WWE Planet #269

Dopo circa sei mesi si è dunque concluso il regno di Randy Orton. Il nuovo campione WWE è Triple H, che ha fatto a Backlash quello che tutti si aspettavano facesse a Wrestlemania. Il che ha implicato l'assistere ad una grossissima sorpresa a Wrestlemania e ad una sorpresa a Backlash, visto che i favori del pronostico erano questa volta dalla parte di Orton. Nulla da dire, pertanto, sull'operato della WWE, che ha ottenuto quanto desiderava e quanto tutti si aspettavano riuscendo al tempo stesso a stupire gli spettatori.

Ovviamente il feud tra Triple H e Orton è destinato a continuare, ed a Judgment day i due si sfideranno nuovamente, questa volta, però, senza il contorno di altri lottatori. D'altro canto, il main event tra i due disputatosi nell'ultima edizione di No Mercy fu decisamente bello, e sarebbe assurdo privare gli appassionati di quello che attualmente è a Raw il miglior feud possibile con Triple H protagonista. Se ci fate caso, infatti, il roster di Raw ha un problema. Se prendiamo i quattro wrestler principali (Triple H, Randy Orton, John Cena e Shawn Michales), abbiamo tre face (Triple H, Cena, Michaels) e solo un heel (Orton). Se invece prendiamo i quattro wrestler che si trovano un gradino sotto i main eventer (Jericho, Mr. Kennedy, JBL, Umaga), abbiamo tre heel (Mr. Kennedy, JBL, Umaga) e un solo face (Jericho).

Bisognerebbe, dunque, riequilibrare un po' la situazione. Umaga potrebbe essere girato face, e a quel punto resterebbe da girare heel uno tra Triple H, Cena e Michaels. Sappiamo che a Triple H non dispiacerebbe tornare heel. Ma sappiamo anche che un Triple H heel contro un Cena face si risolverebbe in un Triple H tifato contro un Cena fischiato. Insomma, la WWE prima di prendere una decisione dovrà pensarci bene,ma è abbastanza ovvio che qualcosa deve pur fare, a meno di non voler effettuare qualche cambio di roster.

Occupiamoci anche della situazione del World Title, quantomai ingarbugliata. Dopo Backlash, con Undertaker che aveva sconfitto nuovamente Edge, eravamo un po' tutti convinti che il feud tra i due dovesse considerarsi concluso, e che per Undertaker bisognasse trovare un nuovo avversario. Invece, sorprendentemente, il World Title è stato dichiarato vacante da Vickie Guerrero, in virtù della pericolosità della triangle choke di Undertaker, che infatti è stata bandita dai ring.

Non c'è che dire: trattasi di motivazione decisamente idiota. Con questo ragionamento, domattina un qualsiasi General Manager potrebbe svegliarsi e decidere di togliere il titolo a un Triple H o ad uno Shawn Michaels perché hanno i capelli lunghi, indicendo successivamente un torneo tra wrestler calvi. Per chi, come me, ama il wrestling-credibile, è stato l'ennesimo colpo inferto dalla WWE. Certo, ora la situazione a SmackDown è decisamente incerta, ma per arrivare a questo risultato si è scelto di percorrere una strada che non condivido. Il che non mi stupisce, perché purtroppo da tempo la credibilità è stata sacrificata alla farsa.

Infine, non può non essere sottolineata la conquista da parte di Matt Hardy dello U.S. Title. Trattasi, come ho scritto nell'ultimo WWE Planet, di una vittoria per entrambi. Per Matt Hardy, che ottiene il risultato più prestigioso della sua carriera da wrestler singolo. Ed anche per MVP, che, privato dello U.S. Title, potrà ora essere inserito gradualmente nel giro che conta.

15,655FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati