WWE Planet #391

Sapete che agli inizi del decennio l'idea che porta a Bragging Rights sarebbe stata una signora idea? Mi riferisco a quando il campione era uno solo e faceva la spola fra i due show, c'erano due figure di peso come manager quali Eric Bischoff e Stephanie McMahon e – pensate – Smackdown poteva vantare di essere uno show migliore di Raw, non come rendimento ma come nomi nel roster! Fortunatamente era ancora lontano lo scellerato periodo dei ppv monobrand, un obbrobrio che a rileggere le card di quegli show oggi ci si chiede come abbia fatto la WWE a non fallire…

Oggi i campioni sono due, sebbene le voci parlino di continuo di una futura riunificazione dei titoli, e gli show certamente godono di vita propria, anche se sono frequenti le interazioni fra i due roster. Di sicuro scordatevi la ripartizione equilibrata dei nomi.. perfino ora che Smackdown va lanciato su un nuovo network, l'approdo di Edge è stato comunque compensato con CM Punk, non esattamente l'ultimo degli arrivati. Sui GM il paragone col passato è poi impietoso.. a Smackdown c'è l'uomo che ha smarrito il carisma più o meno da quando ha dismesso i panni da arbitro, a Raw c'è un computer, idea piacevole per qualche settimana ma che ora ha stufato praticamente tutti. Ad ogni suono di notifica delle email del GM si levano infatti dei clamorosi boo, ben diversi da quelli che ad esempio prendeva Vickie Guerrero interpretando alla grande il ruolo di heel. Questi sono gridi di noia, non di disapprovazione.

Ecco perché di fondo l'idea della sfida fra brand potrebbe anche convincere, ma non nella situazione attuale. Ed è paradossalmente anche un peccato, perché le due squadre sono state composte in modo interessante: entrambe hanno certo atleti abbondantemente “sacrificabili”, ma anche nomi di punta o in pieno push che difficilmente si presterebbero ad una sconfitta, specialmente ingloriosa.

Veniamo al sodo.. quale dei due team è più “attrezzato” per vincere? Per valurtarne la caratura secondo me il modo migliore sarebbe immaginarmeli in una sfida a eliminazione, ovvero più simile alle Series che alla effettiva stipulazione.

Partiamo ad esempio dai sei di Raw:

The Miz: Il capitano, l'uomo che ha passato in modo del tutto indolore due job consecutivi e che ha ancora un money in the bank da conquistare, con ogni probabilità prima della Road to Wrestlemania e dunque entro la fine dell'anno. Il suo ruolo è quello di vincere, figuriamoci poi da capitano. Ecco perché sarebbe quasi impossibile non vederlo quantomeno arrivare fino alla fine.

R-Truth: più che sacrificabile, la sua sarebbe una gara con Santino Marella per non essere eliminato per primo.

John Morrison: sempre alla finestra di una occasione che non arriva mai, figuriamoci proprio stasera che c'è gente ben più considerata di lui da ambo le parti.

Sheamus: già l'aver fatto fuori Daniel Bryan per entrare nel team è garanzia di considerazione.. l'ex campione è un patrimonio che non si vuole sprecare, il suo ruolo sarebbe (e sarà) sicuramente di protagonista assoluto.

CM Punk: appena draftato, riveste i panni dell'outsider di lusso. Dal ppv, infatti, si inizierà a capire se per lui a Raw ci sarà spazio per la gloria di qualche tempo fa o se la sua situazione sarà destinata ad essere simile a quella che aveva a Smackdown, simile ad esempio a quella di John Morrison.

Santino Marella: Eh? In effetti qualcuno da eliminare subito per far fare bella figura a qualche emergente dovrebbe pur esserci in qualunque team.. meno male per lui che

Veniamo ora a Smackdown:

Big Show: paradossalmente il capitano del team potrebbe tranquillamente rischiare di non vedere la fine di un match a eliminazione, né da vincitore né da ultimo eliminato, e dunque in questa cornice diversa dubito sarà lui il protagonista assoluto. Nella sua squadra ci sono atleti, face e heel, assai più considerati di lui. Avrà il suo ruolo, nemmeno troppo secondario, ma temo che le star della serata saranno altre.

Rey Mysterio: ecco, già Rey è assai più considerato di Show e può giocare un ruolo importante o addirittura decisivo. Difficile non immaginarselo fra gli ultimi a non giocarsi la vittoria in modo decisivo.

Alberto Del Rio: l'heel di punta a Smackdown, punto. Non inganni la sua sconfitta contro Mysterio, il suo push è più forte che mai, e dunque vederlo eliminato sarebbe sicuramente non così probabile, e comunque un ruolo importante nella contesa per lui è assicurato.

Edge: vedi il discorso fatto per CM Punk, ma aggiungendo anche il suo passaggio a face ed il fatto che mentre Punk a Raw rinforza una batteria già folta, Edge a Smackdown ci torna per essere come minimo il protagonista indiscusso. E per essere protagonisti quale miglior modo se non condurre il team, cosa che può fare assai meglio del suo capitano, alla vittoria? Se Smackdown dovesse vincere il candidato al pin è qui, poche storie.

Tyler Reks: naturalmente sacrificabilissimo, ma occhio.. per averlo inserito e soprattutto avergli cambiato leggermente attyre magari si vorrà iniziare a pusharlo. Difficile però non immaginarsi una sua eliminazione abbastanza presto qualora ragionassimo in ottica Series, dunque difficile non immaginarsi lui come candidato al job che potrebbe portare la vittoria a Raw.

Jack Swagger: quanto spreco.. lo dico sempre, lo ripeto anche stavolta. Purtroppo sono convinto che sarà una delle pedine da sacrificare.

Kofi Kingston: stesso discorso per lui, che secondo me ha anche molto meno potenziale. Darà il suo contributo, ma limitato. E temo non se ne dispiacerà nessuno

Insomma al momento direi che la bilancia pende dalla parte di Smackdown, che potrebbe vincere esattamente come l'anno scorso. Che poi la federazione voglia farci credere che vincere significa consacrarsi come brand dominante è un altro discorso.. sappiamo bene che al contrario questo può significare un contentino verso atleti impegnati in uno show che è in tutto e per tutto considerato di seconda categoria.

Il problema è che l'analisi considera le individualità del gruppo e sarebbe particolarmente probante qualora, ripeto, fossimo alle Series. Qui cosa impedisce ad un team di avere la meglio sull'anello debole dell'altro, visto che in entrambi non ci sono certo solo supermostri imbattibili? Un pin su Santino Marella è alla portata di tutti.. uno so Kofi Kingston quasi, tanto per dare un'idea. Eppure resto convinto che per il discorso appena chiuso vedremo ancora una volta emergere la bugia a fin di bene che Smackdown sia il brand dominante.

Certo ci sono due fattori ancora da considerare, ovvero il settimo uomo che a Raw ancora manca ed i Nexus. Il primo può essere decisivo qualora questo settimo nome sia di quelli che contano, ed il riferimento è chiaramente ad un possibile ritorno di Triple H. In quel caso è chiaro che il banco salta.. anche se poi potrebbe nascere una rivalità interna con Sheamus preludio del loro feud e a quel punto della sconfitta dello show rosso. Qualora invece The Game non dovesse rientrare o lo facesse senza prendere parte a questo match ci sono sempre i Nexus.. con una presenza come John Cena (del quale parleremo fra sette giorni) dubito siano “necessari” anche tutti gli altri come attori non protagonisti del main event fra Wade Barrett e Randy Orton, dunque anche loro potrebbero prendere in qualche modo parte al match, magari addirittura con una propria squadra. Molto improbabile, ma nemmeno da escludere a priori.

In definitiva non vi nascondo che lo scontro ad eliminazione possa anche piacermi, nei limiti in cui può piacere nella condizione attuale di assoluta non rivalità dei brand e soprattutto di letargo aggravato delle idee creative: succede ogni anno da troppo tempo, stavolta solo grazie ai Nexus il sonno è stato posticipato di qualche mese.

PS
So che con la rubrica non c'entra nulla, ma voglio comunque esprimere la mia solidarietà a coloro che come me non hanno spento la televisione dopo il primo match di Bound for Glory (l'unico a salvarsi alla grande, anzi ad essere al livello di un bound for glory) ed hanno dunque prestato il fianco ad un pay per view che ha trafitto le aspettative credo anche del più assiduo fan della TNA.

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
14,815FansLike
2,611FollowersFollow

Ultime Notizie

Sheamus: “Big E dovrebbe essere campione del mondo”

L'atleta irlandese ha elogiato in un'intervista Big E, atleta con il quale ha avuto la sua ultima faida a SmackDown prima di passare a Raw.

Video del 57° episodio di AEW Dark

Nuovo appuntamento settimanale con AEW Dark, la cui card della puntata trasmessa ieri è stata composta da sedici match.

Spiegazione riguardo al finale di Raw

PWInsider ha fornito la spiegazione del finale della puntata di Raw che ha visto coinvolti Drew McIntyre e Randy Orton

In calo gli spettatori della Season Premiere di Raw

La puntata della Season Premiere di Raw ha visto un calo di telespettatori rispetto a quella dedicata alla seconda parte del draft.

Articoli Correlati