WWE Planet #241

Alla fine, dopo più di tre anni di attesa, ce l'abbiamo fatta. Randy Orton è nuovamente il WWE Champion, e chi ha la pazienza di leggere abitualmente i miei editoriali sa quanto io aspettassi ed auspicassi questa decisione da parte della dirigenza di Stamford. D'altronde, reputo Orton il miglior heel in circolazione, più di Edge e di Mr. Kennedy, e di conseguenza mi sembrava un vero delitto continuare a ritardare un suo nuovo regno da campione.

Rispetto a tre anni fa, possiamo inoltre già registrare un grosso passo in avanti. Nel momento in cui scrivo, infatti, sono trascorsi già più di 5 giorni dalla vittoria di Orton ed il Legend Killer è ancora un wrestler heel. Scherzi a parte, Orton ha finalmente l'occasione di dimostrare quanto vale. Il personaggio è attualmente convincente come (se non di più) tre anni fa, non c'è in vista alcun turn face che lo riguarda ed il suo regno sembra (e mentre scrivo incrocio le dita) possa durare più di un mese.

Il suo prossimo avversario, infatti, da affrontare durante Cyber Sunday, non sarà, come in un primo momento si poteva supporre, Triple h, bensì uno tra Mr. Kennedy, Jeff Hardy ed il rientrante Shawn Michaels. I primi due, ove venissero scelti dal pubblico, non avrebbero alcuna possibilità di successo. Il terzo, invece, che con ogni probabilità sarà inserito a furor di popolo nel main event del prossimo PPV, è sicuramente un avversario più pericoloso, anche se al momento non credo che la WWE intenda affidargli la cintura da WWE Champion.

Shawn Michaels, di quella cintura, non ha infatti alcun bisogno, e se la WWE avesse voluto subito un face al top della federazione avrebbe fatto proseguire il feud tra Orton e Triple h, con vittoria più o meno immediata di quest'ultimo. Inizio a sperare, invece, che la WWE voglia fare ciò che ipotizzavo in qualche WWE Planet fa, vale a dire lasciare la cintura per un bel po' intorno alla vita di Randy Orton, e poi farlo sconfiggere da Triple h nel corso del main event della prossima edizione di Wrestlemania. Triple h, nel frattempo, dovrebbe vincere la Royal Rumble, e prendersi una bella rivincita dopo tutti i job effettuati nelle ultime edizioni del PPV più importante della WWE.

Questa soluzione sarebbe indubbiamente la preferibile, perché consentirebbe ad Orton di affermarsi come il top heel della federazione, in grado di instaurare un lungo regno (durerebbe all'incirca sette mesi) e di acquistare un'autorevolezza ulteriore da spendere negli anni futuri. La WWE, in sostanza, trasformerebbe quello che attualmente è un main eventer in una superstar a tutti gli effetti, facendogli percorrere l'ultimo gradino ancora da salire nella scalata verso l'olimpo del wrestling.

Certo, questa, lo so bene, è solo un'ipotesi. Per il momento, allora, godiamoci (parlo a nome di tutti i fan di Randy Orton) questo suo nuovo regno. E speriamo che i booker della federazione riescano nel frattempo ad ideare qualche storyline interessante, cosa che negli ultimi tempi non hanno propriamente fatto, in modo da far sì che le puntate di Raw che dovranno consacrare Orton vengano viste da un buon numero di spettatori.

Per il resto, volendo commentare brevemente quanto visto durante No Mercy, ho trovato questo PPV abbastanza mediocre, come del resto tutti gli ultimi PPV della WWE. Se si è salvato, è solo per l'incertezza che l'infortunio di Cena (e non la WWE, si badi bene) aveva creato intorno all'evento e per lo straordinario main event che Orton e Triple h hanno saputo combattere, incerto, intenso, violento e spettacolare come pochi incontri nella storia della WWE di questi ultimi tempi.

La carenza quanto a storyline ed a spettacolarità, dunque, resta tutta, e, purtroppo, non si intravedono grandi segni di risveglio. Negli ultimi mesi abbiamo avuto un feud di livello (Cena vs. Orton) ed uno ben costruito (MVP vs. Matt Hardy). Per il resto, il nulla più assoluto. Speriamo che si smuova qualcosa in termini rapidi, perché altrimenti non bisognerà stupirsi se gli ascolti continueranno a diminuire.

Ci sarebbe poi da parlare della lotta per il WWE World Title, ma non voglio dilungarmi troppo e prometto di tornare sull'argomento la prossima settimana.

14,946FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati