WWE Planet #553

Benvenuti amiche ed amici di TuttoWrestling.com ad una nuova edizione del WWE Planet. Settimana controversa e piena zeppa di notizie quella che abbiamo vissuto in casa Stamford. Come ogni domenica le analizzeremo puntigliosamente. LET'S GO!!!

I AM A SURVIVOR. Credo che lo siamo un po' tutti sopravvissuti. Sopravvissuti ad un PPV appena sufficiente di mamma WWE. Le premesse sia chiaro non erano delle più esaltanti e la speranza di tutti noi appassionati era quella di poter assistere a qualche clamorosa sorpresa, che alla fine pur ci è stata, ma vi arriveremo a parlarne più tardi. Survivor Series ha avuto uno dei migliori kickoff degli ultimi tempi, certo bisogna pur sempre considerare l''importanza e la qualità di questo tipo di match, ma ha almeno seguito una storia e l'ha raccontata perfettamente sul ring. Il turn heel di Miz è un'ottima scelta, il nativo di Cleveland da cattivone rende molto di più e può dire certamente la sua nel mid card. Certo poi uno vede Raw e si fa un paio di domande ed entra in totale confusione. Credo che a Stamford non abbiano le idee chiare, fai lavorare Miz come buon rappresentante della Compagnia con Strahan e poi durante il match contro Kofi lo fai tornare cattivone. Confusione, confusione totale. Il match che ha aperto il PPV è stato il vero show stealer della serata. Il background non era certo dei migliori ma almeno il 5 vs 5 aveva un senso e delle rivalità insita tra i vari tag team e fazioni presenti. Ottima storia raccontata, come anche le eliminazioni effettuate, temevo i soliti momenti in cui c'erano pin veloci e schieramenti effettuati dopo appena una mossa, ma fortunatamente così non è stato. In WWE hanno sfruttato ancora una volta questo match per far emergere un prospetto, per testare un suo futuro ed importante wrestler: Roman Reigns. Il mastino dello Shield ha effettuato il record di eliminazioni in un Survivor Series Match, ha distrutto chiunque gli si parasse davanti con la sua devastante spear e ha mandato messaggi a tutto il WWE Universe. Sono veramente contento per l'esito del match, non parlo della vittoria degli heel, ma dell'emergere di questo giovane samoano. Personalmente i big men non mi hanno mai attirato più di tanto, sono sempre stato affascinato dalla tecnica e dalla spettacolarità nel wrestling, ma ho avuto ed ho le mie eccezioni. Quando un wrestler ti trasmette con la sua sola presenza o con dei semplici gesti la sua potenza ed il suo carisma, allora significa che sta nascendo un qualcosa di devastante in casa WWE. Ho e sto avendo le stesse sensazioni provate ai tempi con Batista nella sua faida contro Triple H ai tempi dell'Evolution, la spear e la powerbomb mi trasmettono quelle stesse sensazioni. Roman Reigns se gestito bene sarà una delle nuove facce della Compagnia, uno di quelli che dominerà a lungo, spero solo che non sprechino tutto questo lavoro a Stamford. Il match successivo del PPV è stato uno showcase delle doti di Big E Langston. Poche parole amici miei, questo ragazzo ha i numeri e dopo un po' di giusto ambientamento sta prendendo sempre più piede negli show, il pubblico lo segue e lui li attira a se come il miele con le api. Questo è sicuramente un altro indizio che ci fa capire come in WWE stiano puntando forte sui big men dopo un periodo incentrato sugli indy guy. Il 7 vs 7 Divas Match è stato piacevolmente sorprendente. Attenzione non sto dicendo che è venuto un match da cinque stelle, ma un qualcosa di lineare e abbastanza godibile. Certo le doti delle protagoniste sul ring purtroppo non sono eccelse e lo abbiamo ancora visto, solo AJ Lee, Natalya e Tamina sono delle lottatrici con un buon background. Il resto è ordinario lavoro e pure eseguito non benissimo, le gemelle Bella hanno avuto un miglioramento rispetto a qualche tempo fa e si vede, ma ne devono mangiare ancora di polvere sul ring. Certo poi vedi la rivincita a Raw la sera successiva e ti chiedi perché. Perché peggiorare e soprattutto far schienate Tamina da JoJo e far rimanere tra le sopravvissute Eva Marie, il prototipo di signorina allegra che sul ring ci finisce per caso. Successivamente vi è stato il ritorno di Mark Henry. Solo quello, io ricordo solo quello, il match ho preferito saggiamente dimenticarlo. L'unica cosa che posso dire è che Henry pelato ora sembra abbia il fisico di una bottiglia, testa piccola e poi si allarga tutto. Il match per il Titolo del Mondo. Molto sorpreso che non sia stato il main event, cosa si può dire, la contesa è stata buona e non vi è nulla da eccepire. Solo che è il solito match di John Cena come hanno ben detto Erik e gli altri durante il radio show, non ci poteva e doveva aspettare di più. Alberto Del Rio non aveva nessuna speranza ne sul piano logico ne su quello della storia raccontata in queste settimane. Il Campione è troppo importante per la Compagnia e con la cintura alla vita è una sicurezza per tutti, una sicurezza per i ratings e per la vendita delle magliette. Il match di coppia tra i GOAT e la Wyatt Family è stato il secondo match più bello della serata. Lo si sapeva ed immaginava visti i protagonisti, sono rimasto piacevolmente sorpreso da Erik Rowan, grosso e cattivo quanto basta. Non vi è solo l'ottimo Luke Harper quindi, che comunque ha fatto il suo sporco lavoro eseguendolo ottimamente. Dall'altra parte non posso dire nulla, lavoro eseguito come al solito alla perfezione da Punk e Bryan, sempre over con il pubblico nonostante i due siano relegati al di sotto del main eventing. La faida sembra conclusa, almeno il braccio che riguarda Punk e Bryan, il match quindi è giusto che lo abbiano vinto i due buoni. Quello a cui abbiamo assistito a Raw è per me molto interessante. Sembra che Punk se la dovrà vedere con Roman Reigns in una faida nuova e che porterà sicuramente alla disputa di ottimi match e di segmenti da ricordare durante gli episodi settimanali. Bryan invece è stato rapito dalla Family, non si sa che fine farà, non si sa come tornerà, le opzioni ventilate sono molteplici. Spero solo che l'American Dragon non effettui un turn heel unendosi alla Family, sarebbe controproducente per tutte le parti in causa. Interessante per la prima volta vederlo insieme alla Family, ma poi diventerebbe stantio ed una situazione da cui sarebbe molto difficile uscire completamente puliti. Il main event. Cosa dire sull'abominio a cui abbiamo assistito, un match lento, privo di interesse dai primi minuti, tagliato visibilmente verso la fine perché stava diventando una tortura anche per chi stava dietro le quinte. Purtroppo tutto ciò è frutto della cattiva gestione della side storyline di Big Show, un match che è stato privato di qualunque significato e che è servito solo per dare ad Orton una difesa titolata. L'aiuto poi alla fine vi è stato, indiretto ma vi è stato. L'unica cosa interessante è avvenuta alla fine del PPV con lo strascico che è continuato il giorno dopo. John Cena e Randy Orton che alzano le cinture uno davanti l'altro.

UNDISPUTED CHAMPION? Dopo la sera della Survivor Series un po' tutti avevano fatto le ipotesi più disparate. L'unico comune denominatore era che prima o poi il match per l'unificazione dei Titoli sarebbe avvenuto. L'ipotesi più gettonata era quella che il tutto sarebbe accaduto in quel di Wrestlemania 30, un palcoscenico ideale per un match unico nel suo genere, un match che non avviene da ben 11 anni. Triple H e la sua combriccola però ci hanno sorpreso. Il match si terrà tra meno di due settimane in un Tables, Ladders and Chairs Match. Siamo e sono rimasto un po' spiazzato da questa decisione, figlia sicuramente dei non esaltanti ratings degli ultimi tempi e dei non strabilianti acquisti dei PPV. Insomma hanno voluto giocarsi una carta importante e costosa subito, nell'immediato, hanno preferito l'uovo oggi invece della gallina domani. Tutto ciò però può essere un'arma a doppio taglio. Se, a quanto pare vogliono scambiare le cinture tra i due Campioni credo, e sottolineo credo, che provocherà rabbia e non poca nel WWE Universe che, si sentirebbe preso in giro per non aver assistito ad una svolta epocale ma ad un ennesima presa per i fondelli con un finale controverso. Sembra comunque che tutto il creative team sia in totale confusione in questo periodo, molto probabilmente hanno voluto dare una sterzata decisa a tutto il movimento senza però pensare alle conseguenze e senza avere una base solida su cui poggiarsi senza cadere pesantemente a terra. Cosa accadrà? Sicuramente nelle prossime puntate ne sapremo di più.

THIS IS WRESTLING. Il match migliore di questa settimana è stato sicuramente il 5 vs 5 Traditional Survivor Series Match. Ho già esplicato il perché di questa scelta, ma voglio ribadire che così si effettuano e si racconta la storia un match del genere e così si porta in alto una Superstar. Voto: 7.5

TOP 5

5. The Kosher Butcher
4. Erik Rowan
3. Big E Langston
2. Cm Punk & Daniel Bryan
1. Roman Reigns

FLOP 5

5. Dean Ambrose
4. Ryback
3. Curtis Axel
2. Eva Marie
1. I partecipanti a quel segmento obbrobrioso avvenuto a Smackdown

That's all folks. Per questa settimana è tutto. Se siete nelle vicinanze di Pescara, questa sera ci sarà a Ceppagatti la Super 8 Cup, torneo di profumo internazionale che vede tra i tanti partecipanti il Campione della WXW Tommy End ed il Campione Italiano della ICW.

14,982FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati