WWE Planet #326

Dopo l'esperienza piuttosto lunga dell'omologa rubrica dedicata alla TNA, è dunque il sottoscritto a prendere in mano le redini del WWE Planet, editoriale indubbiamente di assoluto riferimento fra quelli che propone il nostro sito. Il compito non è facile, la platea senza dubbio diversa e decisamente più numerosa, ma tutto sommato spero di poter essere in grado di garantirvi quel prodotto che giustamente ci si aspetta dal sito di riferimento italiano.
Come sempre rinnovo l'invito a non lesinare il proprio contributo in termini di proposte, suggerimenti o anche critiche costruttive, ovvero tutto quello che può portare ad un continuo miglioramento. Questa in particolare sarà ancora una edizione di “ramp-up”, a causa di quache piccolo assestamento di cui ancora ho bisogno, ma sicuramente meglio pochino che nulla per iniziare, e già dal prossimo numero la rubrica dovrebbe tornare ad una versione più “a tempo pieno”.

E dunque esaurita la premessa è il momento di entrare nel vivo, commentando una settimana che, a partire da The Bash, ha definito in modo piuttosto chiaro la strada che entrambi i principali brand percorreranno almeno nel breve/medio periodo.

Il pay per view, sicuramente non negativo ma con un vistoso calo proprio nel main event, ha di fatto estromesso almeno per un mese o due Edge e Chris Jericho dalla lotta titolata, “relegandoli” al parcheggio di lusso costituito dai titoli di coppia. Durante questo periodo saranno CM Punk e Jeff Hardy a feudare praticamente da soli, con una ambiguità nel comportamento di Punk costruita ad arte, e che al momento può portare davvero a qualunque sbocco finale.
Considerato quanto la cosa stia riuscendo bene è una scelta decisamente sensata; chiaramente non è The Bash l'elemento su cui giudicare il feud, bensì ciò che verrà dopo, quando la storyline non sarà più da costruire, bensì già pronta per permettere ai due di tirare fuori un ottimo match con le migliori premesse ed il più elevato potenziale disponibile. Nel frattempo restano comunque con un ruolo non così secondario sia un Edge che effettivamente era nel main eventing da una infinità, sia un Chris Jericho sicuramente rilanciato da un feud costellato di ottimi incontri come quello con Rey Mysterio,e che dire che tornerà utile in qualunque momento è perfino riduttivo.

Ad arricchire l'ottimo periodo di Smackdown c'è anche la posizione di Teddy Long, messo in discussione da Vince McMahon e dunque potenziale scheggia impazzita e fonte di sorprese. E volendo essere sinceri il discorso del boss della compagnia fatto al GM di Smackdown nel corso di The Bash, pur essendo ovviamente un work, è assolutamente condivisibile: Long è stato effettivamente General Manager per una infinità di tempo, eppure il suo personaggio semplicemente impallidisce rispetto alla stragrande maggioranza dei nomi che hanno ricoperto lo stesso ruolo negli ultimi anni. E non parlo solo di chi per reputazione ed altre ragioni varie partiva indubbiamente avvantaggiato come Eric Bischoff, ma anche di perfetti outsider come Vickie Guerrero – assolutamente soprendente nella sua bravura – e perfino di Mike Adamle, che di wrestling ne capiva quanto io ne capisco di uncinetto. Ben venga, dunque, una scossa che possa portare il suo carachter ad uscire dal semianonimato attuale; peraltro, in un momento in cui il brand va molto bene e non ha particolarmente bisogno di idee nuove e veloci c'è anche il tempo di pensare con calma e soprattutto di permettersi eventuali errori.

Meno, anzi molti meno margini ha Raw, dove invece c'è onestamente assai poco da parcheggiare: tolti Orton, Triple H e Cena dietro di loro non c'è praticamente nulla, e non soltanto per carenza di nomi. Big Show è stato spostato a Raw, per finire ridimensionato in un feud contro Cena e di fatto senza impiego fisso. Miz, MVP e forse Kofi Kingston sono quelli su cui si potrebbe investire (come fu fatto per Jeff Hardy a suo tempo fra l'altro), ma specie il primo ha visto i suoi ottimi miglioramenti mortificati da uno squash francamente evitabilissimo, e quella che dovrebbe essere la stable “di controllo”, ovvero la Legacy, dopo aver perso l'ultimo rilancio possibile costituito dalle cinture di coppia salvo nuovi innesti è destinata ad una lenta ma inesorabile agonia.

Certo per la WWE è confortante vedere come nonostante Raw non sia certo nel suo miglior periodo di forma i rating siano comunque molto molto alti, ma un minimo di lungimiranza farebbe correre subito ai ripari, cosa che in parte è stata effettivamente fatta, sia annunciando che ogni settimana sarà un personaggio diverso a condurre lo show (questa settimana un discreto Batista, e sono molto curioso di vedere The Million Dollar Man ricoprire questo ruolo la prossima settimana), sia soprattutto “canniblizzando” la ECW, che di fatto lancia tutte le sue stelle (e principalmente Swagger a Raw e la nuova Hart Foundation a Smackdown) nei brand principali e di fatto inizia il difficilissimo compito di ricominciare da zero, partendo praticamente dal solo Christian Cage. Anche l'apparizione degli stessi Edge e Jericho può forse essere un segno di una volontà di riconoscere che qualche problema effettivamente c'è, e dunque attingere alle risorse esterne al brand per cercare di mitigare il gap attuale.

Tempo ancora c'è, visto che la presenza di Cena e Triple H in duello fra loro per un posto di number one contender permetterà sicuramente di coprire in modo adeguato almeno le prossime settimane e di costruire un feud per il prossimo ppv, ma come detto c'è del lavoro da fare, viceversa si richia di arrivare senza idee valide a Summerslam, il che obiettivamente non è certo la miglior prospettiva del mondo per il più importante brand della federazione.

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
14,815FansLike
2,612FollowersFollow

Ultime Notizie

Ufficializzati tre nuovi match per l’odierna puntata di Raw

Tre nuovi match annunciati per la Season Premiere di Raw, tra cui un 8-man tag team match che vedrà impegnata la RETRIBUTION.

La superstar di NXT Xia Li debutterà nel kickboxing

Xia Li, wrestler di NXT, debutterà nel mondo del kickboxing questo weekend.

Kurt Angle: “John Cena è la più grande superstar WWE di tutti i tempi”

Il WWE Hall of Famer Kurt Angle ricorda l'incontro di No Mercy 2003 contro il leader della Cenation, elogiando il 16 volte campione del mondo.

Lilian Garcia inizia un nuovo progetto con la WWE

Dopo anni di presenze saltuarie, Lilian Garcia è pronta a tornare in WWE con un nuovo interessante progetto.

Articoli Correlati