare non solo per gli spifferi che si sono sentiti tra i corridoi della WWE, ma anche per una buona gestione di Bryan e una concreta possibilità che la Federazione abbia riconsiderato i suoi piani iniziali per Wrestlemania. Il Triple Threat sembra essere un'opzione valida anche quest'anno, con l'American Dragon chiamato ancora una volta a salvare il main event dello spettacolo più importante dell'anno. Quindi cosa accadrà a Fastlane? Una vittoria “sporca” di Daniel Bryan potrebbe essere la soluzione più probabile. Infatti, andando indietro nel tempo, a No Way Out 2006 vi fu una situazione simile. Rey Mysterio mise in palio la sua shot titolata contro Randy Orton; il match si risolse con la vittoria di rapina dell'allora Legend Killer. Solamente un intervento di Teddy Long permise poi al messicano di unirsi ad Orton ed Angle al match di Wrestlemania 22. Succederà la stessa cosa? Potrebbe, è una seria possibilità. Naturalmente non vi sarà la stessa dinamica, ma una vittoria non pulita di Bryan contro Reigns potrebbe riaprire le porte di Wrestlemania al mastino, attraverso un'astrusa spiegazione in storyline, realizzando così il main event. Roman Reigns non ne uscirebbe “forte”, ma la WWE guadagnerebbe qualche fischio in meno nella strada che porta a Wrestlemania. Una vittoria di Reigns a Fastlane è comunque sempre probabile, una vittoria contro Bryan gli darebbe molta credibilità in chiave mark e una spinta verso Brock Lesnar e verso l'eventuale vittoria del WWE World Heavyweight Championship.

In quel di Fastlane l'altro scontro che sembra attirare le attenzioni del WWE Universe è sicuramente quello tra John Cena e Rusev. I due sinora si sono scontrati a suon di parole, proclami e video promozionali. Il russo insieme a Lana si sta dimostrando forte e la sua immagine è solida; lo scontro generazionale su cui si basa la faida è l'unico modo per proporre lo scontro. John Cena viene visto oramai come il faro di una generazione passata, quel totem da abbattere se si vuol diventare l'uomo di punta della Compagnia, l'uomo da cancellare per far partire una nuova Era nella WWE. Durante il prossimo PPV la cintura degli Stati Uniti sarà in palio, un ostacolo secondo me verso un match più accattivante e interessante. Infatti sono sicuro che la contesa finirà con la vittoria per squalifica da parte di John Cena. Non è ancora arrivato il momento di interrompere la streak vincente di Rusev, il palco giusto è Wrestlemania. Il Titolo degli Stati Uniti quindi? Molto probabilmente Rusev lo perderà prima di ‘Mania a causa proprio di John Cena; le opzioni sono molteplici, ma credo che il modo migliore per difendere il russo sia quello di farglielo perdere in una Battle Royal o in un match a più uomini: in questo modo non sarà schienato.

Nel frattempo il tanto vociferato spalti tra Goldust e Stardust avverrà. I litigi che si sono susseguiti in queste settimane avranno l'apice il prossimo lunedì, quando Dusty Rhodes cercherà di mettere pace tra i due. Possibile anche un coinvolgimento in prima persona del padre dei due, con uno swerve o favoreggiamento verso uno dei due figli. Molto probabilmente questo sarà il canto del cigno da parte di Dustin Rhodes, il match che tanto voleva contro suo fratello per mettere la parola fine alla sua carriera sul ring WWE. La faida se gestita bene potrà essere un fiore all'occhiello del mid-card di Wrestlemania, quel pepe necessario a smuovere gli spettatori senza farli addormentare.

Infine, questa settimana si è tenuto lo special di NXT: Rival. Questo editoriale non tratta di NXT, lo fa già egregiamente Lorenzo Pierleoni nel suo “Helluvakick”, ma voglio spendere qualche parola sullo show andato in onda mercoledì scorso. Ancora una volta il settore di sviluppo della WWE ha fatto un ottimo lavoro, uno show di due ore piacevole con delle punte di ottimo wrestling. Non è stato ai livelli dello scorso Special, ma si è difeso bene con un under-card sufficiente. Il match della serata parlando di wrestling è sicuramente lo scontro tra Finn Balor e Adrian Neville; nulla a che vedere con la finale del BOSJ di qualche anno fa, ma una gioia per gli occhi a chi è abituato al livello medio di un match WWE. Infine il main event, nonostante un finale che a caldo non mi è piaciuto, è stato raccontato alla perfezione: Kevin Owens è il Brock Lesnar di NXT. L'ex Steen è una macchina da guerra, non gli importa di nulla, combatte e distrugge chiunque gli si pari davanti alla sua strada. Il match è stato intenso e ha raccontato la storia in maniera ottimale, ha presentato alla perfezione il personaggio e la storyline. Perché sicuramente questi due non hanno già finito di combattere, al contrario questo è solo l'inizio, la rivalità fra questi due sono sicuro sconvolgerà le fondamenta dell'Universo NXT.

THIS IS WRESTLING. Il match della settimana è sicuramente il Tag Team Turmoil Match che ha visto coinvolti Bryan e Reigns contro tutte le coppie della WWE. Nonostante quasi un'ora di contesa, il tutto è stato piacevole e ha raccontato tante piccole storie al suo interno, compresa quella dell'ennesimo turn di Big Show.

Disclaimer: Le classifiche Top 5 e Flop 5 sono basate su un personale giudizio della settimana appena trascorsa in WWE. La classifica è da interpretare in chiave mark.

TOP 5

5. Paige
4. Bray Wyatt
3. Brass Ring Club
2. Roman Reigns
1. Daniel Bryan

FLOP 5

5. Adam Rose
4. The Usos
3. Curtis Axel
2. Dolph Ziggler
1. The Authority

Anche per questa settimana è tutto cari #followers ed #haters.

#DealWithIt
#RealRealReal
#KillOwensKill
#LaSpiaggina
#BalorClub

15,038FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati