Stamford Report – #189 – Survivor Series

Premetto che – data la natura dell’evento – i pronostici sono stati fatti man mano che lo show proseguiva, e condizionati dal risultato complessivo della sfida tra i due brand.
Fatta questa inutile precisazione, concentriamoci sui voti di uno degli eventi (in teoria) più importanti dell’anno.

HEY OH, LET’S GO!


KICKOFF SINGLE MATCH
Damian Priest vs Nakamura: voto 6

Pronostico: Damian Priest
Vincitore: Nakamura (via DQ)
Kickoff onesto, tendente al positivo, in un incontro probabilmente di scarso interesse in cui la WWE decide tutto sommato di proteggere entrambi.
Raw 0 – SmackDown 1 (ma se ne terrà conto, essendo kickoff?)

SINGLE MATCH
Becy Lynch vs Charlotte Flair: voto 7

Pronostico: Becy Lynch
Vincitrice: Becky Lynch
Incontro meno tecnico di quanto pensassi, ma estremamente intenso e ruvido (coerentemente con le recenti problematiche tra le due) al punto da farmi più volte chiedere se si stessero colpendo realmente, con la volontà di farsi “male”. Questo è sicuramente ciò attorno cui ruota il senso stesso del match, e il motivo per cui merita un voto alto. Pronostico con serenità la Lynch, perchè credo che Charlotte difficilmente potesse essere premiata dalla federazione dopo l’inconveniente dello scambio delle cinture.
Finale “sporco”, ed era prevedibile; anzi, è onestamente già tanto che ci sia stata una vincitrice a tutti gli effetti e non una squalifica o un pareggio, conoscendo le scelte – spesso poco coraggiose – della WWE.
Raw 1 – SmackDown 1


SURVIVOR SERIES ELIMINATION TAG TEAM MATCH
Team Raw (Bobby Lashley, Austin Theory, Finn Balor, Kevin Owens, Seth Rollins) vs Team SmackDown (Xavier Woods, Jeff Hardy, Sheamus, Baron Corbin, Drew McIntyre): voto 6

Pronostico: Team Raw
Vincitori: Team Raw
Parliamoci chiaro; la composizione dei due team era eccessivamente sbilanciata. Era sostanzialmente impossibile che il team blu potesse prevalere. E sia ben chiaro, non sto parlando in chiave mark (per quanto il discorso sarebbe probabilmente valido allo stesso modo), ma in maniera marcatamente smart: le uniche due vie per veder trionfare SmackDown erano legate alla volontà di accontentare i fan dando una vittoria importante a Jeff Hardy oppure a far prevalere il dominio di Drew McIntyre, ma in entrambi i casi per poterlo fare si sarebbero dovute sminuire eccessivamente figure TROPPO importanti per Raw (Rollins e Lashley, che con un face campione non possono che essere gli sfidanti più credibili) a loro volta accompagnate da due lottatori di rilievo (Owens e Balor, sacrificabili ma non troppo) e ad uno in rampa di lancio (Austin Theory). Ciò che nasce da questa situazione è un incontro di scarso interesse, bassa spettacolarità e poco da raccontare. Uno dei pochi motivi di curiosità – l’incrocio tra Lashley e McIntyre – viene gestito con poco coraggio dalla WWE (e siamo già alla terza scelta un po’ paraculo del PPV).
Bene la parte finale dominata da Hardy che ha fatto gasare e tifare tutta l’arena; a quel punto personalmente lo avrei fatto vincere per accontentare i fan (cosa accaduta poco durante tutto lo show), tutelando Rollins che sarebbe potuto essere messo ko da una Claymore di McIntyre già eliminato, anzichè subire solo una testata senza conseguenze.
Raw: 2 – SmackDown 1


25 MAN BATTLE ROYALE (with too many people per scriverli tutti): voto 4
Pronostico: Aj Styles
Vincitore: Omos
L’unico dubbio era riguardo a come risolvere il “problema” Aj-Omos. Rimangono insieme sul quadrato e Omos lascia vincere Aj? o Aj viene eliminato, trionfa Omos (che magari inizia a desiderare nelle prossime settimane di voler proseguire da solo la sua carriera)? Ha prevalso il secondo scenario, per quanto la mia considerazione successiva rimanga al momento solo una mia idea.
Incontro con una struttura poco chiara e – permettetemi – abbastanza insensata: partecipano sia singoli che coppie, e nonostante il ring sia diviso tra uniformi rosse e blu dei due brand, i lottatori si picchiano ed eliminano senza distinzioni, facendo venire meno l’aspetto di predominanza del roster di appartenenza.
Incontro poco interessante, davvero lento e senza colpi di scena, oltre che molto incentrato sul pizza-sponsor, per altro in una chiave comedy poco riuscita.
Raw 3 – SmackDown 1 (ma questo era da contare?)


TAG TEAM MATCH
RkBro vs The Usos: voto 6.5

Pronostico: The Usos
Vincitori: RkBro
Forse in altre circostanze avrei dato i miei favori agli RkBro, beniamini di un pubblico che finora è stato poco accontentato (e do già per scontata anche la vittoria di Roman contro Big-E), ma SmackDown è davvero TROPPO indietro e necessita di qualche vittoria (oltre, appunto, quella scontata di Reigns). Invece vincono gli RkBro (che, ripeto, di per sé ci stava) e SmackDown collassa ulteriormente. A questo punto inizio a pensare che il risultato complessivo non venga preso in considerazione, infatti non c’è nessun riferimento ad esso durante l’evento. Mi rimane comunque difficile pensare che non possa avere una rilevanza, soprattutto da quando i due roster vengono trasmessi da due emittenti televisive diverse che sicuramente non vorranno passare come inferiori l’una all’altra.
Incontro positivo, anche se penso ci si potesse aspettare anche qualcosina in più. Bello il finale, con una Rko volante che ormai abbiamo visto più volte ma che riesce a sorprendere perchè in quel momento Randy non era il centro dell’azione, e si inserisce in una mossa che il suo avversario stava facendo al suo compagno (che peraltro comunque la subisce, aumentando a mio parere la spettacolarità dell’azione).
Raw 4 – SmackDown 1

WOMENS SURVIVOR SERIES ELIMINATION TAG TEAM MATCH
Team Raw (Bianca Belair, Carmella, Zelina Vega, Liv Morgan, Rhea Ripley) vs Team SmackDown (Natalya, Shayna Baszler, Toni Storm, Shotzi, Sasha Banks): voto 4.5

Pronostico: Team SmackDown
Vincitrici: Team Raw
Anche in questo caso, mi trovo a pronosticare più per la situazione di punteggio che per convinzione (molto più star power nel team rosso e la più importante rappresentante del team blu – Sasha – con uno screzio in corso con una sua compagna, che potrebbe portare conseguenze durante l’incontro). E anche in questo caso a trionfare è Raw. Strana situazione di punteggio complessivo che, a meno di storyline che coinvolga un Roman Reigns in aperta polemica col suo roster ritenuto complessivamente inferiore a lui (Usos compresi, anch’essi sconfitti), mi lascia alquanto interdetto.
Match pensato male, costruito peggio e realizzato poi a livello tecnico in maniera molto mediocre (se non ampiamente insufficiente) anche dalle ragazze (che – mi duole doverlo sottolineare ulteriormente – perdono tanto di qualità ogni volta che vengono coinvolte in incontri più complessi rispetto a quelli “standard”).
L’incontro è a mio parere troppo confusionario e poco logico in alcune delle sue dinamiche (tra cui quella dell’eliminazione di Sasha da parte di tutte le sue compagne che è poi la quarta grossa paraculata della WWE durante lo show) ed eccessiva la vittoria di Bianca da una situazione di 4 contro 1, che finisce per distruggere quasi totalmente la credibilità delle sue avversarie e, indirettamente, anche quella delle sue compagne (Rhea Ripley – ahimè – in primis) eliminate da quelle stesse avversarie che lei ha poi surclassato.
Raw 5 – SmackDown 1


SINGLE MATCH
Big-E vs Roman Reigns: voto 6.5

Pronostico: Roman Reigns
Vincitore: Roman Reigns
Purtroppo il risultato è il più scontato della card, ma è anche l’unico incontro con una costruzione (bella, per altro) alle spalle, oltre al match tra le campionesse femminili.
Diciamo che i due hanno fatto quello che dovevano; difficile aspettarsi e chiedere loro di più. Anzi, hanno saputo metterci una forte drammaticità ed emotività che ha saputo trascinare un pubblico probabilmente stanco (e forse anche un po’ – comprensibilmente – deluso) che si era totalmente ammutolito durante l’incontro precedente. Non gli do 7 perchè a differenza del match femminile, l’unico dubbio era su COME Big-E avrebbe perso, e non sul SE. E purtroppo, quando il finale non è in dubbio, ne risente la qualità complessiva dell’incontro.
Raw 5 – SmackDown 2


PPV: voto 5
Insufficiente, in modo netto e marcato nonostante tre buonissimi incontri che lo salvano da un 4.5 che sarebbe meritato per la pigrizia nella costruzione e nella totale mancanza di coraggio nello sviluppo.
Evento che sembra esistere più per gli sponsor nonostante sia uno dei big four, ma che non si limita a questo problema: la predominanza della sponsorizzazione a Red Notice (film Netflix con The Rock) è talmente marcata, da finire per sottolineare L’ASSENZA dello stesso The Rock, in un PPV che gira attorno a lui con i richiami diretti dello stesso McMahon, e che a lui è quasi dedicato per il 25esimo anniversario del suo debutto in WWE.
Possiamo in parte sospendere il giudizio, aspettando di capire i possibili risvolti nelle prossime settimane di show sperando che questo PPV sia servito a qualcosa, ma continuo a pensare che gli show dovrebbero essere funzionali ai PPV e non viceversa.
In parziale difesa della WWE e della difficoltà nel costruire questo PPV va sottolineato come, con la divisione dei brand su emittenti diverse, sia probabilmente impossibile (o perlomeno particolarmente difficoltoso) riuscire a costruire delle rivalità tra avversari e che quindi ci si debba limitare a quelle interne agli stessi team.

Ciao Miao!

15,941FansLike
2,625FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati