WWE Planet #528

La marcia verso Payback prosegue per la WWE. Gli show della federazione, nell'ultima settimana, non sono stati propriamente eccitanti ma ci hanno regalato degli spunti interessanti sul quale poter riflettere e discutere proprio in vista del prossimo ppv ma non solo. È una WWE che continua a vivere un momento di difficoltà a livello creativo ma che sta cercando di reagire attraverso il debutto ed il lancio di alcune “nuove leve” che sicuramente andranno a rinforzare e rinfrescare il roster. Senza dimenticare, ovviamente, dei ritorni fondamentali per la federazione di Stamford in un futuro nemmeno troppo lontano.

PayPunk! Sicuramente la notizia più interessante di questa settimana ci arriva dall'ultima puntata di Monday Night Raw e dal bel duello verbale dell'Highlight Reel che ha visto protagonisti Chris Jericho e Paul Heyman. Due che al microfono sanno il fatto loro e, non a caso, il segmento che li ha visti protagonisti è stato sicuramente tra i più interessanti e coinvolgenti dello show del lunedì sera (ma anche della settimana intera). La notizia che emerge dopo il promo di questi due è quella che, a Payback, ci sarà il ritorno sulle scene di CM Punk. Il che è una grossa notizia considerando il nome in questione e di come si sia sentita fortemente la mancanza dello Straight Edge durante gli show. Insomma, Punk è uno che fa la differenza ed in queste settimane ne abbiamo avuto la conferma. Il ritorno del wrestler di Chicago, tra l'altro, avverrà in pompa magna, come deve essere per un atleta del suo calibro. Nel prossimo ppv, infatti, avremo il terzo capitolo della saga (interrotta un annetto fa) Punk vs Jericho con sottotitolo “who's the real best in the world?”. Insomma ci attende un match per palati fini, la degna conclusione di una rivalità che, in ogni caso, avrebbe potuto essere sfruttata meglio visto il potenziale dei due suddetti protagonisti (lo status di part-time wrestler di Y2J ha influito non poco su questo). Dettagli perché ciò che conta è ciò che ci apprestiamo a seguire ovvero un incontro che, sicuramente, sarà lo show stealer della serata. La domanda che più è stata posta in relazione a questo grande annuncio è: ha fatto bene la WWE a preannunciare il ritorno dello Straight Edge? Non era meglio puntare sul fattore sorpresa? La risposta a questa domanda è, nonostante io sia un grande fan delle sorprese, che la federazione, a mio avviso, ha compiuto una scelta tanto sacrosanta quanto necessaria. Era inevitabile che la WWE si giocasse la carta Punk in quel di Payback vista la costruzione dell'evento stesso e la totale mancanza di motivi per acquistare il prossimo evento in ppv. Era impensabile che Vince & co. puntassero tutto su Ryback vs Cena per stimolare le vendite dell'evento. In mancanza di Lesnar, Triple H, The Rock o una qualsivoglia attrazione “extra”, l'unico modo per attirare l'attenzione era annunciare il ritorno di CM Punk, uno degli uomini di punta in quel di Stamford in questo momento. Senza di lui, probabilmente, le vendite di Payback sarebbero state disastrose. Il ritorno dell'ex WWE Champion salva decisamente capre e cavoli ma soprattutto assicura qualche soldino in entrata in più derivante dalle vendite del ppv del prossimo 16 giugno.

3 is better than 1.
Come detto, certamente la WWE non poteva riporre tutte le sue aspettative su Ryback vs John Cena per quel che riguarda Payback. La settimana scorsa era stato annunciato un Ambulance Match tra i due, notizia che aveva fatto tremare i fan ed i critici visto il possibile scempio al quale avremmo potuto assistere. Per fortuna la federazione ci ha salvato da tutto questo proponendoci una variante che, senza subbio, migliora la situazione e l'appeal di questo match verso i fan. Il 3 Stages Of Hell Match che vedrà contrapposti i due con in palio il WWE Championship promette di essere quanto meno più coinvolgente seppure le tre stipulazioni scelte non sono proprio il massimo della vita anche se necessarie per il presente ed il futuro dei due contendenti. Soprattutto il Lunberjack Match iniziale potrebbe essere lo spunto per una nuova rivalità per Ryback che, quasi certamente, da questo match uscirà sconfitto (l'ex Skip Sheffield potrebbe dare la colpa della sconfitta a qualche Lumberjack un po' troppo irruento nei suoi confronti). Diciamo che questa nuova stipulazione renderà quello che sarà il main event degno di questo nome o almeno questo è il propostito della WWE. D'altronde il materiale a disposizione è quello quindi bisogna cercare di renderlo al meglio possibile. Speriamo che Lumberjack Match, Tables Match ed Ambulance Match abbiano più fortuna del Last Man Standing Match che tante polemiche ha suscitato ad Extreme Rules.

“We're coming”. Ha suscitato molta curiosità questa settimana, durante Raw, il video che preannuncia il debutto nel main roster della Wyatt Family (team composto da Bray Wyatt, Luke Harper e Erick Rowan). Un video piuttosto inquietante ma di sicuro impatto. Questa settimana la Wyatt Family è stato uno degli argomenti più discussi nel wrestling web. Soprattutto coloro che seguono WWE NXT non possono che esaltarsi alla notizia del debutto di questi tre nuovi wrestler. D'altronde tra tante buone cose che sta offrendo il terzo show della federazione, credo di poter dire senza essere smentito che la Wyatt Family sia la migliore. Bray Wyatt, conosciuto precedentemente come Husky Harris, è un figlio d'arte come tutti sapete. Già ad NXT aveva impressionato per il suo stile di lotta a scapito di un fisico non proprio da “amante delle palestre”. In questa nuova veste “psicopatica”, Windham Rotunda, questo il suo vero nome, sta facendo un lavoro straordinario rivelandosi uno dei personaggi meglio riusciti di questa annata WWE. Lui ed i suoi adepti sono sicuramente un rinforzo importante per il main roster della federazione. Il loro debutto farà scalpore e sono sicuro che nei prossimi mesi molte delle cose interessanti che seguiremo nel corso degli show della WWE vedrà coinvolti proprio questo inquietante gruppo. Anche loro rappresentano la “nuova linfa” e spero vivamente che il loro debutto possa avvenire quanto più in fretta possibile perché la federazione ha molto bisogno di novità in questo particolare periodo. La Wyatt Family rappresenta davvero qualcosa di diverso e destinato a sconvolgere il roster di Raw e Smackdown. Sempre sperando che il booking team sia abile a gestire questo gruppo anche a livelli più alti rispetto a quanto fatto ad NXT.

Con la speranza rappresentata dalla Wyatt Family si chiude questo numero del WWE Planet. Al sottoscritto, come sempre, non resta che augurarvi un buon week-end! Alla prossima!

Adriano Paduano
Appassionato di wrestling dagli inizi del 2000, negli ultimi anni ho vissuto a Londra dove ho coltivato la passione per il wrestling indipendente e la scena UK. Collaboro con Tuttowrestling da oltre dieci anni dove ho ricoperto il ruolo di Raw Reporter (occasionalmente anche ppv), redattore del WWE Planet ed attualmente scrivo il bi-settimanale Bet On Him con qualche comparsata nei vari podcast del sito.
15,694FansLike
2,634FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati