WWE Planet #252

Il 2008 della WWE è iniziato positivamente, con due puntate di Raw e di SmackDown! ben costruite ed in grado di fornire due interessanti spunti di discussione.

Iniziamo da Raw. Ric Flair è ancora un wrestler in attività, seppur grazie all'aiuto determinante di William Regal. Regal, colpendo Triple H nel corso del main event dello show, ha permesso al Nature Boy di vincere l'incontro per squalifica e proseguire così la sua lunga e leggendaria carriera. Il problema, tuttavia, non è Ric Flair, quanto Triple H. Si dà il caso, infatti, che la stipulazione del match prevedesse altresì che, in caso di sconfitta, Triple H avrebbe perso il diritto di partecipare alla prossima Royal Rumble. E, dal momento che una sconfitta per squalifica è pur sempre una sconfitta, in questo momento Triple H è fuori.

Cosa dire al riguardo? Semplice: che con ogni probabilità Triple H, in un modo o nell'altro, riuscirà a riguadagnare il diritto ad essere parte della Rumble. In caso contrario, infatti, la WWE metterebbe a segno un clamoroso autogol. Affinché la Rumble risulti interessante è necessario che vi prendano parte quanti più potenziali vincitori possibili, sia in chiave smart che in chiave mark. Ora, quest'anno di candidature credibili in chiave smart ne abbiamo al momento solo due, quella di Triple H e quella di Undertaker: togliere Triple H dalla Rumble, pertanto, vorrebbe dire svelare con ogni probabilità in anticipo il nome del vincitore.

Tra l'altro, cosa farebbe a quel punto Triple H? Ho letto l'ipotesi di un match contro William Regal, a mio avviso assolutamente impraticabile. Triple H vs. Regal è un match buono da utilizzare come riempitivo di una puntata di Raw, durata massima 3 minuti, non un match da proporre in uno dei PPV più importanti ed attesi dell'anno. Non ci sono altre strade percorribili, dunque: Triple H deve essere reinserito nella Rumble.

Anche a SmackDown! abbiamo avuto un'importante notizia, abbastanza inaspettata. Uscendo vincitore dalla Beat The Clock Challenge appositamente indetta ad inizio puntata da Theodore Long, Rey Mysterio ha guadagnato il diritto ad affrontare nel corso della prossima Royal Rumble Edge, in un incontro con in palio il WWE World Title.

La scelta non può che trovarmi d'accordo, per il discorso fatto in precedenza. La Royal Rumble è tanto più bella tanto più alto è il numero di partecipanti che, quantomeno in chiave mark, possono ambire al successo finale. Ebbene, che Rey Mysterio potesse vincere nuovamente la Rumble non stava né in cielo né in terra, e quindi tanto vale utilizzarlo come sfidante di Edge, in un incontro che si preannuncia comunque decisamente scontato. In questo modo, infatti, parteciperanno alla Rumble sia Batista che Undertaker, vale a dire gli altri due potenziali avversari di Edge, con un netto guadagno in termini di spettacolo.

Ove infatti Triple H rientrasse, la Rumble di quest'anno vedrebbe come protagonisti lo stesso Triple H, Undertaker, Shawn Michaels, Batista, Chris Jericho, Great Khali, Mr. Kennedy, vale a dire sette potenziali vincitori in chiave mark. Il che, tra l'altro, renderà più prestigiosa la vittoria dell'Undertaker o del Triple H di turno: perché un conto è vincere una Rumble eliminando Carlito e CM Punk, un altro è vincerla eliminando Shawn Michaels e Batista.

14,920FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati