WWE Planet #336

E dunque eccoci all'immediata vigilia di Breaking Point, pay per view decisamente “a tema” e che come tale farà un uso massivo di match con stipulazione, in particolare – ovviamente – i submission match e derivati. Come di consueto è dunque tempo di pronostici; per l'occasione mi affiancherà Gianmarco Zanrè (da parti sconosciute, eviterò la fustigazione per non avermelo scritto, ma solo per questa volta!). Come al solito un ringraziamento anche a tutti gli altri che hanno partecipato, specialmente gli stakanovisti che ci hanno riprovato per la seconda volta su due: perdonatemi ma avete “insistito” in parecchi ed ovviamente lo spazio non mi consente di premiare subito tutti. Solo un paio di consigli sono d'obbligo: niente mail tutte in maiuscolo perché anche se sono le migliori le devo inevitabilmente scartare a prescindere, e ricordate che GP è molto paziente ma inevitabilmente dopo un po' si annoia di correggere.. detto questo chiudiamo finalmente ogni premessa, e passiamo subito a

THE GREAT KHALI VS KANE – SINGAPORE CANE MATCH
GP:
Eh no, uno solo proprio non poteva bastarci, e dunque dopo essere miracolosamente sfuggiti al primo sonno con un match (quasi) accettabile è il momento di questa rivincita, che si regge – perdonatemi il gioco di parole – proprio su questo Singapore cane per non farci stramazzare a terra tutti. Ovviamente sarà il momento della rivincita per Khali, ma può davvero fregare a chicchessia?
Winner: The Great Khali

Gianmarco: Il sospetto, rispetto non soltanto al match, ma all'intero feud che ha coinvolto questi due lottatori, è che la Wwe punti molto sull'espansione del suo mercato in India e in oriente, più genericamente. Effettivamente la presenza fissa in ppv di Khali ormai da qualche mese pare un indice ben preciso di una volontà mossa più dagli interessi economici che non di wrestling puro e semplice. Del resto, puro e semplice non tornerà più, se mai davvero lo è stato. A questo punto, dal punto di vista del fan che si appresta a godersi un ppv, la speranza è che almeno il match risulti almeno lontanamente violento. Se così fosse, potrei anche pensare di seguirlo attentamente nonostante la scarsissima velocità e l'effettiva certezza di vedere all'interno di una card un match con protagonista Khali e non con Bourne, Carlito o Swagger. Pazienza, verranno tempi migliori. Forse.
Winner: The Great Khali

MARK HENRY & MVP VS UNIFIED TAG TEAM CHAMPIONS CHRIS JERICHO & THE BIG SHOW
GP:
Sostanziale riempitivo sia per MVP, in attesa di tempi migliori che spero possano arrivare a breve, sia per Herny, in attesa che I booker decidano come gestire la sua popolarità, alla quale non erano assolutamente preparati. Pochi ostacoli, dunque, per una riconferma dei campioni uscenti, che a loro volta erano stati inseriti in questo contesto come riempitivo ma che lo stanno coprendo così bene al punto tale da non far neanche intravedere – almeno per ora – il momento in cui torneranno alla competizione singola.
Winners and still champions: Chris Jericho & Big Show

Gianmarco:Qui il livello della contesa si fa più interessante sia rispetto all'incontro per le corone di coppia di Summerslam sia alla contesa Khali/Kane, principalmente per tre motivi: il lavoro fatto dalla Wwe su Mark Henry dai tempi del suo regno di campione in Ecw è stato davvero ottimo, tanto da mascherare i limiti palesi del buon Mark, che non sarà mai neppure lontanamente un buon wrestler; la presenza di Mvp, che ritengo uno dei worker più professionali di questi ultimi anni della Wwe; Chris Jericho.
Poche storie, Chris è, attualmente, il meglio che la federazione di Stanford ha per le mani, insieme a Shawn Michaels. La speranza è che, effettivamente, i due collidano di nuovo, questa volta con la variante tag team, nel prossimo ppv, magari circondati da una gabbia.
Winners and still champions: Chris Jericho & Big Show

ECW CHAMPION CHRISTIAN VS WILLIAM REGAL
GP:
Archiviata la barzelletta di Summerslam si spera che almeno a Breaking Point, che non è esattamente un pay per view nè importante nè atteso la cintura ECW possa meritare almeno di essere difesa. E seppur sfasate di un mese le mie aspettative sia verso l'incontro che verso il pronostico non sono assolutamente mutate: match onesto, non eccezionale ma nemmeno da buttare, e conferma del campione. Certo non escludo che Regal possa vincere e perché no anche essere un buon campione heel insieme ai sue due angeli custodi, ma credo che possa accadere più avanti e nello spazio televisivo della ECW.
Winner and still champion: Christian

Gianmarco: Personalmente non ho mai amato William Regal, nonostante la buona tecnica e la quasi naturale capacità di rendersi inviso al pubblico: troppo poco caratterizzato come personaggio ed eccessivamente stiff sul quadrato, spesso assolutamente incurante della protezione dei suoi colleghi nell'eseguire manovre come il Regal Plex. Eppure, considerato il deserto attuale della Ecw, l'unica possibilità per mantenere viva l'attenzione sul brand e continuare a tenere Christian in vetta è proprio data da un passaggio di titolo, che, se non a Breaking Point, potrebbe avvenire a Hell in a cell, in modo da portare avanti il feud tra Cap. Charisma e la stable di Regal almeno fino a Survivor Series, cercando di ridare spessore ad una formula – quella dei match a squadre – che negli ultimi anni ha perso consistenza.
Winner (by DQ) and still champion: Christian

D-GENERATION X VS THE LEGACY (SUBMISSIONS COUNT ANYWHERE MATCH)
GP:
E se fosse la volta buona per una sconfitta della DX? Sarebbe il completamento ideale della – ottima – conduzione del primo match tenuta a Summerslam, e soprattutto – ma qui inevitabilmente cado nell'ovvietà – sarebbe un trampolino di lancio per il duo Rhodes-Di Biase non da poco, anzi come pochi altri. Sul fatto che i due lo meritino o meno mi sono espresso altre volte ed oltretutto ha poca attinenza anche a questo contesto, dunque eviterei di parlarne concentrnadomi più sulle possibilità che questo risultato a sorpresa possa avverarsi: la probabilità è certamente remota, e dunque il pronostico non può non tenerne conto, ma tenderei anche a scartare lo 0% assoluto. In sintesi ovviamente pronostico la DX e lo considero anche uno dei pronostici più blindati, ma non escludo a priori anche di essere smentito.
Winners: DX
Gianmarco: Nonostante la presenza della premiata ditta Michaels&Hemsley ammetto di non avere alcun tipo di aspettativa per questo match: la sottomissione non è la specialità di nessuno dei quattro contendenti, il feud non ha brillato e, considerato il progressivo allontanarsi dallo stesso rispetto alla rivalità Orton/Cena, pare non trovare una precisa motivazione nella sua stessa esistenza.
Ad ogni modo, essendo un fermo sostenitore della vecchia teoria danpetersoniana di godersi ogni evento con lo spirito più fanciullesco possibile, mi siederò comodo e cercherò di tuffarmi nella visione come se avessi ancora dieci anni, puntando sulle incertezze che ruotano a proposito del finale: se a vincere fosse la Legacy, infatti, vedrei distrutto il mio sogno di vedere la Dx a Hell in a cell per i titoli di coppia, ma, ad un tempo, si potrebbero porre le basi per il tanto chiacchierato turn face di DiBiase e per un rilancio di Hbk&Hhh come singoli, nell'ottica di lanciare nuovi prospetti. In questo caso, credo sarà proprio il figlio del vecchio Million Dollar Man ad aggiudicarsi la contesa, magari proprio rispolverando l'antica finisher del padre sullo Showstopper, sicuramente più propenso del suo partner ad accettare una sconfitta per sottomissione.
Winners: Legacy

WWE CHAMPION RANDY ORTON VS JOHN CENA (I QUIT MATCH)
GP:
Vi ho tormentato sia qui sul planet che nel Wrestling Café con la mia voce su quanto sia fritto, anzi completamente bollito questo feud, e come la stipulazione I-quit sia solo una misera, assai misera speranza a fronte di un potenziale che invece appare veramente ridotto. Dunque questa volta preferisco concentrarmi sul pronostico, lasciando al commento finale ogni ulteriore considerazione. La premessa razionale è che Cena nelle sue interviste ha ragione: lui I-quit non lo dirà mai. Questo può significare due cose.. o sarà lui a conquistare la cintura (e non è improbabile, diciamo che per me si attesta sul 40% di possibilità) oppure sarà costretto a dirlo, o per un imbroglio (ricordate Mick Foley nella Royal Rumble del 1999? Lui I quit non lo avrebbe detto nemmeno sotto tortura) o per una situazione contingente (un ricatto, una minaccia verso qualcuno). Evento impossibile? Forse.. evento impossibile a Montreal – teatro di imbrogli assolutamente celebri? Molto molto meno.. insomma la mia impressione è che in un modo o nell'altro l'atleta di Boston quelle due fatidiche parole le dirà.
Winner and still champion: Randy Orton

Gianmarco: Questo match è davvero quanto di più strano da tifoso possa approcciare. Fin dalla sua ascesa nell'Evolution e durante tutto il periodo Legend Killer sono stato un accesissimo fan di Randy, nel quale riponevo grandi speranze per un futuro come heel di riferimento della compagnia. Di contro, come molti, del resto, ho mal sopportato la gestione Cena nei suoi eccessivamente lunghi regni pre e post Edge, anni fa. Eppure, da qualche tempo, in particolare dalla Royal Rumble 2008, il lavoro svolto dai bookers per umanizzare il personaggio di Cena ha funzionato egregiamente, e se ancora i fischi piovono sul povero John, lo stesso è stato eccezionalmente professionale e capace nello sfruttare gli stessi per costruirsi un'aura da face simbolo giocando in bilico fra mark e smart.
E' avvenuta, insomma, in me, una strana metamorfosi che mi porta, a sorpresa, ad arrivare alla vigilia di un ppv dove Orton e Cena si giocheranno il titolo trovandomi spudoratamente a tifare per il secondo.
Ci dev'essere qualcosa di strano nell'aria. Forse c'è: il regno – i regni? – di Randy sono tremendamente noiosi. E il neobattezzato The Viper deve essere il predatore, non la preda. Quindi, Orton, rimboccati le maniche e comincia a correre, magari rispolverando le continue sorprese che eri capace di regalare qualche anno fa.
Winner and new champion: John Cena

WORLD HEAVYWEIGHT CHAMPION CM PUNK VS THE UNDERTAKER (SUBMISSION MATCH)
GP:
CM Punk si ritrova in una posizione di primissimo piano grazie ad un sapiente lavoro di squadra suo, di Jeff Hardy e di ha scritto la svolta a heel del suo personaggio. Undertaker in una posizione di primissimo piano lo è da lustri, e ritorna dritto dritto al main eventing dopo averci lasciato con – appena – il match dell'anno. Sulla carta non si potrebbe chiedere di meglio, ma nella realtà qualche dubbio lo ripongo ancora, specie in un eventuale paragone proprio con il feud Punk/Hardy; lì c'era sicuramente meno esperienza, ma più atletismo ed una stipulazione migliore per la conclusione, qui le potenzialità non voglio certo dire che manchino, ma condiero Punk ancora non del tutto maturo al 100% per essere una garanzia a prescindere nel main eventing, mentre per Taker vale esattamente il discorso contrario, ovvero la “troppa” maturità che significa difficoltà a reggere il passo nel ring, specialmente dopo un periodo di stop.
Se non altro, e non è certo poco, il match rispetto al main event di Raw si prende quella ventata di novità che da mesi aspettiamo – invano – proprio il lunedì sera.
Per quanto riguarda il pronostico il discorso è esattamente lo stesso fatto prima, anzi ancora più forte. Perché obbligare Cena a dire I quit sarebbe sicuramente una bella soddisfazione professionale per Orton, ma neanche minimamente paragonabile a quella che sarebbe far cedere il becchino. CM Punk può davvero ambire a quella che a tutti gli effetti è molto più di una vittoria, molto più di una conferma da campione ma a dir poco una consacrazione? Difficile a dirsi, perché negli ultimi dieci anni è pur vero che ci sono riusciti solo in due, ma se uno era davvero il fenomeno da consacrare (Brock Lesnar) l'altro (Great Khali) era associato alla parola fenomeno solo in termini di fenomeno da baraccone. Di contro però c'è da considerare che il World title ultimamente è cambiato di mano molto spesso, e dunque questo sarebbe un elemento decisamente a favore dello straight edge.
In conclusione io stravedo per il personaggio attuale di Punk, e trovo che il titolo alla vita ne sia il degno e fondamentale compagno; dunque Taker in qualche maniera cederà, sicuramente non del tutto pulita, ma cederà.
Winner and still champion: CM Punk

Gianmarco: Per questo pronostico occorrono alcune premesse. Punto primo: sono un fan accanito di Cm Punk. Punto secondo: la Wwe ha capito che, se ben sfruttato, Punk può essere l'erede di Edge a Smackdown, soprattutto considerando che l'atleta canadese, al suo rientro, potrebbe fare parte dei face. Punto terzo: ammesso che lo stesso Punk abbia ancora grandi margini di miglioramento sul ring – nonostante sia un ottimo storyteller già ora -, nessuno al momento riesce a regalare promo efficaci come quello di Night of Champions o siparietti come la sua personale versione di Jeff Hardy. Eccetto Jericho e Michaels, ovvio. Ma questo è un altro discorso (Parentesi: sogno un Punk Vs Michaels a Wrestlemania).
Detto questo, io credo che i fan di Undertaker debbano mettersi l'anima in pace, tanto per parafrasare il becchino: Breaking Point o Hell in a cell, il becchino perderà uno dei due match. Innanzitutto perché occorre consolidare definitivamente Punk, e le due vittorie su Hardy ancora non bastano, e collateralmente perché la forma fisica di Callaway non può garantire la presenza che è richiesta ad un campione del mondo. Questa la mia teoria: Punk vince – per sporco che sia – a Breaking Point con la Vice, per lasciare al becchino la gloria dell'Hell in a cell.
Del resto l'interrogativo è questo: preferite vedere Undertaker cedere – screwjob? – alla manovra di Punk domenica e vincere un memorabile – almeno sulla carta – Hell in a cell o Punk cedere alla devastante Gogoplata e vittorioso nella gabbia?
In ottica di sorprese, ma anche di storyline, la prima soluzione mi pare la migliore.
Winner and still champion: CM Punk

PPV
Ho vissuto attese più snervanti, tanto per usare un eufemismo… so che essere drastici non è mai una buona idea, ma anche il più pietoso compromesso possibile con il realismo mi impone di dire che il potenziale di questo evento è assolutamente basso. Misero è il contributo portato dalle stipulazioni speciali, e limitato è l'interesse dietro a quasi tutti gli incontri della card, fatto salvo solo il main event di Smackdown. A chiudere il cerchio anche alcune farneticanti scelte dell'ultim'ora, come quella di privarci del match fra Zieggler e Morriswon per il titolo intercontinentale. Qualcuno sa razionalmente spiegarmi il perché di tutto questo? Mancanza di tempo? Con nella card un match fra Kane e Khali? Non vi fare mandare a quel paese… incapacità di trovare un vincitore senza danneggiare l'altro? Bastava pensarci prima.. lasciar stare Morrison e dare subito la cintura a Ziggler oppure far lottare Mysterio fino a Breaking Point e togliergli in questa occasione la cintura.. va bene seguire il wellness program, ma una settimana di ritardo avrebbe danneggiato comunque il colpevole ed evitato di danneggiare più di tanto anche la federazione.
In ogni caso è solo la punta di un iceberg, che mi porta inevitabilmente ad un palese e gigantesco pessimismo verso questo Breaking Point, che avrà bisogno di una enorme ed al tempo stesso improbabile serie di fatti per essere allontanato.

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
15,652FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati