WWE Planet #273

One Night Stand ha rappresentato per la WWE un importante punto di svolta. I due feud principali della federazione, infatti (quello tra Triple H e Randy Orton per il WWE Title e quello tra Undertaker ed Edge per il WWE World Heavyweight Title), si sono definitivamente conclusi, e due dei quattro protagonisti sono stati addirittura costretti, seppur con motivazioni e per cause differenti, ad abbandonare la WWE. A Raw ed a SmackDown, dunque, inizia una nuova fase, che si spera possa far risalire i deludenti ascolti televisivi degli ultimi tempi.

A Raw si è confermato campione Triple H. Sull'esito del suo match con Randy Orton non c'erano molti dubbi: peccato solo che l'infortunio patito dal Legend Killer abbia interrotto l'incontro e costretto i due lottatori a terminare rapidamente la propria contesa, che altrimenti sarebbe sicuramente risultata più avvincente. Archiviata definitivamente la pratica Orton, la WWE si è vista dunque costretta a trovare un nuovo avversario per Triple H, e la scelta, come saprete, è ricaduta su John Cena, ovverosia su un wrestler che è (o almeno dovrebbe essere nelle intenzioni di McMahon) un face. D'altronde, alternative heel non ce ne erano. Con il turn face di Kennedy e l'infortunio di Orton, restano attualmente utilizzabili ad alti livelli quali heel solo Umaga e JBL. Ebbene, capirete bene che sia un feud Umaga vs. Triple H che un feud JBL vs. Umaga fossero al momento improponibili, e non per il valore dei due, quanto per l'attuale utilizzo che ne sta facendo la WWE. JBL viene da un feud contro Cena in cui ha sempre perso, e Umaga è ormai un jobber, anche se nessuno capisce bene il perché la WWE non sfrutti come potrebbe (e come dovrebbe) un wrestler della sua abilità.

Ecco, allora, che, in attesa dell'imminente draft, si è deciso di ripuntare su Cena quale sfidante di Triple H. Sulla reazione del pubblico penso ci saranno pochi dubbi. Quando, nel recente passato, Triple H affrontò da heel un John Cena face, infatti, gli spettatori si schierarono nella stragrande maggioranza dei casi a favore di Triple H. Logico, dunque, ipotizzare che, con un Triple H che adesso è addirittura face, le cose non siano destinate a cambiare. Quanto all'esito del feud, è indubbiamente aperto. La mia sensazione è che alla fine la cintura resterà tra le braccia di Triple H, anche se non escluderei un paio di cambi di mano, che consentirebbero all'attuale WWE Champion di aumentare il numero dei propri regni titolati, ed avvicinare così ulteriormente il record di Ric Flair.

Quanto a Orton, fortunatamente il suo infortunio non è eccessivamente grave, e probabilmente già a settembre lo vedremo nuovamente calcare i ring della WWE. Spero solo che, al momento del suo rientro, la WWE riprenda a utilizzarlo nel modo antecedente alla conquista del WWE Title e che, se mai un giorno riconquisterà detta cintura, non sia costretto a subire l'ennesima modifica della sua personalità, che non gioverebbe né a lui né tantomeno alla federazione.

Passiamo a SmackDown, dove Edge è nuovamente il WWE World Champion. Sull'argomento, vorrei fare due considerazioni. La prima. Al definitivo abbandono della WWE da parte di Undertaker non crede nessuno. La sua uscita dall'arena è stata ridicola se paragonata alla statura del wrestler, al quale dovrà essere riservato un addio ben differente. Tra qualche mese, dunque, Undertaker farà il suo rientro, come vuole la tradizione. Resta comunque l'ennesima conferma del fatto che Undertaker non è più in grado di mantenere la cintura per più di un paio di mesi, a causa dell'utilizzo e delle fatiche cui è necessariamente sottoposto ogni campione della WWE. Quando tornerà, dunque, le cose non cambieranno: tante vittorie, non molte apparizioni, e (forse) un mese o due con la cintura alla vita.

Seconda ed ultima considerazione. Il prossimo avversario di Edge sarà Batista. Un feud visto e stravisto, che proprio non riesce ad esaltarmi. D'altronde, con Big Show inspiegabilmente impegnato a rincorrere la cintura ECW di Kane, alternative non ce ne erano. E così ritorniamo sempre al solito (e ormai noioso) discorso. Alla WWE non serve un draft, ma piuttosto la riunificazione dei roster. Un unico roster con Triple H, Cena, Michaels, Orton, Kennedy, JBL, Big Show, Batista, Edge, Kane, Jeff Hardy, JBL, Jericho e Undertaker sarebbe fantastico, con infinite possibilità di feud. McMahon, però, continua a non essere d'accordo, come conferma l'ultima decisione adottata: invece di eliminare cinture inutili che non vengono mai difese e di cui gli appassionati ignorano l'esistenza, si è deciso di crearne una nuova, la prestigiosissima cintura femminile di SmackDown. Un colpo di genio, non c'è che dire.

15,653FansLike
2,631FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati