WWE Planet #358

Doveva essere la fermata in grado di tracciare definitivamente la road to Wrestlemania, e lo è stato, non senza qualche piacevole – a mio avviso – sorpresa. Elimination Chamber ha dunque adempiuto al ruolo che il calendario inevitabilmente gli assegna, ma al tempo stesso si è rivelato uno show a sé stante più che meritevole.

Naturalmente tutto è rimasto baricentrato sui due elimination chamber match, che da soli hanno coperto la maggioranza della card e la totalità dell'interesse. Il resto è stato ben poca cosa sin dal principio, tanto da averlo in gran parte costruito proprio durante il pay per view, ed in eredità lascia solo la personalissima convinzione che la nuova theme di Drew McIntyre (qualche anima pia conosce e può dirmi il titolo della canzone, e soprattutto se è acquistabile da qualche parte?) è ottima e potrà aiutare il ragazzo assai più delle vittorie con i Kane di turno.

Lasciando un attimo da parte il pay per view, come la settimana scora era stata caratterizzata tra le altre cose dalla chiusura della ECW, questa è stata invece segnata da debutto di NXT. La formula non era chiarissima alla vigilia, lo è sicuramente molto di più dopo la prima puntata: non è un reality, o almeno nel caso lo diventi sembra comunque “somigliare” ad uno show wrestling esattamente come tutti gli altri, con la ovvia differenza del roster composto da talenti emergenti ed il relativo affiancamento svolto da superstars già affermate. Volendo essere sintetici si tratta di una ECW – versione WWE, si capisce – dove però è ufficiale la caratterizzazione come brand di sviluppo, e ripulita di quegli atleti che in ECW militavano non tanto per crescere, quanto perché inadeguati per essere spesi a livelli più alti. Non sarà, insomma, qualcosa da seguire con spasmodica assiduità tutte le settimane, ma tutto sommato l'idea non è male e ne potrà venire fuori qualcosa di buono, vedi ciò che già si è visto nel corso della prima puntata. Show o programmi che per la WWE hanno uguale importanza, come Experience e Superstars, a mio avviso hanno un appeal spesso inferiore, dunque ben venga qualcosa che per certi versi ha comunque diversi elementi innovativi. La scommessa più grossa se la gioca Danielson, che avesse magari seguito le orme di McGuinness alias Wolfe in TNA forse oggi avrebbe ben altri palcoscenici, ma che ovviamente ha preferito investire a più lungo termine, sperando di trovare poi spazio “addirittura” in WWE. Per il resto non aggiungerò molto, visto che lo ha già fatto Niccolò nello You're Next.. solo che con tutti i – grossi – limiti del caso mi è sembrato di vedere un giovane Greg The Hammer Valentine nel rookie di Christian, un giovane Zeus in quello di Carlito ed un clone di Bob Backlund in Danielson, ops volevo dire Daniel Bryan. Ripeto.. nessun paragone, solo sensazioni fra lo scherzoso e l'inverosimile.

Torniamo però al tema principale, partendo dal primo dei due incontri nella demoniaca struttura metallica, quello di Raw, senza dubbio il più sorprendente in termini di risultato finale. Avevo ipotizzato non soltanto una conferma di Sheamus, ma anche un affare a due con Triple H, invece la vittoria è andata a John Cena, battuto a sua volta pochi istanti dopo da Batista in un match sancito al volo da Mister McMahon. Di fatto però non cambia nulla nello scenario per Wrestlemania che avevo individuato, ovvero Randy Orton impegnato con i suoi ex compagni della legacy (e la conferma definitiva l'abbiamo avuta anche a Raw la sera successiva), e John Cena in piena rivalità con Batista. La piccola, si fa per dire, differenza è che in questo caso non ci sarà più una rivalità fra i due onestamente mai sfruttata fino in fondo in passato, e nemmeno sarà abbastanza vedere Mister McMahon nell'angolo di Batista e Bret Hart in quello di Cena.. ora questo incontro avrà anche il titolo WWE in palio. Credo sia l'elemento definitivo che potrebbe portare proprio questo match ad essere il main event della serata, oltre che a rivitalizzare il titolo WWE e riportarlo su livelli che francamente Sheamus non avrebbe potuto garantire, indipendentemente dal suo sfidante. L'alternativa a questa scelta per il main event? Con buona pace del World title è ovviamente un'altra.. e naturalmente ne parlerò poco più avanti.

Non aggiungerò commenti sulla prestazione dell'ex campione.. francamente mi è sembrato assai latitante nella chamber, ma poiché la cosa è dovuta ad una commozione celebrale patita proprio durante il match è inevitabile soprassedere e accantonare qualunque giudizio.

Tornando al discorso main event di Wrestlemania, a mio parere ora gli indizi pendono tutti per Raw.. pensateci, non soltanto i due sfidanti hanno ora peso specifico pari o maggiore dei due contendenti al World title, ma inevitabilmente saranno Bret e Vince a garantire quel Wrestlemania moment che sarà poi l'elemento da tramandare, il segmento significativo che ogni edizione può sfoggiare. Certo ogni cosa ha un suo prezzo.. in questo caso a pagarlo saranno ovviamente Sheamus e Triple H: cosa faranno? Duelleranno fra loro? Probabile, anche se di tempo per costruire qualcosa ne resta obiettivamente pochino, ed in ogni caso sarebbe un impiego di secondo piano per The Game. Parteciperanno al Money in The BanK? Assai meno probabile.. magari più per Sheamus, Triple H è obiettivamente di ben altra caratura per aver bisogno della valigetta. Di sicuro al momento solo loro due i grandi assenti dalla card del pay per view più importante dell'anno, e di sicuro vi entreranno in qualche modo, anche se come detto per Triple H non sarà da annoverare fra le partecipazioni più prestigiose della sua carriera; certo nulla di paragonabile al massacro subito a Wrestlemania XII, ci mancherebbe, ma di sicuro neanche il top.

Meno imprevedibile ma in ogni caso importante è stato il risultato del secondo elimination chamber match, che ha visto Chris Jericho prevalere e portarsi a casa il World Title, che come abbiamo già saputo a Raw dovrà difendere contro Edge, che dunque farà valere con il canadese la sua title shot garantita dalla vittoria della Royal Rumble. Undertaker, dunque, è rimasto scottato – è proprio il caso di dirlo, vedi clamoroso incidente con i pyros – proprio all'ultima tappa prima del traguardo, ed a causa della decisiva interferenza di Shawn Michaels non arriverà allo Showcase of The Immortals da campione. L'epilogo dunque è esattamente quello previsto.. ovvero Taker vs HBK a Wrestlemania, rivincita del miglior match WWE dello scorso anno e naturalmente serissimo candidato a ripeterne i successi, seppur con condizioni decisamente diverse, vedi acciacchi del becchino. Quella che invece era tutt'altro che prevista è la stipulazione, annunciata lunedì a Raw: inning streak vs career.. uno si gioca un record assolutamente leggendario, l'altro la propria carriera. L'obiettivo è ovvio.. l'anno scorso i due sono stati così bravi durante il match da farci credere anche solo per pochissimo che Michaels potesse davvero interrompere la striscia vincente di Undertaker a Wrestlemania, quest'anno vogliono addirittura farcelo pensare prima del match, riaprire un pronostico che altrimenti sarebbe stato chiuso in partenza o quantomeno fortemente orientato.

Non mi risulta, infatti, né che Shawn Michaels voglia ritirarsi né che Undertaker abbia perso voglia e/o potere per difendere la sua ineguagliabile storia a Wrestlemania.. risultato? Un incontro con due grandissimi nomi proprio come l'anno scorso, ma che in cambio dell'ovvia perdita di originalità mette sul piatto una incertezza enormemente maggiore, che rende questo match uno dei più attesi, se non il più atteso di tutta la card. E, com'è ovvio, i match più attesi sono in genere quelli che lo show lo chiudono..

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
14,815FansLike
2,612FollowersFollow

Ultime Notizie

Annunciato un match per Hell In A Cell

La WWE ha annunciato che Jeff Hardy ed Elias si affronteranno a Hell In Cell a seguito di quanto accaduto durante la season premiere di Ra

Morto sul ring il luchador Prìncipe Aéreo

Il luchador messicano Prìncipe Aéreo è venuto tragicamente a mancare sabato scorso, mentre era impegnato in un match a Città del Messico.

Ufficializzati tre nuovi match per l’odierna puntata di Raw

Tre nuovi match annunciati per la Season Premiere di Raw, tra cui un 8-man tag team match che vedrà impegnata la RETRIBUTION.

La superstar di NXT Xia Li debutterà nel kickboxing

Xia Li, wrestler di NXT, debutterà nel mondo del kickboxing questo weekend.

Articoli Correlati