Stamford Report #31 – WWE Bragging Rights 2009

Amici di Tuttowrestling.com benvenuti a una nuova edizione dello Stamford Report, rubrica che ritorna puntuale su questi lidi come dopo ogni pay-per-view WWE. Bragging Rights è agli archivi e allora andiamo a tentare di dare un giudizio numerico allo show.

THE MIZ batte JOHN MORRISON: voto 6
Peccato, una delusione. Avevo aspettative alte per questo match, purtroppo disattese. Qualche errorino di troppo, un finale scarso (Miz fa cadere Morrison di schiena dal paletto e ciò basta a fargli perdere il match?) fanno prendere a questo match una sufficienza risicatissima. Mi aspettavo molto, molto di più e credo che i due possano e debbano dare di più. Una serata storta e un'occasione sprecata, capita.

MICHELLE McCOOL, BETH PHOENIX e NATALYA battono MELINA, GAIL KIM e KELLY KELLY: voto 6
Purtroppo “rovinato” dal fatto che chiunque con un quoziente intellettivo superiore a 3, dopo la vittoria di The Miz, aveva capito come sarebbe andata a finire questo match comunque è stato divertente per quello che è stato. Non molto tempo concesso ma in questo caso lunghezza giusta e azione discreta. Beth Phoenix ottiene il pin vincente e si candida decisamente al titolo femminile e, perchè no, anche a un passaggio a face. In chiusura un quesito: Michelle McCool…druido o AJ Styles? A voi il giudizio sul suo abbigliamento.

THE UNDERTAKER batte BATISTA, REY MYSTERIO e CM PUNK rimanendo il World Heavyweight Champion: voto 6,5
Punto subito da sottolineare: gran booking per proteggere The Undertaker e mascherare i suoi problemi fisici. In questo match a The Undertaker è stata fatta fare una figura molto migliore rispetto alle due ultime uscite, grazie anche a CM Punk e Rey Mysterio davvero ottimi come ricettori delle “attenzioni” di Batista e del “Deadman”. Contesa anche in questo caso corta, 10 minuti circa, ma comunque si son viste cose egregie, tutti e 4 i contendenti hanno potuto far vedere qualcosa e ne sono usciti tutto sommato bene. Interessante sarà ora vedere il “riposizionamento” di Batista col suo passaggio a heel: Batista non è tra le fila dei cattivi dal 2005, quindi sicuramente è una ventata d'aria fresca…vedremo a cosa porterà, ma il potenziale per andare in molte direzioni c'è. Unica cosa…Batista…”credevo fossi mio amico” lo dicono i bambini di 5 anni all'asilo…

TEAM SMACKDOWN batte TEAM RAW aggiudicandosi i “Bragging Rights”: voto 6,5
Anche questo non male, tutto sommato. Bello vedere i due team lottare per la Duchess of Queensbury Cup, a quanto pare…(questa la colgono solo quelli che seguivano la WWE nel 2001). Scherzi a parte, una cosa che ho notato e che forse è una coincidenza ma voglio sperare che non lo sia: il team di Raw aveva, a parte la DX, la maglia rossa con le maniche e il logo di Raw…tranne The Big Show che aveva la maglia senza maniche. SmackDown aveva…indovinato…la maglia senza maniche. Un dettaglio che, se era voluto, mi è molto piaciuto. Interessante in questo match vedere cose abbastanza diverse dal solito come Shawn Michaels che lavora con Finlay o lo stesso Michaels che subisce l'Hart Attack (chi immaginava che sarebbe mai accaduto?). Prevedibile mega rissa finale e altrettanto prevedibile tradimento di The Big Show (prevedibile, si, ma che ha perfetto senso se si considera l'intera storyline) che dà la vittoria a SmackDown che si conferma specializzato nei match di questo tipo, ovvero nei match “diamo il contentino allo show di serie B per far credere alla gente che i due show sono alla pari anche se non ci crede nessuno”, che è un ragionamento triste anche considerando il livello qualitativo attuale di Raw e quello di SmackDown (che pur è in calo, guarda caso, da quando è arrivato Vince McMahon nelle storyline). Ultima nota per il commentatore più idiota di sempre: Michael Cole, che nel bel mezzo della rissa totale tra i due team urla: “THIS IS VINTAGE BRAGGING RIGHTS!”…come fa a essere VINTAGE se è la PRIMA EDIZIONE del ppv? Ahiahiahi Cole…

JOHN CENA batte RANDY ORTON per 6-5 in un Anything Goes Iron Man Match diventando il nuovo WWE Champion: voto 5
Ok…questo giudizio è molto controverso. Per correttezza è giusto sottolineare come il web sia letteralmente diviso a metà sul giudicare questa contesa: c'è chi lo ritiene un gran match e chi un'immane schifezza. La mia sulla questione è la seguente: è stato un match molto ben bookato, sia pur con diverse cose che mi hanno fatto scuotere la testa, ma rispetto agli Iron Man Match che abbiamo visto sinora in WWE è probabilmente il peggiore e a me, personalmente, ha annoiato a morte. Contesa lentissima, che è diventata ancora più lenta più avanti nella contesa, prevedibilmente, condita poi da alcune “stranezze” come un doppio pin (che senso ha? Che differenza fa avere un match sull'1-1 invece che sul 2-2? Sempre pari stanno, perchè contare un doppio pin in un iron man match?), il periodo di riposo obbligatorio (che sarebbe anche una buona idea se non fosse stata sancita in un Anything Goes No Disqualification match…anche se non mi conti lo schienamento in quei 30 secondi cosa mi impedisce di massacrare il mio avversario e POI, dopo i 30 secondi, schienarlo? Non ci son squalifiche…), Randy Orton che trova la sua nuova gimmick di Wile E.Coyote giocando coi telecomandi dei pyros e la WWE che se la fa letteralmente addosso e spedisce fuori i medici fermando il cronometro per chiudere un taglio a John Cena prima che questi vada tra il pubblico con Orton evitando così cause legali a profusione (ma su questo non hanno colpa, va detto). Si è discusso sul finale, Orton che cede a 5 secondi dalla fine dopo che è stato nella STF per 3-4 ore, ma ormai sapete com'è la questione quando lotta Cena…tutto quello che spero è che adesso, per un BEL po', i due non si incontrino più e diano spazi ad altri, ma temo che invece li rivedremo contro e nemmeno troppo lontano nel tempo.

PPV: voto 6
Contando che le aspettative erano sotto zero per questo show si può dire che abbiamo avuto uno show discreto. Non un capolavoro che rimarrà nella storia del wrestling nè, forse, uno show che vale i 10 euro che è costato su Sky, ma uno show sufficiente. Discreto wrestling, anche nel main event che pur a me non è piaciuto, buon booking ma non molto di più sfortunatamente. Sta diventando un trend da parte della WWE e la cosa, in questo mese che ci ha offerto un gran bel Bound For Glory che se la gioca come pay-per-view dell'intera annata, appare ancora più evidente purtroppo per la WWE. La speranza è che Survivor Series ci offra di meglio, e onestamente non dovrebbe essere difficile.

Anche per Bragging Rights abbiamo finito, con me l'appuntamento è per il report di SmackDown e per Wrestling Cafè nel weekend. Lo Stamford Report tornerà invece dopo Survivor Series.

Ciao!

15,656FansLike
2,630FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati