Impact Wrestling Report 03-09-2009

Sette giorni fa la presidentessa TNA Dixie Carter ha annunciato che Bobby Lashley farà la sua prima apparizione in pay-per-view contro Rhino, è iniziato il Knockout Tag Team Tournament con Awesome Kong e Raisha Saeed che si sono guadagnate l'accesso alle semifinali ma soprattutto c'è ancora molta controversia tra Matt Morgan e la Main Event Mafia, con il “Blueprint” che al termine del main event ha messo KO i TNA World Tag Team Champions Booker T & Scott Steiner: quale sarà la reazione di Kurt Angle e soci? Io sono Lino “Please God Give Me Luck With Her” Basso e vi invito a tenervi forte perchè il TNA Impact Report in HD is next!!!

Dopo la consueta sigla e i pyros la grafica ci mostra che vedremo Christy Hemme e Tara affrontare Sojo Bolt e Hamada nel primo round del TNA Knockout Tag Team Tournament e un mini torneo per determinare gli ultimi due wrestlers che si uniranno a Matt Morgan e a Kurt Angle per il 4-Way match di No Surrender: da un lato abbiamo Sting contro Rhino e Hernandez contro Homicide, mentre dall'altro ci sono Chris Sabin contro AJ Styles e Suicide contro Doug Williams della British Invasion.

E si comincia proprio con il primo match di qualificazione al 4-way di No Surrender valevole per il titolo mondiale TNA, “The War Machine” Rhino se la vedrà con “The Icon” Sting!!! Parte subito forte Sting che dopo pochi secondi applica la Scorpion Deathlock su Rhino ma la War Machine riesce in un modo o nell'altro a liberarsi e a tentare di far cedere Sting, e seppur non riuscendosi riesce ad attaccarlo con un belly to belly suplex, Rhino prova poi a concludere il match con la Gore ma fallisce nel suo tentativo e Sting va a segno con la Scorpion Death Drop!!! 1,2,3!!!! Sting si qualifica per la semifinale ma a fine match subisce la furia di Rhino e la sua Gore!!!!!! La War Machine è decisamente contrariata per la sconfitta patita e colpisce Sting all'angolo con diversi pugni, l'arbitro Mark “Slick” Johnson lo invita energicamente ad allontanarsi, ma proprio mentre Rhino stava per uscire dal ring, rientra prontamente per infliggere a Sting un'altra Gore!!!! gore Gore GORE!!!!!!!!! Devono intervenire anche gli arbitri Earl Hebner e Andrew Thomas per far sì che Rhino esca definitivamente dal ring per poter poi sincerarsi delle condizioni di Sting, che è rimasto a terra piuttosto dolorante.

Dopo il break pubblicitario rivediamo le due Gore subite da Sting, a cui ora viene messa una protezione attorno al torace e con AJ Styles che si prende cura di lui portandolo via con se.

Siamo nel maestoso locker room di Booker T che si lamenta a gran voce con Kurt Angle per via di Matt Morgan e le sue azioni di 7 giorni fa, ma il Godfather della Main Event Mafia non si cura più di tanto delle lamentele di Booker T dicendogli che non importa cosa sia successo la settimana scorsa, la cosa che più conta è che Angle si troverà di fronte Matt Morgan tra due settimane a No Surrender, non toccherà a Booker T metterlo fuori causa, ma a Kurt Angle! Booker T poi si lamenta con Kip James che sta facendo manuntezione nel suo locker room, sopraggiunge poi Scott Steiner che nota il lusso e del sushi presente nel locker room di Booker T, “Big Poppa Pump” poi prende una mazza da mini golf ma la usa con scarsi risultati, con Kurt Angle che ha un espressione alquanto stranita e se ne va.

E' già ora del secondo match di qualificazione al main event titolato di No Surrender, Chris Sabin è il primo a fare il suo ingresso accompagnato dal suo tag team partner Alex Shelley, seguito subito dopo da “The Phenomenal” AJ Styles!!! Si parte con diverse posizioni di clinch che si risolvono in favore di Sabin, ma entrambi alzano di molto il ritmo della contesa riuscendo a coinvolgere il pubblico della Impact Zone, che si esalta nel vedere uno spettacolare drop kick in movimento di AJ Styles e un head scissor eseguito da Sabin fuori dal ring. “The Phenomenal” si libera della front facelock applicata da Chris Sabin e colpisce quest'ultimo con lo Springboard forearm smash, che però gli vale solamente il conto di 2. Sabin va vicino al colpaccio ribaltando la Styles Clash in un roll-up, ma non può fare nulla quando fallisce nel suo tentativo di colpire AJ con lo Springboard forearm smash e subisce la combinazione Pelè Kick – Styles Clash che permettono a AJ Styles di avanzare nel mini torneo che decreterà gli ultimi due sfidanti di Kurt Angle a No Surrender per il TNA World Heavyweight Championship detenuto dall'Olympic Hero.

Andiamo nel backstage con Lauren che è in compagnia di Hernandez, a cui ricorda che oltre ad avere la valigetta del Feast or Fired contenente la shot al titolo mondiale TNA, questa sera avrà un'opportunità concreta per accedere al main event titolato di No Surrender, ma non sarà un ostacolo facile perchè si troverà di fronte nientemeno che colui che fu il suo tag team partner, Homicide. Hernandez risponde che qualsiasi strada o avversario gli si pareranno davanti, lui non si farà intimorire perchè ha promesso di diventare il primo campione del mondo latino in TNA, e per quanto riguarda Homicide, Hernandez lo considera un fratello, ma gli affari sono affari e sarà un grande scontro quello che li attenderà. Arriva però Eric Young, con Hernandez che seccatamente gli chiede cosa voglia ancora da lui, Young replica che lui sa bene cosa vuole e soprattutto cosa voglia la World Elite. La W.E vuole Hernandez tra le proprie fila, e il fatto che Hernandez lotterà contro suo fratello Homicide non sembra più di tanto una coincidenza per Young. Quest'ultimo continua dicendo che anche lui così come Hernandez, quando arrivò negli Stati Uniti ha aperto gli occhi e il cuore, e anche lui aveva dei sogni, che però sono stati tutti frantumati uno dopo l'altro, i sogni americani sono riservati solamente alle persone americane, e Young dimostrerà questa sera a Hernandez che lui è il suo fratello, e che entrambi formano una famiglia.

Torniamo nella Impact Zone dove Daniels fa il suo ingresso e ha un microfono in mano, e seduto di spalle sopra un angolo del ring, ricorda come il 20 Settembre salirà sul ring per essere nuovamente il primo sfidante per il titolo X-Division, ma prima vuole che Samoa Joe salga sul ring per avere un confronto faccia a faccia, Daniels e Joe, da soli!! La Samoan Submission Machine non si fa attendere e sale prontamente sul ring, e Daniels prende subito la parola sostenendo che non avrebbe mai pensato di tornare a lottare per il titolo X-Division, ma pensandoci bene, Daniels ricorda ancora bene quando la TNA ruotava attorno alla X-Division, e quando si parla di X-Division, secondo Daniels bisogna parlare di tre uomini: Samoa Joe, lo stesso Daniels, e AJ Styles. Per Daniels il significato più speciale è quando ha intrapreso il suo cammino allo stesso tempo con quello di Samoa Joe insieme a AJ Styles, hanno viaggiato insieme in tutta l'America e in tutto il mondo ed erano come una famiglia, tutto il duro lavoro che hanno svolto in TNA fu ripagato nel 2005 ad Unbreakable, dove Joe e AJ Styles sfidarono proprio Daniels per il titolo X-Division, che per la prima volta fu difeso nel main event in un pay-per-view TNA. Daniels chiede a Joe se per caso si ricordi ancora di quella notte, perchè tutto il pubblico della Impact Zone se la ricorda ancora benissimo, anche perchè gridarono a gran voce per tutto il match i nomi di Daniels, AJ Styles e Samoa Joe, ma soprattutto fu la notte dove chiunque ha capito che la TNA è il futuro del pro wrestling. Samoa Joe replica che non ha tempo da perdere e che ha delle altre cose da fare, Daniels però non lo lascia andare e gli chiede cos'è che abbia da fare, se bere drink con Booker T o fare addominali con Scott Steiner, la verità è che la Main Event Mafia ha paura di Joe, perchè quando Joe fu campione del mondo TNA, ha battuto tutti coloro che oggi compongono la mEm, Joe lo sa benissimo ed è per questo che la mEm lo ha pagato bene per entrare a far parte della loro stable, e Samoa Joe per via di tutti quei soldi ha buttato via la sua amicizia con Daniels e AJ Styles, e ha buttato via anche la sua integrità. Lui aveva dei veri amici, che corrispondono sempre ai nomi di Daniels e AJ Styles, e molti altri suoi vecchi amici nel backstage non sanno più chi è veramente Samoa Joe, e tantomeno non lo riconoscono più, e peggio ancora Daniels chiede a Samoa Joe se sua moglie e suo figlio lo rispettino ancora sapendo che è un venduto. Daniels si volta verso Taz al tavolo di commento per confermare le sue parole ma l'ex Fallen Angel commette l'errore di dare le spalle alla Samoan Submission Machine che mette al tappeto Daniels con un German Suplex. Daniels è dolorante e guarda rabbiosamente Samoa Joe che a sua volta guarda il suo sfidante per il titolo X-Division con aria di sfida.

Dopo la webography dedicata a Matt Morgan, Lauren è proprio in compagnia del “Blueprint” nel backstage, a cui chiede come sia ora la situazione tra lui, Kurt Angle e il resto della Main Event Mafia, facendogli notare anche che Angle è un maestro nei mind games: Morgan si chiede chi è che stia facendo dei mind games, per poi rispondere che la scorsa settimana Booker T e Scott Steiner stavano per indurlo al fallimento, e così Morgan ha pensato bene di metterli KO, Kurt Angle parlava di fare più esperienza e Morgan crede di averla fatta vedendo i suoi errori nelle recenti settimane, ma ciò che Morgan assicura è che i rapporti tra lui e la mEm sono rimasti buoni, e le cose andranno ancora meglio con Angle, perchè questa volta non ci sarà nulla che andrà ad interferire tra Morgan e l'Olympic Gold Medalist. L'espressione di Morgan però diventa improvvisamente molto seria, in quanto il “Blueprint” ammette che sta contando i giorni che separano lui e Kurt Angle da No Surrender, dove Matt Morgan potrà nuovamente competere per il TNA World Title, e detto questo Morgan abbandona Lauren nel backstage.

Siamo arrivati al terzo match di qualificazione per il main event di No Surrender per il titolo mondiale TNA, Suicide se la vedrà con Doug Williams, IWGP Tag Team Champion della British Invasion. La maggiore atleticità di Suicide favorisce l'ex X-Division Champion nelle prime fasi ma la tecnica di Doug Williams riesce a riportare in equilibrio le sorti del match, e il pubblico della Impact Zone non perde tempo con i cori “USA USA”, Williams conduce gran parte del match ma Suicide riesce a riprendersi colpendo più volte Doug Williams all'angolo con diversi pugni, ma proprio mentre Suicide sembra poter chiudere a proprio favore l'incontro, arriva “The Pope” D'Angelo Dinero che lo distrae, e Suicide essendo già sul paletto, esegue un crossbody proprio ai danni di D'Angelo Dinero. L'arbitro però è già arrivato a 5 nel conteggio, Suicide in un modo o nell'altro riesce a ritornare sul ring ma la distrazione di D'Angelo Dinero è comunque fatale all'ex campione X-Division perchè Doug Williams lo lancia verso le corde per poi eseguire la Chaos Theory che gli vale il conto di 3 e l'accesso alle semifinali. Suicide a fine match si lecca le ferite e D'Angelo Dinero si gode la sconfitta del suo rivale con un sorriso sornione.

Jeremy Borash è con Sting per avere un aggiornamento delle sue condizioni fisiche dopo l'assalto di Rhino al termine del loro match di qualificazione per No Surrender, ma JB fa notare allo stesso Sting che non ne ha voluto sapere di andare in ospedale e tantomeno di farsi curare dai dottori nel backstage, Sting potrebbe avere seri problemi all'addome e come se non bastasse più tardi dovrà lottare ancora, Sting però lo interrompe e gli chiede se lui ha più bisogno di dottori e prescrizioni mediche o di lottare ancora per il titolo mondiale TNA, Sting è perfettamente cosciente che non ci saranno molte altre occasioni per rimpossessarsi del TNA World Heavyweight Championship e non se le lascierà scappare. “The Icon” sa benissimo che “la fine è vicina” , ma l'inizio è proprio di fronte a lui.

Vediamo un video promozionale di Bound For Glory, l'evento in pay-per-view più importante della TNA che sarà svolto a Los Angeles in California.

Ci gustiamo un altro video, questa volta dedicato a Bobby Lashley, rinominato come “The Unstoppable Force” e “God of Thunder”, colui che è riuscito a intraprendere una doppia carriera sia nel wrestling che nelle MMA, e il video termina con il promuovere il suo debutto in un pay-per-view TNA, direttamente a No Surrender, e il suo avversario sarà Rhino.

Torniamo in presa diretta con Lauren che è assieme alle Beautiful People, con Lauren che le ricorda che la prossima settimana toccherà a loro combattere nel TNA Knockout Tag Team Tournament, e le loro avversarie saranno Madison Rayne e una mystery partner, e Lauren chiede proprio alle Beautiful People se hanno una minima idea di chi possa essere la partner misteriosa di Madison Rayne. Velvet Sky se la prende prima con Lauren, e l'avverte che se citerà ancora loro in maniera irrispettosa non esiteranno a stenderla per terra, a Velvet Sky e ad Angelina Love non gliene può fregare di meno di chi sia la partner di Madison Rayne, a loro importa solo rimpossessarsi del TNA Knockout Title, in quanto Madison Rayne gliel'ha fatto perdere proprio ad Angelina Love. La prossima settimana le Beautiful People metteranno fuori causa una volta per tutte Madison Rayne e la sua partner, e Angelina Love prende la parola per ricordare che loro non utilizzano un linguaggio orribile e invita Lauren a essere la partner di Madison Rayne la prossima settimana. Angelina poi conferma che non gli importa proprio nulla di chi possa essere la tag team partner di Madison Rayne, ma ciò che è certo è che metteranno la parola fine su di lei e sulla sua partner, nella maniera più orribile possibile.

Ed è giunto il momento di seguire il secondo match del TNA Knockout Tag Team Tournament, Sojo Bolt e Hamada se la vedranno con Tara e Christy Hemme: cominciano il match Tara e Hamada, con le due knockouts che si equivalgono dentro il ring, ma Tara nel bel mezzo della contesa si ferma e si inchina in perfetto stile giapponese ma per tutta risposta si becca un calcione da Hamada, la contesa si trasforma presto in un caos dentro il ring, ma Tara riesce ad abbrancare Sojo Bolt e concludere il match con la Widow's Peak, che permette a lei e a Christy Hemme di avanzare nel TNA Knockout Tag Team Tournament. A fine match Tara ha in mano la sua tarantola “Poison”, ma Hamada le fa cenno di non infierire, perchè ci pensa direttamente lei a infliggere il colpo di grazia su Sojo Bolt con l'Hamada Driver.

Jeremy Borash è insieme al TNA World Heavyweight Champion Kurt Angle, e Borash rivela a Angle che secondo lui Matt Morgan sta architettando qualcosa su di lui. Angle replica che nessuno lavora o progetta qualcosa ai suoi danni, ma arriva proprio Matt Morgan che chiede molto ironicamente a Angle se ha intenzione di collaborare ancora alla grande come hanno fatto a Hard Justice o come lo stesso Morgan ha fatto brillantemente squadra con Booker T e Scott Steiner, Morgan avrebbe anche perso la pazienza ma non c'è nulla che gli possa impedire di collaborare ancora con Kurt Angle. Il Godfather della Main Event Mafia chiede a Morgan se per caso stia tentando di prenderlo in giro, ma Morgan gli mette una mano sulla spalla e dice che non esiste nemmeno la possibilità di prenderlo in giro, mancano solamente due settimane a No Surrender, non ci sarà più tempo per farsi domande. Detto questo Morgan se ne va e lascia Angle che ha un espressione alquanto perplessa.

La grafica ci ricorda che tra poco assisteremo all'ultimo match di qualificazione per No Surrender tra Homicide ed Hernandez, ma prima torniamo nel backstage con Lauren che è in compagnia del TNA Legends Champion Kevin Nash, a cui ricorda che avrà un duro match a No Surrender contro Abyss per il suo titolo e per i 50.000 dollari come taglia su Abyss. Nash replica che non gli interessa troppo andare sempre in giro con il Legends title sulla spalla, e che non ha intenzione di parlare di wrestling oggi, ma bensì del Big Sexy World Tour, e chi si occupa del Big Sexy World Tour ha un modo di tutto rispetto nel fare i soldi e che ha diversi vantaggi, e tutti i soldi incassati possono essere usati per “interessanti argomentazioni”, Lauren gli chiede se per caso usa questo tour per trovarsi la ragazza, Nash risponde di no, perchè in teoria gli interessa solo trovarsi una bella donna da portarsi a letto, proprio come lo è Lauren. La bionda intervistatrice è un po' imbarazzata e gli risponde più volte di non poter accettare la richiesta di Nash, quest'ultimo le prova tutte ma Lauren rifiuta ancora e fa segno al cameraman di tagliare questo pezzo di intervista, se così la si può chiamare.

Un video ci ripropone la storia di Hernandez e Homicide, due ragazzi, due fratelli, due guerrieri latini ma un'unica storia, quella che partì formando i LAX, che li ha portati ad essere 3 volte campioni di coppia, ma le loro strade si sono divise inevitabilmente quando conquistarono due delle quattro valigette del Feast or Fired match di Bound For Glory, che ha portato Homicide ad essere stato nel recente passato campione X-Division, e Hernandez ad essere un potenziale campione del mondo TNA, il primo campione latino della storia della Total Non-Stop Action, ma sono sempre significative le ultime parole di Hernandez, che considererà sempre e comunque Homicide come un fratello.

Ed è proprio Homicide il primo a fare il suo ingresso, seguito subito dopo da Hernandez, a cui segue un importante abbraccio tra i due prima che il match possa iniziare. Le prime fasi sono piuttosto lente per il fatto che entrambi i contendenti sono ancora abbastanza straniti nel combattere l'uno contro l'altro, ma Homicide è leggermente in vantaggio colpendo diverse volte Hernandez all'angolo, ma dopo aver subito un po' le iniziative di Homicide, Hernandez si riprende e impone la sua maggiore potenza fisica, che gli permette di chiudere abbastanza rapidamente questo match e di schienare per il conto di 3 Homicide. Hernandez dunque passa alle semifinali dove affronterà nientemeno che Sting, e il big man cerca la stretta di mano con Homicide, quest'ultimo accetta seppur non sia troppo convinto, ma tutto si conclude con Hernandez che gli alza il braccio tra gli applausi della Impact Zone.

La grafica ci mostra il tabellone delle semifinali per il main event di No Surrender, ovvero il 4-Way match per il titolo mondiale TNA: nella prima semifinale avremo Sting contro Hernandez, mentre nella seconda si affronteranno AJ Styles e Doug Williams.

Vediamo un'altra webography, dedicata questa volta a AJ Styles, ma ritorniamo subito nel backstage perchè Lauren è in compagnia di Doug Williams e del resto della British Invasion, dove Williams ha solamente più da superare l'ostacolo chiamato AJ Styles per avere la sua prima opportunità di lottare nel main event di No Surrender per il TNA World Heavyweight Championship. Williams replica che non c'è niente di più straordinario nell'essere sul ring con AJ Styles, di cui lo stesso Williams è un grande fan, ma per essere il migliore, Williams sa benissimo che deve battere il migliore, che corrisponde proprio al nome di AJ Styles, e Williams lo vuole battere nel modo più pulito possibile, non ci sarà “Big Rob” Rob Terry e non ci sarà Brutus Magnus, solamente lui e AJ Styles, nessun tipo di trucco.

Andiamo dall'altra parte del backstage con Jeremy Borash che è proprio accanto a AJ Styles, e Borash chiede a AJ se ha ritrovato il suo spirito da wrestler e conseguente voglia di lottare ancora, cose che due settimane fa sembrava aver perso. AJ replica che le ha ritrovate entrambe al 100%, e per questo deve ringraziare tanto Sting. Due settimane fa AJ era in uno stato di confusione totale, e ha ricevuto una scossa importante, che gli è servita per guardare avanti e proseguire nei suoi obiettivi, AJ garantisce che batterà Doug Williams e diventerà campione del mondo TNA a No Surrender.

Per la seconda settimana consecutiva Kurt Angle si unisce al broadcast table insieme a Taz e a Mike Tenay, ma subito dopo è tutto pronto per il match tra AJ Styles e Doug Williams, il vincitore va a No Surrender per il titolo mondiale TNA detenuto proprio da Angle. L'inizio della contesa è in sostanziale equilibrio, e per buona parte del match nessuno dei due contendenti riesce a prendere un vantaggio ai danni dell'altro, “The Phenomenal” però ci delizia con una manovra delle sue, ovvero un Reverse Fosbury Flop, ma è Doug Williams ad andare vicino all'impresa con un Flying Armbar che però gli vale solo il conto di 2, ma AJ non ha alcun intenzione di mollare la presa e coglie di sorpresa Doug Williams con un Inverted DDT!!! 1,2,3!!!!!!!!! AJ STYLES PRENDERA' PARTE AL MAIN EVENT DI NO SURRENDER VALEVOLE PER IL TITOLO MONDIALE TNA!!!!!!!!! AJ Styles non sta più nella pelle e sprigiona tutta la sua gioia sul ring, ma appena sceso dal ring esagonale c'è subito Jeremy Borash pronto a intervistarlo, complimentandosi con lui per il risultato ottenuto e ricordandogli che No Surrender è distante solamente due settimane. AJ replica che non ha ancora finito il suo lavoro, lui sta ancora scalando la montagna e questa volta nessuno lo fermerà nell'impossessarsi della cintura di campione del mondo TNA!!!

Rivediamo ancora il video promozionale di Bound For Glory, che andrà in onda il 16 ottobre da Los Angeles, in California.

Andiamo nel backstage con Lauren che questa volta è in compagnia del Team 3D assieme a Jesse Neal, a cui chiede le motivazioni dell'aver preso le difese di Neal la scorsa settimana, evitandogli una brutta fine per merito di Rhino. Brother Ray risponde che lui e Brother Devon vengono considerati degli eroi dai loro fans in tutto il mondo, ma Jesse Neal è il vero eroe americano, lui e il suo amico Mark erano in marina militare insieme, impegnati nella lotta contro il terrorismo, Jesse ha dedicato la sua intera carriera da wrestler per il suo migliore amico, e Rhino sapeva tutto questo, Rhino pensava di aiutarlo e di prenderlo sotto la sua ala protettiva, ma la War Machine lo ha solamente umiliato e massacrato fino all'estremo, tutto questo perchè Jesse Neal non era “superstar” abbastanza per Rhino, e perchè Rhino non era nemmeno lui una superstar abbastanza grande da potersi permettere di perdere tempo con Jesse, Rhino non è stato grande abbastanza proprio come in ECW 15 anni fa. Il punto della situazione è il seguente, Rhino non ha nulla più a che fare con Jesse Neal, che ora è sotto la protezione del Team 3D che lo allenerà nella loro palestra, e quando lo avranno allenato abbastanza, Jesse Neal diventerà una vera e propria “War Machine”, e Brother Ray lo ripete proprio con la speranza che Rhino lo stia ascoltando, Jesse Neal diventerà una War Machine!!! Lauren poi si rivolge a Brother Devon chiedendogli quali siano i suoi pensieri per la categoria tag team, ma Brother Devon la interrompe bruscamente dicendogli che lui e Brother Ray non si sono dimenticati della British Invasion, che sanno benissimo che sono ancora nella Impact Zone a gironzolare con gli IWGP Tag Team Titles, e Brother Devon invita proprio i britannici a tenersi pronti perchè stanno andando a prenderli per fargli molto male, e una volta terminata la questione con la British Invasion, sarà la volta della Main Event Mafia, più in particolare con i TNA World Tag Team Champions, Booker T e Scott Steiner, perchè il Team 3D sta solamente aspettando il termine delle ore, dei minuti e dei secondi che li separano da No Surrender.

Ci siamo, è giunto il momento di vedere l'ultima semifinale del torneo che decreterà l'ultimo partecipante al main event titolato di No Surrender, Hernandez contro Sting, who's gonna win tonight??

Hernandez blocca subito all'angolo Sting colpendolo proprio all'addome infortunato per diverse volte, ma Hernandez in rispetto dell'avversario aspetta che l'arbitro si sinceri che Sting possa procedere con il match, ma Sting dopo aver eseguito un drop kick è di nuovo a terra dolorante, e Hernandez può approfittarne per riportarlo all'angolo e farlo finire poi fuori dal ring, ma cosa succede?! Homicide colpisce Sting con un tubo metallico ripetutamente e l'arbitro Earl Hebner non può fare altro che chiamare la squalifica!!!! Dunque Sting è l'ultimo dei quattro partecipanti al main event di No Surrender ma Hernandez non ci vede più dalla rabbia, ma ben presto si accorge che non è Homicide che ha attaccato Sting, ma è stato Eric Young!!!! Il leader della World Elite si è travestito abilmente da Homicide e ha così estromesso Hernandez dalla lotta per il titolo mondiale TNA in tutta risposta per il rifiuto del messicano di unirsi alla World Elite!!!! Hernandez però rimane sul ring e ha un microfono in mano, e senza troppe vie di mezzo invita Young sul ring per risolvere la questione!!! Young non si fa pregare e torna sul ring ma Hernandez si deve voltare indietro perchè Doug Williams e Brutus Magnus tentano di attaccarlo ma senza successo, Young chiama il resto della W.E, Hernandez li stende uno per uno ma non può far nulla quando “Big Rob” Rob Terry lo attacca da dietro le spalle e lo mette al tappeto dopo una Powerslam , che consente alla World Elite un pestaggio ai danni di Hernandez, ma dalle retrovie arriva AJ Styles!!!! “The Phenomenal” va in soccorso di Hernandez ma la superiorità numerica si fa sentire anche per lui e la W.E riprende il suo attacco, ma arrivano anche i Beer Money!!!! Robert Roode e James Storm fanno piazza pulita sul ring e costringono alla fuga la W.E, ma risuona anche la theme music del Team 3D!!!! Brother Ray e Brother Devon sono stati di parola e vanno subito ad attaccare la British Invasion e parte una grande rissa sullo stage!!!! Sul ring però rinvengono i Beer Money insieme al Team 3D, con Brother Ray che infierisce su Sheik Abdul Bashir e consente a Brother Devon di connettere con la What's Up, Brother Ray poi scende dal ring e prende il tavolo per posizionare Sheik Abdul Bashir sopra di esso, ma stanno arrivando anche Booker T e Scott Steiner!!!! I campioni di coppia TNA hanno la meglio sul Team 3D ma Robert Roode interviene e colpisce più volte Booker T ma viene ben presto aiutato dalla World Elite che mette al tappeto sia Roode che Storm, e quest'ultimo finisce anche sopra il tavolo rimasto sul ring, cortesia dei TNA World Tag Team Champions!!!! E sul corpo esanime di James Storm sopra il tavolo distrutto e sulle immagini della Main Event Mafia e della World Elite che alzano le braccia al cielo in segno di vittoria, le immagini vanno off-air e questa puntata di Impact finisce agli archivi!!!

15,655FansLike
2,633FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati