WWE Planet #281

What?

Tranquilli.. non voglio rubare il mestiere a Myst.. è solo per esprimere il mio pensiero e credo quello di qualunque appassionato di wrestling dopo l'annuncio del nuovo general manager di Raw, Mike “machecistoafarenelwrestling” Adamle: sconvolgente, non c'è che dire.

E' una scelta di cui sicuramente si parlerà tantissimo, e questa rubrica non può far eccezione. Il commento però arriva dopo un primo inevitabile momento di disorientamento, lo stesso che hanno avuto i tifosi nell'arena lunedì sera e lo stesso rappresentato al meglio dalle facce incredule di quei due incredibili attori che sono John Cena e Batista. Perché la prima reazione è esattamente quella.. il silenzio, senza sapere nemmeno cosa voglia esattamente dire una scelta così strana prima che azzardata: A confronto l'aver dato la cintura a CM Punk potrebbe quasi sembrare una scelta conservativa..

Ed a distanza di diversi giorni è tempo di riprendersi dallo shock, e cominciare ad analizzare le cause e soprattutto le conseguenze. La causa apparentemente potrebbe essere semplice.. Adamle ha bisogno di un ruolo importante esattamente come Vickie: nel caso della vedova Guerrero ovviamente per aiutarla economicamente dopo la scomparsa del marito, nel caso suo perché – pur senza uno straccio di motivo – il suo contratto prevede un ingaggio troppo alto da permettersi di non cercare quantomeno di utilizzarlo in modo adeguato. Si è provato con il tavolo di commento.. ma francamente i risultati sono stati, sono e temo saranno imbarazzanti, con il povero Tazz costretto ad un superlavoro per cercare quantomeno di salvare il salvabile. La motivazione logica dunque potrebbe essere questa.. lo paghiamo una barca di soldi, quindi dobbiamo fargli fare qualcosa di importante, proviamolo come GM di Raw, ovviamente heel.
Il ragionamento dunque potrebbe anche filare.. se non fosse che sotto il profilo logico ci sarebbe una ragionevole domanda: ma siamo sicuri che pur di salvaguardare un investimento oneroso e giustificare questo super-ingaggio sia il caso di affidargli un ruolo ancora più importante a valle di un fallimento così evidente nel suo ruolo di commentatore? In fondo stiamo comunque parlando del general manager dello show più importante, perdipiù in un momento in cui ci sono tanti nomi che girano intorno alla cintura e dunque il ruolo del GM avrà un impegno onscreen assai forte.
Di contro però ben pochi altri nomi avrebbero potuto produrre una reazione di questo livello, magari diversa ma con un livello di rumour sullo stesso piano, e sono nomi irraggiungibili o quasi, come Steve Austin o The Rock. Per carità è bene intendersi.. non voglio dire che Adamle e Austin siano nomi che possono andare sulla stessa riga, nemmeno il caldo a 40 gradi potrebbe portarmi a dire una simile sciocchezza.. è solo che se l'obiettivo era far parlare, indipendentemente se positivamente o meno, allora spendere Mike Adamle è servito eccome.

Peccato però che far parlare una tantum non basta.. la scelta avrà sicuramente delle conseguenze, sulle quali è altrettanto doveroso spendere due parole:
In fondo la strada percorsa non è del tutto nuova.. con Vickie non è stata forse percorsa in modo del tutto analogo, e decisamente positivo? Messa lì nell'anonimato più completo, perplessità infinte per mesi, ma poi i frutti si sono visti tutti, ed al momento il suo personaggio è uno dei migliori. Certo qui la strada inizia ancora più in salita, perché il silenzio di lunedì sera è forse ancora più “silenzioso”, consentitemi la forzatura, di quanto si potessero aspettare, e dunque in questo caso il nemico, che non sono i fischi – che anzi sono il traguardo – bensì l'indifferenza, è più pericolosamente vicino.

Intrigante o soporifero, sistemato giustamente o erroneamente, il nuovo GM è stato in ogni caso chiamato alle prime importanti decisioni, sancendo un match per Summerslam fra John Cena e Batista; onestamente mi sarei aspettato di vedere questo incontro in una edizione di Wrestlemania di un paio di anni fa, quando un inizio di rivalità fra i due si vide nel corso della Royal Rumble, con la vittoria di Batista (e il crac del ginocchio di Vince..) salvo poi passare in secondo pianto in favore di altre scelte. La credibilità dei due atleti allora era al loro apice, e dunque oggi non sarà proprio la stessa cosa, ed anche l'aver sancito per la prima volta questo match senza uno straccio di cintura in palio non mi sembra la migliore delle scelte, ma si tratta comunque di una rivalità che potenzialmente promette bene, e la cornice di Summerslam, che comunque è e resta il secondo pay per view più importante dell'anno, è assolutamente adeguata.

“Sistemati” Cena e Batista resta tuttavia ancora non del tutto chiaro chi affronterà CM Punk per la cintura: per due nomi che si depennano se ne aggiunge uno del tutto nuovo, ovvero Chris Jericho, che si è autocandidato a ruolo di sfidante, aggiungendosi agli altrettanto papabili JBL e Kane.
Di sicuro far perdere Punk adesso sarebbe un suicidio del suo personaggio, e non credo sia decisamente il caso. Ecco dunque perché accantonare gli avversari più credibili, magari da spendere in un secondo momento. I tre nomi che restano sono coloro che possono essere spesi come sfidanti sconfitti, Kane compreso: la big red machine potrebbe infatti perdere per impazzire ulteriormente di frustrazione, per poi svelare il segreto del suo sacchetto (nuovamente la maschera?) e riacquistare quel ruolo di mostro che, almeno spero, possa portarlo ad un regno titolato. Non escludo che possa anche accadere prima del previsto, ovvero proprio a Summerslam come ipotizzavo settimana scorsa, ma dato il momento assai positivo non c'è assolutamente fretta, a tutto vantaggio di CM Punk e della sua credibilità come campione almeno di media durata.

Se a Raw la card è di fatto ancora tutta da inventare, lo stesso non si può dire di Smackdown, dove di fatto fra incontri già certi ed altri assai probabili il quadro è praticamente completo.
Main event del roster (e con ogni probabilità dell'intero pay per view) sarà l'hell in a cell fra Edge ed Undertaker: aspettiamoci nelle prossime puntate i consueti mind games del becchino, roba sicuramente già vista ma che fa sempre il suo effetto. Un gradino al di sotto troviamo il match fra Great Khali e Triple H, che è talmente interessante che la stessa WWE lo sta promuovendo quanto un governo annuncerebbe in pompa magna una nuova tassa, ed a contorno abbiamo due incontri a mio avviso ormai certi e decisamente di buon livello potenziale, ovvero MVP contro Jeff Hardy e Big Show contro Umaga. Non c'è che dire.. Summerslam è un evento importante ed al momento la card che proviene dallo show blu si dimostra degna, almeno per la maggior parte. Fa un po' effetto vedere il match per il titolo WWE, che tecnicamente è il titolo più importante e storico della federazione, relegato in terza posizione – se non peggio – nella card, ma è il prezzo da pagare verso un hell in a cell che potrebbe riservarci anche un insane bump a sorpresa: Edge non è nuovo a botte pazzesche, seppur più nei TLC, dunque possiamo aspettarci davvero di tutto.

Per questa settimana è dunque tutto.. appuntamento fra sette giorni, dove potremo dare un primo significativo commento al nuovo ruolo e relativo operato di Adamle

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
14,970FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati