WWE Planet #334

Summerslam è dunque agli archivi, e tutto sommato non sono affatto deluso da quello che la WWE ci ha proposto in pay per view. Qualche piacevole sorpresa (Ziggler e match della DX), qualche timida conferma ( TLC ottimo ma nella mia ingordigia mi aspettavo perfino di più ) e qualche inevitabile delusione. Sono molti gli argomenti di cui vorrei parlare, e approfondendoli anche sono in parte occuperei più spazio di una enciclopedia, con il risultato di annoiare più del match fra Kane e Great Khali (incredibile, anche quello un filo meno peggio del previsto). Dunque per questa edizione del planet mi avvarrò della conduzione “a sassolini nello stagno”, ovvero lasciandovi una serie di brevi considerazioni più o meno legate fra loro. Nulla di oggettivo, solo opinioni, come del resto si confà ad un editoriale..

sassolino n°1 Lo ammetto.. avessi visto lo stesso finale di John Cena vs Randy Orton di Summerslam in un pay per view della TNA avrei urlato di tutto a Vince Russo, accusandolo di aver abusato oltre ogni limite dell'overbooking. Qui invece devo dire che quasi era l'unica soluzione possibile per rendere quasi – quasi eh – sufficiente l'incontro. Ora però veramente nulla potrà salvarci dallo strazio che ci attende fra meno di un mese con il sumbission match… siamo avvisati a priori

sassolino n°2 Bella mossa affidare pochissimo tempo e spazio a MVP e Swagger, peraltro obbligando quest'ultimo ad un pin pulito che fa malissimo. Proprio la strada giusta per risparmiarci mesi e mesi di ulteriore main eventing piatto in quel di Raw. Almeno lo show rosso può vivacchiare grazie alla DX e mettere su puntate comunque interessanti, peccato che poi ci sia un campione del mondo che abbia bisogno di avversari.

sassolino n°3 A questo punto visto che parliamo di fiducia e sfiducia, di push e depush, ha indubbiamente impressionato la resistenza offerta dalla Legacy, che ha venduto carissimo la pelle oltre ogni previsione, rendendo l'incontro uno dei migliori tag match degli ultimi mesi. Bene, dunque anzi benissimo. Però inevitabilmente si fa largo una domanda nella mia mente, che è bene ribadire non c'entra nulla con il giudizio sul match, che resta oltremodo positivo: Ma Rhodes e DiBiase si meritano di resistere quasi alla pari con Shawn Michaels? Specialmente mentre MVP è altalenante, mentre Swagger becca un jobbone, mentre Miz non è nemmeno nella card dopo una serie infinita di job a Cena? No, per me non lo meritavano. Ripeto non voglio dire che avrei preferito uno squash, il mio è più un meraviglioso sogno idealista, come desiderare che il 6 del superenalotto fosse andato a centinaia di schedine tutte giocate da povera gente estremamente bisognosa.

sassolino n°4 C'è poco da fare.. la popolarità di Cena è e temo resterà per sempre proporzionale all'interesse verso i suoi incontri; non a caso Los Angeles non gli ha certo riservato un bagno di folla, anzi. Hogan faceva venir giù le arene anche affrontando The Genius, Stone Cold quasi sempre, Cena no: personaggi diversi o mondo del wrestling ormai mutato e con un pubblico irrimediabilmente diverso? Per me la risposta è scontata..sono vere entrambe le cose: oggi è più difficile di suo, e non sarà Cena a riuscirci.

sassolino n°5 Sempre in tema di evoluzione del wrestling e del pubblico che lo segue, ma siamo o non siamo diventati incontentabili? Io stesso nella premessa ho scritto che il TLC mi è piaciuto ma non abbastanza da soddisfare la mia enorme ingordigia.. eppure conto almeno due superspot – no, sky calcio non c'entra – a dir poco degni di nota! Ed il più impressionante non è tanto il folle salto di Jeff sul tavolo di commento, quanto il suplex eseguito proprio contro la scala; può sembrare un'inezia al confronto, ma sono convinto che faccia enormemente più male e sia notevolmente più rischioso da eseguire

sassolino n°6 Ma vuoi vedere che davvero abbiamo spostato tutti i writer capaci a Smackdown? La conclusione del match di Summerslam è notevolissima, di quelle che secondo me troveranno molta fortuna in futuro, incapaci come siamo di riconoscere il bello nel presente. L'evolution è l'esempio più forte.. stable accolta quasi con freddezza ed enormemente rivalutata ora ad annia dalla sua archiviazione. E che dire dell'addio di Jeff Hardy, si spera solo temporaneo naturalmente, a Smackdown? Chisura con un signor incontro ed in un contesto eccezionale, segno che per fortuna non c'è sempre bisogno di togliere il disturbo con uno screwjob o con scenette pietose come accadde alla povera Lita o a JBL. Respect

sassolino n°7 Taker eredita un lavoro non da poco; sarà abbastanza facile continuarlo nei tv show e con la storyline, ma le confemre grosse ce le aspettiamo in pay per view. Se anche lì le cose dovessero andar bene potremmo essere di fronte ad una storyine che da qui a fine anno fa il botto..

sassolino n°8 Eddie Guerrero prima e Chris Benoit poi.. manca solo Rey Myserio… o dovrei dire mancava? Troppo presto per capire precisamente di cosa si tratti, dunque ne parleremo in dettaglio probabilmente la prossima settimana, ma anni e anni di impietose statistiche alle spalle suggerirebbero di essere cinici/delusi/arrabbiati fin da ora.

sassolino n°9 E per ultimo come non fare gli auguri a Zio Vince, che per regalo si è fatto incartare una puntata di Raw fatta su misura per lui e come animatori della sua festicciola ha scelto quei bravi ragazzi della DX. Prendiamola come una doverosa settimana di tributo verso il grande capo.. tanto visti gli ultimi Raw non è che ci siamo persi più di tanto eh..

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
15,656FansLike
2,635FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati