WWE Planet #350

Quella di domani sarà una giornata importantissima per il panorama del wrestling americano, ricca di eventi a dir poco importanti che, a differenza della ripetitività opprimente che ha causato gli ultimi tempi, non si vedevano da anni e anni; eventi inevitabilmente legati fra loro, nella classica logica del causa/effetto.

Per la prima volta dopo poco meno di un decennio la WWE si ritrova a dover fronteggiare il lunedì sera un concorrente diretto al suo classico dei classici, Monday Night Raw. Non è più Nitro, non è più la WCW, non è più Rating War, ma è comunque uno show di wrestling, Impact, un'altra federazione, la TNA ed una rete a copertura nazionale. La piccola TNA si concederà il lusso di fronteggiare il gigante, forte della spinta mediatica che spera di ottenere dal suo più recente acquisto: un tale Hulk Hogan, non so se lo conoscete. L'hulkmania regna ancora così selvaggia da poter portare tanti appassionati a cambiare canale per una sera? Hulkster ne è convinto e ha sparato obiettivi numerici che francamente sono fuori anche dal più ottimistico dei pronostici. Eppure il buon vecchio Vince McMahon non ha voluto correre nemmeno il più minimo dei rischi, e dunque per fronteggiare l'eventuale concorrenza ha deciso che per una settimana è bene mettere un attimino in secondo piano la rivalità di Cena e Sheamus o le petizioni di Jericho per tornare a Raw, ed affidarsi a qualcosa che come minimo abbia la stessa importanza del debutto di Hulk; e cosa di meglio di Bret Hart come guest host, ovvero un ruolo da carachter anni e anni dopo il famoso screwjob? Peraltro lanciando tanti messaggi molto più che ambigui fra Shawn Michaels e lo stesso Vince la settimana prima?

Intendiamoci subito, prima di scendere in campo i rapporti di forza sono assolutamente schiaccianti (e non potrebbe essere altrimenti dopo anni e anni di sostanziale monopolio) a favore di casa Stamford, ed è opinione del sottoscritto che tali rapporti resteranno sicuramente tali anche dopo domani sera e probabilmente ancora mooolto a lungo, chissà forse per sempre. Certamente in questo business non esiste – anche qui forse per sempre – un nome più importante di quello di Hulk Hogan, dunque se si vuole anche solo provare a insidiare il sostanziale monopolio WWE affidarsi a lui è una delle poche strade percorribili, forse l'unica. Vedremo in qualche modo dei risultati? La risposta del sottoscritto è duplice..

Dal punto di vista dei rating, degli equilibri presenti e futuri la risposta è no: è a dir poco probabile che i numeri diranno in modo impietoso ciò che del resto è anche perfettamente logico, ovvero che una situazione del genere non si cambia in una sola sera, bensì con tanto lavoro e tantissima pazienza. Raw avrà dei rating “ordinari”, ovvero perfettamente nella media dell'ultimo periodo, salvo sorprese sulle quali onestamente non scommetterei. Troppo, infatti, è il divario di diffusione fra le due federazioni per poter anche solo ipotizzare un risultato molto diverso. Certo succedesse ne potremmo vedere delle belle, ma per ora parlare di rating war duratura è come minimo prematuro, se non addirittura sbagliato.

Ma dal punto di vista che più preferiamo, quello degli spettatori appassionati? Beh in questo caso la risposta cambia completamente: i risultati infatti li abbiamo addirittura già avuti! Rivedere Bret Hart in WWE non per ricevere un meritatissimo premio ma per “recitare” in una storyline era un qualcosa che per anni è stato semplicemente inimmaginabile. I tifosi più giovani non sanno nemmeno chi sia The Hitman, The Excellence of Execution o cosa sia lo screwjob? Problemi loro.. non mi importa sapere se il suo ritorno potrà portare dei ritorni commerciali, semplicemente non vedo l'ora che accada. Al momento è molto difficile capire cosa ci si può aspettare, perché inevitabilmente tutto dipende da quanto Bret vorrà mettere da parte il suo proposito che lo ha tenuto lontano da queste sponde per la bellezza di dodici anni. Le parole di Michaels dello scorso lunedì fanno ben sperare, visto che immagino che il tutto sia stato – stavolta sì – come minimo concordato nei minimi dettagli prima di mettere nero su bianco qualunque contratto. Di sicuro sarà uno dei momenti più importanti della storia di Raw, e la domanda giunge spontanea: sarebbe avvenuto senza la pur potenzialmente risibile concorrenza di Impact? Forse, di sicuro è stata la spinta decisiva, quella che ha fatto sciogliere ogni tipo di riserva, e che dunque ci permetterà di godere di quello che senza dubbio rientra nella definizione di evento.

Ecco perché pur essendo nella migliore delle ipotesi prematuro parlare di monday night war o anche di concorrenza nel mondo del wrestling, possiamo comunque godere di una ghiotta anticipazione di quello che inevitabilmente succederebbe qualora non vi fosse un monopolio bensì una feroce concorrenza: spettacoli migliori, storyline più intriganti perfino CDB convinto a inserire one time only un dobbio aggiornamento principale nel sito.. eventi più unici che rari insomma! Tornando seri, è esattamente tutto quello che guarda caso era assai più frequente negli anni in cui la guerra c'era davvero, anni che purtroppo in Italia abbiamo potuto seguire solo con pochi e scarni mezzi o addirittura solo rivisto a posteriori. Se a qualcuno può interessare, ma credo si sia capito da tutto l'editoriale, fino a un paio di settimane fa avessi avuto la possibilità di seguire in diretta entrambi gli show avrei scelto senza indugio Impact, ma l'asso calato dalla WWE è troppo ghiotto e dunque sempre in un ipotetico contesto ideale avrei preferito Raw, cosa che poi normalmente grazie a Sky avverrà anche nella realtà. Ovviamente però siamo nella sfera dell'opinione dei singoli, dunque nulla di strano che non tutti possano pensarla come me: quale miglior occasione, dunque, per ripetere con successo l'ottimo esperimento dello scorso Planet e lanciare un nuovo sondaggio? Come immaginavo, infatti, il TWuniverse (neologismo da schiaffi, lo ricosonco) non scherza mica quando si tratta di esprimere la sua opinione.. il sondaggio su Sheamus ha raccolto centinaia di voti ed un sacco di commenti anche in una settimana dove le notizie hanno inevitabilmente “relegato” il Planet ad una visibilità secondaria sul sito. Ecco perchè l'entusiasmo del risultato conseguito mi spinge a ripetere a strettissimo giro l'esperimento, proponendo la domanda fondamentale che farà dannare buona parte delle stanze dei bottoni deelle rispettive federazioni: avendo l'ipotetica possibilità di vedere entrambi gli show in diretta, cosa scegliereste di vedere? Hulk o Bret? Impact o Raw? Vince Mc Mahon o Dixie Carter? Votate senza indugio cliccando qui e come al solito se volete lasciate anche il vostro commento!

Per quanto mi riguarda, ed è la ragione dell'editoriale leggermente più scarno ed assolutamente più monotematico del solito, ho davvero poca voglia di pensare o commentare quello che parallelamente accade in casa Stamford, ma credo sia la stessa sensazione di tutti quelli che conoscono l'importanza dell'evento Bret Hart. Figuriamoci poi se contemporaneamente il campione è Sheamus e lo sfidante Cena.. non c'è e non ci potrebbe essere confronto alcuno. Intendiamoci, potrebbe anche venirne fuori una bella delusione, ovvero un Bret “ofmrale” simile all'atleta che ha presenziato alla cerimonia nella quale è stato indotto nella hall of fame, ma da inguaribile appassionato di questo fantastico sport-spettacolo ovviamente immagino e spero ben altro, ovvero la storylile delle storyline, magari il piatto forte di una road to wrestlemania che improvvisamente diventerebbe piccante come non mai.

Buon inizio di 2010 dunque, non avrebbero potuto offrircene uno migliore.

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
14,815FansLike
2,612FollowersFollow

Ultime Notizie

Morto sul ring il luchador Prìncipe Aéreo

Il luchador messicano Prìncipe Aéreo è venuto tragicamente a mancare sabato scorso, mentre era impegnato in un match a Città del Messico.

Ufficializzati tre nuovi match per l’odierna puntata di Raw

Tre nuovi match annunciati per la Season Premiere di Raw, tra cui un 8-man tag team match che vedrà impegnata la RETRIBUTION.

La superstar di NXT Xia Li debutterà nel kickboxing

Xia Li, wrestler di NXT, debutterà nel mondo del kickboxing questo weekend.

Kurt Angle: “John Cena è la più grande superstar WWE di tutti i tempi”

Il WWE Hall of Famer Kurt Angle ricorda l'incontro di No Mercy 2003 contro il leader della Cenation, elogiando il 16 volte campione del mondo.

Articoli Correlati