WWE Planet #388

Magari è perché sono ragioni così complesse che un comune mortale come me o come il tifoso medio non può capirle.. ma qualcuno è in grado di spiegarmi come cavolo sia possibile prevedere un pay per view a distanza di due, dico due settimane dal precedente? Nella migliore delle ipotesi uno dei due avrà un numero di acquisti da Profondo Rosso, nella peggiore – che è esattamente ciò che prevedo accadrà – succederà ad entrambi. Misteri del marketing..

La prima conseguenza diretta è quella di analizzare Night of Champions con una velocità senza pari, visto che nuovi e già prepotenti argomenti di discussione ci attendono; che dire.. qualche momento significativo ce lo hanno regalato Kane e Undertaker nel finale (ma ne parleremo a breve), Daniel Bryan ha svolto più che bene il suo compito ma per me ha ancora margini di crescita in WWE, ed il main event è stato bookato sufficientemente bene da risultare godibile, sebbene un po' breve rispetto alle mie attese (venti minuti al netto di entrate, segmenti e varie ed eventuali, a fronte di ben cinque wrestler da eliminare). Nessuno sparerà voti altissimi, ma tutto sommato credo che una sufficienza ci stia tutta.

Se non altro Night of Champions troverà comunque un posto assai privilegiato nella videoteca di ogni appassionato.. il posto riservato agli eventi nei quali Undertaker è uscito sconfitto. E intendiamoci, non sconfitto dieci contro uno come la Rumble del 1994, non sconfitto per un tradimento di Paul Bearer come nel 1996 e nemmeno come successe con lo stesso Kane nel lontano 1998, ovvero un controjob del valore di un decimo rispetto a quello ricevuto. Qua parliamo di sconfitte “vere”, quelle che Undertaker in carriera non ha subito praticamente mai, salvo eccezioni talmente rare da essere facilmente elencabili: contro Steve Austin, contro Brock Leasnar e da oggi come Kane domenica scorsa (cancello volutamente quella con Great Khali per rispetto dello stomaco dei lettori più sensibili). Kane dunque entra in un club molto ristretto, nel quale gente come Hogan (che come tanti non andò oltre una vittoria sporca), Michaels, Rock, Triple H e tanti altri non sono mai riusciti ad entrare.
Certo ci si poteva aspettare una vittoria della big red machine, ma francamente non così fedele allo sviluppo della storyline, ovvero con un becchino ormai indebolito e senza più nessuno dei suoi poteri che lo hanno reso leggendario e quasi invincibile, incapace di frapporre un minimo di resistenza e sconfitto in modo pulitissimo. Per quanto mi riguarda è questa la più grossa sorpresa vista a Night of Champions, e testimonia il coraggio nel voler portare avanti la storyline nel modo più coerente possibile; non era affatto scontato, anzi.

Un coraggio maledettamente confermato anche nella puntata di Smackdown successiva, che a dispetto dell'imminente cambio di network non ha risparmiato una sorpresa veramente clamorosa. Già per come si stava “gestendo” la sconfitta di Undertaker, sia nelle parole di Kane sia nelle espressioni delle del becchino sarei rimasto più che soddisfatto, figuriamoci alla fine, quando Paul Bearer dopo un bel pò di anni è tornato a sorpresa a ridare con la sua urna quella forza che Taker rischiava di aver perso per sempre.
Ok lo ammetto, sono estremamente di parte, perchè Bearer è uno dei personaggi che più ha segnato la mia vita di appassionato, quando sia lui che ovviamente il becchino impressionavano un ragazzino dodicenne che di booking, show predeterminati, storylne e altro non sapeva – come tutti – assolutamente niente. Però anche dal punto di vista oggettivo non credo ci si possa esimere da un commento entusiasta.. sorpresa gigantesca, elemento che rientra alla perfezione nella storyline in corso e personaggio dal carisma provato da una pluriennale esperienza.. cosa si può chiedere di più? Grazie WWE, è la seconda volta in un anno dopo il debutto dei Nexus che sei riuscita a far saltare dalla sedia un fan incontentabile ed ipercritico.. non succedeva da una vita.

Per Hell in the Cell dal punto di vista creativo a dispetto del poco tempo a disposizione c'è comunque lo spazio per qualche significativa novità, oltre a ovvie conferme. E non necessariamente è merito della stipulazione, che comunque giocherà un ruolo importante. La principale novità, infatti, è tutta “di storyline” e riguarda ovviamente la rivalità fra John Cena e la stable dei Nexus.
Il gruppo è iniziato proprio assalendo alla grande lo stesso Cena, ed al pay per view proprio per mano sua rischia di sparire. La stipulazione è infatti è fin troppo chiara: o vince Cena, e allora l'esistenza dei Nexus è finita, oppure la vittoria di Barrett obbligherà il bostoniano ad unirsi al gruppo.

Onestamente c'è ben poco da dire sul “peso” di questa storyline: neanche il tempo di annunciarlo che nelle mie personali graduatorie questo incontro ha scavalcato senza troppi problemi l'HIAC fra Orton e Sheamus ed il rematch fra Undertaker e Kane. Ciò che invece credo meriti un'analisi è lo strascico che inevitabilmente questo incontro avrà.. è davvero immaginabile una vittoria di Cena? E' arrivato già il momento di mettere fine ai Nexus? L'interesse per il gruppo è già sopito al punto da accantonare la storyline? Da tifoso le mie personali risposte sarebbero tre “No!” uno più secco dell'altro, ma credo che anche un'analisi più tecnica ed imparziale porterebbe alle stesse conclusioni. Certo i Nexus hanno pagato qualche scelta non felicissima, ma altrettanto certamente godono ancora di un hype troppo forte per poter chiudere qui la loro breve ma intensa storia.. che senso avrebbe? Che cosa fare dei cinque in caso di scioglimento del gruppo? Cena lunedì sera evocando il loro futuro post-sconfitta li ha presi in giro, ma non è che sia poi andato così lontano dalla verità prendendo i quattro scagnozzi di Barrett e considerandoli da soli; i Nexus sono grandi in gruppo, presi singolarmente sarebbero nella migliore delle ipotesi ancora a fare i primi passi della gavetta.

Ecco perché da un punto di vista squisitamente logico vedrei poco utile una vittoria di Cena. Peccato che pronosticare una sua sconfitta sia ormai da anni qualcosa di molto difficile; non ho detto che non accade mai, tanto per spegnere sul nascere qualunque polemica, semplicemente che è sempre difficile pronosticarlo, ovvero indicarlo a priori, come sconfitto. Stavolta però mi sembra davvero improbabile, anzi scellerato, mettere da parte definitivamente la stable capitanata da Wade Barrett, dunque mi immagino di vedere a stretto giro una maglia gialla con una grossa N al petto di Cena, al posto di quella viola (carina, non mi dispiace) attuale.
Cosa significherà in termini pratici? Di fatto una sorta di riedizione di quello che già vedemmo con Shawn Michaels e JBL. Certo con tutte le differenze di storyline del caso, ma si tratterebbe comunque di un face costretto da motivi indipendenti o quasi dalla sua volontà a comportarsi da cattivo al servizio di malvagi “padroni”.

Con HBK funzionò discretamente.. con Cena può essere lo stesso? Difficile a dirsi: entrambi sono dei signori attori e carismatici come pochi altri, dunque adattissimi ad un ruolo come il “recluso”, un carachter che della recitazione ha bisogno come il pane. La vera differenza è che lo Showstopper talvolta era acclamato perfino al fianco delle più becere azioni di JBL, mentre Cena ha comunque una quota di pubblico che lo fischia pur essendo il top face senza se e senza ma. A conti fatti potrebbe essere interessante, naturalmente sempre se accadrà! E lo sapremo prestissimo.. ahimè troppo, troppo presto per come vorrei fosse decentemente fatto un calendario di eventi.

PS
Sfortuna tremenda per il povero Christian, costretto ad un lunghissimo stop. Se non altro con il carisma e l'appeal coi fan che già ora possiede insieme all'effetto rientro, potrà forse finalmente emulare le orme del suo ex compagno Edge una volta rimessosi; io lo spero, e non credo di essere il solo.

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
14,815FansLike
2,610FollowersFollow

Ultime Notizie

Rinnovo pluriennale con Impact Wrestling per Rohit Raju

Il campione X-Division rinnova con Impact Wrestling.

Jim Ross parla dell’eccessiva durata dei match

Secondo Jim Ross, i match nel wrestling attuale tendono ad essere troppo lunghi.

Risultati delle registrazioni della prossima puntata di Dynamite

Sono emersi online i risultati dei tapings del prossimo episodio di Dynamite, registrato dalla AEW due giorni fa a Jacksonville.

Shorty G torna ufficialmente al suo vecchio ring name

Ritorno al passato per Shorty G, che nell'ultima puntata di SmackDown ha deciso di tornare a riutilizzare il suo vecchio ring name.

Articoli Correlati