Stamford Report #9 – Backlash 2008

Et voilà!
Antonio Bomba in persona balza all'improvviso al timone di una delle rubriche che più fanno discutere il forum di Tuttowrestling, vale a dire quello Stamford Report rimasto orfano del suo ideatore DVD che l'ha redatto per 8 anni esatti. Sarò alla sua altezza? Riuscirò a farvi incazzare come solo lui ci riusciva? La risposta è una sola: NON NE HO LA PIU' PALLIDA IDEA.

E detto questo passo subito ad annunciarvi quelle che possono essere tranquillamente chiamate le istruzioni per l'uso: Un modo come un altro per ricordarvi come valuto ogni singolo incontro cercando di essere il più oggettivo possibile e senza farmi prendere dalle emozioni di ogni singolo fan.
– Al contrario di quanto faceva DVD, il mio Stamford sarà molto spesso più corto del suo ed incentrato a motivare il perché di un voto anziché di un altro, piuttosto che a descrivere il match in molte sue fasi. Nulla di male col suo metodo per carità, ma semplicemente trovo il mio più consono alle mie qualità di “scrittore provetto” oltre che più interessante sotto il profilo “intellettuale” del wrestling. Insomma, a sta maniera mi divertirò di più.
– Salvo eruzioni del Vesuvio o retrocessioni in serie C2 del Milan, non troverete mai un voto corredato da un + od un -. Inoltre non vedrete mai voti come 6/7 o cose simili. In primis perché esistono già i mezzi voti, in secundis perché non ho mai capito che cosa vogliano dire veramente.
– Chiudo dicendo che oltrepasserò l'8.5 di valutazione veramente pochissime volte, così come per ciofeche inaudite potrete trovare voti inferiori al 4. Allo stesso tempo difficilmente troverete dei Senza Voto o dei non Giudicabile dato che se sul ring ci sei stato, qualcosa, fosse anche poco, qualcuno lo avrà pur fatto vedere..

Oh, dopo tutto questo preambolo è ora di iniziare a dare i voti ai match del PPV:

MATT HARDY SCONFIGGE MONTEL VONTAVIOUS PORTER E CONQUISTA IL WWE US TITLE: 7
Voto alzato di un mezzo punto rispetto al suo reale valore perché è stato un opener praticamente perfetto, che ha portato alla conclusione una storyline lunga un anno e che ha visto il babyface trionfare. L'aggiunta dell'intervista post vittoria di Matt Hardy, in cui pone risalto sull'importanza del titolo US, non fa altro che aggiungere altra importanza all'incontro stesso, caratterizzato dall'assenza pressoché completa di fasi morte (una cosa importantissima nel primo incontro di ogni PPV) e dalla voglia dei due wrestler di fare bella figura. Ancora qualche miglioramento ed MVP sarà pronto per il main event, mentre per Matt Hardy si spera che questo non sia il milionesimo contentino concessogli.

KANE SCONFIGGE CHAVO GUERRERO E CONSERVA L'ECW WORLD TITLE: 6
Facile vittoria per il fratellone di Undertaker che sconfigge Chavo Guerrero senza troppi patemi per conservare la cintura di campione ECW. Entrambi i wrestler hanno tirato fuori i colpi classici del proprio repertorio e questo ha portato l'incontro a quel livello di sufficienza, che l'interesse iniziale dei fan verso questo incontro non lasciava presagire. Data la differenza di stile dei due lottatori, i writer sono stati molto bravi a comprimere l'incontro in pochi minuti, evitando così il classico Clashes Of Styles che spesso rende pessimi ed inguardabili incontri che vedono protagonisti wrestler di stazze completamente differenti.

THE BIG SHOW SCONFIGGE THE GREAT KHALI: 4
La WWE voleva ridare un minimo di credibilità a Big Show facendogli sconfiggere facilmente un gigante come Great Khali, che però ormai perde un pò contro tutti i wrestler importanti ed è relegate vita natural durante al ruolo di jobber to the stars. Nessuno si aspettava nulla da questo match ed infatti nulla è quello che si è visto. D'altra parte quando è Big Show il wrestler costretto a fare un bump sull'altro per rendere vivo il match, significa che più di una cosa non va.

SHAWN MICHAELS SCONFIGGE BATISTA: 8
So già che questo voto attirerà su di me molte critiche perché troppo alto, ma secondo me l'incontro tra questi due non poteva essere portato avanti meglio senza la presenza di gimmick match ad aiutarli. Con un Batista sempre pronto a far valere la sua forza tripla se non addirittura quadrupla rispetto a quella di HBK, quest'ultimo è stato più che bravo ad applicare la filosofia orientale più volte espressa da Dan Peterson durante i suoi commenti degli anni '80 e primi anni '90: Se tuo avversario è più grande di te, tu dividi lui. E così Shawn ha prima inferito sul braccio “infortunato” di Batista senza per questo far scendere più di tanto la velocità del match e poi ha vinto di furbizia, approfittando della semi-pausa concessagli dopo che lo stesso HBK si era “infortunato” al ginocchio. Senza dimenticare che la WWE è stata brava a farci credere che uno tra Batista e Chris Jericho (se non tutti e due) sarebbero girati heel contro Shawn Michaels, fregandoci sì tutti quanti, ma non per questo lasciandoci delusi. Insomma, cosa potevamo volere di più?

BETH PHOENIX & LAYLA & VICTORIA & NATALYA & MELINA & JILLIAN HALL SCONFIGGONO MICKIE JAMES & MICHELLE MCCOOL & MARIA & ASHLEY & CHERRY & KELLY KELLY: 6
Poco da dire. Il pop corn match è stato guardabilissimo grazie soprattutto alle heel che hanno portato avanti il match facendo fare una discreta figura al team delle modelle capeggiato da Mickie James. Visto e considerato quali obrobri ci ha offerto la WWE nella categoria femminile nel corso degli anni, penso che questo match vada salvato, registrato e visto e rivisto mille volte. Però se nella vita avete altro da fare è comunque meglio eh…

THE UNDERTAKER SCONFIGGE EDGE E CONSERVA IL WORLD TITLE: 7.5
Gran bel match che pur non offrendo nulla di nuovo rispetto a quanto mostrato dai due a Wrestlemania, è stato comunque in grado di appassionare gli spettatori presenti al palazzetto così come quelli a casa. Un Edge quasi in versione jobber è stato comunque bravo a tenere i ritmi di Taker. Dopo una prima fase giocata in stile MMA, i due sono passati al wrestling vero e proprio offrendo così il massimo dello spettacolo, salvo tornare per il rush finale alle MMA, con Taker che ha vinto facendo sottomettere Edge per il secondo PPV di fila. E adesso quali sfide attenderanno Undertaker? E che ne sarà dell'infortunato Edge? L'impressione, dati questi dubbi e considerato il match visto a Backlash tra i due, è che per entrambi sia meglio che le loro strade si dividano almeno per qualche mese, onde evitare di riavere match triti e ritriti che solo la presenza di qualche gimmick potrebbe salvare e solamente in parte.

FATAL 4 WAY ELIMINATION MATCH: TRIPLE H SCONFIGGE RANDY ORTON, JOHN CENA E JBL E CONQUISTA IL WWE TITLE: 7.5
Intendiamoci bene, l'incontro poteva tranquillamente valere un 8.5. Non fosse stato per alcuni punti che vale la pena di considerare. In primis non ho ben capito il motivo per cui, avendo 4 wrestler a disposizione, si è deciso di farne eliminare due nel giro di 3 secondi. Dopo aver saggiamente deciso di trasformare il 4 way in un 4 way ad eliminazione, sarebbe stato molto più entusiasmante e salutare per tutti quanti assistere ad un match a 3 per almeno altri 7-8-10 minuti anziché a quanto abbiamo assistito. E da qui mi ricollego al punto due. Siamo negli USA del 2008 non nel Giappone del 1992. Cosa significa far stare Randy Orton in posizione dominante per non fargli poi fare nulla mentre Triple H era a terra? Ok, voleva piazzare la RKO e mandare tutti a casa, ma a questa maniera non ha fatto altro che rallentare l'azione, spoilerare che il come back di Triple H sarebbe stato molto molto pesante per le sorti del match e soprattutto, anche ragionando in chiave 100% mark, Orton ha permesso al re dei re di rifiatare troppo. Una tattica che, da qualunque parte la si guardi, è stata nociva a lui così come alla qualità totale del match, che ha riservato la sorpresa di HHH campione con un mese di ritardo sulle richieste dei fan di mezzo mondo. Peccato. Perché impostato in maniera leggermente diversa avremo potuto assistere a dun sicuro match of the year.

BACKLASH 2008: 7.5
Poche storie. A parte la rivalità tra HBK e Batista (e quella allungata ormai con l'acqua di Hardy contro MVP) il PPV aveva ben pochi motivi di interesse, se non puntare tutto sull'in ring action e sperare che tutto andasse bene. Ebbene sfido chiunque a dire di essersi annoiato durante questo PPV per più di un minuto, match dei gigantoni a parte, of course. Missione quindi portata a termine da parte della WWE, che in un solo botto ha cercato di mettere fine ad un paio di mesi di scelte incomprensibili o quantomeno altamente criticabili. Solo le prossime settimane ci diranno se le nuove scelte (HBK in faida un po' con tutti da Y2J a Batista) (Triple H campione) sono state giuste oppure no.

E qua si conclude il mio primo viaggio al Comando dello Stamford Report. Se avete critiche, commenti, complimenti, insulti e suggerimenti, contattatemi pure via email.

15,656FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati