WWE Planet #545

Benvenuti amiche ed amici di TuttoWrestling.com ad una nuova edizione del WWE Planet. Settimana controversa quella che abbiamo vissuto, si è passati dalla dittatura più becera al buonismo dilagante di Triple H. Allacciamo le cinture, mano nel secchiello dei popcorn, rilassiamoci e partiamo per il numero settimanale del WWE Planet!!! LET'S GO!!!

IL FRATELLO BUONO. Questa settimana abbiamo assistito ad una versione di Triple H diversa, quasi come se si fosse redento delle sue cattive azioni. Non si sono viste risse o pestaggi ai danni dei wrestlers ribelli, nessuna stipulazione speciale per punire chi non sta a genio o nessuna umiliazione pubblica. Quando lunedì sera abbiamo visto sullo stage le dieci Superstars ribelli schierate, un po' tutti abbiamo pensato che il destino di quei novelli Masaniello era già segnato. La reazione più naturale, o meglio quella a cui ci eravamo abituati a vedere nelle ultime settimane, sarebbe stata quella del licenziamento in toto dei dieci. Invece siamo stati smentiti tutti quanti. Triple H ha tirato fuori il suo lato buono e Stephanie McMahon ha addirittura lodato loro per ciò che hanno fatto, dicendo che finalmente qualcuno si è svegliato e si è dimostrato un vero uomo. The Game poi ha giocato un po' sulla provocazione chiedendo come mai abbiano aiutato Daniel Bryan, colui che concorrerà per il WWE Title, e non lo abbiano steso anche loro; le Superstars della WWE come obiettivo nelle loro carriere hanno quello di vincere il massimo alloro. Triple H non se n'è capacitato chiedendo a Ziggler il motivo della sua azione, così come anche a Rob Van Dam. L'ex ECW però non è caduto in trappola e ha risposto pan per focaccia ribadendo che hanno fatto tutto ciò solo per aiutare Bryan, per non farlo più essere vittima dei soprusi dello Shield e di Randy Orton. Il risultato è stato molto inaspettato: un Elimination Tag Team Match 11 vs 3, i ribelli contro lo Shield. Un qualcosa che sicuramente non avrebbe favorito la Corporation, quindi pensare al perché di tutto ciò è molto difficile. Certo nel corso della serata molti dei ribelli coinvolti nel main event hanno combattuto, perso e subito feroci attacchi che li hanno infortunati. Il match finale poi in se è stato molto coinvolgente, non posso certo dire che mi aspettavo che lo Shield vincesse però, i tre mastini non hanno dato vita facile. Roman Reigns si è affermato ancora una volta come una bestia, come un big men con una forza devastante, le sue spear sono perfette perché c'è molta intensità nel colpo e sono eseguite alla perfezione, personalmente quando vedo in ring Reigns mi trasmette quasi le stesse sensazioni che avevo con il Batista del 2005. Il finale poi è stata la riscossa dei ribelli e specialmente di Daniel Bryan che, in questo modo, si proietta verso il match titolato di Battleground con una marcia in più non perdendo nessun punto ne col pubblico ne a livello d'importanza come main eventer. Randy Orton, invece, sta avendo un'evoluzione o meglio un ritorno al passato. The Viper sta tornando quel bastardo senza remora alcuna che colpisce il suo avversario sino a quando non è soddisfatto, sino a quando non ha morso abbastanza da ritenersi sazio. Questo mi piace molto, si sta ridando carattere al personaggio di Orton, quella cattiveria che ci vuole per opporsi a Bryan, quel salire il gradino in più per rendere sempre interessante e accattivante la storyline principale della WWE. Un altro aspetto che voglio analizzare è la situazione di Big Show. Ciò che è accaduto durante MizTv è alquanto controverso. The Miz lo ha provocato, lo ha punzecchiato e gli ha chiesto perché non si è ribellato come tutti ora che un fronte si sta alzando, ma il gigante non rispondeva. Stephanie McMahon con il suo solito perfido sorriso poi ha fatto il suo ingresso, ha ricordato a Miz che oramai lui non può concorrere per i piani alti, Miz è utile solo per fare pubblicità alla Compagnia, per svegliarsi alle sei del mattino per andare ad inaugurare un supermercato. Poi c'è stato l'ordine della McMahon: Big Show stendilo. Il gigante rispetto alle scorse settimane è stato letale, nessuna remora e nessun rimpianto, gira The Miz e KO Punch diretto sul mento senza nessun pianto anzi, rimanendo con una faccia di marmo e impassibile. Questo forse è l'inizio del suo turn, del suo avvicinarsi alla Corporation anche se, a SmackDown quando nel backstage Triple H lo stava per licenziare lui ha di nuovo aperto il rubinetto e pregato il COO di non fare quel gesto, perché deve pensare alla famiglia. Quindi siamo ancora nel limbo e, questo è un buon segno, meglio rimanere ancora un po' in questa situazione finchè la si riesce a gestire bene, è un angolo del feud che porta tanta acqua al mulino e che fa capire sempre quanto è pressante la Dirigenza e quanto cattiva possa essere. Infine settimana prossima la famiglia Rhodes al completo sarà a Raw per ascoltare la proposta di Triple H dopo che i Rhodes hanno attaccato lo Shied prima del main event. Si andrà sicuramente verso un 3vs3 tra i Rhodes contro lo Shield per un contratto in WWE, match che secondo me sarà molto interessante, questa è un'altra costola del feud principale che sta funzionando molto bene e che sta portando molti benefici al “business”.

E IL RESTO?. Le altre storyline in WWE sono molto da contorno in questo momento. Rimane viva e sempre molto interessante quella che vede coinvolti CM Punk e Paul Heyman che, questa settimana ha avuto un ottimo capitolo svoltosi nella città di Chicago. Il promo dello Straight Edge è stato molto bello e sentito, ha fatto fare un balzo in alto al wrestler e lo ha scrollato dalle ultime sconfitte, il paragone con l'ultima finale di Stanley Cup è stato molto calzante. Coloro che vengono da Chicago non si arrendono mai anche quando subiscono molte sconfitte, si rimboccano le mani e si rialzano più forti di prima per prendere la propria vendetta. Al solito poi il confronto verbale con il Mad Genius è stato uno dei punti più interessanti di Raw e la rissa che ne è conseguita è stata il giusto modo per creare acredine tra Punk e Ryback. Certo Ryback ha come al solito uno stile molto spigoloso che per poco non faceva cadere in malo modo Punk, ma il suo inserimento in storyline è stata una buona boccata d'aria. La loro rivalità e la rivalità tra Punk ed Heyman sono sicuro che si concluderà ad Hell in a Cell, magari dentro la gabbia o comunque con i protagonisti coinvolti in match a stipulazione speciale.
Venerdì a Smackdown poi il buon Triple H ha aggiunto una stipulazione speciale al match per il World Heavyweight Championship. Alberto Del Rio e Rob Van Dam si affronteranno in un Battleground Hardcore Rules Match. Il feud non si sta discostando molto dai binari sinora seguiti, quantomeno ora avremo un match che potrà dare un quid in più all'azione e forse sarà più divertente di quello visto due settimane fa: staremo a vedere.
La situazione intorno al Divas Title si sta facendo più chiara. AJ Lee ha una nuova e forzuta alleata, Tamina Snuka, e il cast di Total Divas è più unito che mai con l'unico obiettivo di detronizzare l'attuale Campionessa. Non sarà un grandissimo feud ma, quantomeno c'è una storyline dietro ai match femminili e una giustificazione giusta che porterà molto probabilmente allo scontro tra Natalya e AJ Lee.
Il prossimo lunedì poi avremo l'esordio dei Los Matadores. Molto probabilmente i toreadores andranno in feud contro i Real Americans, un feud già scritto e che sarà quel trampolino di lancio per creare una base intorno al “nuovo” team.

QUANDO MENO TE LO ASPETTI. Da qualche giorno sull'account Twitter della WWE stanno cominciando ad apparire degli strani messaggi che ora vi riporto:
-“Anime infrante giacciono al di sotto dei suoi piedi. #RestinPieces”;
– “L'ho preso su di me per un sentiero che nessuno sceglie di percorrere”;
– “Nato un vincitore (survivor, ndr) #RestinPieces 11.22.90”.

Chi è secondo voi il protagonista di questi tweet? Secondo me visti i chiari riferimenti potrebbe essere Undertaker. Un suo ritorno che potrebbe avvenire alle Survivor Series chissà, nell'ambito del feud principale della Compagnia per aiutare l'una o l'altra fazione.

Per questa settimana è tutto cari amiche ed amici, ci si rivede la prossima con i pronostici sui match di WWE Battleground!!!

UN ANNO DI WWE A 24,90 EURO: CLICCA QUI E APPROFITTA DELL’IMPERDIBILE OFFERTA!

14,886FansLike
2,621FollowersFollow

Ultime Notizie

Come la AEW userà il suo nuovo grande debutto

Aggiornamenti riguardo il debutto di Sting in AEW. Sting dovrebbe apparire regolarmente durante gli show della compagnia

Reazioni sui social dopo il finale di AEW Dynamite

Le reazioni sui social network al termine dell'ultimo episodio di AEW Dynamite, culminato con il match tra Moxley e Omega.

Nasce una alleanza tra la AEW ed un’altra Federazione

Nel corso della puntata di AEW Dynamite Winter is Coming è nato un forte crossover con un'altra importante Federazione

Lista dei match annunciati per il Tribute to the Troops

Annunciati tre incontri per il Tribute to The Troops, lo show che andrà in onda il prossimo 6 dicembre negli Stati Uniti su Fox

Articoli Correlati