TW Risponde #614

Amiche ed amiche di TuttoWrestling, anche il 2015 è passato… Un annus horribilis per la scena del wrestling nordamericano, a parer mio, con il prodotto della WWE e della TNA che ha raggiunto livelli bassissimi dai quali, nel 2016, sarà solo possibile risollevarsi. Io non posso che augurarvi un felice anno nuovo e dare il via ad una nuova sessione di Q&A, secondo la migliore tradizione del nostro sito. Let's start!


Ciao Michele sono Davide da Ravenna, seguo il vostro grandissimo sito dal 2004 ma è la prima volta che ti scrivo, quindi spero di essere pubblicato. Ecco le mie domande:
1) Guardo il Wrestling dall'ormai lontano inizio 2003, quindi in piena “Ruthless Aggression Era”. Ti volevo chiedere come mai nella WWE odierna questo periodo, che iniziò nel 2002 con la separazione dei roster e si concluse più o meno nel 2007, non viene mai (o quasi mai) menzionato, nè nei promo degli atleti durante le faide, nè dai commentatori, e a fatica escono speciali o tributi sul WWE Network o in precedenza in DVD su quest'era, che a mio avviso non ha nulla da invidiare (anzi) rispetto all'Attitude Era (che invece viene citata sempre e costantemente e in lungo in largo nel corso degli show settimanali).
2) Sempre riguardo alla “Ruthless Aggression Era”, e mettendola quindi in confronto con la precedente Era Attitude, secondo me è da considerarsi anche un periodo forse addirittura migliore dal punto di vista del wrestling. Perchè diciamocelo durante l'Era Attitude la scena del main event alla fine vide emergere sempre gli stessi atleti (Stone Cold, The Rock e Triple H), mentre durante la Ruthless Aggression il palcoscenico del main event era vario e furono lanciati tanti wrestlers che furono le colonne portanti della WWE negli anni a venire e alcuni lo sono ancora oggi (Brock Lesnar, Edge, John Cena, Batista e Randy Orton ad esempio). Non solo, ma durante questo periodo furono inventati delle tipologie di match spettacolari, come il Money in the Bank e l'Elimination Chamber. Quindi volevo chiederti un tuo parere personale su quale sia il periodo più spettacolare tra i due (nonostante bisogni ammettere che l'Attitude Era cambiò per sempre il mondo del Wrestling).
3)Questa è una mia curiosità personale: alla Royal Rumble 2005 Batista e John Cena si autoeliminarono e finirono in pareggio, però non accadde come nel '94 dove Lex Luger e Bret Hart vennero dichiarati “co-vincitori” della rissa, ma arrivò Vince e ordinò a entrambi di ripartire il match e poi vinse Batista. Come mai accadde tutto ciò? Forse perchè Batista e Cena sbagliarono lo spot e il vincitore previsto era l'Animale, mentre nel '94 erano previsti effettivamente due vincitori?
Grazie per il tuo tempo e continua così con questa rubrica che è una delle mie preferite!!

1.Fermo restando che la divisione in “ere” della storia del wrestling è una costruzione soggettiva di alcuni giornalisti e storici del wrestling e che, quindi, non è una verità assoluta che ci sia stata la “Ruthless Aggression Era” condivido con te che si tratti di un periodo molto importante della storia recente del wrestling, anche se non all'altezza della “Attitude Era”. Sicuramente quest'ultima è rimasta maggiormente nei cuori dei fan per il ruolo che ebbero due nomi iconici del mondo del wrestling come “Stone Cold” Steve Austin e The Rock e per questo viene maggiormente ricordata dai fan e dagli addetti ai lavori.
2.La WWE Attitude Era venne subito dopo la New Generation Era, che doveva lanciare nuove star, ma che in termini di ascolti fu un mezzo flop. Anche per questo si potè parlare di una vera e propria rivoluzione, perché venne praticamente cancellato il prodotto WWE come era conosciuto prima e, da un pubblico di bambini, la compagnia cominciò ad orientarsi verso maschi adulti. Dovendo scegliere, in ogni caso, anche se durante la Ruthless Aggression Era mi sono molto divertito, la Attitude Era, anche per motivi anagrafici, resterà sempre nel mio cuore.
3.Semplicemente, nel 1994 era previsto che Bret Hart e Lex Luger vincessero insieme la rissa reale, nel 2005 no: l'eliminazione congiunta di John Cena e Batista fu un errore dei due wrestler. Per questo dovette intervenire Vince McMahon a sistemare le cose, per questo i due lottatori tornarono sul quadrato per dare un finale differente al match. La storia di quanto accadde quella notte è ben raccontata nel libro autobiografico dell'ex arbitro WWE Jimmy Korderas.

Ciao Michele, sono Lino da Lecce, non ho domande da porti, vorrei solo un parere tuo personale su Scott Steiner. Grazie in anticipo.

Ci sono stati “due Scott Steiner” nella storia del wrestling. Il primo è il wrestler dallo stile amatoriale, da college universitario, che lottava in coppia con il fratello Rick e manifestava un mix di forza, agilità e tecnica. Per quello che mi riguarda, gli Steiner Brothers sono al terzo posto tra le migliori coppie della storia recente del wrestling, dopo i Dudley Boyz e i Road Warriors, staccando di qualche spanna Hart Foundation, Demolition, British Bulldogs, Hardy Boyz, Edge & Christian, New Age Outlaws, Beer Money, America's Most Wanted e via discorrendo. Poi c'è stato il secondo Scott Steiner, quello degli inizi degli anni duemila, che subì una incredibile trasformazione fisica e divenne “Big Poppa Pump”, il mostro della genetica, uno dei migliori heel della storia della WCW. Il profondo cambiamento nella struttura muscolare di Steiner ne limitò il parco mosse e lo rese più sottoposto ad infortuni, ma Scott supplì a queste mancanze dimostrando un enorme carisma, che lo rese odiatissimo dai fan. La WWE lo sfruttò malissimo e, a Stamford, rovinò completamente la sua fama. Avendolo visto da vicino in Italia, posso dire che Steiner è un uomo veramente impressionante, la cui sola vicinanza impone paura.

Ciao sono Adriano e scrivo da Napoli, volevo congratularmi con tutta la redazione di TW, leggo gli articoli e le news ogni giorno e siete tutti bravissimi…ecco le mie domande:
1) Non pensi che sia sprecato investire tanti soldi per richiamare tante minestre riscaldate che non possono lavorare ai ritmi on the road che ormai da tempo la compagnia intraprende(Batista, Dudleys, Tommy Dreamer) e che purtroppo non hanno più nulla da dare al business? Non credi che si possa “finalmente” fare spazio ai giovani a tempo pieno come Cesaro, Ziggler, il vecchio Cody Rhodes e Sami Zayn???? Chissà potrebbero nascere dei nuovi cm punk o Daniel Bryan…in fondo sono atleti bravissimi sul ring e che devono migliorare solo al microfono…Purtroppo è il merchandise che conta…
2) Ma Bobby Lashley come mai ha abbandonato la WWE?
3)Per Wrestlemania cosa ti aspetti? Io immagino, dopo l'infortunio di Seth Rollins, una rivalità tra Triple H e Roman Reigns, una sfida tra Undertaker e John Cena e Lesnar di nuovo nel giro titolato che potrebbe affrontare il vincitore della rumble forse Dean Ambrose o perché no…Daniel Bryan…
4) Come mai non hanno provato a dare il Money in The Bank a Bray Wyatt invece di fargli fare rivalità inutili insieme alla sua combriccola di perdenti??? Braun Strowman lo reputo inadeguato a un ring WWE…
Grazie per l'attenzione! Saluti!

1.Se la WWE puntasse sui nuovi talenti, sicuramente venderebbe tonnellate di loro merchandising. Non credo che Tommy Dreamer faccia vendere più magliette di un Dolph Ziggler costruito in maniera credibile… Ci diciamo sempre la stessa cosa: la WWE dovrebbe puntare sui suoi midcarder ed elevarne alcuni al rango di main eventer fisso. Ormai mi sono quasi stufato di scriverlo ogni settimana…
2.Bobby Lashley non si sentiva valorizzato nella WWE e la WWE aveva capito che da lui non avrebbe cavato nulla di buono, visto che non è mai andato over con i fan. Visto che non è mai andato over neppure con i fan della TNA, io continuo a non capire perché la compagnia di Nashville continui a puntare su di lui…
3.Credo anche io che si vada verso un match tra Roman Reigns e Triple H, ma a questo punto il match non dovrebbe essere per il titolo. Undertaker vs. John Cena sarebbe ottimo, ma non so se lo vedremo. Daniel Bryan, se tornerà, potrebbe essere l'avversario di Brock Lesnar, anche se si tratta di un match che non mi entusiasma affatto, visto che una vittoria di Bryan sarebbe poco o nulla credibile.
4.Confermando che Braun Strowman è inguardabile, neppure io capisco perché la WWE continui a presentare Bray Wyatt come uno dei suoi wrestler di punta quando non ha mai vinto un feud di primo livello che fosse uno. Il personaggio ormai è diventato stantìo. La colpa non è del figlio di Mike Rotundo, ovviamente, ma del pessimo booking della WWE.

Ciao,sono Simone da Latina ed é la terza volta che ti scrivo,spero di avere fortuna questa volta. Passo alle domande:
1)Quale titolo ti piacerebbe rivedere in WWE e perché?
2)Chi arriverà campione del mondo a Wrestlemania 32 secondo te?
3)Dolph Ziggler tornerà mai nel giro del Main Event?
Grazie per le eventuali risposte.

1.I titoli attualmente difesi nella WWE vanno benissimo così, visto che non ci sono storyline all'altezza neppure per quei pochi che sono rimasti.
2.Difficile da dirsi. A questo punto può succedere qualsiasi cosa.
3.Io me lo auguro, ma più tempo passa più è difficile, perché i posti di persone come Ziggler, Barrett, The Miz, presto apparterranno a nuove star promosse da NXT.


Passiamo adesso allo “smista la lista”. Vi avevo chiesto di indicarmi cinque wrestler italiani che potrebbero fare bella figura in una major americana. Vediamo una piccola selezione delle vostre migliori risposte.

Ciao, sono Marco da Crema! ecco i miei 5 wrestler italiani pronti per una major:
1 Red Devil perfetto per la X-Divison TNA
2 Axel Fury un hell codardo (in stile Seth Rollins) nella Authority
3 Mr Excellent ad NXT con Finn Balor e Samoa Joe darebbe vita a match tecnicissimi
4 Kaio in TNA per l'alloro massimo dato che in WWE un Italiano farebbe solo la parte del mafioso
5 Alessandro Corleone in fin dei conti manca un Italiano nella League of Nation

Ciao, sono Roberto da Cagliari. Ecco la mia lista:
1.Red Devil
2.Il Marchese
3.Mr. Excellent
4.Axel Fury
5.Manuel Majoli

Mito, sono Riccardo e ti scrivo da Bari. Ti mando anche io la mia lista di wrestler italiani che vorrei vedere negli Usa:
1.Queen Maya
2.Red Devil
3.Alessandro Corleone
4.Kaio
5.Charlie Kid

Per la prossima edizione smistatemi questa nuova lista composta da cinque elementi: quali sono stati i cinque vostri match preferiti del 2015 nella WWE?


Ancora buon anno! Noi ci rivediamo su queste colonne tra appena sette giorni!

That's excellently executed…

“The Myth” Michele M. Ippolito

[RIQUADRO2]

Michele M. Ippolitohttp://www.tuttowrestling.com
Ha cominciato a scrivere su TuttoWrestling nel 1998, dove, negli anni, si è occupato di un po' di tutto. Dal 2009, ininterrottamente, è autore del TW Risponde, la rubrica più antica, più letta ed amata del wrestling web italiano. Quando fu creata la prima newsboard di wrestling in Italia, lui era lì, a tradurre e scrivere notizie per gli internauti del nostro Paese.
15,645FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati