WWE Planet #296

È proprio vero: non si fa in tempo a complimentarsi con la WWE per qualcosa, che subito viene effettuata qualche scelta incomprensibile. La scorsa settimana un po' tutti eravamo stati concordi nell'affermare che finalmente la WWE aveva costruito una magnifica puntata di Raw, piena di sorprese ed avvenimenti tali da invogliare lo spettatore a seguire il programma anche sette giorni dopo. Bene, i sette giorni passano, e cosa fa la WWE? Toglie il titolo intercontinentale a Santino Marella per consegnarlo a William Regal.

Ricapitoliamo. Il titolo intercontinentale era un titolo un tempo prestigioso, detenuto da campioni di primissimo ordine: da Macho Man a Ricky Steamboat, da Mr. Perfect a Bret Hart, da Shawn Michaels ad Ultimate Warrior. Col passare del tempo, tuttavia, il titolo ha iniziato pian piano a perdere prestigio, anche e soprattutto in virtù del minor valore dei campioni che hanno iniziato a susseguirsi, non sempre di livello (per fare qualche nome, si prendano Rikishi, Val Venis, Chyna, Lance Storm, Test, Albert e via discorrendo). L'ultimo regno di un certo interesse fu quello di Randy Orton, iniziato nel dicembre 2003 e conclusosi solamente nel luglio del 2004, al fine di permettere a Randy Orton di traslocare nei main event della Federazione. Da quel momento, il nulla.

Il tutto sino al 17 agosto 2008, giorno in cui Santino Marella è divenuto, per la seconda volta nella sua carriera, campione intercontinentale. A partire da quel giorno, e grazie alla brillantissima trovata dell'Honk-A-Meter, Santino è riuscito nell'impresa che a nessuno, negli ultimi quattro anni, era riuscita: convogliare l'attenzione del pubblico sul titolo intercontinentale. Nei forum si riparlava finalmente di questa cintura, con i fan che si domandavano se Santino sarebbe riuscito o meno ad eguagliare il record di Honky Tonk Man e, in ogni caso, quanto lungo sarebbe stato il suo regno. Il tutto senza che fosse predisposto lo straccio di un feud. Santino era solo, lui e la sua incredibile rincorsa. Eppure, l'attenzione su di lui era notevole.

Ebbene, ora tutto ciò è finito, perché la WWE ha deciso che William Regal doveva sconfiggere Santino, laureandosi nuovo WWE Intercontinental Champion. Una scelta, come dicevo in apertura del Planet, decisamente incomprensibile.

È vero, l'ultima puntata di Raw si è svolta a Manchester, in Inghilterra, e William Regal è un wrestler britannico. Ma, nonostante ciò, non credo proprio che la WWE abbia l'obbligo di far sempre vincere i propri wrestler di fronte al pubblico di casa. E se anche così fosse, sarebbe bastato trovare un diverso avversario per Regal, e un diverso number one contender per Santino.

Tra l'altro, capirei se a sconfiggere Santino fosse stato un grande nome, o un nuovo wrestler, potenziale superstar, da lanciare. Ma a sconfiggere Santino è stato William Regal, niente più che un rincalzo, che nel passato è già stato campione intercontinetaòe (per un paio di mesi) senza che nessuno si ricordi del suo regno. Insomma, a cosa serve avere William Regal campione? Cosa si è ottenuto interrompendo una delle poche cose che funzionava egregiamente nella WWE? Le mie risposte a questi due quesiti sono “a nulla” e “niente”.

15,655FansLike
2,633FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati