WWE Planet #327

A mia memoria faccio fatica a ricordare, addirittura da oltre dieci anni con i problemi di Shawn Michaels post Wrestlemania XIV, un periodo in cui la WWF di allora e WWE di oggi abbia potuto fregiarsi di un'infermeria vuota, almeno per i main eventer; vuoi per un motivo vuoi per l'altro la injury list degli impiegati più importanti e pagati della federazione ha sempre contemplato almeno un nome. E non escludo nemmeno che la stessa considerazione possa ripetersi anche considerando radici più remote, che in questo momento trascuro sia per l'atrofizzarsi della memoria del sottoscritto sia – soprattutto – perché si rientrerebbe in un periodo in cui informazioni di questo tipo erano tutt'altro che facili da reperire a differenza di oggi, dove il wrestling ha dovuto profondamente adattarsi al profondo cambiamento che il web ha prodotto in tutto il mondo dell'informazione.

Sulle cause che posso portare a tutto questo probabilmente si potrebbero scrivere una dozzina di Planet, peraltro arrivando a definire una serie di ipotesi e concause, che portano il loro modesto contributo a quello che comunque è e resta un problema. Uno dei candidati principali della caccia al colpevole è ovviamente il serratissimo calendario imposto dalla federazione, che con ormai ben più di un pay per view al mese, show televisivi settimanali e house show vari spreme i suoi atleti – molti dei quali di età assai più avanzata rispetto a quella media di altri sport o discipline – come limoni. Impossibile, poi, non citare anche l'evoluzione che questa disciplina ha conosciuto nel corso degli anni, fino ad arrivare al punto in cui perfino agli atleti più mastodontici è richiesta la capacità di eseguire mosse “per lo spettacolo”, pura acrobazia che inevitabilmente comporta dei rischi.

Mi ripeto, si potrebbe davvero scrivere e riscrivere di tutto, fatto sta che in questo momento nella casella indisponibili si leggono nomi del calibro di Shawn Michaels, Undertaker, Batista e, triste novità della settimana, Edge. Ma ancora più drammatico è ripercorrere la storia recente e vedere come anche Orton, Triple H, John Cena e così via abbiano patito un infortunio recente, e come sfogliando le carte d'identità non si ci siano solo atleti veterani e molto esperti che magari non possono chiedere più al loro fisico certi sforzi, ma anche giovani emergenti. Se ne salva qualcuno? Purtroppo no, quasi a voler ribadire come un infortunio ormai è più di una sfortunata coincidenza, anzi diventa quasi una eventualità certa, qualcosa che prima o poi capiterà, senza eccezioni.

Fatto sta che, motivi o non motivi, tempi di recupero lunghi o brevi, la WWE deve far fronte all'assenza di uno dei suoi migliori heel, se non il migliore in assoluto, nonché detentore insieme a Chris Jericho delle cinture di coppia.
Ora sappiamo bene che il problema delle cinture stesse, di cui si è parlato in questa settimana, sia probabilmente uno degli ultimi pensieri della WWE, che della categoria se ne frega altamente, vedi split fra Primo e Carlito, che mi spiegherò solo nell'ottica di una eventuale nuova fiducia da concedere al più grande dei fratelli Colon. Sfortuna vuole che il prossimo pay per view sia proprio quello in cui tutte le cinture sono da difendere, e dunque volenti o nolenti una soluzione la si dovrà trovare e la si troverà.
Ben più importante è invece capire per quanto tempo ci si dovrà privare di Edge in ottiche assai più ampie, visto che sappiamo bene come l'attuale posizione della Rated R Superstar fosse di momentaneo “parcheggio”, pronto a tornare immediatamente al suo ruolo di main eventer effettivo non appena la storyline fra CM Punk e Jeff Hardy avesse iniziato a perdere qualche colpo. E' questo il vero prezzo che la WWE dovrà pagare, ed è questo cui si dovrà trovare un rimedio.
Fortuna vuole che Smackdown sia comunque in un buon periodo, e soprattutto che come detto Hardy e Punk avranno di che tirare lo show almeno per un altro mese, se non di più.

La mia opinione in tal senso credo genererà un po' di controversia, sia perchè obiettivamente è nel campo delle ipotesi fantasiose che ha ben poche speranze di avversarsi – e sono il primo a riconoscerlo, quindi non ridetemi troppo dietro please -, sia per la sua natura stessa di opinione, ovvero qualcosa sulla quale non tutti possono essere d'accordo: la WWE una soluzione in casa già la ha, e si chiama Christian. Dimenticato nella ECW in un ruolo che vale un decimo delle sue potenzialità, l'ex compagno di tag team dello stesso Edge a mio avviso non ha nulla da invidiargli in termini di repertorio tecnico, capacità di stare sul ring, ma soprattutto carisma e spessore del suo personaggio. Certamente oggi i due sono imparagonabili in termini di risultati ottenuti nella loro carriera, ma non nella “tipologia” degli stessi; in parole più semplici Edge ha retto – alla grande – buona parte del suo brand, ovvero della più grande federazione del mondo, che da sola vale la stragrande maggioranza di tutto il movimento, mentre Christian ha ricoperto lo stesso ruolo di protagonista nella TNA, realtà emergente ma infinitesima. Certamente volendo giudicare i rispettivi curriculum le due cose sono decisamente imparagonabili, ma in termini di capacità, di difficoltà nel costruire una buna storyline, saper parlare al microfono e saper disputare un main event come si deve, c'è proprio tutta questa differenza nel farlo davanti a diecimila persone e 2.5 di rating piuttosto che un quarto degli spettatori live e la metà davanti agli schermi? Io penso di no.. forse mi sbaglio, ma credo che almeno gli “indizi” per un tentativo ci sarebbero tutti.
Christian non può essere un heel efficace come Edge, ma del resto al momento nessuno lo è, dunque il paragone stenderebbe chiunque; allo stesso modo non è molto proponibile un paragone nel ruolo di face, poiché Capitan Carisma sta dimostrando nella ECW di poter rendere come face più di quanto fece la Rated R Superstar, che però non interpreta questo ruolo ormai da diversi anni, rendendo il paragone, come detto, un po' troppo teorico per poter risultare affidabile.

E permettetemi anche una piccola nota frivola… perfino le theme song dei due sono di gran lunga quelle preferisco in tutto il roster.

Dubito sarà questa la strada che sarà imboccata dalla WWE e francamente me ne dispiaccio, perché la vedrei come un qualcosa che va anche oltre la semplice uscita d'emergenza; a onor del vero riconosco come non manchino in questo momento altri nomi in rampa di lancio, ma ultimamente mi sembra quasi che su di loro la federazione abbia tirato il freno a mano: MVP continua ad essere lì a ridosso del main eventing salvo poi prenderle nettamente da HHH per vedere un nuovissimo Orton vs Cena vs HHH a Night of Champions, Miz è il suo degno compagno di destino, ed altri talenti purissimi come Evan Bourne e soprattutto Jack Swagger (parlando di heel convincenti, fantastico il suo debutto a Raw) temo rischino di dover lottare con il coltello fra i denti per un po' di visibilità in più.

Quella di Raw, in particolare, è una situazione che mi riporta in mente episodi di qualche anno fa (credo parliamo del 2001 o giù di lì), quando in un triple threat per il titolo furono “promossi” Chris Jericho e Chris Benoit, o ancora quando qualche estate fa le facce nuove su cui puntare erano signori che si chiamavano Brock Lesnar e John Cena, certo casi certamente più unici che rari, visto che sarei folle a dire che dietro tutti i nomi ad elevato potenziale si nasconde una nuova super-macchina da soldi e fama. Oggi in un brand – quello che sta andando meglio.. combinazione? – qualche tentativo con Jeff Hardy e CM Punk si sta facendo, forse più per necessità dovuta agli infortuni che per altro. Ed il risultato onestamente lo testimonia a dovere l'andamento di questa settimana.. Raw si salva a stento grazie alla presenza di Million Dollar Mane poco, pochissimo altro.. Smackdown mette sul piatto un match quantomeno da pay per view come quello fra Chris Jericho e Rey Mysterio, che benchè proposto e riproposto già diverse volte negli ultimi mesi riesce sempre a garantire spettacolo e divertimento non comuni.
A quando il momento di provarci anche il lunedì sera? Esaurito questo triple threat sinceramente sia Cena che Triple H avranno detto veramente tutto quello che potevano nella rivalità con Orton, e dunque qualche scelta diversa, qualunque essa sia ma diversa, si renderà non più rinviabile. E dubito che potrà essere presa andando in infermeria e chiedendo ai dottori a che punto siamo con i recuperi…

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
14,815FansLike
2,612FollowersFollow

Ultime Notizie

Tre ex WWE hanno lavorato ai tapings della MLW

Tre nuovi innesti prendono parte ai tapings della MLW ad Orlando.

In calo gli ascolti di Dynamite e NXT

Nonostante il dato in calo Dynamite è sempre vittorioso nella Wednesday Night War contro NXT.

Aggiunti tre match alla card di AEW Full Gear

È ufficiale il main event di Full Gear. Inoltre i FTR hanno appreso i nomi dei loro sfidanti ed è stato annunciato un Elite Deletion match.

Importante avvenimento ieri a NXT

Importanti colpi di scena nel main event titolato dell'ultima puntata di NXT.

Articoli Correlati