WWE Planet #284

E' una edizione del planet particolarmente densa di argomenti quella di questa settimana, sia per quanto accaduto a Summerslam sia per quello, per certi versi altrettanto importante, che si è visto negli show televisivi.

Cominciamo con quello che Summerslam ci aveva fatto momentaneamente accantonare, ovvero la storyline di Kane e del suo misterioso sacchetto, che ora sappiamo contenere sì una maschera, ma non la sua come tutti pensavano, bensì quella di Rey Mysterio. Che l'effetto sorpresa ci sia stato certo è innegabile, ma credo sia altrettanto innegabile come ci si aspettasse un epilogo diverso da quello cui abbiamo assistito, che con tutto il rispetto di Mysterio mi sa tanto di ridimensionamento. Immaginavo per la Big Red Machine un gran futuro e perfino un giro titolato proprio grazie a questa intrigante storyline, ora ne sono assai meno sicuro, e francamente non vedo come un feud con Mysterio possa essere il degno epilogo di ciò che ha comunque trainato Raw per diverse settimane. E se feud deve essere, la sola speranza per rilanciare il mostro è una vittoria netta che non ammetta repliche, e forse allora si potrà parlare di successo.

Veniamo ora al pay per view, che come previsto ha decisamente accantonato i match valevoli per le cinture in favore degli assai più quotati Cena vs Batista e Taker vs Edge. Il risultato è Triple H è riuscito a salvare il salvabile mettendo su con Khali un match tutt'altro che malvagio, mentre per CM Punk, come ahimè avevo previsto, la vittoria è arrivata senza né carne né pesce, e di fatto la credibilità del suo regno da campione è ancora tutta da dimostrare, a cominciare da adesso. Non aiuta certo la sconfitta patita a Raw contro Chris Jericho e perdipiù in casa a Chicago, sconfitta che davvero mi lascia più di un punto interrogativo – e tanto pessimismo – sul suo futuro.
Stendo un velo pietoso, visto che è argomento che sicuramente terrà occupato il buon Ganzerli nella sua rubrica, su come sia stato letteralmente calpestato il buon lavoro di Mark Herny, che vede i suoi sforzi di trascinatore della baracca fatti a pezzi nei trenta secondi di un match ridicolo.
Continuo poi a non essere assolutamente d'accordo con chi giudica negativamente il match fra Cena e Batista, specialmente se soltanto per la sola mancanza di build-up: abbiamo criticato la cosa praticamente in ogni occasione possibile, sappiamo che una adeguata costruzione avrebbe permesso all'incontro di partire con un interesse di partenza ancora più alto, tutto giusto e giustissimo… ma il bilancio finale qual'è? Un match fra i migliori visti quest'anno, carico di atmosfera come pochi altri, bookato alla grande e che rafforza entrambi i partecipanti. Avremmo potuto vederne uno ancora migliore fra quasi un'anno a Wrestlemania? Personalmente preferisco averne visto uno che giudico buono adesso, perchè ne è valsa a dir poco la pena. Godersi l'uovo oggi dunque, anche perchè se tenuti adeguatamente lontani fra loro per i prossimi mesi i due saranno in grado di garantirci anche la gallina domani.
Solidissimo, anche se a mio personalissimo parere un gradino di sotto rispetto a Cena vs Batista, anche l'hell in the cell, che ha celebrato degnamente l'anniversario di questa stipulazione. Sognavo l'insane bump di Edge, ma la struttura attuale è forse troppo alta per permettere di ripetere quel folle volo di King of The Ring del lontano 1998, costringendo a ripiegare su bump certamente spettacolari, ma leggermente più “standard” per i match estremi. A mio avviso il match disputato dai due a Wrestlemania è superiore – seppur di pochissimo – per atmosfera e per qualità complessiva, ma stiamo comunque parlando di un signor incontro, in grado di svolgere appieno il ruolo del main event, ovvero trascinare l'intero show e fare la differenza in termini di valutazione globale.

E visto che oggi mi va davvero di andare controcorrente, non ho gradito particolarmente il segmento con protagonisti Michaels e Jericho. Per carità non mi riferisco alla qualità in senso stresso né potrei mai, visto che parliamo di due che i promo potrebbero insegnarli all'università (a differenza della signora HBK, che tutta 'sta grande attrice non è stata), quanto sull'opportunità di offrirci questo segmento in pay per view e non a Raw, magari togliendo lo spazio che ha poi condannato senza appello, e ribadisco ingiustamente, Mark Henry e Matt Hardy. Tanto al ritiro di Michaels onestamente aveva creduto solo la tifosa in lacrime inquadrata dalla regia, visto che il buon HBK avrà come minimo una chiusura di carriera come quella di Flair, e magari senza nemmeno una sconfitta finale…

Il risultato complessivo di Summerslam, comunque , è esattamente quello che ci si aspettava, ovvero un pay per view dove ciò che è stato accantonato ha reso pochino, e ciò che è stato evidenziato ha reso come e meglio non si poteva, con la piccola ma non secondaria particolarità del fatto che ciò che è stato accantonato non era l'undercard di turno, bensì i titoli principali dei tre brand. Scelta al tempo stesso giustificata ma strana, e che tutto sommato credo abbia pagato, lasciando sicuramente soddisfatto dell'acquisto lo spettatore.

Ben altra musica suonerà già a partire da Unforgiven, con i titoli di Raw e Smackdown a riprendersi prepotentemente il palcoscenico principale con una nuova tipologia di match, chiamata Scramble.
In pratica un incontro dal tempo già definito, venti minuti, durante il quale chi schienerà o farà cedere il campione conquisterà la cintura, per poi continuare a difenderla fino allo scadere del tempo. Non sarà né la più originale né la più spettacolare stipulazione mai inventata, ma è comunque un minimo di novità che male non può certo fare. Sicuramente più appetibile, almeno a giudicare dai nomi di chi vi prenderà parte, è lo Scramble match di Raw, dove praticamente tutti o quasi i nomi che contano, tolti Y2J ed HBK impegnati nel loro feud, sono lì a giocarsela, e visto il trattamento riservato a Punk non escludo assolutamente che il suo regno possa proprio terminare in questa occasione. A Smackdown invece sono sorprendentemente fuori dal match tre nomi del calibro di Big Show, Undertaker ed Edge, e salvo sorprese gli avversari di Triple H sono poco più di outsider, e assai difficilmente potranno spuntarla contro l'attuale campione. Francamente è una scelta che mi lascia perplesso.. come saranno impiegati i tre? Ha senso proporre un ulteriore Taker vs Edge? Ma soprattutto perchè mettere nuovamente in secondo piano il match per il WWE title ora che non c'è la concomitanza con incontri più importanti come accaduto a Summerslam? Francamente non so ancora rispondermi, spero di poterlo fare positivamente nelle prossime settimane. Infine, da inguaribile appassionato old-school quale sono, spero che l'albo d'oro non debba poi tenere conto dei passaggi della cintura che avverranno nel corso di questi due Scramble match: perchè francamente conquistare un posto nell'albo d'oro così lo troverei già discutibile per le cinture di secondo piano, figuriamoci per quelle principali. Lo dico sempre..siamo in un'epoca diversa dal passato, dove un Cody Rhodes può vantare lo stesso palmares – tre titoli.. ma scherziamo? – di Ax e Smash pur avendo il talento al più per lucidare i loro stivali – e sono stato generoso -, e questa svalutazione ha avuto parzialmente impatti anche sul world title e sul wwe title, certo ancora più che credibili ma inevitabilmente più soggetti a frequenti passaggi di mano, ed a qualche topica clamorosa come il celebre Arquette, come le 24 ore di Kane (che intendiamoci contesto non per il valore della big red machine, quanto per la ridicola durata del regno) e così via. Dunque pur nella piena comprensione di tutti i cambiamenti fra presente e passato, mi piacerebbe che almeno questi albi d'oro non debbano poi ricordarci di un regno di campione di un The Brian Kendrick a caso, che magari si ritroverà campione per aver messo a segno uno schienamento in questo match salvo perderlo dopo due minuti, ovvero ad essere nell'albo d'oro senza aver dimostrato ancora assolutamente nulla in carriera che possa valere il possesso di una cintura così prestigiosa; è pur sempre la stessa cintura sognata e solo sognata da gente come Ted diBiase, Mr Perfect, Owen Hart, ecc. ecc.O ancora.. non succederà ma lo lancio come caso limite e provocatorio: se Triple H dovesse perdere e riconquistare il titolo per diverse volte nel corso del match, arriverà di colpo a superare il record di 26 titoli di Ric Flair? Già adesso i 16 di Ric ne valgono quanto 32 attuali e forse più… Insomma forse sono solo capricci di un vecchio fossile appassionato da 25 anni a questo sport-spettacolo, ma francamente non credo sia una riflessione così campata in aria.

Per questa settimana è dunque tutto; nella piena consapevolezza di aver espresso il mio pensiero, che dunque è soggettivo e non certo verità assoluta, “riciclo” un'altra delle idee sperimentate con successo per il TNA Planet, ovvero un sondaggio che possa raccogliere l'opinione di tutti voi lettori su Summerslam. Potete partecipare semplicemente cliccando su questo link:

Come giudichi Summerslam? clicca qui per partecipare!

Oltre a rispondere al sondaggio è anche possibile inserire un proprio commento, che sarà pubblicato e visibile a tutti previa approvazione del sottoscritto (dunque nada flamers, spammers, insulti, commenti off-topic e così via.. sarebbe fatica inutile). Parleremo e commenteremo velocemente i risultati nel prossimo numero, fra sette giorni.

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
15,657FansLike
2,630FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati