Stamford Report #8 – Wrestlemania XXIV

Un saluto da David Grauli e benvenuti a questa ultima edizione di Stamford Report curata dal sottoscritto. Avevo deciso di abolire il cappello introduttivo da tempo, ma in questa edizione non mancheranno sicuramente le cose da scrivere.
Cominciò tutto 8 anni fa con una mail in cui proposi all'allora direttore di TW Luca Franchini di dare vita ad una nuova rubrica, inedita per il wrestling web italiano, in cui assegnare voti agli incontri dei PPV della WWE. Tutto è cominciato con l'edizione di Stamford Report dedicata a Wrestlemania 2000, e tutto si conclude per me con l'edizione dedicata a Wrestlemania 24. Avevo deciso di concludere la mia esperienza con TW da qualche mese, ma mi sembrava giusto terminare così come avevo iniziato 8 anni fa parlando di Wrestlemania. Antonio Bomba dice che ho voluto far coincidere il mio addio con quello di Flair per creare una sorta di parallelismo…;-)
Chi conosce i miei trascorsi su Tuttowrestling sa che ho sempre preferito non mettermi mai troppo in mostra. Non mi è mai piaciuto postare sui forum, ed hanno ragione i colleghi della Kliq quando dicono che la mia password dello staff forum è andata dispersa chissà quando, chissà dove. Ho lasciato parlare il mio lavoro, gli Stamford Report, TW Risponde (comunque un incubo da preparare ogni volta…), la grafica del sito, tutti i wallpaper realizzati in passato, il Kliq Here tra voti e fotomontaggi e soprattutto la sezione Best Matches di cui sono sempre andato particolarmente orgoglioso. Nonostante tutto questo ci sono sempre stati staffer di TW più noti al pubblico rispetto al sottoscritto, ma posso assicurarvi che la cosa non mi è mai interessata più di tanto. Se dovessi paragonarmi ad un lottatore non potrei che pensare a Kane, uno che sicuramente ha ottenuto meno di quanto avrebbe meritato di vincere ma che non si è mai lamentato più di tanto con la dirigenza (immagino già una risata di CDB di fronte a questa mia frase, ammesso che stia leggendo questa mia rubrica…).
Sapevo che prima o poi sarebbe arrivato il momento in cui avrei salutato le pagine di questo sito, un sito che mi ha visto crescere, affrontare tantissime situazioni nella vita reale, alcune splendide altre difficili. Non sapevo però quando avrei detto “basta TW”. E' stato un processo lento, un prendere coscienza che scrivere su queste pagine stava diventando a volte un peso più che un divertimento, una routine mensile che mi portava a scrivere svogliatamente. Ed allora è meglio concludere qui, senza usare la parola “addio” perchè non si può mai sapere cosa possa riservarci il futuro.
Mi sembro un pò come Ric Flair che parla al pubblico durante la serata dell'Hall of Fame.
Forse Bomba non aveva tutti i torti…;-)
Per l'ultima (?) volta, la parola ai miei voti…

Finlay vs JBL: 6/7
Discreto incontro d'apertura per l'edizione numero 24 di Wrestlemania. Generalmente il primo match di un PPV serve a caricare il pubblico in vista dei seguenti incontri, e tra bidoni della spazzatura, tavoli e bastoni il match è riuscito sicuramente nell'intento. Personalmente però mi aspettavo dall'incontro un'impostazione diversa: immaginavo una match brawl tutto giocato sull'intensità, sui toni epici tipici delle rivalità più accese, una sfida in stile “I Quit Match” o “Last Man Standing Match”. I due lottatori invece hanno impostato l'incontro sulla falsariga di quei match per il titolo hardcore che andavano per la maggiore nella WWE di qualche anno fa. Il risultato è stato comunque piacevole, e non sono mancati spot interessanti come ad esempio il suicide dive di Finlay bloccato da un JBL con un colpo di coperchio del bidone. Immaginavo un coinvolgimento maggiore per Hornswoggle, o almeno un suo rientro a sorpresa invece dell'entrata effettuata direttamente con Finlay, considerando che l'incontro ruotava intorno al suo personaggio. Nel complesso comunque possiamo parlare di un match sicuramente riuscito e che è riuscito nell'intento di offrire uno spettacolo piacevole.

Money in the Bank Ladder Match: Chris Jericho vs CM Punk vs Mr Kennedy vs Shelton Benjamin vs Carlito vs MVP vs John Morrison: 8+
Peggiore del MITB di Wrestlemania 21, migliore di quello visto a Wrestlemania 22, più o meno sullo stesso livello di quello visto nell'edizione numero 23 di WM. Privo della psicologia del primo MITB, il match ha puntato tutto sulla spettacolarità e sull'azione no-stop, uno spot fest nel vero senso della parola che comunque ha cercato di proporre qualcosa di innovativo, come ad esempio il moonsault di Morrison armato di scala. High spot del match il volo di Benjamin dalla cima della scala, ma sarebbe riduttivo parlare solo di questo considerando che sono stati tanti gli spot visti nel corso del match, magari non in grado di settare nuovi standard in fatto di spettacolarità ma comunque eseguiti benissimo sotto tutti i punti di vista. Il ritorno di Matt Hardy ha arricchito ulteriormente il match con una twist of fate dalla cima della scala, mentre i numerosi tentativi di afferrare la valigetta hanno reso l'incontro molto incerto dall'inizio alla fine. Buona la sequenza finale tra CM Punk e Chris Jericho. Peccato per l'assenza di Jeff Hardy che avrebbe sicuramente aggiunto qualcosa in termini di spettacolarità.

Umaga vs Batista: 5.5
Forse l'unica vera delusione all'interno di questa Wrestlemania 24. Da un lottatore come Batista che nel corso del 2007 ha combattuto i migliori incontri della sua carriera (anche perchè opposto più volte all'Undertaker con cui sembra integrarsi alla perfezione) e da un ottimo big man come Umaga ci si aspettava perlomeno un match discreto, una sfida impostata sulle rispettive power moves, uno scontro in grando di coinvolgere per intensità dell'azione. Probabilmente demotivati dalla posizione all'interno della card, i due lottatori si sono limati ad una prova tutto sommato anonima, con alcuni frangenti statici sicuramente non giustificati per un incontro che si è attestato intorno ai 7 minuti. Inattesa anche la reazione del pubblico, decisamente pro-Umaga ed avverso a Batista in più di un'occasione. Poche emozioni ed una Batista Bomb notevole considerando il peso di Umaga ma anche male eseguita, chiudono un match che ha lasciato l'amaro in bocca e che alla fine è risultato solo un riempitivo all'interno dell'evento.

Kane vs Chavo Guerrero: s.v.
8 secondi per siglare un nuovo record e rilanciare (si spera) uno dei lottatori che ha ottenuto meno di quello che avrebbe meritato nella federazione di Stamford insieme ad una ECW in perenne crisi d'identità.

Ric Flair vs Shawn Michaels: 8.5
Ci sono incontri che fanno la storia di Wrestlemania, incontri che rimangono impressi nella mente di ogni appassionato di wrestling, incontri che emozionano oltremisura, incontri tecnicamente perfetti ed incontri imperfetti ma che comunque alla fine lasciano il segno. La memoria mi riporta indietro a Savage vs Steamboat, Savage vs Warrior, Hogan vs The Rock tanto per citarne alcuni. Tra qualche anno, la mia memoria mi parlerà ancora di questo Flair vs HBK e di qualche lacrima scesa a fine incontro. E' stata una sfida perfetta per quel che riguarda la psicologia e soprattutto la storia del match: Flair che dà fondo ad ogni sua energia per far si che non sia il suo ultimo incontro ed HBK che non vuole porre fine alla carriera di una leggenda del wrestling. Ad eccezione di un paio di errori, il match ha offerto probabilmente quanto di meglio ci si potesse aspettare dai due lottatori, con un grande Ric Flair nonostante le attuali limitazioni dovute all'età ed uno Shawn Michaels che ha dato il 110% per permettere al suo avversario di chiudere la carriera con un match da applausi. Il resto è l'emozione continua di un pubblico coinvolto ed emozionato dall'inizio alla fine: Thank You Ric…

Melina & Beth Phoenix vs Ashley & Maria: 6
Il tipico incontro femminile che vediamo quando sul ring sono coinvolte lottatrici non professioniste. Un alternarsi di colpi artificiosi e qualche imperfezione, ma anche tanto impegno e qualche azione tecnica che sa tanto di coreografia provata e riprovata più volte, eppure in grando ancora di sorprendere chi come noi si aspetta dalle Divas solo il minimo sindacale richiesto per un incontro di wrestling. Ha sorpreso anche la momentanea interruzione dell'illuminazione sul ring: le lottatrici nonostante l'inconveniente sono riuscite comunque a portare avanti il match in maniera ordinata. Nel complesso l'incontro è risultato comunque dignitoso e non deleterio all'interno della card, considerando anche la breve durata della contesa. Il coinvolgimento delle altre Divas a bordo ring ha ravvivato l'azione, così come la presenza di Snoop Dogg ha fatto si che il match non scadesse nell'anonimato di un match femminile qualsiasi.

Randy Orton vs Triple H vs John Cena: 7.5
Un incontro che ha sorpreso sotto diversi punti di vista. Ha sorpreso il fatto che non sia stato inserito come ultimo incontro all'interno della card, ha sorpreso la vittoria di Randy Orton che nessun alla vigilia avrebbe dato come favorito, ha sorpreso la durata tutto sommato ridotta dell'incontro (poco meno di 15 minuti). Non ha sorpreso invece il livello qualitativo dell'incontro che si è assestato su livelli di tutto rispetto: azione senza sosta (intensa più che veloce), continui ribaltamenti di fronte, alcuni spot originali e diversi schienamenti nel corso dell'incontro. Il match è mancato però di quel carattere epico che probabilmente avrebbe avuto con qualche minuto in più ed una collocazione diversa all'interno della card. Il finale infatti non è stato costruito a mio avviso con i tempi giusti, per quanto la dinamica sia stata assolutamente inaspettata. Tutti e tre i lottatori si sono resi protagonisti di una buona prova, estremamente solida nell'esecuzione dei vari spot. Buona anche la partecipazione da parte del pubblico nel corso di tutto l'incontro.

Big Show vs Floyd Mayweather: 6/7
Probabilmente quanto di meglio ci si potesse aspettare dall'attesa sfida tra Mayweather e Big Show. Grande l'attenzione da parte dei media intorno all'incontro, e forse anche per questo la WWE ha voluto che il match risultasse credibile nell'andamento. Il match vero e proprio ha offerto poco o niente da un punto di vista tecnico, ed anche il numero di colpi è stato diluito col contagocce nei 12 minuti di durata della contesa, ma è stato l'intero segmento a risultare coinvolgente, grazie ad un pubblico molto partecipe ed allo staff di Mayweather che ha continuamente ravvivato l'azione con le sue interferenze. Alla fine ne è uscita fuori una sfida credibile che ha saputo raccontare molto bene la storia dell'incontro, con un Big Show che nonostante la sconfitta non esce assolutamente ridimensionato considerando i colpi di sedia ed il tirapugni usato dall'avversario. Mayweather ha interpretato bene il ruolo che gli è stato assegnato, subendo e vendendo bene i colpi dell'avversario pur limitandosi al minimo richiesto per quel che riguarda l'azione sul ring.

Undertaker vs Edge: 8+
A sorpresa inserito come main event di Wrestlemania, il match non ha tradito le attese. E' stato sicuramente un ottimo main event, uno dei migliori visti nel corso degli ultimi anni, probabilmente penalizzato da un pubblico inizialmente scarico che solo col proseguo dei minuti si è lasciato coinvolgere dall'ottima prova dei due lottatori. I primi minuti della contesa sono stati sicuramente sottotono, non tanto per l'azione comunque discreta quanto per l'atmosfera blanda, ma dopo questa fase iniziale il match ha preso vita ed ha regalato moltissime emozioni. Per quanto l'esito dell'incontro apparisse scontato sin dall'inizio, sia per l'intoccabilità della streak dell'Undertaker sia per la collocazione all'interno della card, i due lottatori sono stati molto bravi a far credere che il match potesse terminare con una sorpresa, tra ref bump, interferenze, colpi proibiti di Edge e manovre risolutive non andate a segno. La seconda parte del match è stata sicuramente molto emozionante e ben combattuta, con un Undertaker come al solito in grandissima condizione ed un Edge che finalmente trova un avversario con cui si è integrato molto bene, dopo le prove non esaltanti che lo avevano visto opposto a Batista e Rey Mysterio durante i suoi ultimi regni da campione. Nonostante i quasi 25 minuti di durata, il match ha tenuto sempre alti i toni della contesa, ed ha chiuso degnamente l'evento onorando a pieno titolo il ruolo di main event di Wrestlemania.

PPV: Molto buono
Sicuramente un'edizione di Wrestlemania promossa a pieni voti, convincente e degna di entrare nell'olimpo delle Wrestlemania più riuscite. Wrestlemania X-7 è ancora inarrivabile e probabilmente lo sarà ancora a lungo, ma questa edizione ha offerto sicuramente uno spettacolo piacevole ed emozionante in più frangenti. E' la Wrestlemania dell'addio al wrestling di una leggenda come Ric Flair, e già questo basterebbe per dare un senso all'interno evento. Eppure l'edizione numero 24 del più importante PPV di casa Stamford ha regalato anche grandi incontri, come il già citato match d'addio di Flair contro Shawn Michaels, lo spettacolare Money in the Bank Ladder Match, il buon incontro per il titolo di campione di Raw che ha visto protagonisti Orton, HHH e Cena, senza dimenticare il match conclusivo, l'ottimo main event tra Undertaker ed Edge. Quello che doveva essere uno dei punti forti dell'evento, vale a dire la particolarità dello stadio all'aperto in cui lo show si teneva, alla fine ha inaspettatamente tolto qualcosa al PPV. Qualche goccia di pioggia, il cielo plumbeo, i già citati inconvenienti tecnici ed un pubblico forse preoccupato che da un momento all'altro venisse giù un acquazzone, hanno innestato una strana atmosfera all'interno dell'evento. Nel complesso non ci sono stati colpi di scena clamorosi (l'unica sorpresa, peraltro prevedibile, è stato il rientro di Matt Hardy) ed a parte la vittoria di Randy Orton tutto è stato abbastanza prevedibile. Nel complesso però è stato un PPV molto equilibrato e soprattutto privo di segmenti poco interessanti, e per uno show durato quasi 4 ore non è certamente un aspetto da sottovalutare.

Ed ora spazio ai saluti ed ai ringraziamenti. Sinceramente non saprei da dove cominciare, ho anche paura di dimenticare qualcuno ma insomma, in queste circostanze è inevitabile per cui mi scuso già da ora…;-)
Il primo che mi viene in mente è Antonio Bomba, lo staffer con cui sono stato più a contatto nel corso di questi anni. Antonio è una delle persone più buone che io abbia mai conosciuto, un amico nel vero senso della parola con cui mi sono divertito moltissimo in questi anni di “militanza”. Mi piacerebbe molto che fosse lui a prendere il timone di questa rubrica…
C'è poi Marco De Santis, uno che nel cognome ha un pò scritto il suo destino visto che è veramente un “santo” per come nel corso degli anni è riuscito a sopportare tante cose, a fare da collante all'interno del sito, mostrando una disponibilità fuori del comune nei confronti di tutti. Da due persone splendide come i suoi genitori, conosciuti alcuni anni fa durante uno dei nostri raduni, non poteva che uscire una persona come Marco…
Grazie anche a Carlo Di Bella: negli ultimi anni ci siamo sentiti sicuramente molto poco, ma nei miei primi anni di riavvicinamento al wrestling è stata una delle persone con cui sono stato più a contatto, e non finirò mai di ringraziarlo per la collaborazione che ho avuto col Corriere dello Sport. Mi avrà pure fatto incazzare qualche volta, ma vabbè…;-)
Saluto altri amici staffer come Badrose e compagna (veramente simpatici durante le trasferte per i tour WWE), Ganzerli, Hyppo, GPantalone, Saracca e tutti gli altri che mi hanno accompagnato in questi anni di collaborazione con Tuttowrestling.
Ringrazio tutti i lettori che hanno seguito le mie rubriche in questi lunghi otto anni: se la mia collaborazione con TW è durata così tanto lo devo anche a voi.
Lasciatemi ringraziare anche una persona che sicuramente starà leggendo queste righe, una persona che oramai da due anni risiede in pianta stabile nel mio cuore e che lo sarà per sempre. Anche lei mi ha aiutato in alcuni momenti a far si che non smettessi di scrivere prima…
E grazie a Tuttowrestling: sono stati 8 anni meravigliosi, e forse per questo non voglio dire “addio” ma “arrivederci”…
Alla prossima…?;-)

15,656FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati