Stamford Report #68 – WWE Night of Champions 2012

Amici di Tuttowrestling.com, un saluto da parte di Erik Ganzerli e benvenuti ad una nuova edizione dello Stamford Report. In questo numero ci occupiamo di Night of Champions, lo show dove tutti i titoli della WWE vengono difesi. Le aspettative, va detto, non erano alte, ma saranno state smentite?
Andiamo a scoprirlo assieme.

ZACK RYDER si aggiudica una 16-men over the top rope battle royal: voto 6
Niente di che la battle royal che ha aperto, sia pur nel preshow su Youtube, Night of Champions. Sicuramente una delle più veloci battle royal che io mi ricordi, durata poco più di 5 minuti. Interessante notare anche come inizialmente questa dovesse essere una battle royal a 20 uomini ma evidentemente il roster è messo così male che non sono riusciti a trovare più di 16 elementi decenti per farla (escludendo gente come Ryback che non poteva esserci perchè sennò avrebbe dovuto vincere obbligatoriamente). Ryder vince il match, non molto altro da aggiungere qui.

THE MIZ batte SIN CARA, CODY RHODES e REY MYSTERIO in un Fatal 4-way match conservando il titolo Intercontinentale WWE: voto 6.5
Buon opener per il pay-per-view, ottimo ritmo e azione interessante. Credo di aver visto in questo match la prima “Tower of Doom” (lo spot a più persone dove c'è un superplex dall'angolo di un wrestler su un altro wrestler e, allo stesso tempo, un terzo wrestler schianta il primo a terra con una powerbomb) che non sembra ipercostruita e “finta”. Tutti e 4 i contendenti ci hanno dato dentro, Rhodes in particolare ha avuto un ottimo match essendo poi, purtroppo, quello che è stato schienato. Un po'bizzarro il finale con la maschera aggiuntiva di Sin Cara (anche JBL al commento si è chiesto “ma questi vanno in giro con maschere aggiuntive nelle mutande?”) ma, nel complesso, un match decisamente sufficiente e un buon modo di aprire il pay-per-view.

KANE e DANIEL BRYAN battono R-TRUTH e KOFI KINGSTON diventando i nuovi WWE Tag Team Champions: voto 6.5
Se mettessimo qualunque altra accoppiata, qualunque, al posto di Daniel Bryan e Kane nella storyline che li vede coinvolti saremmo di fronte a un fallimento incredibile. Bryan e Kane, per motivi inspiegabili, funzionano…grandemente. Questo match con R-Truth e Kofi, sebbene non un grandissimo match dal punto di vista tecnico, è stato divertentissimo da vedere. La gimmick dell'abbraccio è over in modo incredibile e funziona. Non si può dare una spiegazione logica del perchè funzioni, funziona e basta. Finalmente del comedy di buon livello (direi anche eccellente livello), fatto bene e divertente. Spiace per R-Truth e Kofi che si sono comportati molto bene ma quello di Kane e Bryan è un tag team su cui si doveva puntare assolutamente, c'è una storyline su cui fare qualche soldino che non poteva essere ignorata qui. La cosa positiva è che, con questa bizzarra accoppiata al top, sembrano nascere altri tag team e altre possibili faide per le cinture. Vedremo se ci sarà un'iniezione di energia per una divisione troppo lasciata in disparte negli ultimi anni.

ANTONIO CESARO batte ZACK RYDER e rimane campione degli Stati Uniti WWE: voto 6
Poco da dire su questo match: realisticamente nessuno dava una chance di vittoria a Ryder e, pur non essendo granchè over, non era assolutamente il momento di togliere la cintura al fu Claudio Castagnoli. Il fatto che ora Cesaro andrà in faida con Brodus Clay mi spaventa parecchio, a dirla tutta, ma vedremo che succederà. Match da tv, non di più.

RANDY ORTON batte DOLPH ZIGGLER: voto 7
Mi è molto piaciuto anche questo match. Bello lungo (18 minuti, secondo match più lungo dello show), intenso, divertente ma con un neo: il vincitore! Randy Orton non doveva vincere questo match. Dolph Ziggler sarà World Heavyweight Champion molto presto e lo stanno bookando in un modo pessimo. Non vince praticamente mai match che contano sebbene abbia quasi sempre ottimi match e il pubblico lo apprezzi molto (non che sia una cosa determinante, intendiamoci, ma aiuta) quando, da che mondo è mondo, la credibilità si costruisce con vittorie importanti. In WWE invece sono convinti, chissà per quale motivo, che si arrivi al titolo del mondo in modo adeguato solo dopo una striscia di sconfitte. Triste, ma evidentemente sono convinti che così il campione abbia già avversari pronti (che, di base, non è un'idea sbagliata se il campione perde 1-2 match, ma quando i match diventano 8-9 si rivela un enorme boomerang per la credibilità). Come detto match davvero bello, con molto spazio a livello temporale e una gran bella sequenza finale (mi ha ricordato il periodo nel 1997, credo, in cui in WCW trovavano ogni settimana un modo diverso per Diamond Dallas Page di eseguire la Sua Diamond Cutter, guarda caso uguale alla RKO, e quindi vedevi la mossa eseguita nei modi più disparati). Miglior match di Orton da un bel po'di tempo a questa parte, ma non doveva vincere secondo me, non era il momento adatto.

EVE batte LAYLA ed è la nuova campionessa femminile WWE: voto 6
Miglior match femminile degli ultimi mesi. Non di certo Lita vs Trish Stratus, sia ben chiaro, ma rapportato al composto organico chimico modesto che abbiamo visto nel passato recente questo è stato un match più che discreto. Eve quindi non solo si riprende il posto nel pay-per-view pianificato per lei (a quanto sembra non doveva vincere Kaitlyn la battle royal) ma si prende anche la cintura da una Layla mai a suo agio in quella veste e in disperata ricerca di una reazione del pubblico nei suoi confronti, quasi mai arrivata. Eve, quantomeno, qualche fischio riesce a prenderselo (pur rimanendo un'attrice assolutamente tremenda) e sul ring è decente. Chiaro, in questa WWE le protagoniste dovrebbero essere Beth Phoenix (in caduta libera, guarda caso dopo che si è mollata con CM Punk), Natalya (mai presa sul serio dalla compagnia) o anche Tamina, ma non è questa la compagnia che dà spazio al buon wrestling femminile, purtroppo.

SHEAMUS batte ALBERTO DEL RIO e rimane World Heavyweight Champion: voto 6.5
Ennesima vittoria di Sheamus e ennesima vittoria via Brogue Kick (non credo di ricordare una faida a memoria recente che abbia avuto 3 match in 3 pay-per-view consecutivi che siano finiti tutti e 3 con lo stesso finale) che, se Dio vuole, chiude definitivamente il discorso tra Sheamus e Del Rio. La buona notizia è che questo match è stato di gran lunga il migliore della loro rivalità, la brutta notizia è che abbiam perso due settimane con una storyline che, alla fine, non ha portato ad assolutamente nulla. Quando Booker T ha riammesso il Brogue Kick ho pensato “ok, Del Rio DEVE vincere ora, anche sporchissimo, sennò qual è il punto di tutto questo?”…beh, non c'era nessun obiettivo, solo un'altra storyline finita nel nulla. Perchè ora dovrebbe interessarmi un match tra Sheamus e Del Rio all'interno della cella dell'Hell in a Cell? Non c'è alcun realistico motivo per proporre un match di questo tipo (e quindi preparatevi perchè ci tocca), nessuno. E, tornando al discorso del finale, è sempre più evidente: Sheamus:Brogue Kick=HHH:Pedigree. Le somiglianze sono impressionanti tra HHH e Sheamus, è quasi il suo clone per quanto riguarda la gestione.

JOHN CENA e CM PUNK pareggiano. CM PUNK rimanE WWE Champion: voto 8
Quasi mezz'ora di altissimo livello. Davvero un bellissimo match, l'ennesimo tra questi due che hanno una chimica difficilmente riscontrabile al giorno d'oggi. Tensione, dramma, azione di gran livello, davvero “tutto molto bello”, come direbbe qualcuno. Il tutto, va sottolineato, con un infortunio alla caviglia riportato da John Cena dopo pochi minuti. Il fatto che Cena abbia lavorato per più di 20 minuti con un infortunio come quello è un testamento alla sua grandissima professionalità (e ha fatto pure un Suicide Dive!). Normalmente sarei estremamente scontento di un non finale in pay-per-view ma, dopo un match di questo tipo, non riesco davvero a lamentarmi e a giudicare negativamente una decisione creativa di questo tipo, in particolare perchè è un modo perfetto per arrivare a Hell in a Cell (al contrario di mettere Punk e Cena nella cella senza build up o quasi, come avvenuto molte volte negli ultimi anni). “More, please”, anche se sarà dura arrivare a gennaio mantenendo il programma tra Cena e Punk fresco. Speriamo bene.

PPV: voto 7.5
Gran bel pay-per-view questo Night of Champions 2012, sicuramente uno dei pay-per-view più divertenti dell'annata WWE, dietro forse solo a Wrestlemania e Extreme Rules. Quando anche il temutissimo match femminile si rivela essere il miglior match della categoria da un bel po'di tempo a questa parte vuol dire ch siamo di fronte a un ottimo show reso ancora migliore dal punto di vista televisivo da una telecronaca finalmente di eccellente livello grazie all'innesto di JBL e al contemporaneo cambiamento di allineamento di Michael Cole, tornato babyface al 100%. Un paio di perplessità sul booking, come abbiamo sottolineato in precedenza, ma complessivamente, ripeto, uno show che vale assolutamente la pena acquistare o su Sky o in DVD.

E anche per oggi abbiamo dato. Lo Stamford Report torna tra un mese e mezzo per la pagella di Hell in a Cell, evento che quest'anno godrà di molto tempo per essere costruito. Speriamo di divertirci e di trovarci di fronte a un altro ottimo show.

Adios!

14,802FansLike
2,614FollowersFollow

Ultime Notizie

Ufficiale il primo match della card di AEW Full Gear

A Full Gear, pay-per-view in programma sabato 7 novembre, verrà decretato il prossimo #1 contender all'AEW World Championship.

I titoli di coppia AEW saranno difesi anche mercoledì prossimo

Per la puntata di Dynamite di mercoledì prossimo la AEW ha annunciato anche una nuova difesa titolata dei FTR.

Rivelati due segmenti e un match titolato per SmackDown

Per la puntata di SmackDown post Clash of Champions la WWE ha annunciato due segmenti e un match valevole per il titolo Intercontinentale.

In aumento gli ascolti sia di Dynamite che di NXT

Nonostante l'aumento di telespettatori per entrambi gli show, ad uscire vittorioso dalla Wednesday Night War è ancora una volta Dynamite.

Articoli Correlati