TW Risponde #559

Amiche ed amici di TuttoWrestling, ormai ci siamo. Pochi giorni, appena quattro e sarà Wrestlemania XXX time! Quest'anno le aspettative per l'evento sono altissime e tante sono le vostre domande arrivate alla nostra rubrica proprio sullo “Showcase of Immortals” del 2014. Cominciamo subito, però, con la lista delle domande indesiderate.

[RIQUADRO9]

Ed ora… partiamo!


Ciao Michele, mi chiamo Pierpaolo e vengo da Monza. Ringrazio te e tutto lo staff per tutto il lavoro che fate quotidianamente e ti pongo qualche quesito su Wrestlemania XXX:
1_ Quando è stata cambiata la stipulazione del match tra Daniel Bryan e Triple H, ho subito ritenuto impossibile una vittoria di The Game. Tre heel nel main event di Wrestlemania sembra un'idea troppo rischiosa per essere realizzata. Eppure sono molto affascinato dall'idea di Triple H dirigente e campione, una sorta di grande dittatore che domina su tutti gli altri. Ti sembra un'ipotesi possibile? Oppure pensi che la WWE abbia deciso di dare il contentino al pubblico inserendo Daniel Bryan nel main event per poi far uscire ancora una volta Randy Orton con la cintura in vita?
2_ Credi che Hulk Hogan avrà un coinvolgimento fisico nel corso dell'evento?
3_ Sei soddisfatto del ritorno di Hulk Hogan? Io, a parte le viste e riviste mosse tipiche, l'ho trovato un pò anonimo. Così come anonimo è stato il suo grande annuncio.
4_ C'è una minima possibilità che CM Punk torni a gran sorpresa in quel di Wrestlemania? Magari creando scompiglio proprio nel main event che tanto avrebbe meritato (a maggior ragione se Triple H lotterà per il titolo).
5_ Prima di decidere il ritorno in pompa magna di Batista, lo staff WWE non gli ha fatto dei test fisici? Non hanno visto che non sa stare sul ring per più di 40 secondi? Come possono aver deciso di fargli vincere la Rumble e affidargli il main event dell'evento più importante dell'anno in condizioni fisiche così precarie?
6_ CM Punk si è ritirato perchè non felice della sua posizione.. Cosa dovrebbe dire Wade Barrett? Grande professionista anche con la gimmick forse più ridicola della storia, arriverà mai il suo momento?
Grazie in anticipo e continua così!

1.Io reputo impossibile una vittoria netta di Triple H nel suo match contro Daniel Bryan per due motivi. Il primo è che un triple threat con tre heel come main event di Wrestlemania sarebbe assolutamente illogico. Il secondo è che se a metà show tu metti Bryan fuori dal main event, c'è il serio rischio che la gente o si alzi in blocco e se ne vada prima del main event o che veramente i lottatori vengano sommersi di fischi fino alla fine dello show. Dunque, non ho dubbi sul fatto che Bryan arriverà al main event. Ma ci arriverà da solo o con Triple H? Saranno tre o quattro i lottatori che si contenderanno la vittoria finale? Ed alla fine chi vincerà? Non reputo impossibile una vittoria di Triple H, anzi credo sia più probabile che vinca lui piuttosto che Batista o Randy Orton. Pensate: Triple H vince il titolo e l'arena lo fischia all'unisono. La sera dopo, però, tutti vogliono vedere gl sviluppi a Raw e riprende la corsa di Daniel Bryan alla conquista della cintura. Ecco, questo è l'aspetto più intrigante dello show di questa domenica, secondo me. Per questo non sto nella pelle di vedere Wrestlemania XXX.
2.E' possibile che Hulk Hogan intervenga in qualche match, sì, magari proprio nel main event per aiutare Daniel Bryan a vincere. Sicuramente credo che prenderà parte a qualche celebrazione al centro del ring per il suo ormai storico “posedown”.
3.Beh, Hulk Hogan ogni tanto torna sul quadrato ma non può lottare. Chiaro che ciò continua a diventare un poco stantio. In ogni caso, Hogan è la più grande leggenda della storia del wrestling e che senza di lui la WWE non sarebbe dove è oggi. Per questo fa sempre un certo piacere rivederlo negli show della compagnia.
4.Sarebbe una scelta suicida: la gente compra il biglietto per lo show (o il pay-per-view o si abbona il WWE Network) se sa che ci sono novità succulente. Far intervenire CM Punk a Wrestlemania XXX senza alcuna promozione, equivarrebbe a buttare milioni di dollari dalla finestra. Meglio sarebbe, a quel punto, annunciarne il ritorno per il successivo pay-per-view. Ma a questo punto credo proprio che non succederà…
5.Credo che la WWE abbia puntato, sbagliando completamente, basandosi sul fatto che Batista sia stato una delle superstar più amate dell'ultimo decennio. Non è stato mai un Chris Benoit sul ring, quindi non si aspettavano che lo diventasse dopo anni di stop. La sua forma fisica, però, è imbarazzante e credo che la WWE non si aspettasse minimamente prove così deludenti da parte sua. D'altronde, quando The Rock è tornato sul ring sembrava che non lo avesse mai lasciato…
6.Ci sono diverse differenze tra Punk e Barrett. La prima è che Punk ha già raggiunto in carriera tutto quello che poteva desiderare, tranne il main event di Wrestlemania, ovviamente, è un veterano del ring ed ha alcuni problemi fisici dovuti ai troppi colpi subiti negli anni. Barrett è ancora ai suoi primi anni di carriera e non ha ottenuto alcun titolo significativo per ora. Per ora, a differenza di Punk, deve solo continuare ad impegnarsi per dimostrare il suo valore, nella speranza che il vento giri presto a suo favore.

Ciao a tutti,
sono Cal, ho 38 anni, ed ho iniziato a seguire il wrestling, tanti anni fa, quando la maggior parte delle persone nemmeno sapeva cosa fosse, e in TV lo si poteva vedere solo sulle piccole emittenti locali ed era per lo più denominato catch. Da allora sono passati tanti anni, tantissimi personaggi, tanti telecronisti, ma lo “spettacolo” resta….alle volte intenso come un tempo, altre un pò meno…
E' la prima volta che vi scrivo, avrei tante cosa da dire/chiedere, ma cercherò di limitarmi, ma faccio già che chiedere scusa qualora mi dilungassi un pò troppo su alcuni punti. Prima di tutto volevo però farvi i complimenti per il vostro sito e per tutte le vostre rubriche. Parto con le domande:
1) Sono davvero poche le musiche di ingresso che al solo sentirle fanno sobbalzare sulla sedia. Una di queste è senza dubbio Real American…l'ultima volta l'ho sentita, poco tempo fa al rientro in WWE del mitico Hulk Hogan. E' partita la musica…fantastico…poi è uscito lui…bello rivederlo….è stato come fare un tuffo nel passato. Però non poteva essere tutto come allora…e di questo si è avuta conferma subito dopo. Gesti, passi e movimenti molto lenti…soprattutto quelli sul ring. Inutile dire che gli anni passano per tutti. Da qui un piccolo ragionamento. Ha ancora senso pensare ad un suo ultimo incontro lottato sul ring? Secondo me si rischierebbe di rovinare quell'alone di “magia” che c'è intorno al personaggio. Eppure quando di mezzo ci sono i soldoni, spesso non si guarda in faccia a niente e a nessuno…
2) Ci sono stati dei wrestler che nello stesso periodo, hanno portato avanti ottenendo buoni risultati e seguito tra i fan, anche un personaggio mascherato, oltre al loro personaggio principale? Non per una singola story-line più o meno durevole nel tempo (come per esempio the Miz o CM Punk, oppure lo stesso Mister America), ma proprio due personaggi distinti. A me vengono in mente il solo Owen Hart/Blue Blazer e Mick Foley (personaggio davvero troppo particolare);
3) Personaggi veri contro personaggi falsi. A suo tempo, mi aveva colpito molto la faida Undertaker vs Undertaker. Sapete darmi qualche altra informazione in più su questa faida? L'idea originale fu studiata effettivamente per quello che poi si vide in televisione, oppure inizialmente era stata ideata in modo diverso e poi modificata in corso? Chi interpretò il falso Undertaker? Il wrestler ebbe altri ruoli on screen in seguito?
4) Sting: un grande wrestler, e trovo giusto, sia per lui che per tutti i fan di questo sport-spettacolo, che possa apparire on screen sui ring della compagnia più famosa (sempre che il tutto sia confermato). Collegandomi alla domanda precedente, sapreste darmi delle informazioni più precise sulle faide che portarono al personaggio di Black Scorpion (interpretato da Ric Flair) e del falso Sting (ai tempi del NWO)???
Grazie per l'attenzione
Cal
Pavone Canavese – TO

1.Hulk Hogan ha recentemente dichiarato di non avere l'ok dei medici per tornare sul ring, visto che ha quasi sessant'anni ed ha subito diverse operazioni chirurgiche alla schiena ed alle ginocchia. Si era parlato anche di un match a Wrestlemania XXX per lui, anche in coppia con un altro lottatore, ma poi l'ipotesi è stata abbandonata. Sono certo che, alle giuste condizioni, Hogan potrebbe fare un altro paio di match nella sua carriera. Potrebbe, ad esempio, far parte di un match a sei uomini o lottare in qualche “comedy match”, dove non dovrebbe prendere bump. Pensiamo, ad esempio, al match tra Bret Hart e Vince McMahon a Wrestlemania 26 Bret è in condizioni fisiche peggiori di quelle di Hulk, eppure il suo incontro di quell'anno è stato godibile.
2.Ci sono due esempi importanti che mi vengono in mente e fanno entrambi riferimento agli anni Ottanta. Il primo è quello del “Midnight Rider”, un personaggio mascherato interpretato da Dusty Rhodes nella Championship Wrestling from Florida nel 1988. Rhodes perde un match contro Kevin Sullivan e fu costretto ad abbandonare lo Stato della Florida per sessanta giorni. Nei giorni seguenti fece il suo debutto nella compagnia un wrestler mascherato “Midnight Rider”, che tutti pensarono subito essere Rhodes. Nessuno, però, riuscì a provarlo e quando scaddero i sessanta giorni di sospensione di Rhodes, “Midnight Rider” sparì dalle scene, non dopo aver fatto un paio di apparizioni proprio insieme a Dusty. Ovviamente, in quelle occasioni sotto la maschera c'era un altro lottatore… L'altro esempio è quello delle “Machines”, nella WWF. Si tratta di un tag team che gareggiò nel 1986 e nel 1987, composto da Giant Machine e Super Machine, cioè Andre the Giant e Bill Eadie, che iniziarono un feud contro i clienti di Bobby Heenan. A loro presto si aggiunse Big Machine, interpretato da Black Jack Mulligan e, in una serie di apparizione degne della miglior tradizione comedy, Animal Machine (George Steele), Hulk Machine (Hulk Hogan, ovviamente), Piper Machine (Roddy Piper, certo…) e Crusher Machine (The Crusher). La storyline fu chiusa dal ritorno di Andre the Giant senza maschera in televisione, per dare vita al suo heel turn in vista di Wrestlemania III.
3.Il match tra i due Undertaker venne organizzato nel 1994, in vista di SummerSlam, con la motivazione che “Million Dollar Man” Ted DiBiase aveva fatto debuttare per la prima volta Undertaker nel 1990, poi era stato da lui abbandonato. Quindi un wrestler quasi identico all'Undertaker originale aveva debuttato nella compagnia ed era stato organizzato un feud tra i due, che Mark Callaway vinse agevolmente. Il falso Undertaker era uno degli amici più cari di Undertaker, Brian Lee, e dopo la fine della storyline si spostò a lottare nella ECW. Rientrò nella WWE nel 1998, dove entrò a far parte della stable dei Disciples of Apocalypse, capeggiata da Crush, con il nome di Chainz, senza lasciare un grande ricordo di sé nei fan.
4. Uno degli avversari di Sting di cui i fan si ricordano di più è proprio Black Scorpion, che debuttò nella WCW nell'agosto del 1990, come nuovo sfidante per l'NWA World Heavyweight Champion. Il wrestler mascherato era interpretato da Ole Anderson, anche se alcuni pensarono fosse o l'ex tag team partner di Sting, Jim Hellwig (The Ultimate Warrior). Più in là, fu Al Perez ad interpretare il personaggio, ma quando il lottatore lasciò la compagnia, i booker dovettero cercare un rimpiazzo per svelarne l'identità. Alcuni lottatori minori interpretarono Black Scorpion negli house show, alla fine la scelta cadde su Ric Flair. Il 16 dicembre 1990 Sting sconfisse Black Scorpion, lo smascherò e rivelò che negli ultimi mesi aveva lottato contro la sua vecchia nemesi. La storyline finì lì, senza alcuna conseguenza. Il “falso Sting” che esordì a Fall Brawl 1997, invece, era Jeff Farmer, un wrestler che somigliava fisicamente a Steven Borden. Sting avrebbe dovuto lottare nel team dei face contro l'nWo in un War Games match, ma tutti furono stupiti quando entrò a dar man forte, invece, all'nWO. Tuttavia, il vero Sting entrò sul quadrato poco dopo, ma, offeso perché i suoi partner avevano creduto che li avesse traditi, abbandonò la contesa, permettendo al new World Order di fare suo il match. Farmer ebbe un minimo successo in Giappone interpretando Sting negli anni successivi, ma sul ring era abbastanza scarso e, nel complesso, in carriera non ha avuto affatto un gran successo.

Ciao a tutti,
Sono Luca e scrivo da Milano e seguo il Wrestling e la WWE da tantissimo tempo.Avrei qualche domanda da porvi:
1)Come si concluse al storyline del General Manager Anonimo? Io non ricordo una vera e propria conclusione(magari sbaglio).
2)A mio parere la WWE sta gestendo il personaggio di Daniel Bryan in modo fantastico nel senso: il non farlo competere alla Royal Rumble, il fargli perdere il titolo quasi subito e sistematicamente screditarlo o farlo malmenare, secondo me hanno creato una grandissima empatia con il pubblico in cui vedono un personaggio maltrattato ingiustamente. Non trovi?
3)Sbaglio o ultimamente stanno finalmente mettendo in risalto Seth Rollins,che io reputo un ottimo performer che se tenuto bene potrà seguire le orme di Cm Punk e Daniel Bryan? Non trovi?
4)Solo l'unico a non volere che splittino lo Shield?
5)Secondo te da cosa sono dovuti tutti questi fischi a Batista, mi ricordo 3/4 anni fa era arrivato quasi ai livelli di John Cena.
grazie mille ciao!
Luca Ferraro

1.A distanza di mesi dalla fine della storyline, senza alcuna spiegazione logica a supporto, la WWE svelò che il general manager di Raw era Hornswoggle. Il problema fu che quando la storyline fu avviata, Vince McMahon non aveva la benché minima idea della persona a cui far ricoprire quel ruolo e, ad un certo punto, lo cancellò semplicemente dai programmi senza tanti complimenti.
2.Condivido che il far perdere sempre l'underdog amato dal pubblico rafforzi il suo personaggio. Il problema è che, ad un certo punto, l'underdog deve prevalere nella sua rincorsa al titolo. Dopo aver subito diverse fregature, quando arriverà il momento della vendetta per Daniel Bryan? Magari questa domenica a Wrestlemania XXX? Difficile dirlo.
3.Per mesi la WWE ha pushato, all'interno dello Shield, Dean Ambrose, poi ha spostato la sua attenzione su Roman Reigns, adesso, invece, anche Seth Rollins sembra avere più spazio. In vista di uno split, che avverrà comunque nel giro di qualche mese, è una mossa saggia, perché da più credibilità a tutti e tre i wrestler della stable, in vista di un loro futuro nelle competizioni singole.
4.No, anche io vorrei che rimanesse unito ancora per un bel po'. Ma la loro gimmick non è fatta per dei face, è fatta per degli heel. Non condivido, dunque, il passaggio di campo orchestrato dalla WWE. Certo, capisco che oggi tra gli heel è quotatissima la Wyatt Family, ma sarebbe bastato inserirli semplicemente in feud diversi.
5.La gente fischia non Batista in quanto tale, ma fischia l'usurpatore del posto che ritenevano dovesse andare di diritto a Daniel Bryan nel main event di Wrestlemania XXX. Se Batista fosse tornato e fosse stato inserito, ad esempio, in un feud con Bray Wyatt, oggi scroscerebbero gli applausi per lui.

Ciao, sono Giuseppe e ho già scritto qualche anno fa alcune domande a cui ho ricevuto risposte molto attente e precise, perciò ci riprovo anche stavolta 🙂
1) Da circa 2 anni, mi sembra che la WWE non abbia mai sbagliato con i giovani debuttanti: Cesaro, lo Shield, i Wyatt sono dei fantastici esempi, a differenza invece dei rientri: RVD, Y2J, Batista non hanno avuto invece la grande ovazione che ci si aspettava e sono stati sfruttati male (Come si fa a far vincere Fandango contro Jericho a WM??). Come mai? Forse i fan vedono quel ricambio generazionale di cui si è parlato da qualche tempo a questa parte?
2) Negli ultimi tempi la WWE ha provato a portare avanti faide di midcarding come quella degli ex Prime time o di Brodus contro Xavier Woods. Era dalla divisione dei ppv in roster che non vedevo una cosa del genere e devo dire che sono molto scaduti. Colpa dei booker o dei wrestlers?
3) Con l'unificazione dei titoli mondiali, ci sarà un solo Money in the Bank Ladder Match. Negli ultimi anni la WWE provava a far vincere persone da pushare per la prima volta come Sandow, Bryan, Ziggler, Swagger o altri a cui dare un'opportunità come Kane. Pensi che con un solo titolo da conquistare, vinceranno il ladder match solo wrestler con uno status elevato?
4) Dal primo momento in cui la HHH ha detto che se avesse vinto il match contro Bryan, sarebbe stato lui a combattere nel main event di WM, ho pensato a un Fatal 4 Way. Non pensi che però un No contest svaluterebbe molto l'American Dragon?
5) La politica della WWE in vista di WM è quella di preservare il fisico degli atleti. E' mai successo che un atleta si infortunasse seriamente a poche settimane dal ppv? Come si è comportata poi la WWE?

1.Hai ragione: negli ultimi due o tre anni la WWE ha compiuto un enorme lavoro con i rookies. Credo che il merito sia da attribuire soprattutto Triple H che da un po' di tempo sovrintende al settore di sviluppo e che ha dimostrato di avere vero fiuto per i nuovi talenti. Rispetto ai rientranti, invece, c'è da dire che la reazione per il ritorno di Batista è stata più che positiva, prima che la WWE lo caricasse del compito di aiutare a tirare la carretta, a cui il wrestler non sembra più adeguato. Rispetto a Rob Van Dam e Chris Jericho, c'è da dire che i due non sono mai stati main eventer di primissimo piano nella compagnia e che entrambi ormai vanno e vengono, quindi il loro ritorno non è stata una grande sorpresa: i fan già sanno che entrambi, a differenza di altri, potrebbero rientrare da un giorno all'altro e quindi questo fa sparire larga parte dell'effetto sorpresa che è proprio dei grandi ritorni.
2.Alcuni wrestler del roster della WWE sono imbarazzanti e non si capisce perché gente come Darren Young e Titus O'Neil sia a Raw, mentre Sami Zayn e gli Ascension sono confinati a NXT. E' evidente che se alla gente non importa nulla del midcarder, anche il feud in cui il midcarder è impegnato venga male. Brodus Clay è un altro esempio di un lottatore su cui la WWE ha cercato di investire. E' vero che lo ha fatto male, ma Brodus ci ha messo del suo, dimostrando di essere un buon gregario ma di non avere un briciolo di carisma. Credo sia arrivato il momento di fare un repulisti nei bassifondi del ranking della compagnia.
3.All'inizio c'era un solo “Money in the Bank” e non sempre lo vincevano wrestler di primissimo piano. Oggi credo che possano ambire a conquistarlo degli uppercarder, lottatori che sono stati per brevissimo tempo nel main eventing o che meritano di starci, per dare loro una seria chance. Direi che Dolph Ziggler, Bad News Barrett, The Miz, Antonio Cesaro, potrebbero essere degli ottimi candidati.
4.Daniel Bryan non è stato svalutato dai continui massacri effettuati da chiunque si trovava a passare per Raw, figurati se lo può svalutare un no contest a Wrestlemania.
5.Se un atleta si infortuna seriamente poco tempo prima del PPV ci sono due alternative: o lotta comunque tra immensi dolori (come avvenne a Shawn Michaels prima di cedere il titolo a “Stone Cold” Steve Austin a Wrestlemania XIV) e poi si prende un lungo stop oppure viene sostituito nel match da un altro lottatore, o, ancora, se il match non è di primissimo piano, viene annullato. E' successo, in passato, in diversi casi. Pensate se prima dei due match tra The Rock e John Cena uno dei due avesse dovuto dare forfait: sarebbe stato un disastro. Fortunatamente per Vince McMahon una cosa di questa portata non è mai accaduta, ma mai dire mai… Gli infortuni sono, purtroppo, dietro l'angolo per tutti. Appena un anno e mezzo fa, CM Punk si infortunò poco prima di difendere il suo titolo a TLC 2012 contro Ryback, il match fu annullato e Ryback spostato in un six men tag team match, insieme agli Hell No contro lo Shield.


Passiamo, adesso, allo “smista la lista”. Vi avevo chiesto di indicarmi i vostri cinque nomi per la WWE Hall of Fame 2015. Vediamo una selezione delle vostre risposte:

Ciao Michele sono Lorenzo Tucci da Roma. Ecco i 5 nomi per la mia Hall of Fame 2015:
1) The Rock
2) Nwo
3) Degeneration X
4) “Macho Man” Randy Savage
5) Owen Hart
Continuate così, alla prossima.

Ciro D'Ambra
Dean Malenko, l' nWo, Paul Heyman, Triple H, Stan Stasiak

Andrea Pìsoni
Chris Benoit
Owen Hart
Randy Savage
The Rock
JBL

Francesco Cervesato
Sting, Randy Savage, Owen Hart, Chris Jericho, Undertaker

Bjork Rajta
The Rock
Bret Hart
Kurt Angle
Sting
Hollywood Hogan

Raffaele Grieco
Kane, Chris Benoit, JBL, John Tenta, Kurt Angle

Sono Jacopo da Firenze e voglio dire i miei 5 WWE Hall of Famers per il 2015.
1. “Macho Man” Randy Savage introdotto da Hulk Hogan o Vince McMahon
2. The Honky Tonk Man introdotto da “The Mouth of The South” Jimmy Hart
3. Diamond Dallas Page introdotto da Kevin Nash
4. Demolition introdotti da Mr. Fuji
5. Brooklyn Brawler introdotto da Harvey Wippleman

Ecco le mie cinque opzioni:
1) The Rock
2) Demolition (Ax e Smash)
3) Owen Hart
4) Muhammad Alì (celebrity wing)
5) Dynamite Kid

Per la prossima edizione smistatemi questa nuova lista composta da cinque elementi: Quali sono i cinque Wrestlemania Moments che avete apprezzato di più dell'edizione del trentennale? . Ovviamente la prossima edizione andrà online dodici giorni dopo l'evento più atteso dell'anno per lasciare lo spazio, mercoledì prossimo, allo Stamford Report, quindi avrete tutto il tempo per rispondere.


E' tutto, à proprio tutto. Godiamoci Wrestlemania XXX… e vincano i migliori, i futuri immortali!

That's excellently executed…

“The Myth” Michele M. Ippolito

[RIQUADRO2]

Michele M. Ippolitohttp://www.tuttowrestling.com
Ha cominciato a scrivere su TuttoWrestling nel 1998, dove, negli anni, si è occupato di un po' di tutto. Dal 2009, ininterrottamente, è autore del TW Risponde, la rubrica più antica, più letta ed amata del wrestling web italiano. Quando fu creata la prima newsboard di wrestling in Italia, lui era lì, a tradurre e scrivere notizie per gli internauti del nostro Paese.
15,941FansLike
2,610FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati